NEWS Calcio: Lega Pro - Serie D - Dilettanti - Donne e Calcio a 5

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News Serie A Calcio donne da calciodonne.it

#CalcioDonne #NewsCalcioDonne #Calciofemminile

Calciodonne.it - serie A

Alma Hilaj giocherà con la maglia della Florentia in Serie A

Alma Hilaj, classe 2000, cresciuta calcisticamente nel Kf Juban Danja dove ha militato per 5 stagioni e nelle giovanili della Florentia, sarà a disposizione di Mister Carobbi per la prima stagione delle rossobianche in Serie A.
Alma Hilaj è una giocatrice tanto giovane quanto determinata, dalle grandi qualità tecnico-tattiche, che è in grado di giocare sia come centrale difensivo che nel cuore del centrocampo.

La sua classe è stata notata dalla dirigenza rossobianca sin dal primo momento e da ormai due stagioni si allena stabilmente con la Prima Squadra, oltre a essere stata un punto di riferimento per la Primavera e aver giocato anche con il Calcio a 5 Florentia.

Queste qualità non sono passate inosservate neanche nel suo Paese: Hilaj è da anni nel giro della Nazionale, ha esordito in U17 e U19 ed è stata una delle più giovani giocatrici convocate con la Nazionale Albanese Maggiore.

Dalla prossima stagione continuerà la sua crescita sportiva in Prima Squadra agli ordini di Mister Carobbi e al fianco di compagne di reparto di grandissima esperienza internazionale come Elisabetta Tona e Tamar Dongus che saranno esempi fondamentali per il suo percorso di formazione.

Vista la sua giovane età e la necessità di acquisire minutaggio e ritmo di gioco, Hilaj sarà anche un pilastro della nuova squadra Primavera rossobianca che quest’anno, grazie anche al suo apporto, potrà puntare a obiettivi molto importanti.

“Sono felice di poter restare alla Florentia anche in Serie A, sono sempre più convinta che sia la squadra più adatta per me!” commenta Alma Hilaj “Spero di giocare, di dimostrare tutto il mio valore e di aiutare la squadra a raggiungere traguardi importanti. Mi sono allenata tanto in questi due anni e non vedo l’ora di tornare in campo! Spero di ritagliarmi il mio spazio nel campionato di Serie A italiano e tornare a vestire la maglia della Nazionale Albanese!”

“Alma è una di quelle giovani di grandi qualità che rappresentano il futuro della Florentia” commenta il Presidente Tommaso Becagli “Presto i tifosi potranno ammirare tutto il talento di questa ragazza!”


Data articolo: Thu, 21 Jun 2018 12:58:55 +0100

Calciodonne.it - serie A

In Champions ci va la Fiorentina: Tavagnacco battuto 3 a 0

Lo spareggio di Abano Terme deciso dalle reti di Linari (doppietta per lei) e Guagni ABANO TERME – E’ durato appena 90 minuti il sogno Champions del Tavagnacco, che sul campo neutro di Abano Terme perde 3 a 0 lo spareggio contro la Fiorentina. Decidono la partita le reti di Linari (al 20’ del primo tempo e al 48' della ripresa) e di Guagni al 20’ del secondo tempo.

Le ragazze di mister Rossi ci hanno messo il cuore ma non è bastato per battere una Fiorentina compatta e di qualità. Erzen prestazione da 8, Clelland da 4 (quest’ultima, evidentemente, già con la testa lontana dal Friuli). Primi minuti di marca viola con Vigilucci e poi Mauro che al 2’ provano a impensierire Ferroli. Risponde Clelland che tenta di liberare Mella di tacco in area, ma il difensore gialloblu viene steso. Al 5’ Mauro approfitta di un’indecisione dell’estremo difensore del Tavagnacco con l’attaccente viola che, dopo aver recuperato palla, si mangia letteralmente un gol già fatto spedendo a lato. Al 7’ Bonetti sguscia tra due avversarie, fa partire una conclusione insidiosa che Ferroli respinge di piedi, riscattandosi subito per l’errore precedente.

La partita si gioca sui ritmi alti, nonostante il termometro sfiori i 30 gradi. La Fiorentina si fa preferire nei primi minuti, con Mauro che sfiora il vantaggio anche all’11’ con una girata che finisce fuori. Al 17’ è Parisi a provarci, ma Ferroli si fa trovare pronta a respinge di pugni. Al 20’ Fiorentina in vantaggio grazie a un colpo di testa di Linari su cross da calcio d’angolo. Passano due minuti e il Tavagnacco sfiora il pareggio con Erzen che si invola sulla fascia destra, supera la diretta avversaria e fa partire un tiro che lambisce il palo. Al 27’ occasione per Parisi che su punizione manda fuori. Al 28’ bel cross di Mascarello dalla sinistra, Erzen arriva sulla palla ma non riesce a colpire bene di testa e l’azione sfuma. Un minuto dopo tiro dai trenta metri di Camporese, con la centrocampista gialloblu che colpisce la traversa.

Calano i ritmi della partita, ma le due squadre continuano comunque ad affrontarsi a viso aperto. Al 43’ è Mascarello a cercare la via della rete, ma la sua conclusione al volo è fuori misura. Al 44’ è Guagni a mettere i brividi alla difesa gialloblu, con Ferroli che respinge la conclusione della giocatrice viola. Nella ripresa Rossi gioca la carta Polli al posto di Filippozzi per cercare di raddrizzare la partita. Al 6’ punizione centrale di Bonetti, con il tiro che viene bloccato da Ferroli. Al 14’ ci prova ancora Mauro, ma trova l’opposizione del portiere del Tavagnacco. Al 15’ è Bonetti a farsi vedere dalle parti di Ferroli, ma il suo tiro finisce alto. Brivido per la difesa friulana al 18’ con un tiro insidioso di Guagni che termina in angolo. Dalla battuta Mauro colpisce di testa ma Ferroli si supera. Il raddoppio delle viola arriva al 20’ con Guagni che buca la porta del Tavagnacco con un preciso diagonale. Entra in campo Brumana al posto di Mella. Il portiere del Tavagnacco è ancora una volta provvidenziale al 26’ con un anticipo su Bonetti.

Si fa male Mascarello, sostituita dalla giovane Donda. La slovena Erzen, tra le ultime gialloblu ad arrendersi, cerca la via del gol al 36’, ma non è fortunata. Al 42’ Clelland riesce a liberarsi in area superando Guagni e Linari, tira ma la palla finisce fuori. Al 45’ occasione per Parisi che si fa parere una conclusione da buona posizione. Il terzo gol della Viola arriva al 48' ancora con Linari che firma la personale doppietta.

FIORENTINA WOMEN’S - UPC TAVAGNACCO 3-0
MARCATRICI: 20’ pt Linari, 20’ st Guagni, al 48' st Linari NOTE: ammonite Filippozzi e Cecotti

FIORENTINA WOMEN’S: Ohrstrom, Guagni (Brasil), Linari, Adami, Parisi (Corazzi), Mauro, Bonetti, Vigilucci, Carissimi, Bartoli, Tortelli. All. Fattori

UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza, Mella (Brumana), Tuttino, Clelland, Cecotti, Erzen, Mascarello, Filippozzi (Polli), Camporese. All. Rossi ARBITRO: Delnotaro


Data articolo: Sun, 17 Jun 2018 07:53:17 +0100

Calciodonne.it - serie A

Fiorentina e Tavagnacco per un posto in Champions League

Fiorentina Women’s e Tavagnacco scenderanno in campo domani alle ore 18 al Comunale di Abano Terme per giocarsi l’acceso alla UEFA Women’s Champions League 2018/19.
Dopo l’ufficializzazione da parte della FIGC circa l’inammissibilità alla massima competizione europea per il Milan, che ha rilevato il titolo sportivo del Brescia, le due formazioni si sfideranno in questo spareggio in campo neutro avendo terminato il campionato al terzo posto a pari punti.

L’incontro sarà diretto dall’arbitro Gianluca Delnotaro di Vco insieme agli assistenti Riccardo Targa e Salvatore Sava di Padova.


Data articolo: Fri, 15 Jun 2018 14:00:00 +0100

Calciodonne.it - serie A

Diego Zuccher riconfermato alla guida del ChievoVerona Valpo

Diego Zuccher, nonostante il rompete le righe di qualche settimana fa, non ha staccato la spina e anzi guarda già al futuro. Sarà infatti ancora lui a guidare il ChievoVerona Valpo anche per la stagione 2018-2019. La società, anche nell'ottica di una continua crescita, ha ritenuto dare fiducia al tecnico gialloblu che, risultati alla mano, ha dimostrato di essere l'uomo giusto al posto giusto. “Sono felice di poter continuare il lavoro iniziato quasi tre anni fa - sottolinea Zuccher - e di poter proseguire in questo stimolante progetto.

Guardando già al prossimo campionato credo che in primis dovremo migliorare la soprattutto nella mentalità. Anche se siamo arrivati dove dovevamo, e dove sapevamo saremmo arrivati, ovvero alla salvezza, dobbiamo alzare l’asticella in modo da evitare passaggi a vuoto, soprattutto nelle situazioni alla nostra portata".
Zuccher ripercorre poi alcune tappe del campionato appena concluso: "Tutto sommato è stata una stagione più che positiva. La gestione intelligente della squadra, da parte della società, e del gruppo, da parte dello spogliatoio e dello staff tecnico, sono state due componenti che hanno influito maggiormente in senso positivo.

Abbiamo iniziato la stagione con l’obiettivo di salvarci, anche all’ultima giornata, ma da raggiungere ad ogni costo. Siam partiti con la batosta di Roma, primo momento difficile del campionato, che però ci ha fatto rimboccare le maniche e ripartire subito nel modo giusto. Nella prima parte del campionato abbiamo abbiamo vinto tutti gli scontri diretti e ci siamo subito messi in una posizione di classifica relativamente tranquilla. Abbiamo incontrato delle difficoltà nell’ultima parte del girone d’andata ma erano state messe in preventivo visto che andavamo ad incontrare squadre sulla carta più esperte e attrezzate di noi. Di certo abbiamo speso tantissimo sia a livello mentale che a livello fisico negli scontri diretti in chiave salvezza. La seconda parte della stagione è iniziata perdendo in casa con Atalanta pur facendo una buona partita. Anche contro la Roma abbiamo perso in casa, in una partita che era assolutamente da non perdere. Eppure, non siamo riusciti a portare a casa punti e questo mi ha dato molto fastidio. Anche in quell’occasione però la reazione da parte di squadra e società è stata quella giusta, tant’è che poi abbiamo inanellato quattro vittorie consecutive, compresa la storica vittoria nel derby”.

Già, il derby, un risultato anche questo storico, visto che il Valpolicella è riuscito finalmente ad abbattere un tabù che lo vedeva vittima predestinata nelle sfide contro il Verona.
“Vincendo il derby” - prosegue Zuccher - “abbiamo superato in classifica il Verona e incassato tre punti che ci hanno permesso, di fatto, di essere già tranquilli dopo le prime giornate del girone di ritorno. A quel punto, sapendo che il nostro l’avevamo fatto, dovevamo continuare per la nostra strada, senza deconcentrarci e non buttando via punti per strada, soprattutto contro le formazioni alla nostra portata. Con il pareggio, sofferto, di Ravenna abbiamo conquistato la salvezza matematica a tre giornate dalla fine anche se, onestamente, ci sentivamo già salvi da prima”.

Infine il tecnico del ChievoVerona Valpo ci tiene a sottolineare: "Voglio ringraziare la società per quello che ha fatto e per come ha gestito l’anno e per fare i complimenti alle giocatrici che si sono dimostrate professionali e intelligenti. C’è tanta soddisfazione perchè abbiamo lavorato bene e ci siamo presi quello che ci meritavamo, senza ricevere regali da nessuno".

Ufficio Stampa e comunicazione
Fimauto Valpolicella Calcio Femminile SSD
www.fimautovalpolicella.it
https://www.facebook.com/FimautoValpolicella


Data articolo: Fri, 15 Jun 2018 06:23:22 +0100

Calciodonne.it - serie A

Florentia, un ritorno a sorpresa in maglia rossobianca

Giulia Domenichetti torna al calcio a 11 e sceglie la Florentia!
La Florentia mette a segno un colpo a sorpresa: Giulia Domenichetti vestirà la maglia rossobianca nella prossima stagione!
La centrocampista abruzzese, classe ‘84, con un passato da pilastro del centrocampo azzurro, aveva abbandonato il calcio a 11 nel 2015 per dedicarsi al calcio a 5, ma dopo tre stagioni tra Falconara e Montesilvano, affascinata dal progetto del Presidente Becagli, ha deciso di tornare in Serie A con la maglia della Florentia.

Domenichetti può vantare un palmarès ricco di successi: con la Torres ha vinto 3 Campionati, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe Italiane.
Giulia Domenichetti porterà grande esperienza nel centrocampo rossobianco: in 13 stagioni in Serie A ha collezionato 214 presenze, mettendo a segno 45 goal. Nell’ultima stagione con la Torres, nel 2014/15, ha collezionato 26 presenze su 26 partite, segnando 8 goal. Successi conquistati anche nel calcio a 5: con il Montesilvano ha vinto 1 Supercoppa e 1 Coppa Italia, meritandosi anche la chiamata in Nazionale.
Domenichetti è stata anche un pilastro della Nazionale di calcio a 11 dal 2005 al 2014: scesa in campo in 90 occasioni, ha siglato 4 reti con la maglia azzurra.

“Ho deciso di tornare al calcio a 11 affascinata dal progetto Florentia” commenta il neo acquisto rossobianco Giulia Domenichetti “Il Presidente Becagli mi ha dato la possibilità di rimettermi in gioco a scatola chiusa e voglio ripagare la sua fiducia. Avevo lasciato il calcio a 11 perchè avevo bisogno di staccare, di cambiare aria dopo la delusione del fallimento della Torres. In questi anni nel calcio a 5 mi sono divertita tantissimo, sono felice di aver scoperto questo mondo che mi ha fatto ritrovare tanti stimoli e mi fatto diventare una giocatrice migliore. Ora sentivo il bisogno di tornare a casa e la mia casa è il calcio a 11, ma l’esperienza del Futsal la porterò sempre con me, anche in campo! Negli ultimi mesi diverse società mi hanno cercato, ma la Florentia rappresenta la sfida più affascinante da intraprendere. Il progetto del Presidente Becagli mi stimola, mi sento già coinvolta e penso di poter dare il mio contributo in maniera importante.”
Domenichetti alla Florentia ritroverà la sua ex compagna di squadra Elisabetta Tona: “Sono felice di tornare a condividere un’esperienza importante con Elisabetta. Siamo state compagne in campo per 12 anni, abbiamo vissuto insieme quando eravamo alla Torres e sono davvero onorata di tornare a giocare accanto a lei qui alla Florentia.”

“Giulia Domenichetti rappresenta tutti i valori del calcio femminile che mi hanno appassionato in questi anni e ispirato all’inizio della mia avventura con la Florentia.” commenta il Presidente Tommaso Becagli “La passione che trasmette ancora oggi Giulia servirà ad aiutarci e ad ambientarci fin da subito nella nuova esperienza in Serie A.”


Data articolo: Thu, 14 Jun 2018 13:51:56 +0100

Calciodonne.it - serie A

Lucia Haršányová nuovo arrivo al Verona Woman

Continua il progetto di rafforzamento del Verona Woman, in casa scaligera è arrivata la giocatrice slovacca Lucia Haršányová, ulteriore rinforzo per la già buona difesa. La calciatrice proviene dal Duisborg, squadra tedesca che gioca nel Campionato di serie A. Prima di arrrivare in Germania Lucia Haršányová ha giocato nel Campionato svizzero con il Neunkirch dove è arrivata prima con la sua squadra vincendo anche la Coppa Svizzera.

In precedenza ha giocato nel campionato austriaco e in Slovacchia con il Neulengbach e lo Slovan Bratislava. La Haršányová è un forte stopper, fisicamente a posto, sempre concentrata in campo e ben motivata nel suo giocare. Gioca da molti anni con la sua nazionale e ha giocato molte partite in Champions League e ha senza dubbio una grossa eperienza in ambito internazionale.

Per il Verona Women senza dubbio un grande acquisto, il terzo in questa prima parte di campagna acquisti, con l'intento di fare un campionato 2018/2019 d prime posizioni in classifica.

La giocatrice slovacca ritrova qui la sua compagna di nazionale e club Lucia Ondrušová, e con lei vuole essere di grande aiuto alla società scaligera per primeggiare nel prossimo Campionato.

Il progetto sortivo del Verona Woman sta sempre prendendo più forma, e come detto dai vertici societari ci saramnno altri arrivi per completare al meglio la gia buona rosa.

Guido Baroni

Foto: www.veronawomen.com 


Data articolo: Thu, 14 Jun 2018 06:25:26 +0100

Calciodonne.it - serie A

Spareggio Champions: Tavagnacco - Fiorentina sabato ad Abano Terme

In campo Tavagnacco e Fiorentina. La società organizza un pullman per la trasferta
Ora è ufficiale. Tavagnacco e Fiorentina giocheranno uno spareggio per decidere chi raggiungerà la Juventus in Women's Champion League. Le due squadre, giunte terze in campionato a pari punti, si sfideranno sabato 16 giugno alle 18 ad Abano Terme, in provincia di Padova. Una decisione presa dopo l’esclusione del Brescia dalla competizione internazionale in seguito alla vendita della squadra al Milan.

Mister Marco Rossi ha già richiamato le ragazze, molte delle quali in vacanza, ricominciando gli allenamenti. Il tempo a disposizione è poco, ma abbastanza per fare qualche seduta utile a ripassare i fondamentali tecnici e a dare alle giocatrici una ‘rinfrescata’ atletica.

Il Tavagnacco ha intenzione di provarci fino alla fine, tentando di portare a casa la terza qualificazione in Champions della sua storia.

Per riuscirci la società chiede il sostegno dei suoi tifosi, mettendo a disposizione di coloro che volessero raggiungere Abano Terme, un pullman. La partenza da Tavagnacco è prevista alle ore 15, il costo del viaggio è di 20 euro.


Data articolo: Tue, 12 Jun 2018 15:53:09 +0100

Calciodonne.it - serie A

Valentina Boni sara' ancora il capitano del ChievoVerona Valpo

A un mese dal termine del campionato, arriva la conferma: sarà ancora Valentina Boni il capitano del ChievoVerona Valpo anche per la stagione 2018-2019. Un rinnovo, a dire il vero, mai stato in discussione visto il legame strettissimo tra società e il suo numero 10.
"È stato semplicissimo accordarmi con la società – precisa Boni – si può dire che non ho mai avuto dubbi sul rimanere al ChievoVerona Valpo. Ho un carattere che mi porta a dare l’anima per la mia squadra e a sentirla parte di me.

Non mi è mai piaciuto cambiare e quando l’ho fatto è stato perché non andavo più bene agli allenatori. Al Valpo c’è un ambiente speciale che mi fa capire, anno dopo anno, che da qui non me ne andrò mai. Con questa maglia voglio dare tutta me stessa fino a quando sarò in grado di farlo. Si, con il Valpo giocherò fino alla fine della mia carriera. Sono già concentrata sul prossimo campionato che sarà ancora più difficile ma anche molto più bello di quello appena giocato. Il livello sta crescendo tantissimo e questo è molto positivo e incoraggiante per il movimento”.

Valentina rivive poi alcune delle tappe più importanti di una stagione esaltante che ha consegnato alle ragazze del ChievoVerona Valpo la permanenza in serie A. “Aver raggiunto la salvezza – spiega Valentina - è per noi un risultato stupendo, conquistato sul campo partita dopo partita, affrontando e superando le difficoltà grazie a una società solida e sempre presente. La squadra, staff e giocatrici, ha saputo tirar fuori il meglio nei momenti cruciali della stagione, compattandosi e reagendo alle difficoltà con grande carattere. Questo è solo il punto di partenza per il prossimo futuro: da qui bisogna ripartire per scrivere altre pagine di questa società. Che giudizio do alla mia stagione? Nessuno perché non sta a me dirlo ma, soprattutto, perchè non è importante; quello che conta è il grandissimo risultato della squadra”.

Il numero 10 gialloblu, sempre presente tra campionato e coppa Italia, a dovuto saltare per infortunio l’ultima partita di campionato sul campo dell’Atalanta: “Già, una microfrattura non mi ha permesso di fare en plein ma va bene lo stesso. Ora sto già molto meglio: si tratta di un problema un po’ fastidioso ma nella sfortuna sono stata fortunata che è arrivato a fine stagione: Ho tutto il tempo per guarire bene ed essere pronta per l’inizio della nuova stagione!”.

Infine Valentina, che di Nazionale se ne intende, commenta così la qualificazione dell’Italia ai Mondiali di Francia 2019: “L’Italia torna ai Mondiali dopo vent’anni e questa è una bellissima notizia. Un risultato importantissimo e meritato, guadagnato sul campo. Un premio per tutta la passione e i sacrifici che noi giocatrici facciamo nel praticare al meglio questo sport. Lo ripeto: il movimento calcio femminile sta crescendo in maniera esponenziale. Speriamo si continui su questa strada e che l’opinione pubblica si renda conto, una volta per tutte, di quanto è bello e pure questo sport”.

Ufficio Stampa e comunicazione
Fimauto Valpolicella Calcio Femminile SSD
www.fimautovalpolicella.it
https://www.facebook.com/FimautoValpolicella


Data articolo: Tue, 12 Jun 2018 13:56:03 +0100

Calciodonne.it - serie A

Florentia, Stefano Carobbi è il nuovo allenatore

Stefano Carobbi è ufficialmente il nuovo Allenatore della prima squadra del C.F. Florentia: un campione che guiderà le rossobianche in Serie A nella stagione 2018/19.
Stefano Carobbi, classe ‘64, pistoiese di nascita ma fiorentino di adozione calcistica, vanta un glorioso passato da giocatore: terzino sinistro di grande intensità, in Serie A ha vestito la maglia della Fiorentina per 10 anni, meritandosi anche la fascia di capitano, per poi passare al grande Milan di Arrigo Sacchi, che lo aveva voluto con sé dopo averlo allenato nelle giovanili Viola.

Con i rossoneri tra il 1989 e il 1991 ha vinto tutto a livello internazionale: 2 Supercoppe Europee, 1 Champions League e 2 Coppe Intercontinentali. Nel suo palmares figura anche uno Scudetto Primavera vinto con la Fiorentina, l’ultimo dei Viola a livello giovanile, nella squadra in cui militava anche l’attuale DG della Florentia Pierluigi Pierozzi.

Chiusa la carriera tra Lecce – ancora Serie A – una breve parentesi di nuovo alla Fiorentina e Poggibonsi, Stefano Carobbi decide di dedicarsi alla carriera di allenatore.

In veste di tecnico Carobbi ha allenato dal 2002 al 2012 all’interno del Settore Giovanile della Fiorentina, dai Pulcini fino ai Giovanissimi, lavorando anche con grandi campioni come Federico Bernardeschi e Federico Chiesa.

Negli ultimi 6 anni ha allenato in Serie D: prima il Fiesole Caldine, poi la Colligiana, e ora la scelta di approdare al calcio femminile, sul palcoscenico più importante, quello della Serie A insieme alla Florentia.

Alla Florentia Mister Carobbi porterà tutta l’esperienza e le competenze maturate negli anni di militanza ad altissimo livello accanto a personalità che hanno fatto la storia del calcio come Arrigo Sacchi, Franco Baresi, Mauro Tassotti, Paolo Maldini, Carlo Ancelotti, Daniel Passarella e Gabriel Omar Batistuta.

“Ringrazio il Presidente Becagli per questa splendida opportunità” commenta il nuovo Allenatore rossobianco Stefano Carobbi “Per me il lato umano conta molto e sono approdato in una società in cui questo aspetto è fondamentale. La Florentia è una società ambiziosa, che ha fatto una scalata incredibile in questi primi tre anni ed è abituata a vincere: ora è il momento giusto per me per dimostrare quello che valgo anche da allenatore, ma posso già garantire che dal lato umano darò tutto me stesso. La squadra ha lavorato molto bene finora e ci tengo a fare i complimenti a Mister Lelli per i risultati raggiunti. Non mi sarei mai aspettato questa chiamata, ma in pochi giorni abbiamo raggiunto l’accordo e ho fatto questa scelta perché penso che il movimento del calcio femminile sia pieno di valori importanti, che nel maschile si sono persi negli anni. Io vivo di entusiasmo, ho lavorato tanti anni nel settore giovanile della Fiorentina ottenendo ottimi risultati, ho voluto fare un passo in avanti con la Serie D, dopo 6 anni però ho perso quella gioia nel lavorare che avevo e ora il Presidente Becagli ha riacceso in me la scintilla e non vedo l’ora di iniziare!”

“Sono onorato di presentare Stefano Carobbi come nuovo Allenatore del C.F. Florentia” commenta il Presidente del C.F. Florentia Tommaso Becagli “Stefano è un uomo che ha fatto tanto per lo sport, vive di sport e sotto il lato umano è una persona fantastica. Credo che sia la persona giusta per affrontare la Serie A con la Florentia, ha tutte le carte in regola per esprimere il professionismo di cui abbiamo bisogno: ha vinto tanto sia da calciatore che da allenatore e siamo convinti della nostra scelta.”

Benvenuto Mister Carobbi nella grande famiglia rossobianca!


Data articolo: Tue, 05 Jun 2018 13:44:55 +0100

Calciodonne.it - serie A

Lucia Ondrušová al Verona Women

Proseguono le operazioni di Verona Women per quanto riguarda il mercato. Nelle ultime ore la Società ha potuto chiudere definitivamente un altro accordo, ancora dal campionato svizzero: dopo il portiere transalpino Nicole Studer, è stato definito l’accordo con la giocatrice Lucia Ondrušová, trentenne centrocampista slovacca proveniente dal Basilea.

Per lei, passata anche da Neunkirch, Slovan Bratislava e Sparta Praga, si tratta della prima esperienza in Italia e, ancora una volta, Verona si è rivelata meta graditissima per un progetto di ambiziosa prospettiva.

“Ho conosciuto la ragazza in Svizzera, – ne tesse le lodi il dirigente Nicola Iachelli – La calciatrice ha un grandissimo valore e lo ha sempre dimostrato con la Nazionale, ovunque è stata ha fatto la differenza. Sempre in grado di unire forza fisica e tecnica a intelligenza tattica. Aldilà dell’aspetto sportivo Lucia ci aiuterà a fare gruppo quest’anno e sono orgoglioso di averla in squadra”.

L'Ufficio Stampa


Data articolo: Tue, 05 Jun 2018 13:36:45 +0100

Calciodonne.it - serie A

Il Verona Women sul mercato: la numero Uno Nicole Studer in gialloblu

Nicole Studer, portiere della Nazionale Svizzera, è il primo rinforzo ufficiale del Verona Women per la stagione sportiva 2018/2019.
A disposizione della nuova guida tecnica ci sarà quindi un estremo difensore di primo livello, presagio di un mercato che porterà in gialloblù tante atlete di primissima fascia.

Nicole Studer è in arrivo dallo Young Boys, squadra che ha terminato al terzo posto il campionato elvetico. Il nuovo portiere gialloblù, stabilmente convocata con la Nazionale Svizzera dopo aver compiuto tutta la trafila delle giovanili, è uno dei profili europei più interessanti nel suo ruolo. Nata il 22 febbraio 1996, ha militato anche nelle fila dello Zurigo, con cui ha collezionato 13 presenze in Champions League.

Una giocatrice di ottime qualità fisiche, un metro e ottanta d’altezza, e tecniche, dotata infatti di un buon calcio e abile nelle uscite. Un rinforzo per cui il Direttore Sportivo di Verona Women Nicola Iachelli si dice molto soddisfatto: “Si tratta di una giocatrice che aveva molto mercato ma su cui abbiamo puntato tanto, per questo siamo soddisfatti e contenti di aver capito che Verona rientrava tra le sue priorità, a dimostrazione che gli sforzi degli ultimi mesi stanno pagando e il nostro progetto sportivo inizia a prendere forma. Questo è solo il primo colpo nella costruzione di una rosa veramente competitiva”. Nelle intenzioni e nelle disponibilità di Club e Direttore Sportivo c’è infatti la costruzione una squadra che possa competere ai massimi livelli nazionali.

L'Ufficio Stampa


Data articolo: Fri, 01 Jun 2018 14:17:48 +0100

Calciodonne.it - serie A

Coppa Disciplina, forti e disciplinate.. con qualche eccezione

Il Dipartimento calcio femminile ha pubblicato le classifiche della Coppa Disciplina dei gironi dei campionati di serie B e della serie A
Nella massima serie è stata la squadra viola a conquistarsi lo scettro della più disciplinata davanti alle campionesse d'Italia della Juventus e al Tavagnacco. All'ultimo posto le Leonesse del Brescia.

Il girone A premia la capolista Florentia, neo promossa in serie A, che anticipa l'Arezzo seconda della classe, mentre è il Luserna a conquistarsi il terzo gradino del podio.

Un Orobica in stile Eddy Mercks dopo la vittoria del girone ed essersi conquistata la serie A, vince la classifica cannonieri con le due Merli e si prende pure la Coppa Disciplina. Al 2° posto il fanalino di coda con 0 punti Caprera mantre la rivale Inter si siede all'ultimo posto delle piu disciplinate del girone.

Nel girone C sono le romagnole del Castelvecchio a prendersi lo scettro delle più disciplinate davanti al Vicenza mentre la capolista San Bonifacio scende al quartultimo posto.

Anche nel girone D è la capolista Roma a conquistare l'ambito trofeo della più disciplinata davanti alla Roma XIV e alla rivale SS Lazio

Classifiche che dimostrano come alcune società siano proiettate all'attività agonistica con etica e fair play.
In tutti gli sport vincere è l'unica cosa che conta e se lo fai con rispetto sei veramente il number ONE

Link al comunicato: http://calciofemminile.lnd.it/download/femminile/CU_104.pdf


Data articolo: Fri, 01 Jun 2018 09:29:58 +0100

Calciodonne.it - serie A

Roma fuori dalla serie A ma a testa alta

Sul campo neutro di Firenze la Roma esce, purtroppo, sconfitta nell'ultima partita dei Playoff che consentiva l'accesso alla serie A. Contro il Sassuolo finisce 3 reti a 0, ma risultato bugiardo. La Roma ha giocato alla pari per tutti i 90 minuti (finiti 0 a 0) contro una squadra già in serie A e non si è affatto notata la differenza di categoria, anzi, diverse le occasioni create dalle giallorosse.

Ai supplementari alcuni episodi a favore del Sassuolo hanno deciso la gara. Sull'uno a zero le capitoline han continuato a macinare gioco, ma il (dubbio) rigore nel secondo tempo supplementare ha spezzato le gambe e i sogni giallorossi. Ininfluente il terzo goal arrivato a partita ormai decisa. La stagione termina qui per le giallorosse, ma il bilancio non è affatto negativo.

Dopo una stagione piuttosto pesante, le ragazze della Roma hanno espresso un ottimo calcio anche contro Florentia prima e Sassuolo poi, dopo avere stravinto il girone D. Roma sempre prima dalla seconda giornata di campionato e primato matematicamente conquistato (con la sicurezza di disputare la B nazionale) a 4 giornate dalla fine quando si era a 17 punti sopra la seconda. Tante poi le ragazze giovani inserite in prima squadra che si son fatte ben valere al fianco delle più esperte, anche in partite in cui serviva personalità come quella di ieri. Resta pertanto la consapevolezza di essere forti e che non finisce tutto qui!

Facciamo i complimenti, comunque, al Florentia e Sassuolo per i traguardi raggiunti e ringraziamo tutti i tifosi romanisti che come sempre hanno sostenuto la squadra arrivando in massa fino a Firenze.

Ecco le parole di mister Piras: "Non ho nulla da rimproverare alle ragazze che hanno giocato alla pari col Sassuolo. Abbiamo avuto diverse occasioni che non abbiano concretizzato, poi un paio di episodi sono andati a favore del Sassuolo e hanno deciso la partita. Comunque soddisfatto del cammino fatto e del comportamento in campo delle mie ragazze per tutta la stagione. Grazie al favoloso pubblico che ci ha sostenuto sempre, in casa e trasferta, GRAZIE."

Ora la Roma esce sconfitta da queste sfide, ma non abdica. La Roma c'è e resta orgogliosamente la squadra femminile che rappresenta la capitale da 53 anni, pronta a rialzare la testa per tornare a combattere ed a tuffarsi in una nuova entusiasmante stagione. Già pronta l'organizzazione dei camp estivi per le giovani dal 2000 al 2010.
Alle ragazze giallorosse: grazie per le emozioni che ci avete regalato inseguendo un sogno che in questa stagione sfugge solo per la formula della riforma dei campionati.

Ecco la locandina con le squadre che giocheranno nella prossima stagione la B nazionale. Insieme alla Roma calcio femminile ci saranno, tra le altre, l'Inter femminile, le Milan ladies e la Lazio Women. Indubbiamente una B impegnativa al pari della A.

Le foto concesse per l'uso sono di proprietà della Roma femminile fotografa Grazia Menna.
Mariella Quintarelli
Resp.comunicazione
Roma calcio femminile


Data articolo: Tue, 29 May 2018 14:10:45 +0100

Calciodonne.it - serie A

Spareggio Pink bari vs Pro San Bonifacio

La neo-promossa Pink Bari ha chiuso la regular season al penultimo posto con 16 punti (pari merito col Ravenna Woman), con 19 reti all’attivo e ben 53 quelle al passivo. La Pro San Bonifacio di trainer Castagnini è giunta prima, dominando il gir. C ai danni della Fortitudo Mozzecane (vantaggio di +7) con 72 punti, 22 vittorie, 6 pareggi e due sconfitte.

81 sono le reti realizzate, soltanto 12 quelle subite. Le frecce nell’arco di trainer D’Ermilio sono le punte Annamaria Serturini con 6 marcature, Romina Pinna a quota 4, oltre a contare su un centrocampo di esperienza con Piro e Rogazione. Su sponda, San Bonifacio, attenzione ai 44 sigilli complessivi di Yeboaa e Perobello e ai 13 di Cavallini.

Tra i due spareggi in programma, dovrebbe e potrebbe essere il più equilibrato quello tra Bari e San Bonifacio: le pugliesi ha eliminato per 3-2 il temibile Ravenna Woman, in virtù delle reti di Piro (dagli undici metri), Parascandolo e Manno, mentre la Pro San Bonifacio, nel match contro l’Orobica era andata in vantaggio con Yeboaa, si è fatta rimontare da Luana Merli, per poi capitolare solo ai calci di rigore. Per le veronesi, fatali gli errori dal dischetto di Casarotto e Cavallini.

Probabili formazioni

PINK BARI
Aprile, Ceci, Marrone, Novellino, Soro, Santoro, Vivirito, Piro, Parascandolo, Manno, Serturini (Pinna). All. D’Ermilio

PRO SAN BONIFACIO
Toniolo, Galvan, Meneghetti, Baldo, Sossella, Casarotto, Yeboaa, Piovani, Cavallini, Perobello. All. Dalla Pozza

Il match si disputerà domenica 27 maggio alle ore 16.00 allo stadio “Belletti” di Porto Sant’Elpidio.

Pronostico X


Data articolo: Thu, 24 May 2018 16:58:41 +0100

Calciodonne.it - serie A

Spareggio Sassuolo vs Roma

Ultimo match point per la società Roma Calcio Femminile, dopo la sconfitta per mano della Florentia (3-0). Le giallorosse cercano il pass per la promozione in A e, domenica, avranno un’altra, l’ultimissima chance per approdare in massima serie, lì, dove ci sono le grandissime d’Italia. Ma, sulla sua strada, c’è l’ostico Sassuolo Calcio Femminile di mister Federica D’Astolfo, società neo-promossa, ma pur sempre compagine tosta quella emiliana affiliata al Sassuolo maschile.

Le neroverdi hanno chiuso la regular season al nono posto a 19 punti a -3 punti dalla Res, con 21 reti all’attivo, ma ben 39 quelle al passivo. Il Sassuolo vuole restare in A, ma non avrà a disposizione bomber Stefania Tarenzi (7 reti). Sull’altra sponda, la corazzata del gir. D di serie B condotta da Roberto Piras, si affiderà, ancora una volta, all’estro e ai gol di Elena Proietti e Noemi Visentin per cercare di raggiungere quel sogno che, sotto al Colosseo, manca da tre stagioni per mano di Acese, Chieti, Pink Bari. Da tener d’occhio anche Pedullà, Conte, O’Neill, Weithofer.

Probabili formazioni:

SASSUOLO: Tasselli, Bursi, Giatras, Costi, Oliviero, Iannella, Brignoli, Tardini, Tudisco, Zanoletti, Rus. All. D’Astolfo

ROMA CALCIO FEMMINILE: Casaroli; Capparelli, Sclavo, Pisano, Cacchioli, Morra, Lorè, O’Neill (Weithofer), Conte (Pedullà), Visentin, Proietti. All. Piras

Domenica 27 Maggio presso lo Stadio Ascanio Nesi di Tavarnuzze-Impruneta (FI) alle ore 16.00

Pronostico: 1X

Maurizio Stabile


Data articolo: Thu, 24 May 2018 16:47:18 +0100

Calciodonne.it - serie A

Spareggi, ... quella maledetta partita che vale la serie A

Dipartimento, di seguito si comunicano la data di svolgimento, l’orario ed i campi di giuoco delle gare di spareggio tra le società perdenti le gare di spareggio tra le prime classificate nei rispettivi Gironi di Serie B e le società classificate al 9° e 10° posto in Serie A:

Spareggio 1
ROMA CF - SASSUOLO
Ore 16.00 - Domenica 27 Maggio 2018
Stadio ‘Ascanio Nesi’ (erba artificiale) - Via Cassia 160/a - 50023 Tavarnuzze - Impruneta (FI)

Spareggio 2
PINK SPORT TIME - PRO SAN BONIFACIO
Ore 16.00 - Domenica 27 maggio 2018
Stadio ‘Belletti’ (erba artificiale) - Strada Pescolla, 1 - 63821 Porto S. Elpidio (Fm)


Data articolo: Wed, 23 May 2018 14:46:38 +0100

Calciodonne.it - serie A

Sorteggi spareggi fatti! .. attesa per la data, l'orario e la sede

Sempre il dipartimento calcio femminile quest’oggi ha sorteggiato gli accoppiamenti degli spareggi tra le due squadre perdenti le sfide tra le prime classificate dei quattro gironi della Serie B e la 9° e 10° della Serie A.
La Roma affronterà il Sassuolo mentre la Pink Bari se la vedrà con la Pro San Bonifacio. Chi vince acquista il diritto sportivo a partecipare al prossimo campionato di Serie A, chi perde retrocede in Serie B. Data, orario e sede delle sfide saranno comunicate nei prossimi giorni.


Data articolo: Tue, 22 May 2018 16:39:21 +0100

Calciodonne.it - serie A

Juventus campione e onore al Brescia!

Crudele e al momento stesso affascinante finale di campionato quello che ha visto Juventus e Brescia giocarsi lo scudetto ai calci di rigore. Come cita una canzone di De Gregori: “Non aver paura di sbagliare un calcio di rigore…” nessuna giocatrice che ieri sera ha tirato il rigore ha avuto paura di tirarlo, di sbagliarlo! L’attesa, a centro campo, non deve essere stata facile, il nemico “portiere” poteva rovinagli la festa con una grande parata, ma il coraggio ha superato ogni timore e così una per una sono andate sul dischetto…!

Come è finita lo sapete: alla fine la Juventus ha vinto il suo primo scudetto, dopo un campionato incredibilmente bello, combattuto ed incerto sino ai…calci di rigore! Onore al Brescia, grande avversario, avrebbe meritato alla pari della Juve lo scudetto, ma il destino ha voluto diversamente ed alla fine sul podio più alto sale sempre una sola squadra! Bravissime tutte le ragazze schierate in campo durante tutto il campionato, bravissimi i due Mister: Rita Guarino e Gianpietro Piovani, un plauso va anche alle due Società e ai loro Dirigenti.

Ieri sera sugli spalti erano presenti oltre quattromila tifosi, nella tribuna centrale, sulla destra i tifosi del Brescia, sulla sinistra i tifosi della Juve, folta presenza anche nel settore distinti fronte tribuna. Una tifoseria che vorrei SEMPRE vedere su tutti i campi di calcio, cori d’incitamento per le proprie giocatrici, spesso chiamate una ad una, specialmente nei momenti di difficoltà…bellissima immagine di sport! Bandiere al vento e urla di gioia o di delusione durante i calci di rigore.

In campo dopo l’ultimo rigore sono esplose la gioia e la felicità delle giocatrici bianconere, mentre dall’altra parte si leggeva sul viso delle giocatrici bresciane la grande delusione e qualche lacrima…, stati d’animo contrastanti sempre presenti nello Sport.

Una bella serata di SPORT E DI CALCIO, ma qui non posso astenermi nel denunciare una mediocre organizzazione, specialmente per quanto riguarda la premiazione un po’ da “torneo serale”; inoltre, dopo la partita, ho cercato di entrare in sala stampa, con altri due giornalisti, ma, dopo aver girato intorno allo stadio, come indicatoci dal personale di controllo, trovato il varco giusto l’addetto al cancello ci ha impedito di entrare: dopo aver atteso invano sotto la pioggia ce ne siamo andati delusi e bagnati!!! Non entro poi in merito a quello che mi hanno riferito e sto leggendo sui siti web in merito alla cronaca della partita in TV, interviste in campo ecc…, da dei professionisti ci si aspetta una preparazione più adeguata all’evento che stanno commentando!

In attesa delle ultime partite di Play out per salire o non retrocedere in serie A, voglio complimentarmi con la FLORENTIA e l’OROBICA per aver conquistato la massima serie.
Terminato il campionato, ora ci sarà la Finale di Coppa Italia, sabato 26, che vedrà impegnata la Fiorentina con la vincitrice della semifinale di martedì prossimo tra il Brescia ed il Tavagnacco.

Ricordo poi l’importantissima partita che vedrà la nostra Nazionale impegnata allo stadio Franchi di Firenze contro il Portogallo venerdì 8 giugno…incrociamo le dita…Francia 2019...ce la possiamo…dobbiamo fare…FORZA AZZURRE!!!!

Mario MERATI


Data articolo: Mon, 21 May 2018 11:14:12 +0100

Calciodonne.it - serie A

Le pagelle di Juventus e Brescia: spareggio da 6, stagione da 8

Juventus 6: la Juventus sa che tra le due formazioni in campo, è lei che ha più da perdere e due volte su tre è uscita sconfitta dalle sfide contro il Brescia. La partita più importante è però ancora delle Bianconere che sorridono solo dopo i calci di rigore. La formazione di Rita Guarino non è mai riuscita a dominare per lunghi tratti la partita, anche se l'occasione più importante capita tra i piedi di Bonansea, fermata solo dalla traversa; la vittoria è però meritata dopo aver rischiato poco o nulla.

Così dopo lo Scudetto conquistato pochi giorni fa dai colleghi maschi, la Juventus al primo anno in Serie A Femminile centra il primo titolo della sua storia dopo una grande cavalcata, complicata solo dai due passi falsi contro Brescia e Fiorentina.

• Giuliani 7: riesce a recuperare dall'infortunio della settimana scorsa e a rientrare proprio nella partita più importante. E' chiamata in causa pochissimo nell'arco dei 120' e nel secondo tempo rischia con una gita fuori dall'area di rigore, ma è decisiva tenendo a galla le sue compagne parando il calcio di rigore di Daleszczyk;

• Hyyrynen 6,5: corre su e giù per la fascia destra senza troppi ostacoli riuscendo a dare una mano anche in fase offensiva. Dietro non rischia troppo e riesce a contenere abbastanza bene gli attacchi del Brescia;

• Gama 6: non è una grande serata per la Capitana Bianconera, ma per fortuna è ben supportata da Salvai che le copre le spalle. Commette forse qualche errore di troppo in fase di impostazione, dal dischetto invece calcia bene e non sbaglia;

• Salvai 7: la migliore del reparto difensivo della Juventus. In una serata in cui Gama non è particolarmente brillante, è lei che alza il muro e chiude dove non arrivano le compagne. Ottima prestazione senza sbavature fino al 75' quando riceve il cartellino giallo per aver steso Pettenuzzo, brava a saltarla in velocità; poi rischia il secondo giallo in altre due occasioni ma per l'arbitro non ci sono gli estremi per sanzionarla ancora;

• Boattin 6: si limita al lavoro di ordinaria amministrazione. Prestazione comunque positiva, anche se ha regalato meno spettacolo senza le sue galoppate lungo la fascia. In compenso, calcia un rigore fantastico, calciando sotto l'incrocio dei pali e spiazzando Ceasar;

• Galli 7: a differenza delle altre compagne di reparto, entra subito in partita e fa partire le azioni offensive della Juventus servendo dei buoni palloni, per sua sfortuna non sfruttati a dovere. Ceasar intuisce il calcio di rigore ma non riesce a respingerlo perché ben calciato: la sua realizzazione è decisiva e costringe il Brescia a rincorrere il risultato;

• Rosucci 7: non parte benissimo, ma con il passare dei minuti la sua prestazione cresce e inizia a far sudare le avversarie. Molti palloni recuperati e buoni spunti anche in situazioni complicate in mezzo a varie maglie del Brescia. Se ai supplementari non riesce a sorprendere Ceasar con un tiro dalla lunga distanza, ci pensa poi ai rigori a spiazzarla freddamente;

• Cernoia 6: viene ammonita dopo appena 10' per aver steso Girelli in ripartenza, ma è un'ammonizione ben spesa considerando che la Capitana del Brescia avrebbe avuto un'autostrada lungo la fascia sinistra. Gioca un buon primo tempo, si perde un po' però non sbaglia dal dischetto il gol del momentaneo 4-3 • Bonansea 6: bene ma non benissimo. Serata con molti alti e bassi questa: la cosa più bella del primo tempo è il tiro a giro dal vertice sinistro dell'area che si spegne non di molto sul fondo; nel mezzo molte ripartenze veloci che non hanno portato grandi risultati. Nel secondo tempo gioca meglio, colpisce la traversa con un bel destro dopo essersi mossa bene in area e a pochi minuti dalla fine va vicino alla conquista di un calcio di rigore importantissimo, ma per l'arbitro (anzi guardalinee) parte in posizione di fuorigioco. Dopo i tempi supplementari è lei la prima che si presenta dal dischetto e si fa ipnotizzare da Ceasar... per sua fortuna del suo errore si ricorderanno in pochi;

• Glionna 5,5: mai nel vivo del gioco, si vede ad inizio ripresa quando per un soffio manca il tap-in sul cross di Bonansea • Franssi 6: più lavoro sporco per lei. Non tira praticamente mai in porta, ma fa il suo dovere in attacco recuperando palloni e supportando le compagne (dall'82' Cantore 5,5: non entra quasi mai nel vivo dell'azione restando un po' in ombra);

Brescia 6: non rende la vita facile alla Juventus e la fronteggia praticamente alla pari. A differenza delle Bianconere, nessuna delle occasioni avute viene calciata nello specchio della porta e, grazie anche alla traversa, se la gioca ai rigori.
Esce comunque a testa altissima il Brescia che ha dimostrato di riuscire a stare al passo di una Juventus creata solo ed esclusivamente per vincere. La stagione non è ancora finita e le Leonesse sono ancora in corsa per la Coppa Italia, per concludere al meglio un'altra grande stagione

• Marchitelli 6: non si sporca quasi mai i guanti perché le attaccanti della Juventus non la impegnano seriamente. Dopo uno scontro fortuito con Bonansea, è costretta a lasciare il campo al 91' per il colpo ricevuto alla testa (dal 91' Ceasar 6,5: probabilmente non si sarebbe mai aspettata di dover entrare, ma soprattutto di far sperare il Brescia neutralizzando il primo calcio di rigore battuto da Bonansea. Purtroppo per lei le altre Bianconere calciano bene e in due occasioni non è bastato intuire l'angolo per riuscire a respingere il tiro);

• Hendrix 6,5: buona prestazione in fase difensiva, contiene bene gli assalti delle giocatrici della Juventus. Nel primo tempo si dimostra anche molto fredda riuscendo a mandare la palla in angolo dopo essersi lanciata in scivolata su Franssi che le era sfuggita in area di rigore;

• Fusetti 7: la migliore della difesa delle Leonesse. Nonostante l'attacco della Juventus non fosse particolarmente in forma questa sera, i pochi pericoli corsi sono anche per merito suo, andando a risolvere anche le sbavature delle compagne;

• Pettenuzzo 5,5: non è semplice fare la voce grossa quando hai davanti Bonansea, avversaria che rimane comunque molto tosta. In altri giorni magari li avrebbe pagati di più certi errori, ma è giovane, deve ancora fare molta esperienza e ha ampi margini di miglioramento. E' molto brava a far ammonire Salvai sfuggendole via sulla trequarti con un dribbling in velocità;

• Di Criscio 5,5: indipendentemente dal rigore decisivo sbagliato, serata da dimenticare per lei. Commette molti errori (anche banali) e va spesso in difficoltà lungo in fascia, soprattutto quando c'è Rosucci con la palla. Dal dischetto tiene il corpo un po' troppo all'indietro, tanto basta per sparare alto un ottimo rigore che regala la vittoria alla Juventus;

• Dalesczczyk 6,5: recupera molti palloni a centrocampo e spesso è lei che fa ripartire il Brescia. Dalla sua parte ha Di Criscio in serata no e ogni tanto va in raddoppio per dare una mano alla compagna. Anche lei si fa parare il calcio di rigore, ma i meriti vanno anche a Giuliani perché la parata non era facile • Giugliano 6: a centrocampo fa il suo senza strafare, anche lei ha avuto giornate migliori. Al 68' sfiora un gran gol da fuori area con un tiro di potenza che si spegne di pochissimo sul fondo. E' la seconda rigorista, angola bene e non dà scampo a Giuliani;

• Girelli 6,5: con la sua tecnica riesce spesso e volentieri a trasformare una palla che sembra persa in una possibile ripartenza per il Brescia. Molto veloce, ad inizio partita solo il fallo di Cernoia le impedisce di involarsi in fascia senza ostacoli puntando la porta di Giuliani. Dopo la parata di Ceasar, fa ben sperare le Leonesse spiazzando la n.1 Bianconera e portando momentaneamente in vantaggio il Brescia;

• Sikora 6: anche lei ha spesso a che fare con Bonansea e a pochi minuti dalla fine dei tempi regolamentari rischia di fare la frittata stendendo la n.11 appena entrata in area; per sua fortuna si alza la bandierina dell'assistente che fa cambiare idea all'arbitro. Gioca comunque una buona partita e dal dischetto spiazza Giuliani con freddezza;

• Giacinti 7: si guadagna molti falli facendo respirare il Brescia quando la manovra della Juventus si fa più insistente. Insieme a Sabatino, non rende la vita facile alla difesa Bianconera e al 54' è sua la prima conclusione davvero pericolosa, ma la palla si spegne di pochissimo sul fondo (dal 109' Heroum S.V.: appena entrata si fa subito vedere con un gran numero in mezzo a due giocatrici avversarie lungo la linea laterale, poi però non è decisiva nella storia della partita) • Sabatino 7: scende a prendersi molti palloni e capita di trovarla anche sulla linea dei centrocampisti. In fase offensiva non produce occasioni, ma dà una grossa mano allo sviluppo del gioco del Brescia. Anche lei angola bene dal dischetto e insacca.

Marco Bedin


Data articolo: Mon, 21 May 2018 08:10:45 +0100

Calciodonne.it - serie A

La Juventus Women è campione d’Italia

Domenica 20 maggio 2018 - La Juventus Women è ufficialmente campione d’Italia.
Come una finale dei Mondiali, come una finale che si rispetti, in cui nessuna delle due squadre riesce a sbilanciarsi quel tanto che basta per muovere l’ago della bilancia a proprio favore, e la legittima atmosfera di tensione e solennità finisce per prendere il sopravvento sulla volontà di portare a casa il risultato più importante e atteso della stagione.

Non è bastato un campionato intero per raggiungere il titolo di campionesse d’Italia, è stato necessario vincere lo spareggio decisivo contro le rivali di una intera stagione. Ma il titolo più importante è arrivato, dopo oltre 120 minuti di gioco, nell’insolita location dello stadio Silvio Piola di Novara, luogo prescelto per lo spareggio: è davanti ad uno stadio ricco di tifosi ed emozioni contrastanti che le bianconere hanno potuto dare il via ai festeggiamenti per la grandissima impresa riuscita.

Partita tutto sommato priva di grandi emozioni, 90 minuti di grande tensione e poche occasioni da gol seguiti dai tempi supplementari all’insegna della stessa inerzia della precedente fase regolamentare: sono stati necessari i calci di rigore per determinare la vincitrice della sfida di spareggio. Fatidico l’errore di Di Criscio dagli 11 metri, che calcia sopra la traversa il pallone decisivo per le leonesse, che mollano definitivamente la presa del tricolore dopo l’iniziale Illusione di pronta vittoria vedendo Bonansea sbagliare il primo rigore della serie.

La Juventus infila così il primo “duplete” della sua storia, inteso come vittoria del campionato sia per il team maschile sia per la neogenita squadra femminile. Un risultato inizialmente sperato ma non esplicito, fin da quando Stefano Braghin a inizio anno dichiarò come obiettivo fondamentale il piazzamento in Champions e la realizzazione di un progetto potenzialmente vittorioso sul lungo termine. Risultato diventato invece obiettivo raggiungibile non appena le bianconere hanno messo in mostra tutte le potenzialità a disposizione, e il sogno del tricolore ha iniziato a prendere forma insieme al testa a testa con il Brescia.

La Juventus è campione d’Italia, e a Torino la festa raddoppia: in casa bianconera la gioia è tanta, ed è soprattutto meritata.

Juventus (4-2-3-1): Giuliani; Hyyryen, Gama, Salvai, Boattin; Galli, Rosucci; Cernoia, Bonansea, Glionna; Franssi (83’ Cantore).

Brescia (3-5-2): Marchitelli (92’ Ceasar); Hendrix, Fusetti, Pettenuzzo; Di Criscio, Daleszczyk, Giugliano, Girelli, Sikora; Giacinti (109’ Heroum), Sabatino.

Marcatrici (fase di rigori): Girelli, Rosucci, Giugliano, Gama, Galli, Sikora, Cernoia, Sabatino, Boattin.

Lucia Pirola


Data articolo: Sun, 20 May 2018 21:02:29 +0100


Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato



Tutte le notizie

Risultati classifiche Lega Pro girone A Risultati classifiche Lega Pro girone B Risultati classifiche Lega Pro girone C Risultati e Classifiche Serie D News designazione arbitri da AIA-FIGC News Serie C da tuttoc.com News calcio Serie C girone A da tuttoc.com News calcio Serie C girone B da tuttoc.com News calcio Serie C girone C da tuttoc.com News calcio Serie C interviste da tuttoc.com News calcio Coppa Italia Serie C da tuttoc.com News calcio Serie D da salentosport.net News Serie C da notiziariocalcio.com News Serie D da notiziariocalcio.com Recensioni action figures

Squadre di Lega Pro girone A

News Albissola calcio News Alessandria calcio da grigionline.com News Arezzo calcio da ssarezzoit News Arzachena calcio Entella calcio da tuttoentella.com News Giana Erminio da tuttotritiumgiana.com Lucchese news da tifolucchese.com News Monza calcio da monza-news.it News Novara calcio da tuttonovara.it News Olbia calcio da olbiacalcio.com News Pisa calcio da tuttopisa.com News Pistoiese da twitter Pontedera calcio uspontedera.it Pro Patria calcio Pro Vercelli calcio News calcio Siena da tuttosienacalcio.com

Squadre di Lega Pro girone B

News Fermana calcio News Imolese da tuttosportimolese.com News Vis Pesaro calcio News Piacenza 1919 calcio News Pordenone da tuttopordenone.com News Ravenna calcio News Sambenedettese calcio News SudTirol calcio News Teramo calcio News Ternana calcio ternananews.it News Virtus Verona calcio

Squadre di Lega Pro girone C

News Bisceglie calcio tuttocalciopuglia.com News Catania calcio da tuttocatanianews.com News Catanzaro calcio da tuttocatanzaro.com News Casertana calcio tuttocasertana.it News Virtus Francavilla tuttocalciopuglia.com News Juve Stabia da tuttojuvestabia.it News Monopoli calcio tuttocalciopuglia.com News Potenza da tuttopotenza.com News Reggina da tuttoregina.com News Sicula Leonzio (Lentini-SR) News Siracusa calcio News Trapani calcio sportnewtrapani.it

Squadre Serie D

News Avellino calcio da tuttoavellino News Bari calcio da tutto.com News Cesena calcio da tuttocesena.it News Fidelis Andria tuttocalciopuglia.com News Serie D gir.H da tuttoturris.com News Serie D gir.I messinanelpallone News Mantova(Ser.D/C) da tuttomantova.it News Turris(Serie D/H) da tuttoturris.com News Nocerina(Serie D/I) da tuttonocerina.com News calcio messinese messinanelpallone.it News Audace Cerignola (D/I) tuttocalciopuglia.com News Taranto calcio (D/I) tuttocalciopuglia.com Recensioni action figures

Serie minori

News calcio Eccellenza Messina messinanelpallone.it News calcio Promozione Messina messinanelpallone.it Eccellenza Promozione e minori tuttocalciopuglia.com News calcio Eccellenza Puglia da salentosport.net News serie minori Brianza monza-news.it News calcio minore da tuttocampo.it Olimpica Akragas (Promozione Sicilia) da forzaakragas.it

Calcio donne e Calcio a 5

News calcio a 5 da ilcalcio5.it Serie A calcio donne da calciodonne.it Calcio donne calciofemminileitaliano.it News Calcio donne calciodonne.it News per gli amanti delle actions figures Recensioni action figures