NEWS - Tutti gli sport(no calcio) - NEWS - Tutti gli sport(no calcio)

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News da assovela.it

#vela #assovela

News da assovela.it
MELBOURNE: MONDIALE FEMMINILE LASER RADIAL - DAY 1

Primo giorno di regate nella baia di Port Phillip fuori Melbourne per il Mondiale del singolo olimpico femminile Laser Radial. Il vento non è stato collaborativo: è rimasto molto leggero ed instabile a dispetto delle previsioni, consentendo ai Comitati di Regata di completare una sola prova per entrambe le batterie (51 timoniere ciascuna) nelle quali è divisa la flotta di 102 timoniere.

La prima classifica generale, ovviamente molto provvisoria, vede al comando a sorpresa la giovane francese Marie Barrue insieme ad una delle favorite, la danese Anne-Marie Rindom (bronzo a Rio 2016, iridata in carica e prima nell'attuale ranking mondiale), vincitrici ciascuna delle rispettive manche in batteria.

Tra le altre atlete di vertice, è al 5° posto provvisorio l'olandese Marit Bouwemeester (oro di Rio 2016) (3 in batteria), al 17° la belga Emma Plasschaert (terza nella ranking) (9), solo al 40° l'inglese Alison Young (seconda nella ranking) (solo 21 nella batteria di giornata). Malissimo anche l'irlandese Annalise Murphy (argento a Rio 2016), al 77° posto provvisorio (38 di giornata). Questo a conferma della estrema difficoltà della regata con le condizioni di vento irregolare.

Questi i piazzamenti delle timoniere azzurre dopo una prova. Al 38° posto in generale c'è Carolina Albano (Fiamme Gialle) (20 il piazzamento nella batteria di giornata), poi troviamo al 48° Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) (25 di giornata), al 54° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (28). E ancora: al 58° Francesca Frazza (FV Peschiera) (30), seguita con il 63° posto da Valentina Balbi (Yacht Club Italiano) (32) e all'89° da Matilda Talluri (CN Livorno) (45).

PROGRAMMA
Il programma del Mondiale Laser Radial di Melbourne prevede regate di Qualifica con la flotta divisa in due batterie da domenica 23 fino a martedì 24, quindi da mercoledì 26 a venerdì 28 le Finali con le flotte Gold e Silver (la prima e la seconda metà delle concorrenti dopo le Qualifiche), senza Medal Race e con due prove al giorno, salvo recuperi.

MEDIA
Il fuso orario di Melbourne è +10 ore sull'ora italiana.
Il sito ufficiale: https://sailing.laserinternational.org/site/event-site/110

DICHIARAZIONI

EGON VIGNA (Tecnico federale Laser Radial)
"Inizio di mondiale subito impegnativo, perché la Meteo segnalava brezza da Sud tra 15 e 20 nodi, che in realtà non è riuscita ad entrare, in quota e sulla costa c'erano venti forti da Nord, che hanno provocato forti oscillazioni del vento sul campo di regata che è rimasto tra 6 e 7 nodi.
Il livello del campionato è altissimo, ci sono tutte le atlete più forti, manca solo la cinese per i noti motivi legati al virus. Molte nazioni che hanno già la qualifica olimpica, hanno comunque in corso le selezioni e quindi sono presenti con la squadra al completo, e questo aumenta il livello agonistico della regata.
Le nostre sono qui per giocarsela, le vedo tutte tranquille e concentrate, vogliono dimostrare a che livello di forma sono, abbiamo atlete più performanti con vento teso, altre che prediligono aria leggera, sarà importante riuscire a gestire al meglio un campionato lunghissimo che finirà sabato con 12 prove totali. Inizieremo a fare le valutazioni quando l'andamento sarà più chiaro."

LE TIMONIERE LASER RADIAL AZZURRE IN GARA
Carolina Albano (Fiamme Gialle)
Valentina Balbi (YC Italiano)
Joyce Floridia (Fiamme Gialle)
Francesca Frazza (FV Peschiera)
Matilda Talluri (CN Livorno)
Silvia Zennaro (Fiamme Gialle)


Data articolo:
News da assovela.it
RS AERO: PRIMO CIRCUITO DI REGATE IN ITALIA

Con l'arrivo della primavera partono in Italia le prime dell'imbarcazione RS Aero, il singolo disegnato da Jo Richard per il cantiere inglese RS Sailing lungo 4 m e con un peso di appena 30 kg che si adatta ad equipaggi giovani ed adulti. La Federazione Italiana Vela ha infatti inserito a calendario 2020 un primo circuito di regate nazionali Open "RS Aero Fun Club Contest" che prevede una prima tappa il 19 aprile al Tognazzi Marine Village, sul litorale romano.
È proprio il circolo guidato da Guido Sirolli assieme al Circolo Vela Arco sul lago di Garda ad aver lanciato l'imbarcazione in Italia. La seconda tappa, infatti, sarà proprio ad Arco (Garda) il 19 giugno e rappresenterà un appuntamento interessante come preparazione tecnica in vista della regata internazionale dal 26 al 28 giugno a Maccagno, sul lago Maggiore, alla quale sono attese circa 100 barche provenienti da tutta Europa. Ultimo appuntamento il 10 e 11 ottobre sul litorale romano dove verranno assegnati i vincitori del circuito italiano costituito da queste quattro tappe.
A differenza di altre imbarcazioni singole più diffuse, l'RS Aero si distingue per il peso "ultra light" (come quello di un Optimist), con uno scafo in vetroresina e carbonio, albero frazionabile e boma anch'essi in carbonio ed un armo non estremo, ma che rendono la deriva davvero semplice da manovrare ed allo stesso tempo molto divertente. La versione RS Aero 5, con vela di 5 metri quadrati, si adatta a giovanissimi con peso intorno ai 35 kg, l'RS Aero 7 è per un equipaggio di peso leggero e ragazze, mentre l'RS Aero 9 per i più grandi (fino a 100 kg di peso). L'obiettivo è quello di costituire un'associazione di classe nazionale e partire nel 2021 con il coinvolgimento di sei circoli italiani ed un circuito nazionale di sei tappe, con una tappa valida per l'assegnazione del titolo italiano RS Aero 5 ed RS Aero 7.
"Il progetto in Italia nasce proprio con l'idea di fare un 'fun club' per il piacere di stare insieme, divertirsi, regate per continuare a vivere l'avventura della vela per il semplice piacere di fare sport, con un approccio alla regata diverso rispetto a quello che si respira in altri circuiti" ha commentato Guido Sirolli. In attesa del primo appuntamento nazionale, il 1 marzo il Tognazzi Marine Village di Ostia, sullo splendido tratto di mare antistante le dune di Capocotta, ospiterà la prima regata regionale del Lazio.

www.facebook.com/tognazzimv/


Data articolo:
News da assovela.it
AUSTRALIA: AL VIA I MONDIALI RSX M ED F E LASER RADIAL

La grande vela olimpica torna a mandare segnali dall'Australia, sempre nello stato del Victoria e dalla baia di Port Phillip intorno a Melbourne. Questa volta è il turno dei windsurf RS:X maschili (75 concorrenti) e femminili (47 concorrenti), a Sorrento, sul lembo di costa esterno alla baia, per l'organizzazione del Sorrento Sailing Couta Boat Club. Quasi in contemporanea si correrà a Melbourne il Mondiale del singolo femminile Laser Radial (110 timonieri) presso il Sandrigham Yacht Club.
Le condizioni meteo previste a Sorrento per le tavole a vela indicano sole e vento medio tra 8 e 17 nodi. A Melbourne per i Laser Radial invece previsto vento variabile dai 10 ai 20 nodi nel giorno iniziale, in calo sui 10 nodi il secondo giorno.

Il Mondiale windsurf olimpico RSX 2020 di Sorrento è anche valido come ultima qualifica olimpica per nazione per i paesi dell'Oceania, sia nella Divisione A maschile che nella Divisione B femminile.
Come ogni Mondiale nell'anno olimpico, c'è attesa per il confronto dello stato di forma degli atleti, e l'evento è anche momento importante per le selezioni interne dei vari paesi. Lo stesso vale per l'Italia che schiera al via i primi due nella classifica mondiale di stagione.

MONDIALE WINDSURF FEMMINILE
Le atlete da seguire sono la francese Charline Picon, oro olimpico a Rio 2016, l'inglese Emma Wilson, la russa Stefania Elfutina, bronzo olimpico a Rio 2016, l'olandese Lilian De Geus, l'israeliana Katy Spychakov e l'esperta spagnola Blanca Manchon.

AZZURRE IN GARA
Tre le italiane in gara col windsurf: l'atleta di Civitavecchia Veronica Fanciulli (Fiamme Gialle), la cagliaritana Marta Maggetti (Fiamme Gialle), quinta al Mondiale 2019 a Torbole e decima nella Ranking list mondiale di stagione ed ex iridata juniores, e l'anconetana Giorgia Speciale (SEF Stamura), da poco arrivata dalla categoria juniores, ma già sesta al Mondiale 2019 a Torbole ed oro nelle tavole a vela alle Olimpiadi Giovanili 2018 di Buenos Aires. Le ragazze delle tavole a vela sono guidate dal tecnico FIV Adriano Stella. A Sorrento è presente nello staff anche Luca Depedrini.

WINDSURF MASCHILE
Nello squadrone francese che schiera 13 atleti da temere soprattutto Fabien Pianazza e Louis Giard. Poi l'inglese Tom Squires, il solito greco Byron Kokkalanis, i due di Hong Kong, l'israeliano Sharar Zubari e ovviamente gli olandesi Dorian Van Rijsselberge (oro a Rio 2016) e Kirian Badloe, ed infine il polacco Piotr Myszka e lo spagnolo Ivan Pastor.

AZZURRI IN GARA
Sono quattro gli atleti italiani nelle tavole a vela: i due surfisti di Civitavecchia Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), attualmente in testa alla ranking list mondiale stagionale, e Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) campione europeo in carica e secondo nella stessa ranking, il sardo Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) ed il trentino Nicolò Renna (Centro Surf Torbole), per una delle squadre più giovani al via. Gli italiani sono guidati dal tecnico federale Riccardo Belli Dell'Isca.

LASER RADIAL A MELBOURNE
Gli occhi puntati sull'olandese Marir Bouwemeester (oro a Rio 2016), ma anche sull'irlandese Annelise Murphy (argento a Rio 2016) ed alla danese Anne Marie Rindom (bronzo a Rio 2016): l'intero podio delle ultime olimpiadi al via.

LE TIMONIERE AZZURRE
Al via tre azzurre della squadra federale: la triestina Carolina Albano (Fiamme Gialle), la timoniera che ai Mondiali di Aarhus 2018 ha conquistato subito per l'Italia la qualifica olimpica di nazione in questa disciplina, la trentina Joyce Floridia (Fiamme Gialle) e la veneta Silvia Zennaro (Fiamme Gialle), già olimpica a Rio 2016. Il loro tecnico federale è Egon Vigna.
In gara al Mondiale di Melbourne anche altre tre italiane comunque nel giro azzurro: la genovese Valentina Balbi (YC Italiano), la gardesana Francesca Frazza (FV Peschiera), e la toscana Matilda Talluri (CN Livorno) reduce dalla tappa di Coppa del Mondo di Miami.

NEI GIORNI DI REGATA VERRANNO EMESSI DISTINTI COMUNICATI STAMPA SUI DUE MONDIALI

www.federvela.it

I WINDSURFISTI AZZURRI MASCHILI IN GARA
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)
Nicolò Renna (Centro Surf Torbole)

I WINDSURFISTI AZZURRI FEMMINILI IN GARA
Veronica Fanciulli (Fiamme Gialle)
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (SEF Stamura)

LE TIMONIERE LASER RADIAL AZZURRE IN GARA
Carolina Albano (Fiamme Gialle)
Valentina Balbi (YC Italiano)
Joyce Floridia (Fiamme Gialle)
Francesca Frazza (FV Peschiera)
Matilda Talluri (CN Livorno)
Silvia Zennaro (Fiamme Gialle)


Data articolo:
News da assovela.it
LA IV EDIZIONE DEI FOILING WEEK AWARDS 2019

Si è confermata uno dei momenti da non perdere per tutti gli appassionati, la serata dei Foling Award di Milano, ospitata il 20 febbraio negli straordinari spazi dove operavano le ex tipografie del Corriere della Sera, riorganizzato da WeWork, società che offre servizi di coworking. I premi, suddivisi in otto categorie, e la FW Design competition, sono stati istituiti dalla Foling Week, "the first and only global event dedicated to boats that sail in foiling, their sailors, their designers and their builders".

I Foling Award vogliono premiare chi si è più distinto durante l'anno precedente in otto categorie significative per lo sviluppo della navigazione in foiling: Sailor Award; Design Award; Innovation Award; Production Boat Award; One Off Boat Award; Motor Boat Award; Sustainability Award.
Ad accogliere gli ospiti e gli spettatori, una mostra dedicata agli scatti di Martina Orsini, fotografa ufficiale della settimana volante, ed ai sempre affascinanti disegni dell'illustratore Francese François Chevalier.
Ad aprire la serata di celebrazione è stato il debutto ufficiale del Persico 69F. Un monotipo di 6,90 metri per tre persone di equipaggio, monoscafo e volante, che inaugurerà la propria stagione agonistica dal prossimo aprile a Cagliari con già sei barche in acqua.

A presentare barca e format di regata Giorgio Benussi e Marcello Persico, i promotori del progetto Persico 69F. Oltre ad utilizzare la stessa tecnologia degli AC75, le barche della prossima Coppa America, ha anche un interessante formato di regata. Sono demandate all'organizzazione del circuito non solo la logistica e la preparazione delle barche, ma anche la formazione e l'iniziazione al foiling di armatori ed equipaggi.
«Abbiamo dedicato tempo e risorse allo start up del 69F», ha dichiarato Giorgio Benussi, Chief commercial officer di Coming Solutions, la società che insieme a Persico Marine ha ideato e dato vita al progetto 69F. «Oggi siamo contestualmente pronti alla produzione del monotipo in larga scala ed all'avvio della prima stagione agonistica e di formazione al foiling». Gli ha fatto eco Marcello Persico: «gli armatori e gli utilizzatori delle nostre imbarcazioni accederanno alla miglior tecnologia disponibile nella produzione di scafi foil: la ricerca e sviluppo effettuata da Persico Marine per realizzare scafi custom che hanno fatto e faranno la storia della vela è condensata nel nostro monotipo, pronta ad essere immessa sul mercato».

A seguire è stato il momento dei FW Design competition, in cui stati premiati i primi tre classificati del concorso riservato al design ed alla costruzione. Ad aggiudicarsi il primo premio il progetto di Massimo De Luca e Davide Cipriani di CentrostileDesign, seguiti da Morgane Suquart di MMprocess (secondi) e Charles Viviani (terzo).

Il primo dei Foling Award consegnato, che ricordiamo sono assegnati sulla base dei voti espressi da una giuria popolare tramite voto online alla proposte selezionate da Foling Week, è stato quello per l'imbarcazione One off . Vittorio Magnaghi, responsabile settore marino della Gurit, l'azienda che produce materiali compositi avanzati ha premiato l'AC75 Luna Rossa nella persona di Horacio Carabelli, co-designer coordinator del team Prada Pirelli, accompagnato dal Team Director e skipper Max Sirena. L'ingegnere dell'equipaggio italiano a nome di tutto il team ha così dichiarato: «Siamo molto onorati di ricevere questo premio che gratifica due anni di impegno e costante ricerca. È stato un lavoro di squadra che ha coinvolto tutti, dal design team allo shore team, dal sailing team ai fornitori.
Tutti con un unico obiettivo, realizzare un mezzo performante ed all'avanguardia».
In lizza per il premio, quattro IMOCA: Advens; Apivia Mutuelle; Arkea Paprec e Hugo Boss. Quattro AC 75: Britannia, Defiant, Luna Rossa e Te Ahie ed il maxi tri: Team Sodebo Voile.

Per il Foling Award categoria Event, riservato agli appuntamenti per barche con i foil, erano state scelte le seguenti regate o circuiti: Brest Atlantiques; ETF26 Series; GC32 Racing Tour; SailGP e Transat Jacques Vabre. Presentato da GAC PINDAR, azienda di logistica partner della FW e di regate come la Volvo Ocean Race il premio è stato consegnato a Julien Di Biase (direttore operativo) e Tim Godfrey (direttore marketing) di Sail GP.

Il premio per la riduzione dell'impatto ambientale della navigazione in foiling, il Foling Award Sustainability è stato assegnato ad Alex Thomson Racing per l'Imoca 60 Hugo Boss: utilizza per la comunicazione di bordo e per il sistema di navigazione elettronica, principalmente energia ricavata da pannelli fotovoltaici appositamente realizzati per questa specifica applicazione. A consegnare il premio, Torqueedo, azienda che produce motori elettrici, rappresentata da Oliver Gluck (Vice President Marketing). Ricordiamo che a concorrere per il premio, c'erano anche Fulcrum Speedworks, per la produzione di un foiler green e Artemis Technologies e Tuco Marine Group ApS per una barca da lavoro che sfrutta i foil.

Presentato dalla stessa Foling Week è il Foling Award Innovation riservato a quelle barche che rappresentano una significativa evoluzione del mondo dei foling. In concorso: Concept-board CONDOR (una delle prime tavole da windsurf apposta per il mondo foil, con un concept specifico per planata e foiling, prodotta dalla Elix board); Laser Kit Foilsz (kit efficiente che deriva dagli stessi designer del Moth Mach 2); Lupo Electric Foiling Bike (un curioso strumento a pedali per navigare); Moth Aero Kit (primo kit aerodinamico aftermarket per ridurre la resistenza del Mach 2); Moth Double Sail (doppia vela tipo AC 75, sviluppata dal consulente vela American Magic); Slingshot Wing (l'azienda americana è stata la prima a sviluppare e reinventare la wing sail); SYRA-Foilers (prima barca per equipaggio doppio con il sistema canting foil centrale); TF35 electronic foil control (sistema adatto a far volare un Airbus riportato su una barca di una barchina da 8 metri).
Luca Rizzotti ha premiato Bertand Favre, l'uomo dietro al concetto del TF 35, il catamarano con un innovativo e sofisticato sistema di controllo automatico dei foil tramite software.

Marcello Persico è stato poi colui che ha premiato Mayeul Van der Broek per l'Sp 80, "the next world fastest boat" come vincitore della categoria Design per questo progetto che la ha lo scopo di superare di almeno 20 nodi l'attuale record di velocità a vela: 62 nodi. Il voto online ha stabilito che fosse la preferita tra gli altri concorrenti in selezione: ISpace2O DeepSeaker DS1; Lazzerini F33 Spaziale; The Flybus; Vortex M1 by Mode3 Design.

Nella categoria Foling Award Motorboat Candela 7.5, raffinata ed elegante barca di serie, ha sbaragliato sia i foil dei catamarani da crociera Aquila, installati su tutti i modelli del marchio sia americano, sia il prototipo del colosso francese Beneteau. Gustav Hasselskog (CEO and founder Candela) has been awarded by Oliver Gluck.

Per le imbarcazioni di serie, il Foling Award Production, conteso tra BirdyFish, Nautor's ClubSwan 36, Nikki by Skeeta Foiling Craft, Peacoq 14, Pogo Foiler, SYRA-Foilers NTFM-SYRA18, T-Foiler 35 è andato al Syra 18, il primo monoscafo con foil di serie. A ritirare il premio Nils Frei e Yves Detrey di Syra foilers ed a consegnare Paolo Manganelli (principal engineer) di Gurit.

Il momento dedicato al singolo uomo nel Foling Award Sailor ha visto salire sul palco lo svizzero Balz Müller, vincitore del primo campionato del mondo di windsurf foiling freestile, Atleta capace di far compiere evoluzioni incredibili ad una tavola da windsurf attrezzata con il suo sistema di appendici idrodinamiche, ha lasciato dietro di sé: Vittorio Bissaro & Maelle Frascari (Campioni del mondo Nacra 17); Franck Cammas, Charles Caudrelier & Yann Riou (vincitori della Brest Atlantique sul maxi Tri Edmond de Rotschild); Charlie Dalin & Yann Eliès (vincitori della Transat Jaques Vabre sull'Imoca Apivia); Daniela Moroz (campionessa mondiale Formula kite); Mischa Heemskerk (Campione mondiale catamarani Classe A); Nicolas Parlier (Campione del mondo Formula kite); Tom Slingsby (Moth World Champion & SailGP winner); Team Australia SailGP crew (Tom Slingsby, Kyle Langford, Jason Waterhouse, Ky Hurst, Sam Newton and Kinley Fowler vincitori della prima stagione SailGP) e Ruggero Tita e Caterina Marianna Banti (vincitori del Sailing Tokyo Test Event su Nacra 17).

A chiudere la serata Luca Rizzotti e Domenico Boffi, i creatori di Foling Week, hanno assegnato un premio speciale a Gabriele Ganga Bruni come Foling coach, per il lavoro svolto con l'equipaggio di Bissaro-Frascari e l'equipaggio Tita-Banti vincitori degli ultimi due campionati mondiali del catamarano olimpico Nacra 17.

Il prossimo appuntamento Foiling Week, appuntamento per tutti gli appassionati di navigazione in foling, è fissato per il prossimo 25-28 giugno 2020 a Malcesine, presso la Fraglia Vela Malcesine, sul Lago di Garda.


Data articolo:
News da assovela.it
J24: SUCCESSO PER IL CLINIC CON ANDREA CASALE

Marina di Carrara. Con un grande successo di partecipazione si è conclusa presso le sale del Club Nautico Marina di Carrara la clinic sulla preparazione della barca pre-regata curata dal pluricampione iridato J24 Andrea Casale, fortemente voluta dal carrarino Pietro Diamanti, Vice Presidente J24, per stimolare e preparare al meglio gli equipaggi J24 agli appuntamenti del 2020 fra i quali spicca il J24 European Championship organizzato dallo Yacht Club Porto San Rocco con la Triestina della Vela e lo Yacht Club Adriaco a Porto San Rocco dal 29 aprile al 5 maggio.
"La logistica al Club Nautico Marina di Carrara che ci ha gentilmente ospitato, è stata a dir poco perfetta.- ha commentato Andrea Casale che nella Classe J24 ha vinto due titoli mondiali e cinque italiani -Esistono tantissime Flotte J24 a livello locale in Italia e nel Mondo che praticano attività agonistica e regatano portando in acqua centinaia di velisti. È sempre interessante raggiungerne qualcuna in occasione di questi Clinic per cercare di consigliare come utilizzare al meglio i nostri disegni- ha proseguito Casale che dal 2013 è entrato a far parte del team North Sails Italia -La Classe J24 è viva ed attiva a livello globale, lo confermano anche i numeri della North Sails che consegna le migliori vele per questa barca nei cinque continenti ormai da 20 anni. Un grazie particolare all'amico Pietro Diamanti che ha voluto fortemente l'incontro con la sua Flotta."
"È stata una giornata veramente proficua che ha soddisfatto tutti i partecipanti- ha aggiunto Diamanti -la mattina è iniziata con due ore di teoria in aula durante le quali Andrea ci ha illustrato cosa fare o non fare per essere veloci con il J24, aiutandoci a capire come verificare se esistono margini di miglioramento della velocità delle nostre barche dipendenti da regolazioni di manovre fisse e correnti. Nel pomeriggio, invece, siamo usciti in mare per delle brevi regate di allenamento e lui ci ha seguito con il gommone osservandoci attentamente. Una volta rientrati a terra, siamo ritornati in aula per analizzare attraverso i filmati gli errori commessi. Sicuramente un'esperienza molto positiva che ha confermato ancora una volta la grande professionalità e l'affetto di Andrea verso la nostra Classe.
Dopo questo importante appuntamento, aspetto tutti gli equipaggi della Classe J24 a Marina di Carrara per la tappa d'apertura del Circuito Nazionale 2020 in programma il 21 e 22 marzo. Quest'anno, il nostro Circuito Nazionale che assegna come sempre il Trofeo J24 al miglior Timoniere-Armatore ed il Trofeo Challenge Perpetuo Francesco Ciccolo al primo classificato del Circuito senza considerare gli scarti, sarà articolato su nove manche da marzo a novembre."

Ufficio stampa: Paola Zanoni
Associazione Italiana di Classe J24
www.j24.it


Data articolo:
News da assovela.it
CAPPELLETTI: UN FILM SUL GOLDEN GLOBE

19 febbraio - L'avventura del velista Francesco Cappelletti, unico italiano iscritto al Golden Globe 2018, sulla rotta della leggendaria regata in solitario del '68, ormeggia al cinema: in sala dal 16 marzo il docufilm "30.000 Miglia al Traguardo".
Ricordate Francesco Cappelletti? Dal giro d'Italia in Piviere al giro del mondo vintage Golden Globe 2018? La rincorsa, i lavori alla barca, la solidarietà per sostenere il suo sogno, la clamorosa partenza in ritardo, l'Atlantico, il ritiro, il rientro in Italia sempre da solo in barca... Ogni storia ha i suoi confini e merita di essere raccontata. Francesco ha provato a raccontare la sua con un lungometraggio che arriva nella sale cinematografiche italiane, e questo è già un altro mezzo miracolo, velisticamente parlando.
Leggi e vedi tutto

(Saily.it)


Data articolo:
News da assovela.it
DINGHISTA D’ORO DELL’ANNO 2019 E REGATE 2020

19 febbraio - Sabato fiorentino per la classe Dinghy, che si è ritrovata per una giornata tradizionalmente dedicata ai vincitori dei Circuiti Nazionali e della ranking list della Classe Dinghy 12', alla proclamazione del Dinghista d'Oro dell'Anno ed alla celebrazione dell'Assemblea. Oltre all'approvazione dei conti e all'illustrazione del Calendario Agonistico 2020, quest'anno il raduno prevedeva anche il rinnovo di tutte le cariche sociali, tranne quella del segretario Francesca Lodigiani, già rieletta nel 2019 per un quinto mandato biennale consecutivo.
Leggi e vedi tutto

(Michele Tognozzi - Farevela)

Data articolo:
News da assovela.it
LASER, NE CAPITANO DI TUTTI I COLORI!

17 febbraio - Non bastava la follia ILCA, il bando LPE, la confusione sul nome della barca olimpica, il futuro incerto dell'associazione... Un tribunale USA ha condannato Laser Performance a risarcire Bruce Kirby (oltre 6 milioni di dollari) per una causa durata oltre sei anni sulla contraffazione nata per il mancato pagamento di royalties. Il cantiere ha fatto appello. Ma intanto...
Leggi tutto

(Saily.it)

Data articolo:
News da assovela.it
VECCHIE VELE: ANTONIO D’ALI’ NAVE GOLETTA

La nave goletta Antonio d'Alì venne varata con il nome de Santa Marinella dal cantiere di Matteo Tappani a Chiavari nel 1891. Scafo in legno di 667 tonnellate. Era armata di velacci doppi e contra.
Originariamente commissionata da altri armatori, fu quasi subito acquistata dai D'Alì armatori in Trapani, noti ed apprezzati a Camogli che forniva loro comandanti, ufficiali ed equipaggi.
Per i D'Alì, ribattezzata Antonio d'Alì, navigò per lunghi anni, principalmente tra la Sicilia e la costa est degli Stati Uniti.
Dal 1902 per diciannove mesi venne posta al comando del capitano Giuseppe Chiesa detto capitàn Pippu, nato a Camogli nel 1859 e figlio del Capitano Emanuele Chiesa.
La domenica del 14 giugno 1914 viene riportato in viaggio da Trapani per St. John, Massachusetts, raggiunto in Atlantico dal veliero Santa Maria, anch'esso trapanese, partito da Trapani 14 giorni dopo.
Avendo le due navi, oltre allo stesso porto di partenza anche lo stesso porto di arrivo, come d'uso diedero inizio ad una gara. Nonostante il Santa Maria fosse ritenuto più veloce, le due barche arrivarono contemporaneamente alla meta. La Antonio D'Alì impiegò 62 giorni per compiere l'intero viaggio, la Santa Maria solo 47.
Pur sempre navigando, superò indenne la prima guerra mondiale.
Verso il 1930 fu venduta all'Armatore Bertorello che la ribattezzò Bertorello, rimanendo sempre nel Mediterraneo. Acquistata pochi anni dopo dall'Armatore Fratelli Crovari di Camogli, prende il nome di Pietrino. I Crovari la utilizzeranno per i traffici del carbone vegetale.
Dal Registro Navale del 1941 si apprende che pur mantenendo il nome la nave è armata da Raffaele Romano di Napoli.
Requisita dalla Regia Marina, è di base a Napoli dal 26 febbraio 1941 fino al 23 ottobre 1942.
Il 24 dicembre 1941 è a Zuara in Libia. Viene colpita da bombe durante un attacco nemico ed affonda il successivo 2 gennaio. Recuperata e riparata, riprende i viaggi del Mediterraneo sino a quando, la notte tra il 22 ed il 23 ottobre 1942 nel corso di un bombardamento aereo sul porto di Genova affonda per la seconda ed ultima volta.
(Agenzia Bozzo, immobiliare a Camogli)


Data articolo:
News da assovela.it
TORNA ALLO YACHT CLUB SANREMO LA “CARNIVAL RACE”

18 febbraio - Dopo un anno, a Marina degli Aregai, torna la Carnival Race per le classi 420 e 470.
Diventato ormai un appuntamento tradizionale, ha quest'anno raggiunto un numero di iscritti record, più di 170 equipaggi da 9 Nazioni si daranno battaglia da giovedì 20 febbraio nelle acque antistanti il Porto di Marina degli Aregai.
Per la classe 420, sarà l'evento più affollato, dietro solo al Campionato Mondiale. Giovani campioni mondiali ed europei vengono a questa regata per confrontarsi in vista della stagione agonistica appena iniziata.
L'accoglienza degli spazi offerti dal porto di Marina degli Aregai, unita alla grande esperienza dello Yacht Club Sanremo, daranno, come ogni anno, il massimo per la riuscita di questo evento grandioso.
Un terzo della flotta è rappresentato da equipaggi Italiani ma ben due terzi sono stranieri che scelgono le nostre acque, fantastiche in termini di condizioni atmosferiche, per regatare ad alto livello.
Ancora una volta lo Yacht Club Sanremo si propone al mondo della vela come uno dei circoli più attivi ed organizzati nel panorama non solo italiano, che, con la collaborazione della struttura di Marina degli Aregai, crea una sinergia da fare invidia ai migliori campi di regata del mondo.
In queste acque, tra l'altro, il prossimo anno si svolgeranno i Campionati Mondiali Juniores 470 e saranno quindi teatro di un'altra grandissima manifestazione.
(YC Sanremo)

Data articolo:
News da assovela.it
VELISTA DELL'ANNO FIV

19 febbraio - Al via il prossimo 24 marzo a Villa Miani (Roma) la 26ma edizione de Il Velista dell'Anno FIV, la manifestazione che dal 1991 celebra tutti i migliori atleti ed i risultati sportivi della stagione velica dell'anno precedente. L'evento, ideato ed organizzato da Acciari Consulting, vede protagonista la Federazione Italiana Vela in veste di partner istituzionale ed ha il patrocinio ed il supporto di Confindustria Nautica e quello di Mercedes-Benz Vans in qualità partner tecnico.
I finalisti del premio Velista dell'Anno FIV sono: Ambrogio Beccaria, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, Marco Gradoni, Mauro Pelaschier, Giulio Calabrò e Giacomo Ferrari. Atleti che non hanno bisogno di presentazioni e che si sono distinti nel corso del 2019 a livello internazionale con risultati di valore assoluto.
Nel corso della serata saranno assegnati anche: il premio Armatore/Timoniere dell'anno per il quale sono in lizza Gianrocco Catalano, Roberto Lacorte ed Alessandro Rombelli ed il premio Barca dell'Anno - Trofeo Confindustria Nautica, per il quale le tre imbarcazioni finaliste sono: l'Elan 400 Andromeda, l'AC 75 Luna Rossa ed ilTP52 Xio.
Come da tradizione nel corso della serata, la Federazione Italiana Vela premierà gli atleti ed i tecnici delle classi Olimpiche che hanno conseguito risultati di rilievo internazionale nel corso del 2019.
Il voto on line
Il grande pubblico della vela sarà ancora una volta protagonista de Il Velista dell'Anno FIV ed esprimerà le sue preferenze on line sul sito velistadellanno.it a partire dal 24 febbraio fino a 23 marzo alle ore 24.00.
Leggi tutto

(FIV)

Data articolo:
News da assovela.it
GIANCARLO PEDOTE: VERSO IL VENDÉE GLOBE

La ricerca della massima affidabilità del mezzo
Rientrato a fine novembre da Salvador de Bahia, città d'arrivo della Transat Jacques Vabre, Giancarlo Pedote ha recuperato il suo IMOCA Prysmian Group appena a metà gennaio. Il cargo che trasportava gran parte della flotta della «Route du Café» e soprattutto la sua «Barchetta», lasciata a malincuore in Brasile, in realtà è arrivato in ritardo a Lorient dopo una lunga navigazione in balia dei capricci della meteorologia. «La barca è rientrata a La Base più tardi del previsto. Per questo l'inizio dei lavori in cantiere è stato posticipato, rispetto al programma che avevamo pianificato inizialmente», spiega lo skipper che vuole comunque mantenere inalterata la data di varo della sua imbarcazione, prevista per il 18 marzo prossimo. «Faremo del nostro meglio per rispettare le scadenze», ha dichiarato Giancarlo che, come tutto il suo team tecnico, non intende lesinare i suoi sforzi in questo importante anno del Vendée Globe. «Il nostro obiettivo è rendere la barca ancora e sempre più affidabile e sicura. Vogliamo ottenere la manutenzione più accurata e precisa possibile revisionando tutto in dettaglio prima del cantiere previsto per questa estate che sarà l'ultimo ed il definitivo prima del giro del mondo» , spiega Giancarlo.

La conferma delle ottimizzazioni
Alla continua ricerca di affidabilità ma anche di prestazioni migliori, Giancarlo Pedote sa benissimo quanto sia importante la fase dei lavori cantiere ma anche poi la prova pratica in navigazione. «Appena sarà varato il 60 piedi, ci lanceremo in numerosi allenamenti in mare, sfruttando ogni occasione possibile per navigare. Abbiamo perso, tra virgolette, un mese a causa dei ritardi nel trasporto del cargo di ritorno dalla Jacques Vabre. Quindi, non possiamo più concederci il lusso di sprecare altro tempo. Il Vendée Globe partirà tra meno di nove mesi. Possiamo quasi dire che è domani. Ogni giorno, addirittura ogni ora devono essere ottimizzati al massimo», spiega lo skipper di Prysmian Group che sa che con l'avvicinarsi della partenza bisognerà concentrarsi su ogni minimo dettaglio, senza trascurarne nessuno. «Ergonomia e comfort sono anch'essi punti importanti della performance», osserva Giancarlo, sempre attento a non lasciare nulla al caso.

Avventure in solitario ma condivise
La preparazione e l'ottimizzazione saranno dunque fasi cruciali di questa stagione per il navigatore ed il suo team, ma anche i periodi di regate contribuiranno ad implementare la costruzione del progetto fino alla partenza del giro del mondo. The Transat CIC e la New-York - Vendée, regate con un coefficiente 4 nel programma degli IMOCA Globe Series, permetteranno a Giancarlo di accumulare miglia utili per la qualifica al Vendée Globe e rappresenteranno un'ottima opportunità per continuare a navigare ed allineare l'imbarcazione alle sue necessità. «Le regate in solitario sono di sicuro dei momenti importanti e necessari per continuare ad avanzare e progredire tecnicamente», sottolinea Pedote che ha il grande obiettivo compartito con lo sponsor Prysmian Group di vivere questa sfida. Prysmian Group, che accompagna fedelmente lo skipper e crede in lui da molti anni, ospita a bordo anche Electriciens sans frontière, ONG che sviluppa progetti umanitari in tutto il mondo, volti a ridurre le disparità nell'accesso di risorse come elettricità ed acqua ed a promuovere, attraverso le energie rinnovabili, lo sviluppo economico e sociale delle popolazioni più colpite dalle catastrofi naturali.

«La mia avventura non sarebbe così bella se non fosse condivisa», assicura Giancarlo che ricorda anche tra i suoi sostenitori lo Sponsor tecnico storico, Helly Hansen che lo accompagna dal 2012 e l'Official Supplier Gottifredi Maffioli.

Da quest'anno un'altra azienda, Lombardini Marine - Kohler, leader nella produzione di motori da quasi un secolo, condividerà la sfida ed i valori di Giancarlo. Nino De Giglio, Sr Manager Brand - Communication, ha così commentato questa nuova collaborazione come Official Supplier: «Tutto lo staff di Lombardini Marine - Kohler è onorato di far parte di questa grande avventura: così come per lo skipper Giancarlo Pedote, anche la nostra filosofia, che poi si riflette sui nostri prodotti, è quella di portare a termine il lavoro, anche nelle condizioni più difficili. Ci sentiamo in sintonia con le enormi sfide che Giancarlo dovrà affrontare durante questo splendido viaggio e siamo fiduciosi che la nostra tecnologia possa essergli d'aiuto. Proprio come lui, amiamo le grandi sfide e sappiamo che, dietro ogni grande impresa, si nascondono duro lavoro ed un impegno quotidiano costante. Faremo tutti il tifo per lui!»


Data articolo:
News da assovela.it
INVERNALE DI ROMA: WEEKEND DI REGATE A FIUMICINO

Fine settimana di vela sul litorale romano per il penultimo weekend di regate del XXXIX Campionato Invernale d'altura di Roma - Trofeo Città di Fiumicino, che si svolge sotto l'egida della FIV e con il Patrocinio del Comune di Fiumicino. Il Comitato organizzatore del Circolo Velico Fiumicino ha infatti confermato per sabato una giornata di recupero che si aggiunge alla data di domenica, già a calendario. Due giornate in acqua che precedono l'appuntamento decisivo dell'8 marzo durante la quale verranno decretati i vincitori di categoria.
Nella classe Regata ORC è Angelo Lobinu con il suo Geex a guidare la classifica provvisoria davanti all'X332 Sport di Carlo Colabucci "No Fix" ed a Dart Milla di Stillitano/Piancastelli: un distacco non esagerato che porterà l'armatore del Vroljk 34 a gestire le prossime regate sul controllo degli avversari. L'imbarcazione di Carlo Colabucci viene premiata nella classifica con rating IRC dove domina davanti all'Este 31 Mart d'Este di Edoardo Lepre ed a Jolie Brise, il First 35 di Federico Ceccacci. Per l'X332 Sport le prossime giornate saranno dedicate a far camminare il più possibile la barca per recuperare posizioni nella classifica ORC e mantenere il buon distacco acquisito per guidare la classifica in IRC.
Nella classe Crociera, sia a tempi compensati ORC che IRC è testa a testa fra Purchipetola di Domenico Rega ed il Sun Fast 32 "Panta rei" di Giovanni Carosio che non molla la presa sull'avversario. Questo fine settimana sarà decisivo per incrementare le distanze.
Nel raggruppamento Vele Bianche, che comprende le imbarcazioni per la prima volta in regata al Campionato Invernale d'Altura di Roma Trofeo Città di Fiumicino, il Genesi 43 Take Five di Pino Stillitano dovrà mantenere il controllo sull'avversario Trip di Maurizio Tripiciano, che in queste ultime giornate ce la metterà tutta per recuperare i tre punti che lo separano dall'imbarcazione oggi in vetta alla classifica. Resta a guardare il duello fra i primi due l'Apha 11,50 Vania che potrebbe chiudere sul terzo gradino del podio. Per L'imbarcazione dell'armatore Roberto Felici bisognerà regatare in maniera conservativa, guardandosi le spalle dai possibili avversari.
"Ci avviciniamo ormai alla conclusione di questa XXXIX edizione del Campionato Invernale d'altura di Roma - ha commentato Franco Quadrana, Presidente del Circolo Velico di Fiumicino -. Le condizioni meteo che ci hanno accompagnato da ottobre ad oggi non sono state sempre ottimali, ma prevedendo qualche giornata di recupero, ad oggi siamo riusciti a concludere un discreto numero di prove con grande soddisfazione e divertimento da parte degli oltre 1000 atleti al via. È questo il premio più grande per il circolo e per chi per cinque mesi lavora per organizzare il campionato invernale di vela più partecipato d'Italia".

Tutti gli aggiornamenti sul campionato si trovano sul sito ufficiale:
www.cvfiumicino.org

LE PROSSIME DATE DEL CAMPIONATO INVERNALE DI ROMA
- Sabato 22 Febbraio 2020 (giornata di recupero)
- Domenica 23 Febbraio 2020
- Domenica 8 Marzo 2020
Qualora nel corso della stagione di dovessero presentare condizioni meteo avverse, il Comitato di Regata potrà decidere ulteriori recuperi nelle giornate di sabato precedenti la regata.


Data articolo:
News da assovela.it
UN CONTENDER GRATIS PER IL 2020 - I VINCITORI!

Come da tradizione, anche per prossima la stagione velica la Classe Contender Italia ha emesso un bando per l'assegnazione in comodato d'uso gratuito di tre Contender pronti per regatare.

I vincitori del bando per il 2020 sono:
Matteo Vanelli di 34 anni, di Ispra;
Stefano Migliarini di 38 anni di Ancona;
Jacopo di Giuseppe di 35 anni di Ancona.
La Classe ha inoltre messo in vendita alcune barche a prezzi super vantaggiosi. Una è già stata acquistata da Nevio Borra di Toscolano Maderno che andrà ad unirsi alla flotta del Garda.
Diamo quindi il benvenuto a Matteo, Stefano, Jacopo e Nevio con l'augurio di buon vento e lunghe planate!

Ricordiamo che sono ancora disponibili un Contender Rondar ed un Contender Smith pronti per regatare, completi di carrello d'alaggio a soli 900 euro.
Per maggiori informazioni: www.contender.it

Calendario Regate Contender 2020


Data articolo:
News da assovela.it
J24: LE REGATE ALL'INVERNALE DI ANZIO E NETTUNO

Anzio. Un intenso weekend di regate nel golfo di Anzio e Nettuno ha coinvolto l'attiva Flotta J24 romana impegnata nella seconda manche del 45° Campionato Invernale: dopo lo stop forzato a causa della mancanza di vento, nel fine settimana scorso gli equipaggi J24 hanno, infatti, disputato ben cinque prove.
"Nella giornata di sabato i J24 hanno regatato per il Trofeo Lozzi e nelle tre prove disputate hanno ottenuto una vittoria ciascuno HUN 5493 El Nino dell'ucraino Peter Tamas, ITA 458 Enjoy 2 di Luca Silvestri ed ITA 416 La Superba della Marina Militare." - ha spiegato l'ufficio stampa del Circolo Vela Roma.
Nella classifica provvisoria (stilata dopo sei prove e 1 scarto) del Trofeo Lozzi, istituito in memoria dell'armatore e timoniere del J24 ITA 428 prematuramente scomparso, ed articolato su cinque weekend, è sempre al comando ITA 428 Pelle Rossa di Gianni Riccobono (CdV Roma; 1,3,1,2,6,6 i parziali) ma a pari punti (13) con ITA 489 Valhalla Blue Jay armato dal salernitano Vincenzo Lamberti (CdV Roma; dnc, 2,3,4,2,2). In terza posizione HUN 5493 El Nino con Peter Tamas (15 punti; 2,5,dns,1,4,3) seguito da ITA 458 Enjoy 2 di Luca Silvestri (LNI Anzio; 16 punti; 3,4,4,5,1,4) e da ITA 416 La Superba timonato da Ignazio Bonanno (MM; 25 punti; doc,1,dns,6,5,1).
Nella giornata seguente, ventidue equipaggi J24 hanno disputato altre due prove valide per il 45° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno: con un primo ed un terzo posto il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno (MM; 38 punti; dnc, dnc, dnc, dnc, 1,1,1,2,1,1,2,1,1,1,3), è riuscito a passare in testa alla classifica provvisoria (stilata dopo 15 prove e 3 scarti) superando di un punto ITA 458 Enjoy 2 di Luca Silvestri (LNI Anzio, 39 punti, 1-9-2-2-5-6-6-5-3-7-3-3-6-2-1). In terza posizione, anche se solo a tre punti dal secondo, scivola ITA 428 Pelle Rossa di Gianni Riccobono (Circolo della Vela di Roma, 42 punti; 5-13-1-1-4-5-2-1-4-2-11-7-5-6-6). Seguono ITA 447 Pelle Nera di Paolo Cecamore (C.V. Roma, 62 punti, 2-2-7-5-3-3-5-12-6-9-7-8-7-7-9) ed ITA 385 J Giuditta di Riccardo Aleandri (LNI Anzio, 78 punti; 7,7,5,6,6,9,9,7,5,4,9,4,11,17,17).
Il prossimo ed ultimo appuntamento con il 45° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno, organizzato dal Circolo della Vela di Roma, dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. di Anzio, dal Nettuno Yacht Club con la collaborazione della Half Ton Class Italia, della Sezione Velica di Anzio della Marina Militare, del Marina di Capo d'Anzio e del Marina di Nettuno, è per domenica 1° marzo. Per il Trofeo Lozzi, invece, i prossimi appuntamenti sono previsti nei weekend del 29 febbraio e 1 marzo. Il segnale di avviso del sabato è previsto per le ore 12. Per il Trofeo Lozzi, quando la giornata di regata coincide con il Campionato, saranno redatte due classifiche separate.

Ufficio stampa: Paola Zanoni
Associazione Italiana di Classe J24
www.j24.it


Data articolo:

Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri A.Camilleri 2 Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri


Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL Video di Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it News Atletica leggera gazzetta.it Video IAAF Diamond League

Sport delle due ruote: ciclismo e motociclismo

Ciclismo da gazzetta.it Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo News Motociclismo gazzetta.it News Motociclismo da moto.it

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News da Federnuoto Tutti i record di nuoto da Federnuoto News Nuoto gazzetta.it

news basket

News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it News Volley gazzetta.it Recensioni action figures

news automobilismo, motori

News Automobilismo gazzetta.it News Passione Motori gazzetta.it

news tennis

News Tennis gazzetta.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM Recensioni action figures

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma

news altri sport

Per gli amanti delle action figures News Sport invernali gazzetta.it News Rugby gazzetta.it Recensioni action figures