NEWS Calcio: Lega Pro - Serie D - Dilettanti - Donne e Calcio a 5

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News calcio donne da calciodonne.it

#Calciodonne #NewsCalciodonne #Calciofemminile

calciodonne.it - tutte le news

EA SPORTS cerca talent scout per FIFA19

EA SPORTS FIFA sta cercando di allargare la propria comunità di esperti internazionali di calcio femminile. Sei uno dei fan più esperti in circolazione? Allora potresti essere la persona giusta per noi.
Un Data Reviewer per EA SPORTS è un esperto di calcio che si diverte a ricercare e revisionare squadre e giocatori.


Avendo la possibilità di lasciare feedback su una vasta gamma di aree, puoi contribuire a garantire che in FIFA 19 i dati relativi ai giocatori e alle squadre siano il più precisi possibile. Questa è una posizione volontaria e non offre alcun compenso finanziario.

È una grande opportunità per far parte del videogioco sportivo più popolare del mondo.

Cliccare questo link se siete interessati: http://www.eafootballtalentscout.com/

Traduzione x calciodonne di Elena Intra

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 17:32:51 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Il ChievoVerona Valpo si aggiudica il derby Primavera

Il viaggio della Primavera del ChievoVerona Valpo non conosce soste. La compagine di mister Veronica Brutti, dopo i rotondi successi nelle prime due giornate di campionato, si è imposta ieri per 3-2 nel derby contro l’Hellas Verona Women, confermando così le buone sensazioni maturate in questo esordio stagionale. Una rimonta di carattere, quella posta in essere dalla formazione clivense, brava ad aggrapparsi con le unghie alla partita, ribaltando lo svantaggio parziale grazie ad un grande secondo tempo corale.


Di Chiara Micheli i tre assoli che hanno deciso la stracittadina: al di là però della superba prestazione della giovane attaccante gialloblù, a confortare il diesse Daniele Signori è stata senza dubbio la performance dell’intera orchestra. «È stata un derby vero – esordisce Signori – il cui risultato è stato in bilico fino alla fine. Abbiamo avuto venti minuti di sbandamento prima dell’intervallo, ma le ragazze sono state brave ad aggrapparsi alla partita, prendendo il sopravvento nella ripresa.

I tre gol segnati da Micheli? Chiara ha disputato una grande match, esattamente però come tutte le altre. Di fronte avevamo un Verona quadrato, fisico, che soprattutto in mezzo al campo ci ha creato molti problemi: insieme a loro, a Mozzecane e Tavagnacco ci giocheremo il passaggio alla fase successiva». Un passo alla volta si può arrivare molto lontano. Signori mette già nel mirino i prossimi novanta minuti.

«Diciamo che le prime due partite ci sono servite per trovare la giusta amalgama – conclude il dirigente gialloblù – ieri abbiamo superato il primo vero esame e domenica prossima ce n’è in programma un altro estremamente probante. Andremo a Tavagnacco per confrontarci con la realtà probabilmente più tosta del girone, per questo non dovremo lasciare nulla al caso. Vogliamo utilizzare l’entusiasmo post derby come spinta positiva».

Chievoverona Valpo - Hellas Verona: 3-2 (1-2)
Reti: 14’, 46’, 85’ Micheli (C), 16’ Bettinardi (H), 40’ Mancuso (H)

ChievoVerona Valpo: Sargenti, Maffei (85’ Bertini), Olivini (85’ Volpato), Rizzioli, Tunoaia, Zappa, Micheli, Mombelli, Lonati, Zoppi (46’ Piccirillo), Bonenti
A disposizione: Sesti, Cigolini, Spanó, Volpato, Piccirillo, Bertini, Zanardo
Allenatore: Veronica Brutti

Hellas Verona: Fenzi, Priolo (70’ Priolo), Cavalca, Tiberio, Esquilli (83’ Esquilli), Mancuso, Pelucco (70’ Gidoni), Zanoni, Valliani (70’ Prando), Franco, Bettinardi (83’ Gaspari)
A disposizione: Michelini, Lovato, Gaspari, Gidoni, Mirandola, Prando
Allenatore: Matteo Pachera

Arbitro: Rodighiero di Vicenza, Assistenti Sigg. Marcomini e Valerio di Verona

 

Ufficio Stampa e Comunicazione
ChievoVerona Valpo SSD
www.chievoveronavalpo.it
https://www.facebook.com/chievoveronavalpo

 

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 16:40:45 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Alla Corigliano-Rossano Futsal è tempo di preparazione psicofisica

Dopo il notevole mercato degli ultimi mesi, per la neo nata Asd Corigliano-Rossano Futsal è tempo di preparazione psicofisica. La troupe jonica agli ordini di mister Labonia e del preparatore dei portieri Lo Gatto ha iniziato a sudare presso il palasport di Mirto. Sotto la super visione del direttore generale Rago e del presidente Galati, scattata la fase di preparazione precampionato per amalgamare il nuovo roster tra schemi e meccanismi.


Allenamenti e possibili amichevoli propedeutici alla prima uscita ufficiale di Coppa Italia, in programma mercoledì 5 dicembre, contro le crotonesi del Pallagorio. Return-match previsto, invece, per sabato 22 dicembre al “Pala Eventi” di Rossano. Società e squadra del presidente Galati ricevuti dal presidente del consiglio comunale di Crosia, Francesco Russo, che ha voluto portare i saluti dell’amministrazione comunale alla nuova ed ambiziosa società sportiva.

Di contro il club rosa-oro ha ringraziato l’istituzione per la disponibilità nel poter usufruire, per la preparazione, della struttura di Mirto. In attesa di qualche altro tassello da inserire già nel forte organico, al lavoro nel gruppo anche talentuose ragazze locali che potranno solo crescere, apprendere e migliorarsi al fianco di esperte calcettiste.

Tra le under in rosa, cresciute sotto la guida di Maria Chiara Rose, si annoverano Viviana Cimino, Miriana Perrella, Paola Morrone, Annalina Valente, già capitano dell'MM Sport Cantinella del presidente Mario Molinaro ringraziato per la fattiva cooperazione al progetto dal presidente Galati. Tra le altre juniores anche Bina Ruffo, Mariachiara Magliarella e Valentina Smurra che a soli 14 anni è la vera mascotte del gruppo.

Gruppo che sarà guidato oltre che dal trainer Labonia anche dalle più esperte Arcuri, Beltrano, Fucile, Marrazzo, Mirafiore, Rose e Scardamaglia per ambire alle mete prefissate. Negli altri gironi di Coppa nel girone 2 Audace Decollatura, Cus Cosenza e Visioray Catanzaro, nel raggruppamento 3 Futsal Catanzaro, Roccella e Stalettì e nel girone 4 Mediterraneo Rc, Mirabella Rc e San Nicola Melicucco.

Competizione di coppa che al pari del campionato futuro di serie C, dal prossimo gennaio, vedrà tra le più attese oltre che il Corigliano-Rossano futsal anche il Cus Cs, le compagini catanzaresi e le reggine. Si prospetta una stagione avvincente, equilibrata e ricca di emozioni.

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 14:40:08 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Troppo Napoli al “Centro Ester”, la Vapa Virtus Partenope applaude le rivali

BARRA- Al “Centro Ester”, vi è di scena il derby campano tra Virtus Partenope e Napoli Femminile, valido per la quarta giornata di serie C interregionale. Clima primaverile e spalti quasi completamente gremiti per un match che, almeno alla vigilia, prometteva scintille da ambo le parti ed invece, stato match completamente a senso unico con l’undici di Marino che suona la nona di Beethoven


alle ragazze di Ciccarelli sin dalle primissime battute con un gran giro e possesso palla, chiudendo la pratica già nella prima frazione con ben tre reti e dilagando come un rullo compressore, nella seconda frazione.

Pronti via, subito con le ragazze in maglia azzurra che cercano e trovano il dominio del campo con la prima azione che cade però solo al 25’, con un’occasione ghiotta con un batti e ribatti che il Napoli non riesce a concretizzare. Ma è il preludio al vantaggio quando, dopo 1’ di lancetta, Kubassova dalla destra, mette in mezzo per Lisette Tammik che non si fa pregare ed insacca. Alla mezz’ora, Massa cerca la punta centrale estone, ma il lancio è troppo profondo affinchè la Tammik possa agganciare la sfera ma le due ci riprovano 1’ dopo e, questa volta, il servizio di Azzurra Massa è preciso e si trasforma in assist per la forte centrale Tammik: è 0-2. Al 36’, le padrone di casa cercano si scuotersi con una punizione di D’Avino, ormai, già completamente in bambola dal gioco macinato dal Napoli. Al 42’, le ragazze di Marino si portano sullo 0-3 con Kubassova, servita da Russo.

Nella ripresa, la musica non cambia anzi, il Napoli, non paga continua ad accelerare e a sciolinare gran calcio sia con la sfera a terra, sia con verticalizzazioni per le punte. Al 7’, non poteva mancare la rete della brasiliana De Paula che fa secco l’estremo difensore Leone con un diagonale rasoterra sul secondo palo: è poker. All’11’, Tammik si porta il pallone a casa (tripletta), grazie all’assist della compagna di reparto brasiliana: è lo 0-5.

Il Napoli non è mai pago e dopo 1’, rifila la sesta marcatura: questa volta è il turno di Massa che si smarca nell’area piccola ed è fulminea nel battere il portiere di casa, dopo il servizio preciso dalla destra di De Paula (0-6). Al 16’, un fallo di mano di De Paula nell’area piccola della Virtus Partenope, consente a D’Avino di realizzare il penalty concesso dal direttore di gara (1-6). Al 29’, Giulia Risina sigla la settima marcatura e fa festa sotto la tribuna; al 30’, è il turno di Sara Sibilio che, con una grande conclusione, timbra il cartellino per l’ottava realizzazione collettiva. La Virtus Partenope è completamente tramortita e, metaforicamente, già nello spogliatoio.

Al 37’, capitan Emanuela Schioppo, si sgancia dalle retrovie per portarsi in avanti e raccoglie la sfera per spedirla alle spalle di Leone, festeggiata, alla grande, da tutte le compagne di squadra, sinonimo di compattezza dell’intero spogliatoio. Migliori in campo: Risina, Asta, Massa, Tammik, Schioppo e De Paula.

Nel prossimo turno, il big. match del gir. D, sarà tra Napoli Femminile (12 punti) e Chieti Calcio Femminile (3 punti), con le abruzzesi di mister Di Camillo che sono reduci da ben tre sconfitte di fila.

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 13:46:43 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Falconara sprecone, il Bisceglie espugna il PalaBadiali

Brutta battuta d'arresto per le Citizens di mister Neri che al PalaBadiali soccombono al cospetto di un Bisceglie cinico che riesce a capitalizzare al meglio le occasioni e, di misura, conquista i tre punti in palio. Alle azzurre marchigiane non riesce, nonostante la mole di gioco e di tiri, di continuare la striscia positiva. E pensare che le Citizens erano anche riuscite a passare in vantaggio con una rasoiata di destro di Sevilla che si insacca alle spalle di Oselame, fin lì risolutiva in uscita sulle incursioni di Luciani e De Angelis.


Falconaresi in palla e vicine al raddoppio con una splendida sortita di Dalla Villa sulla quale Pascual non arriva per millimetri. Gol mangiato, gol subito. Il pareggio delle pugliesi arriva grazie a Pezzolla che vince un paio di rimpalli prima di trovarsi al cospetto di Antonaci e batterla. A un minuto dal riposo Bisceglie in vantaggio con Sergi, pronta a raccogliere la respinta di Antonaci su tiro di Buzignani. Nella ripresa le ragazze di Neri si buttano in avanti.

Occasioni per Pascual e Ferrara ma il Bisceglie sfrutta al meglio le sue carte: Gariuolo, sugli sviluppi di un corner, fa l'1-3. Strada tutta in salita per le Citizens. Tutti gli attacchi sono chiusi dalla avversarie. Luciani accorcia le distanze con un gran diagonale di sinistro che si stampa sul palo prima di entrare ma nei 6 minuti finali l'assalto non porta i frutti sperati.

Al triplice fischio, l'amaro in bocca è davvero tanto per un'occasione che andava sfruttata meglio. A commentare la gara è Jessica Ciferni. "Il risultato è molto bugiardo - dice - forse la nostra unica pecca è stata non concretizzare le occasioni che abbiamo avuto sotto porta.

Il primo tempo abbiamo giocato molto bene ma ci è mancato l'ultimo passaggio. Nella ripresa il fatto di entrare in campo con un risultato di svantaggio ci ha un po' condizionate. Voltiamo pagina e andiamo avanti da subito a lavorare per la gara contro il Cagliari. Andiamo in Sardegna con la convinzione di poter fare risultato".

TABELLINO

Città di Falconara 2
Bisceglie 3

Falconara: Antonaci, Pascual, Luciani, De Angelis, Ciferni, Verzulli, Sevilla, Ferrara, Dalla Villa, Correia, Nanà, Bernotti. All. Neri.

Bisceglie: Oselame, Nicoletti, Sergi, Buzignani, Pereira, Soldano, Pezzolla, Scommegna, Tricarico, Gariuolo, Tempesta. All. Ventura.

Reti: 13' p.t. Sevilla (F), 14'50'' Pezzolla (B), 19' Sergi (B), 7'30'' s.t. Gariuolo (B), 14' Luciani (F).

Note: ammoniste Sergi (B), Pezzolla (B), Luciani (F).

Arbitri: Rutolo (Chieti) e Tiberio (Teramo). Crono: Acella (Macerata).

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 11:24:51 +0100

calciodonne.it - tutte le news

DS Basile (Ternana): “fisiologico dopo cinque turni positivi, prevedibile perdere contro squadre che per ora hanno più qualità”

Il Direttore sportivo Damiano Basile fa il punto della situazione dopo la seconda sconfitta in campionato: “Me lo aspettavo, la rosa è molto giovane e acerba, ieri abbiamo fatto esordire un’altra 2003 di indubbio valore come Libera. Di questo bisogna essere orgogliosi, per quanto riguarda il risultato in se penso sia stato poco veritiero soprattutto dal punto di vista dei gol fatti; siamo stati sfortunati sotto porta e poco precisi.


Al di là di questo mancano pedine che possano dare gamba e qualità in ogni reparto, sto lavorando per questo, la prossima settimana potremo già arrivare a comunicare un annuncio di mercato. Dobbiamo rinforzare la rosa pesantemente con il mercato di dicembre, il reparto delle top e delle straniere è quello a cui più mi sto dedicando; ma non sarà facile.”

Quindi tra un paio di gare si potrà vedere qualche volto nuovo?

“La squadra fino a ora ha fatto un lavoro di sacrificio fantastico, va solo che ringraziata, la panchina è composta da giovani di grande valore, ma dobbiamo stare attenti a non bruciarle. La serie A a certi livelli è un fuoco pericoloso, oltre tutto non si può chiedere l’impossibile a chi deve ancora compiere il proprio percorso di crescita. La Ternana Femminile ha lo scudetto sul petto e una Champions da giocare quindi superato questo periodo in cui il nuovo Presidente ha dovuto metabolizzare tanti meccanismi, adesso è l’ora di fare il salto di qualità e la Ternana Femminile va riportata ai suoi standard ad ogni costo per questo il mercato di dicembre è l’ultimo treno per una grande stagione. Spero che le trattative avviate vadano in porto e soprattutto che venga ampliato lo staff tecnico e dirigenziale.”

Un campionato strano, se così si può definire, quello visto fino a ora?

“Onestamente il livello è più basso rispetto agli ultimi due anni, tante top sono ancora all’estero e chi se le accaparrerà, con tutta probabilità vincerà un trofeo. Per noi il discorso è ancora più ampio, il salto da fare è doppio perché non abbiamo solo il campionato o la Coppa a cui pensare, ma anche e soprattutto la Champions. In questo momento abbiamo solo le fondamenta della casa e dobbiamo ancora costruire tutto il resto. Vincere dipende da diversi fattori, ma per competere ad alti livelli servono soprattutto le giocatrici dai valori assoluti.”

Le assenze quanto pesano?

“Vanessa sta recuperando bene e tra un paio di settimane la rivedremo in campo, ma non bisogna fare l’errore di inizio campionato, le responsabilità non dovranno ricadere nuovamente tutte sulle sue spalle. Intorno a Vanessa vanno collocate altre pedine, per accrescere una struttura di squadra buona, ma ancora corta e acerba.”

La piazza inizia a rumoreggiare?

“I tifosi è giusto che facciano i tifosi, noi dirigenti o tecnici sappiamo però che solo il lavoro e la programmazione portano risultati. Ripeto si vince con le squadre forti, anche se delle volte è troppo facile pretendere tutti gli anni squadre di fenomeni. Un po’ come con gli allenatori, il bravo allenatore raggiunge risultati anche con squadre sulla carta “normali”, così anche per i tifosi, la squadra dovrebbe essere tifata e supportata sempre; a prescindere.

Capisco che la piazza si è abituata a stare sempre ai vertici del campionato con i fenomeni mondiali, ma sono sicuro che possiamo lavorare tutti insieme per tornare a grandi livelli; quelli che competono ai colori rossoverdi. Devo però dire che mi fa piacere vedere che lo zoccolo duro della tifoseria è sempre lì a sostenerci fino alla fine. Sono il nostro baluardo, sono sicuro che anche a Bisceglie saranno in tanti a tifare la squadra in una partita delicatissima. Non torno sul tema della grande imprenditoria locale per non essere troppo ridondante, d’altronde ormai è come sparare sulla croce rossa.”

Ufficio Stampa

Foto Luca Pagliaricci

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 11:13:35 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Chieti Calcio Femminile sconfitto in casa del Salento Women Soccer

Il Chieti Calcio Femminile perde in trasferta contro il Salento Women Soccer 2-0: una doppietta del capitano delle padroni di casa, Serena D’Amico, nei primi minuti di gioco condanna le neroverdi alla sconfitta.
Le ragazze di mister Lello Di Camillo subiscono le due reti fra il terzo e quinto minuto e non riescono poi a riequilibrare il match pur reagendo bene e combattendo per tutto il resto del match.

 

Le giallorosse colgono dunque il secondo successo in campionato e si portano a 7 punti in classifica, il Chieti rimane invece fermo a 3.

Partenza lampo del Salento che riesce, come detto, a segnare due volte ad inizio partita.

Le azioni che portano alla doppietta di D’Amico sono molto simili: un lancio in profondità, la difesa neroverde è troppo larga e si fa trovare in entrambe le occasioni impreparata, il portiere esce a mezza strada e può far nulla. In particolare sul primo gol c’è stato un rinvio lungo da centrocampo e D’Amico in corsa, con la difesa rimasta immobile, riesce in velocità a segnare col piede di punta con Falcocchia in uscita. Sul secondo si crea una voragine in mezzo (Gangemi e Giada Di Camillo larghe e i centrali posizionati male), facile per D’Amico ripetersi e raggiungere così le 140 reti in carriera.

Il Chieti è frastornato e seguono circa dieci minuti di sbandamento nei quali la squadra rischia anche di capitolare una terza volta.

Mister Lello Di Camillo pian piano prende le contromisure giuste ed il Chieti comincia così a macinare gioco e le padrone di casa contemporaneamente allentano la presa dalla mezzora del primo tempo. Da quel momento del match le neroverdi sono costantemente in attacco e prendono in mano le redini del gioco.

 

Nella seconda frazione di gioco il Chieti le prova tutte, ma l’occasione giusta per riaprire la partita arriva solo a dieci minuti dalla fine con una clamorosa traversa colpita da Gangemi.

Anche la buona sorte purtroppo non è dalla parte delle ospiti che continuano ad insistere con tanta pressione in attacco, ma senza avere altre occasioni nitide: solo tante mischie in area, alcuni salvataggi della difesa di casa, ma nulla che possa impensierire l’esperto estremo difensore Mariano.

Finisce dunque 2-0 con il Salento che festeggia e il Chieti che ora deve concentrarsi sulle prossime difficili due partite per cercare di risalire la china, la prima di nuovo in trasferta contro la corazzata Napoli e poi in casa con il forte Grifone Gialloverde.

Tabellino della partita:

Salento Women Soccer - Chieti Calcio Femminile 2-0

Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada, Di Santo (1' st Di Domizio), Benedetti, Libutti, Di Sebastiano (35' st De Vincentiis), Gangemi, La Mattina (29' st La Centra), Scioli (35' st Colecchi), Forcella, Coscia.

All.: Di Camillo Lello

Salento Women Soccer: Mariano, Viva (34' st Cucurachi), Guido, Felline, Ouacif, Munoz, D’Amico, Pinto, Costadura, Cazzato, Coluccia (1' st Durante, 16' st Bruno, 43' st Sozzo). A disp.: Errico, Lazoi, Vitti, Aprile.

All. Indino Vera.

Arbitro: Lascaro di Matera

Assistenti: Magnifico e Calabrese di Bari

Reti: 3' e 5' pt D’Amico.

Ammonite: Di Camillo Giada (C), Munoz (S)

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 09:36:27 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Primavera: Cesena, vittoria di forza in casa del Ravenna Women

Il Cesena Primavera alla quarta giornata del campionato Nazionale, strappa nel primo derby della sua storia una vittoria per 6 a 0 sul campo del Ravenna Woman, confermando a pieno i progressi dell’ultimo periodo.

Al Massimo Soprani di San Zaccaria si presenta una squadra aggressiva fin da subito e al primo minuto un traversone di Battistini non trova per una questione di millimetri la deviazione a rete degli attaccanti bianconeri, con la difesa ravennate completamente in ritardo.

 

Si capisce immediatamente che per le leonesse ravennate la gara odierna sarà molto dura.
Il Cesena è padrone del campo, continua ad attaccare e a giocare in velocità e per il cavalluccio fioccano le occasioni da goal che a stento la difesa di casa riesce a controllare ai continui attacchi bianconeri e nel gito di 17 minuti dal 6’ al 23’ subiscono la tripletta di una scatenata Battistini che sta confermando quanto di bene si dice di lei.

Le bianconere di Mister Sanna mai dome, continuano a pressare la squadra di casa e prima del riposo trova la quarta rete con il fenomeno Porcarelli che realizza dagli undici metri un penalty concesso dall’arbitro per un fallo da dietro sulla stessa attaccante lanciata a rete.
Si va negli spogliatoi sul risultato di Ravenna FC Woman 0 Cesena FC 4.

Ripresa il Cesena entra in campo più pimpante che mai e gioca come se la gara fosse ferma sullo 0 a 0, dopo ripetute occasioni da goal mancate al minuto 71’ e 73’ Porcarelli firma altre due reti per la seconda tripletta della giornata.
A fine gara per il Mister del Cesena Elvio Sanna la soddisfazione è grande :-“E’ una vittoria importantissima che va a confermare i miglioramenti che la squadra sta facendo partita dopo partita, siamo riusciti a giocare bene su un campo ostico come quello ravennate, oggi era una trasferta dura e delicata e imporsi nel derby ci conferma quanto di buono stiamo facendo. Un grosso plauso va alle ragazze che hanno fatto una prova di carattere, bravissime tutte specialmente la quattordicenne Spada che ha trovato una maglia da titolare e sfoderato una prestazione maiuscola”.

Sentiamo la piccola Spada:” sono felicissima non me l’aspettavo di partire titolare ma mi sto allenando bene e ringrazio il Mister per avermi dato questa opportunità, già scendere in campo è stato bellissimo oltretutto uscire dal terreno e ricevere i complimenti di tutti va al di là di ogni più rosea aspettativa.

Ex di giornata la bravissima Muratori, la giovane quest’anno al Cesena arriva proprio dal Ravenna, due parole anche da lei :” felicissima di aver rivisto le mie vecchie compagne, poi una volta scesa in campo erano solo avversarie com’è giusto che sia. Abbiamo giocato una grande partita su un campo difficile vincendo meritatamente.

RAVENNA FC WOMEN – CESENA FC 0 – 6
Marcatori:6’-13’-23’ Battistini, 45’ rigore -71’-73’ Porcarelli.

RAVENNA
Cicci, Amadori, Omokaro, Matteucci, Cinque, Giovagnoli, Orsenigo, Benelli, Jaszczyszyn , Stradaroli, Raggi.-
A disposizione Ballardini, Ercolani, Severi, Campi, Mele, Mirabello, Sabelli.-
Allenatore G. FOSCHI

CESENA FC
Labianca, Casalboni, Balzani, De Carli, Calli, Battistini, Spada, Bizzocchi, Porcarelli, Muratori, Iacchini.-
A disposizione Ceki, Giuliani, Mengozzi, Sorci, Felicità, Casadei, Lucchi.-
Allenatore E. SANNA

San Zaccaria (RA) 11 Novembre 2018

Franco Scolozzi Addetto Stampa Cesena FC Femminile

Data articolo: Tue, 13 Nov 2018 08:46:25 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Novese Juniores - Piemonte Sport Juniores

Novese - Piemonte Sport  5 - 1
Sono cinque le reti che la Novese Juniores segna nella sfida contro il Piemonte Sport, che corrisponde alla sua seconda vittoria in campionato. Immediatamente dopo il calcio d’inizio a Fresonara, la Novese si presenta in area avversaria e Mavillonio viene atterrata con conseguente calcio di rigore assegnato dal direttore di gara.

Sul dischetto si presenta Cecilia Tasca che, piazzando la palla nell’angolino in basso a destra, indirizza fin da subito la partita sulla strada giusta per la Novese. Fin dall’inizio la partita è quindi di impronta biancoceleste, prevalenza che caratterizzerà il match per la maggior parte del tempo. Le ragazze di Mister D’Amico macinano ottimo gioco e azioni pericolose, che portano ad altre occasioni da gol con Eleonora Mavillonio, che sull’uscita dal portiere vercellese mette di poco a lato, e con Beatrice Tasca, che di testa non trova la porta. Il 2-0 arriva con il capitano Carlotta Rolando al suo secondo tentativo verso la porta. Un passaggio sbagliato conduce poi in porta il Piemonte Sport, che accorcia la distanza sul 2-1. Poco dopo, però, la Novese triplica con Giorgia Licciardo, che concretizza il cross e la precedente giocata che Francesca Loi porta avanti sulla destra. Il primo tempo si chiude sul 3-1. Sarà sempre Licciardo, per la sua doppietta personale, l’autrice del 4-1 nel secondo tempo. Anche nella seconda frazione la Novese rischia molto poco e continua a dimostrare di meritare la vittoria con continue giocate offensive. A circa metà tempo, Giorgia Licciardo viene atterrata in area da un difensore avversario, guadagnando così il secondo calcio di rigore del match. Sul dischetto va nuovamente Cecilia Tasca, questa volta però il difensore centrale biancoceleste non riesce ad insaccare. Il 5-1 arriverà però poco dopo, nuovamente con Rolando, chiudendo così le marcature della vittoria della Novese.

Novese Juniores: Repetti, Loi, Tasca C., Ponta L., Cerboncini (Zampieri), Barbieri (Di Puglia), Rolando (C), Tasca B. (Alloisio), Bellani (Ponta S.), Licciardo, Mavillonio (Pinazzi). A disposizione: Protto, Russo. Allenatore D'Amico

 

Ufficio stampa Novese

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 17:13:51 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Calciodonne.it: "Quelle con i tacchetti"

La redazione di calciodonne.it, l'editore Walter Pettinati e il direttore Giancarlo Padovan sono lieti di annunciare la nascita della trasmissione in diretta streaming "Quelle con i tacchetti", programma di intrattenimento sportivo dedicato esclusivamente al calcio femminile che prenderà il via con il nuovo anno.

 

Ogni giornata di campionato, in collegamento live dallo studio di calciodonne.it in Fucecchio (FI), opinionisti ed esperti di calcio femminile e in collegamento video con le nostre inviate SuperSpeciali sui campi, cercheremo di intrattenere gli sportivi di calcio femminile con i risultati live, formazioni e moduli, schemi tattici e commenti tecnici sulle gare (che saranno visibili in tv e streaming), sensazioni dalle tribune con le inviate che interagiranno con gli addetti stampa delle due squadre e con i tifosi.

Per realizzare questo sogno, non abbiamo bisogno degli accrediti: non potremo far vedere le partite in diretta e intervistare le protagoniste ma lavoreremo a tutta fantasia nei limiti imposti dai regolamenti con il sorriso e la simpatia che contraddistingue lo sport femminile da quello dei milioni di euro.

Prematuro svelare i nomi delle due giovani conduttrici... capaci, simpatiche e affascinanti e che avranno la responsabilità di coordinare opinionisti, inviate e redazione e di pepare il tutto con la loro fantasia...

"Quelle con i tacchetti" sono sempre pronte a mettersi in gioco per divertirsi e far divertire.

Siamo pronti per coprire i campi della serie A e in parte della serie B e non vorremmo lasciare fuori la serie C....

Sei interessata/o a proporti come opinionista in studio ?
oppure ...
come inviata/o sui campi?

Contattaci alla mail: info@calciodonne.it o chiamaci al numero 392-5065315 (Walter)

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 17:05:43 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Saviglianese - Musiello Saluzzo

Saviglianese – Musiello Saluzzo 3-0
Altro sentito derby per la Saviglianese in rosa di patron Brisciano, che gioca in casa una partita degna di nota sul piano tattico-tecnico, iniziando a macinare il gioco voluto e costruito da mister Grammaldo.

Nei primi venti minuti di gioco non ci sono grandi emozioni, le squadre si studiano e prendono le misure, poi le padroni di casa iniziano a carburare e si fanno pericolose con due occasioni per capitan Mandrile che vengono però parate dal portiere del marchesato. Ci prova anche Armitano dalla distanza ma nulla di fatto, sono le prove generali per l’insaccata vincente: poco prima di rientrare negli spogliatoio le rossoblu sbloccano la partita al minuto 42 proprio con un tiro dalla distanza della bomber Armitano, 1-0 e si va negli spogliatoi.
Al rientro in campo nel secondo tempo le squadre restano immutate come formazioni. Le Maghe però , impongono di più il loro gioco e dopo soli dieci minuti raddoppiano sempre con Armitano, al 55' il risultato è quindi di 2-0. Non passa molto che al 64' la Saviglianese trova il goal del 3-0 con un bel tiro dalla distanza di Elia che, aiutato dalla deviazione di un difensore avversario, beffa il portiere. Il Musiello Saluzzo cerca di reagire e ci prova con un tiro dai 25 metri ma Vassallo non si fa cogliere impreparata.
Le padrone di casa rispondono subito con un paio di occasioni per Inaudi e la solita Armitano ma non riescono a concretizzare ancora. La partita termina così sul risultato di 3-0 per le padrone di casa che conquistano tre punti molto importanti per la classifica e morale per affrontare Domenica 18 Novembre un’altra forza del campionato: il Borghetto Barbera.

Saviglianese: Vassallo, Inaudi, Drago, Picco, Mondino, Parola, Mandrile(78' Beccaria), Bianco(79' Tolosano), Elia (67' Goletto), Sordello(72' Casavecchia), Armitano. A disposizione: Donadio, Riba. Allenatore Grammaldo

 

Ufficio stampa Saviglianese femminile

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 14:09:41 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Un bel Salento batte la corazzata Chieti

Importante successo casalingo della Salento Women Soccer nel confronto casalingo contro il quotato Chieti: la sfida giocata al comunale di Collepasso è finita 2-0 per la la squadra allenata da Vera Indino. Per le giallorosse la seconda vittoria in campionato dopo le prime quattro giornate.

 

Match-winner è stata il capitano, Serena D'Amico, autrice di una doppietta in avvio di partita, al 3' e al 5'. Ora il suo bottino di gol in carriera, tutte segnate con la maglia giallorossa, sale a 140, e nel frattempo si conferma capocannoniere del girone D di serie C con 10 reti.

Nella prima mezz'ora la Salento Women Soccer è stata assoluta padrona del campo: la squadra giallorosa ha sfoderato un gioco a tratti spettacolare e condito da due gol realizzati da capitan D'Amico, da un palo colpito da Costaduro, una traversa colpita da Cazzato e dalle occasioni da rete non sfruttate a dovere da D'Amico, due volte, Costadura, Cazzato e Munoz. "Devo fare i complimenti alla mia squadra per il modo in cui ha interpretato la partita - ha detto con soddisfazione l'allenatrice Vera Indino -. Temevamo questa partita perchè il Chieti dispone di un organico importante per la categoria e sapevamo che le neroverdi avrebbero potuto metterci in difficoltà.

Per fortuna, però, l'approccio è stato fantastico, abbiamo realizzato due reti nei primi cinque minuti e per mezz'ora siamo state assolite padrone del campo. Avremmo potuto chiudere la partita segnando il terzo gol, non l'abbiamo fatto e abbiamo tenuto in vita il Chieti fino alla fine. Resta la soddisfazione di aver giocato una delle migliori partite della stagione e questo ci permette di lavorare con un po di serenità in più. Adesso, testa alla delicata partita di domenica a Palermo".

Serie C – Quarta giornata

Salento Women Soccer  - Chieti 2 - 0

Marcatrici: nel pt 3' e 5' D'Amico (Sws).

Salento Women Soccer: Mariano, Viva (34' st Cucurachi), Guido, Felline, Ouacif, Munoz, D'Amico, Pinto, Costadura, Cazzato, Coluccia (1' st Durante, dal 16' Bruno, dal 43' Sozzo).
In panchina: Errico, Lazoi, Vitti, Aprile.
Allenatrice Vera Indino.

Chieti: Falcocchia, Di Camillo Giada, Di Santo (1' st Di Domizio), Benedetti, Libutti, Di Sebastiano (35' st De Vincentis), Gangemi, La Mattina (29' st La Centra), Scioli (35' st Colecchia), Forcella, Coscia. Allenatore Di Camillo Lello.
Arbitro: Lascaro di Matera.

Risultati (quarta giornata) 
Aprilia Racing-Ludos Palermo 1-4;
Apulia Trani-New Team San Marco 3-1;
Pescara-Sant'Egidio 1-1;
Vapa Virtus Napoli-Napoli Femminile 1-9;
Potenza-Grifone Gialloverde 0-14;
Salento Women-Chieti 2-0.

Classifica: Grifone Gialloverde Roma, Napoli Femminile punti 12; Ludos Palermo 9; Salento Women Soccer, Sant'Egidio Salerno 7; Vapa Napoli, Chieti, Apulia Trani 3; Potenza, San Marco Cosenza e Aprilia 0.
Prossimo turno (quinta giornata – 18 novembre): Apulia Trani-Aprilia; Grifone Gialloverde-Pescara; Ludos Palermo-Salento Women Soccer; Napoli femminiule-Chieti; New Team San Marco Argentano-Potenza; Sant'Egidio-Vapa Virtus Napoli.

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 13:25:09 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Una Nazionale bella… a metà!

Sabato in Germania, contro una formazione tra le più forti del panorama calcistico internazionale, la nostra Nazionale femminile, dopo un inizio incerto e timoroso, dove ha subito anche per questo due reti, ha poi disputato una prima frazione di gioco con quella grinta e quella forza che spesso abbiamo riscontrato in altre partite precedenti e che hanno caratterizzato l’ottimo percorso che ci ha portato, dopo 20 anni di assenza, a disputare i prossimi mondiali in Francia!


Una partita che presentava logicamente molte difficoltà, che però era uno dei test più utili e soprattutto necessari da affrontare per conoscere i limiti delle nostre ragazze nei confronti delle più blasonate ragazze tedesche. Io credo che Milena Bertolini, alla vigilia di questo incontro, non abbia considerato molto importante il risultato finale, ma che si aspettasse dalle sue giocatrici, a livello non solo collettivo ma anche individuale, tre cose: il carattere, la capacità di soffrire e la forza di reazione nel caso di un iniziale risultato negativo. Penso che sia stata accontentata in tutte e tre questi aspetti e che per questo sia stata alla fine soddisfatta della prestazione generale.

E’ chiaro che leggere solo il risultato finale, un 5 a 2, non si può certamente discutere… e di conseguenza, sia del tutto normale ammettere che il gap tra le due squadre è ancora molto alto, ma, “leggendo” le varie fasi della partita e considerando la forza dell’avversaria in ogni settore del campo, qualche buon passo in avanti credo si sia fatto.

Ho letto in alcuni siti delle votazioni individuali troppo basse, non sono del tutto d’accordo, certo è che quando si prendono cinque goal significa che sono stati fatti degli errori da parte di alcune giocatrici e questi non bisogna certo disconoscerli , ma nel contempo occorre valutare anche un aspetto che spesso condiziona alcune prestazioni sia della Nazionale, sia delle nostre squadre di club: un calo fisico-atletico che spesso le nostre giocatrici patiscono contro delle avversarie con una naturale struttura fisica superiore. La seconda parte della gara contro la Germania ha ancora una volta evidenziato questa sostanziale differenza, un aspetto che dovrà essere migliorato il più possibile in vista del campionato mondiale francese.

Noi abbiamo dei tecnici preparati e saranno senz’altro in grado di affrontare il problema positivamente, mentre per quanto riguarda “l’altra faccia della medaglia”, ovvero la tattica e il gioco, ci penserà la nostra brava Mister che, in questi due splendidi anni azzurri, ha dimostrato, risultati alla mano…di aver saputo imporre le proprie idee calcistiche alle sue giocatrici.

Insomma, per controbattere efficacemente queste squadre, specialmente quelle nordiche, la nostra squadra Nazionale e ripeto, anche le nostre squadre di club impegnate nelle coppe internazionali, devono essere sempre al TOP della forma, il che è evidentemente non sempre realistico!

A Dicembre ci saranno i sorteggi per i gironi dei mondiali, speriamo siano benevoli…, comunque vadano, dobbiamo essere fiduciosi che le nostre ragazze “non molleranno di un centimetro” contro qualsiasi avversaria, esserci è stata una grande impresa, ma non dovrà essere un punto di arrivo, ma una rinnovata voglia di CRESCITA per altri futuri traguardi da raggiungere.


Mario Merati

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 12:59:43 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Vincono le big: straordinario Napoli, Grifone e Ludos vincono agevolmente

Nel quarto turno del gir. D di serie C interregionale, continua la sfida a distanza tra Napoli Femminile, Grifone Gialloverde e Ludos Palermo (una gara in meno).
Iniziamo dalle azzurre del Napoli Femminile di Marino che, al “Centro Ester” di Barra, nel derby contro la Vapa Virtus Partenope, liquidando l’undici di mister Ciccarelli con addirittura nove reti.

Le firme sono della estone Tammik (tripletta per lei), quella della brasiliana De Paula, Massa, l’altra estone Kubassova, Sibilio, Risina e capitan Schioppo; nell’intermezzo, la rete di D’Avino su rigore.

Il Grifone Gialloverde espugna comodamente il campo “A. Viviani” della neopromossa Potenza con uno 0-14 senz’appello: tripletta per Clemente, Tata e Lamb, doppietta per Tumbarello e Falloni ed una rete di Fatati a chiude la goleada in Basilicata.

Terzo successo per la Ludos Palermo guidata da Antonella Licciardi che fa bottino pieno sul campo del’Aprilia Racing: poker esterno che porta le firme di Dragotto, La Cavera e doppietta di Bassano; la rete della bandiera, è di Maiorca.

Allo stadio “Poggio degli Ulivi”, quarto posto per il Pescara di mister Di Persio a quota otto punti che, a domicilio, impatta 1-1 (secondo pari per il Pescara, dopo quello esterno nella prima giornata contro il Salento per 0-0), nell’unico pari di giornata, contro il Sant’Egidio Femminile (7 punti) di trainer Valentina De Risi: apre Cuomo per le ospiti alla fine del primo tempo, ma Copia ristabilisce i conti per le padrone di casa, alla fine della seconda frazione.

Buio pesto per l’altra abruzzese, ovvero il Chieti di mister Lello Di Camillo che inanella la sua terza sconfitta consecutiva: questa volta, è il Salento Women Soccer di mister Indino che, in casa sua al “Racale”, fa bottino pieno sulle abruzzesi, grazie alla solita Serena D’Amico che sigla una doppietta al 3’ e al 5’ della prima frazione di gioco.

L’altra vittoria interna, la prima stagionale, è quella dell’Apulia Trani di mister Preziosa, che cala il tris sul New Team San Marco Argentano (3-1): la marcatura di Colavolpe non basta; Sibilano e Di Benedetto (doppietta), consentono alle pugliesi di allontanarsi dai bassifondi della classifica.

Nel prossimo turno, spicca il match tra Napoli Femminile e Chieti Calcio Femminile.

Maurizio Stabile

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 11:57:44 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Res Women sconfitta nel match fuori classifica contro il Grifone

Sconfitta ininfluente Per la Res Women che perde 3 a 0 il match fuori classifica contro il Grifone Gialloverde, società che milita nel campionato nazionale di Serie C.
Mister Fiorucci opta per il modulo 3-5-2 con Camilli tra i pali, le sorelle Brozzi e Giacometti in difesa, Proietti, Valentini, Di Gennaro, Lanna e Baldini a centrocampo e con Lifschitz e Sara Di Guglielmo in attacco.

 

Primo tempo deciso dal gol di Lamb, che nel finale di frazione sigla l'uno a zero per le ospiti, mentre nella ripresa sale in cattedra Vanessa Nagni, storico capitano della Res Roma, che al debutto stagionale firma le due reti che chiudono i conti del match.

Le parole di mister Fiorucci a margine della gara odierna: "Non si può dire di essere felici dopo una sconfitta per 3 a 0, però sono orgoglioso delle mie ragazze: oggi hanno giocato contro una formazione che schierava 7 giocatrici che militano stabilmente nei campionati nazionali, e per quaranta minuti non abbiamo subito nessun pericolo, poi al primo errore siamo andati sotto. Solo nel finale ci siamo disuniti, concedendo troppo alle avversarie, pur avendo avuto la possibilità di sbloccarci in almeno 3 situazioni. Comunque ne usciamo con una grande prestazione di squadra e oggi abbiamo fatto un passo in avanti per la nostra crescita."

Res women - Grifone gialloverde 0 a 3
Marcatrici: Lamb, Nagni (2)

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 09:48:31 +0100

calciodonne.it - tutte le news

È amara la prima volta ad Acquaviva per la San Marino Academy

Reduce dalla scorpacciata di reti nel derby con il Riccione, la San Marino Academy ospita nel nuovissimo impianto di Acquaviva la Jesina per quello che è il quarto turno di Serie C – Girone C. Conte promuove titolare la grande ex Alessandra Piergallini, che compone il tridente insieme a Barbieri e Rigaglia; solo panchina inizialmente per Baldini, che troverà il campo poco dopo la mezz’ora di gioco per rilevare Paganelli – chiamata oggi a sostituire l’assente Piazza –.

 

Un cambio tattico, quello di Conte, che chiama la reazione delle biancoazzurre finite sotto per 2-0 per la seconda volta consecutiva tra le mura amiche, detto che la sfida col Pontedera sarà rigiocata in toto tra un mese e quindi lascia il tempo che trova.

Quel che resta, invece, è il grande approccio della Jesina che – registrate le difficoltà iniziali nell’affrontare la rapidità di Rigaglia – prende in mano le redini dell’incontro, risultando nettamente migliore della San Marino Academy nella prima frazione. Di occasioni per Barbieri e compagne ce ne sono ben poche ed una porta proprio la firma della torinese che trova i guanti di Ciccioli al 7’.

Di ben altra sostanza la discesa della Jesina che un minuto più tardi sblocca il risultato: sugli sviluppi di una rimessa laterale, Tamburini lavora un buon pallone spalle alla porta per offrirlo a Laface; l’inserimento della regista marchigiana si chiude con lo splendido gol del vantaggio, ottenuto con una magnifica girata mancina a scavalcare Montanari.

La San Marino Academy accusa il colpo e rischia di capitolare sui due successivi corner, che portano Gallina e De Sanctis a deviazioni da breve distanza – ma con scarsa precisione –. Le biancorosse trovano le giuste distanze in campo e sfiorano il raddoppio al 26’ sul medesimo asse che ha spezzato l’equilibrio in campo: Tamburini scarica a rimorchio per Laface che strozza col mancino un rigore in movimento.

Il 2-0 arriverà su penalty vero e proprio e tarderà appena tre minuti di più: Tamburini prende alle spalle la terza linea biancoazzurra e sposta il pallone prima del presunto contatto con Montanari, passibile di massima punizione per Di Loreto che manda dal dischetto la stessa numero 9, impeccabile nell’esecuzione.

Conte corre ai ripari richiamando Paganelli per Baldini, che va a prendere il posto di Piergallini nel tridente con la marchigiana a spostarsi sulla corsia di sinistra. Il primo pallone toccato dal capocannoniere del campionato porta ad un pericolosa punizione che Rigaglia – col mancino – spedisce di poco alto. Altre opportunità non ce ne sono in un primo tempo a forti tinte biancorosse, che si chiude con la Jesina meritatamente in vantaggio per 2-0.

La San Marino Academy esce dallo spogliatoio con una Francesca Lanotte in più, che sostituisce Rossi ed innesca col mancino l’azione che porta alla prima opportunità della ripresa dopo una manciata di secondi. Su corner, Ciccioli è imprecisa nell’uscita, ma le biancoazzurre non riescono a far pagare dazio alle avversarie ottenendo niente più di un altro calcio d’angolo, questa volta non sfruttato a dovere. Le padrone di casa spingono sull’acceleratore e piantano le tende nella metà campo avversaria, senza arrivare però a costruire chiare occasioni da rete.

Almeno fino al 54’, quando l’azione avviata da Rigaglia porta al traversone di Piergallini dalla sinistra su cui Ciccioli rinuncia all’uscita. La sfera, non allontanata dalla retroguardia ospite, diventa buona per Barbieri che calcia di destro e trova la deviazione di Scarponi che – a giudizio di Di Loreto – tocca di mano. Dal dischetto Baldini è perfetta e la San Marino Academy torna in scia con tutto un secondo tempo da giocare e l’inerzia nettamente dalla propria.

Ora la Jesina fatica vistosamente a mantenere il possesso della sfera, con Costantini e compagne che incontrano meno difficoltà a recuperare palla e trasmetterla in verticale, come al 58’ quando Barbieri pesca Rigaglia che sceglie la soluzione di prima – senza fortuna e precisione –. Difetti riscontrati anche nella punizione guadagnata da Barbieri al 64’ e calciata da Lanotte, che fa la barba al montante alla destra di Ciccioli.

Le ospiti allentano un po’ la pressione appoggiandosi su Tamburini e Laface: specie quest’ultima, poco dopo l’ora di gioco, ci prova da lontanissimo esplodendo un destro potentissimo che sfiora l’incrocio dei pali con Montanari fuori causa. Così come nulla avrebbe potuto Ciccioli sulla conclusione a botta sicura di Lanotte che – sugli sviluppi di un’insistita azione perimetrale – non riesce a bucare la rete lasciata sguarnita da un’uscita errata dell’estremo marchigiano. La porta biancorossa pare stregata, con Menin – in campo da cinque minuti – a liberare al 78’ il destro dal cuore dell’area di rigore, senza efficacia.

La San Marino Academy deve necessariamente sbilanciarsi e concedere degli uno contro uno in fase difensiva, così che anche i minimi errori – come quello di Montalti a dieci dalla fine – rischiano di risultare sanguinosi. Nell’occasione ci mette una pezza Venturini, che chiude su Oleucci – neoentrata –. Il cronometro rema contro l’ipotesi di rimonta biancoazzurra, definitivamente fiaccata da Paolini all’85’: l’attaccante marchigiana scaglia un gran destro dai venti metri che si spegne all’incrocio dei pali alla destra di Montanari, protesa inutilmente in tuffo.

Che non sia giornata – fronte San Marino Academy – lo si capisce anche dal corner che all’89’ accende una mischia davanti a Ciccioli senza che Menin, Venturini o Innocenti riscano a calciare verso lo specchio della porta della Jesina. Non va tanto meglio all’attaccante di origini argentine al 90’, che sale in cielo a colpire di testa un lungo traversone, spedendo però di un soffio a lato.

Non è dunque da ricordare la prima volta ad Acquaviva per la San Marino Academy, che cede 3-1 ad una Jesina che ha avuto il merito di essere stata più incisiva nella prima frazione e cinica nel capitalizzare l’unica opportunità costruita nella ripresa. Esattamente opposto lo spartito biancoazzurro, che si chiude con la beffa del palo colpito Baldini nel finale – a sfida ormai compromessa –.

Medesimo risultato, vale a dire 3-1 per la Jesina, è maturato anche ieri sera al San Sebastiano di Jesi, con le marchigiane ad imporsi sull’Under 19 della San Marino Academy. Non va meglio alle Esordienti, che cedono a domicilio con il San Lorenzo, mentre la sfida delle Giovanissime al San Zaccaria è posticipata al 5 dicembre. Settimana piena – in termini di attività – con le bimbe dell’Under 8 e della Juvenes-Dogana Under 10 regolarmente in campo a Dogana e Faetano.

Serie C – Girone C | San Marino Academy – Jesina 1-3

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3]
Montanari; Micciarelli, Montalti, Venturini, Paganelli (dal 35’ Baldini); Deidda, Rossi (dal 46’ Lanotte), Costantini (dall’85’ Innocenti); Piergallini (dall’85’ Nicolini), Barbieri, Rigaglia (dal 73’ Menin)
A disposizione: Giorgi, Cascapera, Casali, Bianchi
Allenatore: Alain Conte

JESINA [4-4-2]
Ciccioli; Gallina, Gambini, Scarponi (dal 90’+3’ Picchiò), Crocioni (dall’88’ Fiorella); Fontana (dal 90’+3’ Silvestrini), Laface, Battistoni, De Sanctis; Zambonelli (dal 77’ Paolini), Tamburini (dal 77’ Oleucci)
A disposizione: Cantori, Boccanera, Guidobaldi, Modesti
Allenatore: Emanuele Iencinella

Arbitro: Marco di Loreto di Terni

Assistenti: Erjol Allmeta e Dominique Ivan Ngangoue di Rimini
Marcatori: 8’ Laface, 30’ rig. Tamburini, 54’ rig. Baldini, 85’ Paolini
Ammoniti: Scarponi, Ciccioli, Nicolini

FSGC | Ufficio Stampa

 

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 08:48:27 +0100

calciodonne.it - tutte le news

AREA CALCIO A VALANGA, UNDICI GOL SEGNATI ALL'OLIMPIC 1971

Partita senza storia, sbloccata subito e interamente dominata. Non c'è stata partita oggi pomeriggio al "Renzo Saglietti" di Alba, troppa la differenza tra le due formazioni, entrambe rimaneggiate dagli infortuni.

Mister Ferrero: "La mia squadra ha trovato qualche difficoltà a sviluppare il gioco in ampiezza nella prima mezz'ora, per poi sciogliersi, proponendo buone trame di gioco. Permettetemi un ringraziamento particolare alle ragazze della Juniores, per la disponibilità e l'impegno profuso e un plauso a capitan Gallo, non tanto per la tripletta segnata, ma per l'atteggiamento da giocatrice vera mostrato finora, sia in campo che fuori."
La partita è stata sbloccata dall'Area già al primo minuto, Flou serve Gallo che di sinistro batte il portiere in diagonale.
Inizia subito l'assedio, ci provano un po' tutte e al 27° arriva il raddoppio di Flou ben servita da Pasero.
Dopo un gol annullato a Flou per fuorigioco inesistente al 33°, va in gol Giordano un minuto dopo.
Al 38° Flou si procura un rigore che la stessa trasforma. Nell'occasione si infortuna all'occhio un'avversaria che ha dovuto ricorrere alle cure dell'ospedale e a cui vanno i nostri migliori auguri di buona guarigione.
In pieno recupero di prima frazione, Gallo trova il 5-0 insaccando la palla respinta su tiro di Bozzoli.
Nella ripresa il copione non cambia e al 53° é ancora Gallo ad andare in gol con una botta di destro dal limite dell'area.
In due minuti, la nuova entrata Ciriotti segna la sua doppietta (64° e 65°) e tre minuti più tardi è la volta di Ciravegna a trovare la via del gol.
Al 69° e all'85° tocca a Bozzoli che chiude il conto, dopo avere anche colto un palo.
Undici reti segnate e almeno altrettante occasioni non concretizzate, sono il saldo finale di una domenica senza storia.
Domenica prossima, trasferta a Chiavari per Area Calcio che renderà visita al Rupinaro Sport.

A.S.D. FEMMINILE AREA CALCIO: Chicco, Musso, Sciolla (dal 69° Marchiaro), Giraudo, Giacosa, Figone, Giordano (dal 77° Taliano), Gallo (dal 65° Ciravegna), Bozzoli (dall'85° Tatani), Pasero, Flou (dal 55° Ciriotti). A disposizione Perrone e Accomo. Allenatore Sig. Davide Ferrero.

G.S.D. OLIMPIC 1971: Belfellay, Cappelletti A., Stilo, Fillini, Arrighi S., Cappelletti M., Pullara, Palma, Angius, Arrighi A., Riondino. A disposizione Consigliere e Sacco. Allenatore Sig. Simone Arrighi.

 

Ufficio Stampa
Femminile Area Calcio

Data articolo: Mon, 12 Nov 2018 07:25:14 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Olympic Collegno - Racco 86

Olympic Collegno – Racco 86: 1-4

Terzo successo consecutivo per le bianco-rosse che riescono a confermarsi anche sul campo di Collegno. Le ospiti partono subito aggressive e dopo pochi minuti trovano in vantaggio grazie ad un gran tiro di Albertengo.

Le Women pressano e creano gioco, ed al 20’ dopo una bella azione palla a terra, Ilaria Pierro trova la rete dello 0-2. Il primo tempo termina con il netto vantaggio per le ospiti. Nella ripresa le Racconigesi vogliono chiudere i conti, e Ilaria Pierro Ilaria firma la sua doppietta personale. Al 20’ un rigore fischiato al Collegno accorcia le distanze. 1-3. Da qui in poi il Racco 86 gestisce e al 35’ su punizione battuta da Ferrara e parata del portiere, Silvia Pierro ne approfitta e sigla il definitivo 1-4.
Continua la striscia positiva delle ragazze di Mister Mollica che si preparano alla prossima trasferta domenica 18.11.18 a Torino contro il Cit Turin.

Racco 86: Duretto, De Simone (Lumicisi), Camerlengo, Pierro S, Bertinetto, Ponzio, Pierro I (Benso), Allasia, Albertengo, Ferrara, Testa (Friselle)
Reti: Pierro I. 2, Pierro S, Albertengo

 

Ufficio stampa Racco 86

Data articolo: Sun, 11 Nov 2018 22:02:35 +0100

calciodonne.it - tutte le news

AL CAMPO MAGGIORE TORNA IL VERO MONTORFANO

 

MONTORFANO-DOVERESE-3-1

Reti: Lorenzi (M) al 20’ e Santoro (M) al 28’ p.t.; Martino (M) al 25’ e Bianchi (D) su rigore al 48’ s.t.

Montorfano: FAVA, BELOTTI (dal 33’ s.t. ROTA), GANDOSSI, TOMASONI, PIEVANI, PREVITALI (cap.), SANTORO (dal 37’ s.t. SPINONI), LORENZI (dal 26’ s.t. VALLANTE), MARTINO, TANZINI (dal 30’ s.t. CAMPLANI), MAFFI (dal 12’ s.t. MORANDI). All. Mondini. A disp.: Perrone, Afriyie e Piona.

Doverese: ORLANDO, VARESI, VELUTI, MARINONI, SALES (cap.), INCONIS (dal 22’ s.t. BIANCHI), VAILATI, MAURI, MONTUORO, SCALA (dal 23’ s.t. MAIOLI), AMATULLI (dal 30’ s.t. BELLANDI). All. Sales. A disp.: Polluni, Gelatti e Longhi.

Arbitro: Davide Biffi di Bergamo

Note: Cielo coperto, campo in erba sintetica. Presenti circa 50 spettatori. Recupero 1’+4’.

Le ragazze di mister Mondini rispondono nel migliore dei modi alle critiche ricevute dopo le ultime due uscite. Contro la forte formazione della Doverese le franciacortine dimostrano di aver ben appreso la lezione di Bareggio e legittimano la vittoria, nonostante le ospiti abbiano messo più volte in difficoltà la difesa locale, specialmente nella prima frazione.

E’ battaglia vera sin dalle prime battute. L’intensità resta alta per tutti i 90’ e le due squadre si affrontano guardinghe e senza badare a spese. Al 10’ un errato disimpegno di Belotti apre l’autostrada per Scala che si infila tra le maglie biancocelesti, ma la sua conclusione è tutta da dimenticare. La risposta rovatese è di Previtali che dal limite chiama Orlando al primo intervento di giornata. Le due mediane alzano le barricate e la gara sembra destinata a non sbloccarsi, ma al 20’ Lorenzi di contro balzo dalla lunga distanza inventa una parabola infingarda che sorprende tutti, compresa l’incolpevole Orlando, e si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra della n. 1 cremasca. La rete sembra sbloccare mentalmente le locali che dopo 8 primi raddoppiano: Maffi riceve il lungo lancio dalle retrovie, si porta a spasso la difesa avversaria e con un perfetto filtrante consegna il pallone su un piatto d’argento a Santoro, che si presenta davanti al portiere ospite e lo supera con freddezza. Il due a zero però non abbatte le cremasche che dopo soli due minuti potrebbero riaprire la gara: Inconis dalla destra crossa al centro per Montuoro che da due passi spara incredibilmente a lato, divorandosi la più facile delle occasioni. Sono anche sfortunate le ospiti subito dopo quando Scala viene atterrata in piena area da Tomasoni, ma il direttore di gara lascia proseguire. Al 41’ è la volta di Previtali che a tu per tu con Orlando allarga il compasso e ciabatta sul fondo. Fava timbra il cartellino al 45’ scoccato, quando in tuffo respinge la velenosa punizione da posizione defilata di Mauri. 

Le due formazioni rientrano in campo nella ripresa con il coltello tra i denti. La gara è per lunghi tratti dominata dal tatticismo, con le difese che riescono ad emergere sugli attacchi costantemente. Lo spettacolo latita così per un po’, ma al 25’ le locali beneficiano di un calcio piazzato dalla trequarti: Gandossi scodella in area, Lorenzi prolunga di testa smarcando Martino che in spaccata anticipa tutti e cala il tris. E’ il goal che decide la sfida. Vallante poco dopo chiama Orlando alla deviazione in angolo in tuffo, dopo della quale bisogna attendere il finale per registrare qualche altra emozione. Al 45’ infatti Montuoro lanciata in contropiede potrebbe realizzare il goal bandiera, ma spreca calciando sopra la traversa tutta sola da ottima posizione. Le cremasche riescono però a trovare l’inutile rete in pieno recupero, grazie ad un rigore offerto generosamente dal direttore di gara per un inesistente fallo di Fava in uscita alta. Dal dischetto Bianchi realizza spiazzando la n. 1 locale. Dopo la brutta prova di Bareggio non erano necessari tanto i tre punti, quando la dimostrazione che con o senza il proprio capitano Mirella Capelloni le franciacortine sanno giocare con le gambe e soprattutto con la testa. Missione ampiamente riuscita per Previtali e compagne.

Data articolo: Sun, 11 Nov 2018 20:31:17 +0100

calciodonne.it - tutte le news

Rai Sport... vogliamo un telecronista aggiornato, professionale e rispettoso

Mentre la sconfitta subita dalle nostre azzurre in Germania è stata vista come un'amichevole utile alla crescita e accolta con grande ottimismo in ottica futura, la cronaca del giornalista di Rai Sport ci ha lasciato una grande indignazione.
L'atteggiamento del telecronista, vistosamente in difficoltà a pronunciare i cognomi di alcune azzurre, oltre a non accorgersi dei cambi effettuati, si è oltretutto superato quando ha definito la fantasista azzurra un "bambino piccolo".


A parte che si tratta di una ragazza carina (ma questo aspetto non dovrebbe interessare ad un giornalista), esile per costituzione ma un vero punto di forza del nostro calcio per la sua fantasia e forza con i suoi gol dalla lunga distanza, definire "bambino" una ragazza oltre ad essere indelicato è anche inappropriato sotto ogni punto di vista.

Io credo che l'infelice uscita del giornalista sia stata un gaffe e che volesse dire che la ragazza sembra piu' giovane dei suoi 21 anni, ma sta di fatto che certe telecronache non si possono e non si devono piu sentire in diretta su Rai Sport.

Confermare un telecronista impreparato a commentare le gare della Nazionale di calcio femminile, mi fa capire, almeno a me, il poco interesse da parte di mamma Rai verso il nostro calcio femminile.

Per fortuna che c'era in coppia l'ex bomber Galderisi che, delicatamente, ha ripreso più volte il collega ma soprattutto ha dato opinioni tecniche professionali ed interessanti.

Mi giunge anche voce che alcuni sportivi abbiamo scritto a Rai Sport per chiedere il cambio di giornalista, speriamo solo che a Saxa Rubra non venga in mente di rispolverare la "tuttologa" del calcio femminile e la sua inascoltabile dizione perchè altrimenti andremo di male in peggio.

Con tutto il rispetto per il telecronista, la domanda che mi viene spontanea porre a Rai Sport è: possibile che con tutti i giornalisti Rai non vi sia un professionista aggiornato, professionale e rispettoso?

Walter Pettinati 

#bambinoasoreta

Data articolo: Sun, 11 Nov 2018 18:56:10 +0100


Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato



Tutte le notizie

Risultati classifiche Lega Pro girone A Risultati classifiche Lega Pro girone B Risultati classifiche Lega Pro girone C Risultati e Classifiche Serie D News designazione arbitri da AIA-FIGC News Serie C da tuttoc.com News calcio Serie C girone A da tuttoc.com News calcio Serie C girone B da tuttoc.com News calcio Serie C girone C da tuttoc.com News calcio Serie C interviste da tuttoc.com News calcio Coppa Italia Serie C da tuttoc.com News calcio Serie D da salentosport.net News Serie C da notiziariocalcio.com News Serie D da notiziariocalcio.com Recensioni action figures

Squadre di Lega Pro girone A

News Albissola calcio News Alessandria calcio da grigionline.com News Arezzo calcio da ssarezzoit News Arzachena calcio Entella calcio da tuttoentella.com News Giana Erminio da tuttotritiumgiana.com Lucchese news da tifolucchese.com News Monza calcio da monza-news.it News Novara calcio da tuttonovara.it News Olbia calcio da olbiacalcio.com News Pisa calcio da tuttopisa.com News Pistoiese da twitter Pontedera calcio uspontedera.it Pro Patria calcio Pro Vercelli calcio News calcio Siena da tuttosienacalcio.com

Squadre di Lega Pro girone B

News Fermana calcio News Imolese da tuttosportimolese.com News Vis Pesaro calcio News Piacenza 1919 calcio News Pordenone da tuttopordenone.com News Ravenna calcio News Sambenedettese calcio News SudTirol calcio News Teramo calcio News Ternana calcio ternananews.it News Virtus Verona calcio

Squadre di Lega Pro girone C

News Bisceglie calcio tuttocalciopuglia.com News Catania calcio da tuttocatanianews.com News Catanzaro calcio da tuttocatanzaro.com News Casertana calcio tuttocasertana.it News Virtus Francavilla tuttocalciopuglia.com News Juve Stabia da tuttojuvestabia.it News Monopoli calcio tuttocalciopuglia.com News Potenza da tuttopotenza.com News Reggina da tuttoregina.com News Sicula Leonzio (Lentini-SR) News Siracusa calcio News Trapani calcio sportnewtrapani.it

Squadre Serie D

News Avellino calcio da tuttoavellino News Bari calcio da tutto.com News Cesena calcio da tuttocesena.it News Fidelis Andria tuttocalciopuglia.com News Serie D gir.H da tuttoturris.com News Serie D gir.I messinanelpallone News Mantova(Ser.D/C) da tuttomantova.it News Turris(Serie D/H) da tuttoturris.com News Nocerina(Serie D/I) da tuttonocerina.com News calcio messinese messinanelpallone.it News Audace Cerignola (D/I) tuttocalciopuglia.com News Taranto calcio (D/I) tuttocalciopuglia.com Recensioni action figures

Serie minori

News calcio Eccellenza Messina messinanelpallone.it News calcio Promozione Messina messinanelpallone.it Eccellenza Promozione e minori tuttocalciopuglia.com News calcio Eccellenza Puglia da salentosport.net News serie minori Brianza monza-news.it News calcio minore da tuttocampo.it Olimpica Akragas (Promozione Sicilia) da forzaakragas.it

Calcio donne e Calcio a 5

News calcio a 5 da ilcalcio5.it Serie A calcio donne da calciodonne.it Calcio donne calciofemminileitaliano.it News Calcio donne calciodonne.it News per gli amanti delle actions figures Recensioni action figures