Coronavirus, la mappa del contagio nel mondo

NEWS - scuola istruzione scienze ambiente tecnologia

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News sul software da ilsoftware

#software #programmi #ilsoftware.it

News
Amazon Prime Day: rinviato quasi sicuramente a ottobre 2020
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 17:52:00 +0200

La giornata o le due giornate di sconti Amazon che da anni si sono concentrate intorno alla metà di luglio quest'anno, per ovvi motivi, non si terranno. L'azienda di Jeff Bezos ha rinviato Amazon Prime Day dapprima a settembre ma adesso fonti vicine al sito di ecommerce riferiscono che l'iniziativa sarebbe stata spostata a ottobre 2020.

Amazon non ha voluto né confermare né smentire ma ottobre potrebbe davvero rappresentare l'ultima 'finestra' per il Prime Day di quest'anno dal momento che il 27 novembre 2020 sarà già 'Black Friday' e almeno una settimana prima inizieranno a essere proposte molteplici occasioni di acquisto.
Nulla però, a questo punto, è certo. Tra le due iniziative, Amazon con ogni probabilità darà massima priorità al 'Black Friday' ma non vi è la certezza che tutto possa filare liscio.

Secondo le indiscrezioni, Amazon avrebbe deciso di rimandare ancora il Prime Day essendo maturati forti dubbi circa l'effettiva possibilità, da parte dell'intera catena di distribuzione, di soddisfare la domanda di acquisto in un momento - si spera - post-Coronavirus.

Nell'articolo Sconti Amazon, come e dove trovarli abbiamo presentato tutte le strategie migliori per individuare i migliori prodotti in promozione su Amazon e scoprire se un'offerta sia realmente tale paragonandola con l'andamento dei prezzi dello stesso articolo nel corso del tempo..
News
GPU: il SoC Apple A12Z supera Intel Core i7-1065G7 e AMD Ryzen 5 4500U
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 16:21:00 +0200

Nei giorni scorsi abbiamo parlato di Apple A14X (Il SoC Apple A14X basato su ARM potrebbe costare quattro volte meno rispetto a un Core i3 10110U), SoC basato su architettura ARM che la Mela utilizzerà per la prossima generazione dei suoi sistemi Mac in sostituzione dei processori Intel.

L'A14X può essere un po’ considerato come l'evoluzione degli attuali A12X e A12Z, quest'ultimo 'cuore pulsante' degli iPad Pro presentati a marzo scorso: Apple presenta i nuovi iPad Pro: sensore LIDAR, Magic Keyboard e SoC A12Z Bionic.

Il SoC A12X e A12Z sono sostanzialmente lo stesso chip, eccezion fatta per la presenza di una (potente) GPU nel secondo, dotata di un core grafico addizionale.
Così, a livello di CPU entrambi offrono le stesse prestazioni poiché basati sulla stessa configurazione a 8 core divisi in due cluster (uno con quattro core ad alte prestazioni e un altro con quattro core ad alta efficienza), ma l'A12Z ha una GPU decisamente più performante rispetto all'A12X.

Alcuni test hanno già messo in evidenza come il SoC A12Z sia in grado di superare per prestazioni lo Snapdragon 'semi-personalizzato' usato nel Microsoft Surface Pro X anche se il primo tende a lasciare qualcosa sul campo quando viene attivato lo strato di emulazione Rosetta 2 e i quattro core ad alta efficienza vengono mantenuti spenti.

Come dimostrano gli ultimi test basati sull'utilizzo del framework OpenCL, il chip Apple A12Z avrebbe superato le prestazioni della APU AMD Ryzen 5 4500U sul versante grafico e, sul medesimo terreno di gioco, avrebbe battuto anche Il Core i7-1065G7 di Intel, utilizzato nel Microsoft Surface Laptop 3.
News
Alcuni eseguibili di Windows 10 consentono il download di file potenzialmente dannosi
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 12:31:00 +0200

Il problema era stato portato alla luce all'incirca un anno fa dai ricercatori di Cisco Talos che evidenziavano come alcuni file di Windows potessero essere sfruttati per scaricare componenti software malevoli scavalcando UAC e gli altri controlli svolti dal sistema operativo.

Nell'analisi pubblicata da Cisco Talos viene condiviso l'elenco completo degli eseguibili che eventuali malintenzionati possono sfruttare per rimanere 'under-the-radar'.

Battezzati nel loro complesso LoLBins (ovvero living-off-the-land binaries) gli eseguibili di Windows in questione sono ovviamente del tutto legittimi ma sono sempre più spesso sfruttati da parte dei criminali informatici per nascondere le loro attività, in particolare per gli attacchi fileless: Rimozione malware: come accorgersi della presenza di minacce fileless.

Gal Kristal (SentinelOne) riferisce di aver scovato un nuovo file di Windows 10 usato per il download di codice da remoto.
News
OneDrive: ecco le nuove funzionalità in arrivo
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 10:49:00 +0200

Utilizzando il blog di Microsoft 365, l'azienda di Redmond ha messo nero su bianco le novità che saranno a breve aggiunte in OneDrive.

Microsoft ha innanzi tutto rivelato che gli utenti potranno a breve caricare sul servizio di storage cloud dati fino a 100 GB (il limite massimo è fissato oggi a 15 GB).

Per affaticare di meno gli occhi migliorando allo stesso tempo la durata della batteria di ciascun dispositivo, la versione web OneDrive abbraccia finalmente il tema scuro, attivabile con un clic.

Il servizio offrirà una migliore integrazione con Microsoft Teams: così gli utenti della piattaforma potranno servirsi delle stesse modalità di condivisione dei file utilizzate in OneDrive, Outlook e Office.
Quando si condividerà un file con Microsoft Teams, si avrà la possibilità di creare link per la condivisione dei materiali con chiunque sia in possesso dell'URL, con le persone all'interno della propria organizzazione, con i collaboratori che già dispongono delle credenziali di accesso, con persone specifiche, compresi coloro che partecipano a una chat privata o di gruppo.

Altre nuove caratteristiche includono il supporto per la sincronizzazione dei metadati di ciascun file in modalità di lettura e scrittura nonché la conservazione dei diritti di accesso ai dati già condivisi con altri utenti.

Il nuovo OneDrive integra funzioni di collaborazione 'inedite', la possibilità di disattivare le notifiche dei commenti sui singoli file, vari miglioramenti in termini di sicurezza come la classificazione dei file in base a dati che contengono (ad esempio rispetto alla presenza di informazioni sensibili), l'attivazione di una 'scadenza automatica' per l'accesso ai file e strumenti per l'autenticazione a più fattori.

Per approfondire, suggeriamo la lettura degli articoli OneDrive, accedi ai documenti da qualunque luogo e con qualsiasi dispositivo e OneDrive, cos'è e come funziona il Vault personale..
News
AdwCleaner adesso si può usare anche da riga di comando
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 10:14:00 +0200

Acquisito a ottobre 2016 da Malwarebytes, AdwCleaner resta oggi uno dei migliori tool gratuiti per rilevare e rimuovere spyware, browser hijacker, componenti aggiuntivi e barre degli strumenti inutili. Come spiegammo al momento del lancio di AdwCleaner 8.0 (AdwCleaner 8.0: per rimuovere elementi dannosi dai browser e dal sistema) il software può essere utilizzato anche per riconoscere ed eliminare i cosiddetti PUP (Potentially Unwanted Programs) dal sistema Windows.

Con la pubblicazione di AdwCleaner 8.0.6, l'efficace utilità gratuita propone una modalità di utilizzo alternativa all'interfaccia grafica (GUI): da oggi è infatti possibile effettuare una scansione del sistema e richiedere la rimozione dei componenti inutili o dannosi anche dalla riga di comando.
News
Xiaomi TV Master Series: presentato un OLED 4K UHD da 65 pollici
Data articolo:Fri, 03 Jul 2020 09:46:00 +0200

Con i nuovi Xiaomi TV Master Series il produttore cinese sancisce il passaggio alla tecnologia OLED per i suoi televisori: QLED vs OLED: chi la spunta.
La cattiva notizia è che, per il momento, i televisori della gamma TV Master Series saranno in vendita solo sul mercato cinese.

Per adesso, comunque, la linea TV Master Series - in attesa dell'aggiunta di nuovi modelli - è composta da un unico televisore con schermo da 65 pollici con risoluzione 4K (3.840 x 2.160 pixel), frequenza di aggiornamento di 120 Hz, luminosità di 1.000 nits. Il design è sicuramente convincente grazie alla quasi totale assenza di bordi (rapporto screen-to-body sbalorditivo, pari al 98%).
Un prodotto di qualità che sicuramente riuscirà a mettersi in evidenza sul mercato grazie a un prezzo aggressivo e alla dotazione da top di gamma.


Il primo TV della nuova serie Xiaomi poggia il suo funzionamento su un processore quad-core Cortex A73, una GPU Mali-G52 C1, 3 GB di memoria RAM e 32 GB di storage interno (quest'ultima una specifica un po’ 'risicata').

Per quanto riguarda il versante audio, il produttore ha optato per un sistema 3D a cinque canali: due principali da 12,5W ciascuno, due altoparlanti da 10W per ottenere l'effetto 3D surround e un subwoofer da 20W.
News
Firmare digitalmente i documenti con l'identità SPID: ecco come funziona
Data articolo:Thu, 02 Jul 2020 16:30:00 +0200

Una notizia che di recente è passata un po’ sotto silenzio ma che potrebbe essere destinata a rivoluzionare i rapporti tra cittadini, professionisti, imprese e pubblica amministrazione è la possibilità di apporre una firma digitale valida e riconosciuta sull'intero territorio nazionale servendosi di SPID.
I possessori di un'identità digitale SPID (vedere SPID, come funziona davvero e a che cosa serve) potranno così firmare atti e contratti così come se il documento fosse stato siglato in forma cartacea con una firma autografa.

Le nuove linee guida pubblicate da AgID a marzo 2020, in ottemperanza con quanto disposto all'articolo 20 del CAD (Codice dell'amministrazione digitale), ha approvato ufficiamente la possibilità di usare SPID per firmare atti e contratti soddisfacendo il requisito della forma scritta e producendo gli effetti dell'articolo 2702 del Codice civile.

Nell'articolo citato in apertura abbiamo descritto nel dettaglio il ruolo di figure quali l'identity provider (IdP) e il service provider (SP).
Nel caso della firma digitale con SPID l'utente dovrà autenticarsi, usando la sua identità digitale, sul servizio messo a disposizione dal SP che predispone anche il documento oggetto di sottoscrizione.
News
Spotify Premium Duo: come funziona. Su quanti dispositivi si può usare
Data articolo:Thu, 02 Jul 2020 15:01:00 +0200

Il piano base di Spotify Premium, com'è noto, permette di riprodurre i brani musicali su un solo dispositivo alla volta: se si inizia ad ascoltare musica su un altro dispositivo, la riproduzione sul dispositivo originale viene automaticamente messa in pausa. Con Spotify Premium è comunque permesso scaricare musica e podcast per l'ascolto in modalità offline su fino a 5 dispositivi alla volta.

Nell'articolo Spotify Premium: cosa offre in più e come usarlo al meglio abbiamo visto come funziona Spotify Premium, cosa offre in più rispetto al piano gratuito (free) e cosa è possibile fare con quest'ultimo.

La limitazione che non permette la riproduzione 'online' su più di un dispositivo non esiste con il piano Spotify Premium Family (fino a 6 utenti dello stesso nucleo familiare possono ascoltare i brani musicali in simultanea) ma da oggi la società fondata e guidata da Daniel Ek ha deciso di mettere a disposizione degli abbonati una possibilità in più: Spotify Premium Duo.

Spotify Premium Duo si pone a metà strada tra il piano familiare e quello individuale: due utenti possono così ascoltare simultaneamente brani musicali in modalità online.
News
Client email di Windows 10: utenti segnalano la perdita dei messaggi Gmail
Data articolo:Thu, 02 Jul 2020 14:25:00 +0200

Da qualche giorno si stanno moltiplicando le segnalazioni di utenti che usano il client email Posta di Windows 10 o lo stesso Microsoft Outlook per accedere al contenuto delle caselle Gmail. In molti casi si lamenta la cancellazione di alcune email contenute nell'account Google o la scorretta classificazione dei messaggi come posta indesiderata.

Forbes ha citato tutte le più interessanti segnalazioni pervenute dagli utenti aggiungendo che Microsoft ha confermato la potenziale esistenza di un problema e ha avviato una serie di verifiche.


Esaminando i vari casi, sembra che tutti abbiano un minimo comune denominatore: gli utenti hanno configurato il client di posta di Windows 10 oppure Outlook per accedere alle caselle Gmail via OAuth, protocollo che consente l'autenticazione attraverso l'uso di un token autorizzativo, senza digitare username e password.

Google, da parte sua, avrebbe ricondotto il problema proprio a Microsoft: ciò significa che ogni probabilità gli utenti dovranno attenderne la risoluzione da parte dell'azienda di Redmond piuttosto che aspettare una modifica lato server in quel di Mountain View.

Allo stato attuale, per chi non volesse passare ad altri client di posta elettronica, una soluzione temporanea può essere la disattivazione dell'accesso agli account Google Gmail via OAuth attivando invece l'autenticazione con username e password via IMAP/SMTP..
News
Nuovo menu Start di Windows 10: Microsoft ne svela le fattezze
Data articolo:Thu, 02 Jul 2020 11:19:00 +0200

La scorsa settimana abbiamo mostrato in anteprima 'il look' del nuovo menu Start di Windows 10: In arrivo il nuovo menu Start di Windows 10: le conferme di Microsoft.
Con una nota pubblicata sul blog ufficiale, Microsoft ha svelato ufficialmente le fattezze del menu Start che debutterà quasi sicuramente in Windows 10 21H1 ovvero il primo aggiornamento semestrale del prossimo anno.

I partecipanti al programma Windows Insider riceveranno il nuovo menu Start con l'installazione della build 20161 (la ISO più recente può essere essere scaricata manualmente da questa pagina).

Il menu Start di nuova concezione è minimale e meglio si adatta allo stile che Microsoft ha usato negli ultimi aggiornamenti di Windows 10.
News
WhatsApp presenta le sue novità: sticker animati, codici QR e altro ancora
Data articolo:Thu, 02 Jul 2020 10:00:00 +0200

WhatsApp ha confermato quali nuove funzionalità saranno introdotte nel client di messaggistica nel corso delle prossime settimane. Di alcune di esse si era già parlato in passato e, nel complesso, le novità cui fa riferimento WhatsApp non sono 'da urlo'. Tutt'altro.
Gli sviluppatori della società controllata da Facebook ancora non hanno ad esempio implementato la possibilità di usare contemporaneamente il client di messaggistica su più dispositivi come avviene, ad esempio, sin dalle prime versioni dell'applicazione in Telegram.
Inoltre, se Telegram Web è totalmente indipendente, WhatsApp Web non può essere utilizzato senza che lo smartphone sul quale è installato WhatsApp sia collegato alla rete (e non se ne possono simultaneamente utilizzare più istanze).

Con una nota pubblicata sul blog ufficiale, WhatsApp ha annunciato le novità introdotte nell'applicazione.

Nel giro di qualche settimana, gli utenti potranno usare un set di adesivi animati completamente nuovi, acquisire e salvare i dati di un contatto semplicemente fotografando il codice QR da questi fornito, attivare il tema scuro su WhatsApp Web e WhatsApp Desktop, scegliere quale flusso video mostrare a tutto schermo durante le chiamate di gruppo (dal momento che l'app supporta adesso fino a 8 partecipanti).
WhatsApp aggiunge anche una speciale icona nelle chat per avviare una videochiamata di gruppo con un singolo tocco.

.
News
Posta elettronica certificata: risparmi per 2,2 miliardi di euro
Data articolo:Wed, 01 Jul 2020 17:49:00 +0200

Secondo un'indagine commissionata a IDC dai tre principali fornitori del servizio di posta elettronica certificata (PEC) in Italia - Aruba, InfoCert e Trust Technologies - lo strumento oggi usato da oltre 11 milioni di soggetti giuridici e fisici (tante erano le caselle PEC attive nel 2019 in base agli ultimi dati diffusi da AgID) ha fatto complessivamente risparmiare 2,2 miliardi di euro nel periodo 2008 e il 2019; valore che cresce ulteriormente di 1,8 miliardi di euro considerando la proiezione 2020-2022.
L'anno scorso sono stati 2 miliardi e 380 milioni i messaggi PEC scambiati tra privati, professionisti, imprese e pubbliche amministrazioni.


Altri dati interessanti emergono dall'indagine elaborata da IDC: la PEC avrebbe permesso di ottenere un risparmio di 78.000 tonnellate di CO2 nel 2019 che saliranno a 120.000 tonnellate nel 2022.


Evitando spostamenti dal domicilio del cittadino o dalla sede del professionista per il raggiungimento dell'ufficio postale (al fine, ad esempio, di inviare raccomandate cartacee), la PEC ha fatto risparmiare 253 milioni di km nel 2019, destinati a diventare 391 milioni di km nel 2022.
Con la PEC si eliminano virtualmente i tempi di attesa fisica presso gli uffici postali, stimati in 2150 anni-uomo nel 2019 e destinati a diventare addirittura 3.234 nel 2022.

Ma secondo IDC la PEC non soltanto si sostituisce alla corrispondenza tradizionale ma un elevatissimo numero di messaggi PEC sono riconducibili alla creazione di nuovi servizi, nuove modalità d'uso e nuovi business.

La digitalizzazione delle comunicazioni formali tra cittadini, professionisti, imprese e pubblica amministrazione comporta un vantaggio economico diretto riconducibile al passaggio da un modello di costi legato al volume della corrispondenza cartacea a uno determinato da abbonamenti annuali senza limite di messaggi.

L'archiviazione digitale della corrispondenza ha consentito di liberare oltre 1,3 milioni di m2 di spazi di archiviazione nel 2019 - sia di giacenza che di conservazione - per arrivare a toccare, secondo le stime, 1,6 milioni di m2 nel 2022.


Un dato evidente, secondo Gabriele Sposato, Direttore Marketing di Aruba, è che nel 2019 i principali titolari di caselle PEC sono stati proprio i soggetti che non avevano l'obbligo legale di usarle, ossia i privati (per il 43%), seguiti dalle ditte individuali (25%), dalle aziende (25%) e dai liberi professionisti (7%): indice di come sia ormai superato l’utilizzo dello strumento relativo all’adempimento per obbligo.

Per il prossimo futuro sono già previste una serie di ulteriori evoluzioni della PEC.
News
SSD portatile Lexar SL200: caratteristiche e prezzi
Data articolo:Wed, 01 Jul 2020 16:16:00 +0200

Per quegli utenti che hanno la necessità di portarsi i propri dati sempre con sé, anche in viaggio, gli SSD portatili rappresentano un'ottima soluzione perché consentono di contare su prestazioni di livello superando l'abituale scarsa capienza delle tradizionali chiavette USB.

Lexar SL200 è una nuova linea di SSD portatili contraddistinta da design elegante, sottile e finiture di qualità oltre che da dimensioni molto ridotte: 86 x 60 x 9,5 millimetri per soli 40 grammi di peso.

Dotati di un singolo connettore USB-C, nella confezione Lexar inserisce anche un adattatore USB-A insieme con i relativi cavi. In questo modo è possibile collegare i nuovi SSD a porte USB-A, USB-C o Thunderbolt 3.


Le prestazioni delle unità SL200 sono ben lontane dai numeri impressionanti del Lexar SL100 Pro ma si attestano comunque su velocità di trasferimento dati fino a 500 e 400 MB/s in lettura e scrittura quando si utilizza l'interfaccia USB 3.1 Gen2 (vedere USB 4.0: cosa c'è da sapere sul nuovo standard al paragrafo Attenzione alla confusionaria nomenclatura: come non perdere la bussola).

I nuovi SSD portatili Lexar SL200 integrano il supporto per la crittografia in hardware AES-256 e in termini di sicurezza fisica offrono massima resistenza alle cadute, agli urti, alle temperature estreme e alle forti vibrazioni.

Lexar assicura massima compatibilità con i dispositivi basati su Windows 7 e successivi, macOS 10.6 e seguenti, Android 4.4 o superiore.
News
Dispositivi indossabili: Qualcomm presenta i SoC Snapdragon Wear 4100 e 4100+
Data articolo:Wed, 01 Jul 2020 13:02:00 +0200

Qualcomm ha presentato i nuovi SoC Snapdragon Wear 4100 e 4100+ che fungeranno da cuore pulsante per i dispositivi indossabili di prossima generazione.
Con i chip appena presentati, Qualcomm fa un deciso balzo in avanti in termini di potenza e riduzione dei consumi energetici. Il predecessore, infatti, è il Wear 3100 che risale ormai al 2018. Un SoC già allora 'nato vecchio' perché poggiava su quattro core Cortex-A7 con architettura a 32 bit e GPU Adreno 304 (il processo costruttivo era a 28 nm).

I nuovi Snapdragon Wear 4100 e 4100+ sono realizzati da TSMC con un processo litografico a 12 nm e utilizzano un'architettura a 64 bit basata su core Cortex-A53 e GPU Adreno 504. I tecnici di Qualcomm parlano di performance migliorate dell'85% rispetto al Wear 3100 con un'unità grafica più veloce del 150%.


I processori appena svelati sono frutto di una completa riprogettazione svolta dagli ingegneri di Qualcomm con un'architettura che ben si adatta ai dispositivi indossabili più potenti in fase di lancio tra il 2020 e il 2021.

I due SoC utilizzano memoria LPDDR3 a 750 MHz e implementano un nuovo sistema di posizionamento compatibile con GPS, GLONASS, Galileo e Beidou.
News
Fogli Google: nuovi strumenti per l'autocomposizione delle formule
Data articolo:Wed, 01 Jul 2020 10:41:00 +0200

Proprio ieri parlavamo delle funzioni di Excel che consentono di creare e gestire matrici dinamiche di dati: Formule Excel: cosa sono e come si usano le matrici dinamiche.

Oggi Google ha annunciato alcune novità che saranno a breve inserite nella versione di Fogli integrata nel pacchetto professionale G Suite interamente basato sul cloud.

Le due principali novità si chiamano Smart Fill e Smart Cleanup.
La prima è una nuova funzionalità che si occupa di estrarre dati dalle altre celle del foglio elettronico dispensando l'utente dal dover scrivere manualmente delle formule.
Google fa l'esempio di un foglio elettronico contenente, in una stessa colonna, sia il nome che il cognome di uno stesso soggetto. Digitando in una nuova cella, sulla stessa riga, 'Ciao' seguito dal nome tratto dall'altra cella, è possibile fare in modo che Google Fogli riconosca il 'pattern' ed estragga tutti i nomi dalle altre righe effettuando una sorta di composizione automatica.


Un'altra funzionalità che potrebbe risultare molto utile è, appunto, Smart Cleanup: essa potrà essere adoperata per ripulire il foglio elettronico dai dati duplicati o dagli errori più eventi.
News
Microsoft rilascia due aggiornamenti di sicurezza per la sua Windows Codecs Library
Data articolo:Wed, 01 Jul 2020 10:09:00 +0200

Microsoft ha deciso di rilasciare due aggiornamenti di sicurezza out-of-band per risolvere due gravi vulnerabilità scoperte nella libreria Windows Codecs di Windows 10 e Windows Server 2019.
Un aggressore può sfruttarle per eseguire codice malevolo semplicemente inducendo la vittima ad aprire un'immagine modificata 'ad arte' per fare leva sulle lacune di sicurezza.

Il problema riguarda tutte quelle applicazioni che si appoggiano al componente Microsoft Windows Codecs Library per gestire i contenuti multimediali. Sui sistemi vulnerabili le conseguenze possono essere importanti dal momento che i malware writer possono arrivare ad acquisire pieno controllo della macchina altrui.

Le due falle sono contraddistinte dagli identificativi CVE-2020-1425 e CVE-2020-1457 e, come spiegato dall'azienda di Redmond, la distribuzione degli aggiornamenti avviene attraverso il Microsoft Store e non mediante Windows Update.

Le due patch saranno quindi applicate in automatico ma se si volesse scaricarle manualmente prima possibile, basta avviare il Microsoft Store quindi fare clic sui puntini in alto a destra e scegliere la voce Download ed aggiornamenti.

I due problemi di sicurezza sono stati scoperti e segnalati a Microsoft da un ricercatore di ZDI (Zero Day Initiative) Trend Micro..
News
Router WiFi 6 ASUS RT-AX55: sarà economico ma veloce e ricco di funzionalità
Data articolo:Tue, 30 Jun 2020 19:34:00 +0200

Le specifiche WiFi 6 (IEEE 802.11 ax) iniziano ad essere abbracciate anche dai dispositivi non esattamente di fascia alta.
ASUS RT-AX55 è un router WiFi 6 entry-level che l'azienda taiwanese ha appena presentato. Si tratta di un dispositivo dual-band (bande dei 2,4 e 5 GHz) capace di integrare diverse caratteristiche interessanti a un prezzo che non è stato ancora confermato ma che dovrebbe essere di poco superiore ai 100 euro.

Basato su un processore quad-core a 1,5 GHz, ASUS RT-AX55 può trasferire dati fino a 574 Mbps sulla 'tradizionale' banda dei 2,4 GHz per arrivare fino a 1.201 Mbps sui 5 GHz. Il dispositivo usa una modulazione QAM 1024 con canali fino a 80 MHz.


Compatibile anche con WPA3-Personal, protocollo che aiuta a proteggere le reti WiFi (vedere WPA3, cos'è e come funziona: più sicurezza per le reti WiFi), RT-AX55 supporta il sistema AiMesh proposta da ASUS stessa in vari suoi prodotti: Rete mesh, cos'è e come funziona.

Approntando una rete WiFi mesh è possibile estendere semplicemente il raggio di copertura del router facendo in modo che tutti i dispositivi wireless utilizzino il medesimo SSID e assicurino il passaggio da un nodo all'altro da parte dei client senza alcun deficit prestazionale e senza che la connessione si interrompa.

Grazie al beamforming il segnale wireless viene direzionato laddove si trovano fisicamente i client mentre il meccanismo QoS adattivo e il sistema di monitoraggio del traffico consentono di ottimizzare le prestazioni scongiurando situazioni di congestione.

Sul retro il router RT-AX55 offre quattro porte Gigabit Ethernet per la connessione cablata dei dispositivi della rete locale e una porta WAN.

Il firmware ASUS integra anche la possibilità di configurare client e server OpenVPN così da poter stabilire connessioni a distanza completamente sicure grazie al tunnel cifrato.

Maggiori informazioni sul router RT-AX55, progettato comunque per assicurare copertura del segnale WiFi in ambienti di grandi dimensioni, sono disponibili a questo indirizzo sul sito di ASUS.

Per approfondire il tema delle prestazioni ottenibili in fase di trasferimento dati con i dispositivi WiFi, suggeriamo la lettura dell'articolo Velocità WiFi ottenibili realisticamente con i vari standard..
News
Google Foto: backup immagini e video WhatsApp, Facebook, Instagram disabilitato. Come riattivarlo
Data articolo:Tue, 30 Jun 2020 17:56:00 +0200

Si sta molto parlando, in queste ore, della decisione di Google di disattivare il backup automatico dei file multimediali scambiati attraverso i vari client di messaggistica istantanea. La decisione è stata motivata in questa pagina.

Già in precedenza, comunque, il backup delle immagini e dei video da parte di Google Foto si limitava alla 'galleria'. Alla comparsa di nuove cartelle contenenti file multimediali (ad esempio dopo l'installazione di WhatsApp), Google Foto chiedeva espressamente se l'utente fosse interessato ad avviare il backup dei dati sul cloud.

Con la mossa di Google, gli utenti dell'app Foto semplicemente non riceveranno alcun avviso circa la presenza di nuove cartelle dal contenuto riversabile sui server dell'azienda di Mountain View.

Il backup delle immagini e dei video di WhatsApp, Facebook, Instagram e così via sarà comunque sempre possibile accedendo al menu principale dell'app Google Foto quindi selezionando Cartelle dispositivo.
Qui si possono, come sempre, controllare gli elementi presenti in ogni cartella ed effettuare il backup di singoli video e immagini: basta selezionarli quindi toccare il pulsante in alto a destra (tre puntini in colonna) e scegliere la voce Effettua backup.
Per far sì che Google Foto crei automaticamente il backup sul cloud di tutti i contenuti di una cartella basterà attivare l'opzione Backup e sincronizzazione.
News
Il WiFi 6 è già qui: Cambium Networks presenta access point e switch
Data articolo:Tue, 30 Jun 2020 15:03:00 +0200

Appena qualche giorno fa Cambium Networks aveva posto l'accento sui vantaggi derivanti dall'adozione di dispositivi compatibili WiFi 6 (IEEE 802.11 ax): WiFi 6: il wireless è la nuova fibra. Parola di Cambium Networks.
Ne abbiamo parlato anche nei nostri articoli WiFi 6: i migliori router e dispositivi client e Come aggiornare i propri PC a WiFi 6.

L'azienda ha presentato oggi due access point wireless, sei switch multi-gigabit e soluzioni software basate su cloud che semplificano la progettazione e la distribuzione di reti WiFi 6.

Le nuove soluzioni si rivolgono ad aziende, uffici, al mondo retail, alle scuole, alle smart cities, ai complessi residenziali potendo gestire più flussi di dati simultanei e supportare un numero superiore di utenti come mai prima d'ora.
News
Foto bianco e nero: come colorarle con l'intelligenza artificiale
Data articolo:Tue, 30 Jun 2020 12:32:00 +0200

Le foto in bianco e nero conservano anche oggi un fascino particolare tanto che alcuni ritratti o certe panoramiche di ambienti urbani rendono meglio proprio eliminando i colori.
In alcuni casi è bello provare a colorare vecchie foto in bianco e nero per capire come si sarebbero presentate davvero le immagini se la macchina utilizzata fosse stata in grado di usare un'ampia gamma cromatica come avviene oggi anche con le fotocamere degli smartphone.

Le prime foto a colori furono scattate nel 1935 con la pellicola per diapositive Kodachrome; l'anno seguente arrivò la Agfacolor.
Oggi un sito web come ImageColorizer arriva a utilizzare l'intelligenza artificiale per esaminare e riconoscere i vari soggetti ritratti in una foto in bianco e nero colorandoli nel modo migliore possibile.

Usare il servizio è semplicissimo: basta visitare la home page di ImageColorizer quindi cliccare sul riquadro 'Click or drop files' per poi selezionare dal proprio dispositivo una foto in bianco e nero (massimo 4 MB di peso, 3000x3000 pixel di risoluzione e formato JPG/PNG).

Le notizie su scuola, scienze, tecnologia, ambiente

Scuola, istruzione, Ministero istruzione, ricerca

Video Superquark RAI News educazione e scuola da edscuola.eu News da MIUR MIUR Comunicati MIUR Atti di notifica News da orizzontescuola.it News da FLC CGIL News da USR per la Lombardia News da USR per la Sicilia News da CNR News Universita' News istruzione Lombardia Recensioni figures e action figures

Hi-tech, tecnologia,

News Vita digitale Ultimi video da Coisa de Nerd (portoghese) News Tecnologia da ANSA News sul software da software.it News da punto-informatico.it News download hwupgrade.it

Ambiente, agricoltura, scienze

Provvedimenti Ministero Ambiente News da lescienze.it News ricerche da lescienze.it News agricoltura da lescienze.it News alimentazione da lescienze.it News da agrifoodtoday News animali da lescienze.it News clima da lescienze.it News Agricoltura topic.it News cambiamento il cambiamento.it Ultimi video WWF Italia News da ambientebio.it Ist.Superiore per la Protezione e la Ricerca Amb.le News Ambiente da lifegate News per gli amanti delle actions figures