NEWS - Tutti gli sport(no calcio) - NEWS - Tutti gli sport(no calcio)

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News da Federazione Baseball Softball

#baseball #softball #news-FIBS

Baseball Giocato da Ciechi
Successo del Bxc a Parma

Nella prestigiosa cornice del torneo Pre-olimpico di Baseball normodotati, prima del game tra Italia e Spagna ed organizzata dai Lions Club Langhirano tre Valli, si è svolta una partita dimostrativa sulla distanza di 5 inning tra i Thunder’s Five Milano e una selezione denominata Olimpica che comprendeva giocatori delle squadre dei Lampi MilanoLeonessa BXC e dei Bologna White Sox. Il dott. Carlo Alberto Coperchini Presidente dei Lions Langhirano Trevalli consegna la prima palla della gara a Barbara Menoni leadoff della selezione olimpica.Al cospetto di un discreto pubblico persone gli atleti hanno dimostrato con le azioni di gioco tutti i fondamentali del Baseball per ciechi con il supporto della voce esplicativa di Stefano Malaguti. L’incontro si è concluso con la vittoria dei Campioni d’Italia per 3 a 0 con un Casale sempre protagonista in difesa supportato dalle belle insidiose battute della veterana Ruisi e dalle bordate di Rosafio. Per la selezione Olimpica buona la prestazione di Yemane al quale sono state bloccate due battute destinate a rotolare oltre i 67m sempre dal Fenomeno di Porto Ceresio. Il dott. Carlo Alberto Coperchini Presidente dei Lions Langhirano Trevalli ha consegnato la prima palla della gara a Barbara Menoni prima battitrice della selezione olimpica.
Al termine del game il Presidente dell’UICI Parma dott.Fiore ha consegnato un premio alla squadra vincitrice mentre il Presidente Mauro Delsante sempre dei Lions Club Langhirano Trevalli ha premiato la selezione Olimpica .

Data articolo: Mon, 23 Sep 2019 07:46:53 +0000
Campionati baseball
Serie A2, in finale regna l'equilibrio: Hotsand e Collecchio si giocano tutto a Macerata

Risultati a specchio quelli emersi dalle prime due gare della serie di Finale A2 tra Collecchio e Hotsand Macerata che nel prossimo weekend si giocheranno la promozione in serie A1. Le gare decisive si giocheranno a Macerata. Gara3 in programma sabato alle 16, gara 4 alle 20,30 e eventuale gara 5 domenica alle 10,30.

In gara1 ad imporsi è il Collecchio dopo una battaglia lunga 3 ore e mezza. La prima parte di gara parla marchigiano. Con due fuori, Batista batte un doppio a sinistra e corre a casa sul singolo di Lopez. Un errore e una scelta difesa, poi, portano l’Hotsand sul 2-0. La partenza difficile di Santana si concretizza al quarto. L’inning si apre con due basi ball e cui seguono la valida di Carrera e il 2-run single di Serrani che portano il punteggio sul 5-0 Macerata. Un lancio pazzo e un’altra base ball pongono fine alla partita di Santana che viene rilevato da Bertolini che chiude la ripresa. Al sesto torna prepotentemente in gara il Collecchio che sfrutta il calo di Fracchiola che apre con un colpito e un balk che porta Benetti in seconda. Il corridore arriva in terza sul fly Zanichelli. A seguire anche Pasotto riceve quattro ball e arriva la prima visita sul monte. Lori batte valido e sblocca i suoi, poi le basi si caricano con i quattro ball a Ferrarini e il 5-2 entra con un’altra base ball, stavolta a Trolli, che pone fine alla prestazione di Fracchiola. Con Quattrini sul monte arrivano anche i punti del 5-4 che riaprono definitivamente i conti. Un doppio di Batista e un errore portano Macerata sul 6-4, ma Collecchio riesce ad agguantare il pari con due punti al settimo. Macerata potrebbe allungare al nono con Batista che arriva fino in terza grazie ad un lancio pazzo di Dellaturca, ma Collecchio riesce a chiudere la ripresa. Al decimo il punto decisivo del Collecchio con il walk off single di Battioni.

TABELLINO GARA 1

L’Hotsand Macerata si riscatta in gara2 grazie anche ad un ottimo Strzalka sul monte autore di 10 k, in una sfida parallela con Rodriguez che ne infila 12. Macerata si porta avanti andando sul 3-0 al terzo inning, poi la partita viene dominata dalle difese e dai lanciatori fino al calo del quinto inning. A mettere punti sul tabellone è ancora Macerata con la volata di sacrificio di Serrani al  quinto. Nella parte bassa della ripresa si sblocca, sempre con una volata anche il Collecchio che si porta sul 4-1. Al sesto è il tempo degli avvicendamenti sul monte del Collecchio con Acerbi per Rodriguez. Al settimo il Maceratata allunga con il doppio da due punti di Carrera che vale il 6-1. Collecchio risponde nella parte bassa e torna in partita con il doppio di Trolli e i singoli di Battioni e Pasotto che valgono il 6-4. Un errore porta Macerata sul 7-4. Un lancio pazzo e un errore favoriscono anche il Collecchio che all’ottavo segna il punto del 7-5. Al nono gli emiliani provano il colpaccio. Zanichelli gira il terzo strike, e sarebbe l’out che chiude i giochi, ma il lancio pazzo gli permette di arriva in prima. Le valide back to back di Coffrini e Benetti valgono il 7-6. L’extrainning è nella mazza di Alfieri, ma la sua battuta viene raccolta da Lopez che fa esultare i suoi. 

TABELLINO GARA 2

CALENDARIO

Data articolo: Mon, 23 Sep 2019 06:32:00 +0000
Campionati softball
Softball Maschile, successi per Academy of Nettuno e Polisportiva Alì Terme

Il fine settimana del campionato italiano di softball maschile ha visto in campo le squadre del girone B e del girone C. Nel girone B A.S.D Academy of Nettuno BC e Cali Roma hanno recuperato hanno recuperato l'incontro previsto per la prima giornata. Gara due, il cui primo lancio era previsto inizialmente mezz'ora dopo la conclusione della prima partita, è stata posticipata a data da destinarsi causa oscurità. Al "Tonino Marcucci" di Santa Barbara, comunque, ad aggiudicarsi l'incontro è stata la squadra di Nettuno, vincendo con il risultato di  13-4 al quinto inning, grazie a sei punti nel primo e sette punti nel terzo.

Il girone C ha visto la A.S.D Polisportiva Alì Terme spazzare l'ASD Castiglione 2000 al "Primo Nebiolo" di Messina, vincendo entrambe le partite al quarto inning per manifesta superiorità. Gara 1 è terminata 19-8 per la squadra di casa ed è quella dove il Castiglione ha apporto più resistenza. In gara 2, infatti, il Castiglione ha subito un impietuoso 10-0 con l'Alì Terme capace di segnare in tutti e quattro gli inning.

RISULTATI E CLASSIFICA GIRONE A

RISULTATI E CLASSIFICA GIRONE B

RISULTATI E CLASSIFICA GIRONE C

 

Data articolo: Sun, 22 Sep 2019 12:46:42 +0000
Nazionali Baseball
Il sogno olimpico dell’Italia del baseball si ferma a Bologna

L’Italia saluta il Torneo di Qualificazione Olimpica di Bologna e Parma con una sconfitta per 8-3 contro il Regno dei Paesi Bassi al termine di una gara nella quale, dopo il vantaggio minimo iniziale, subisce al quarto un primo ‘big inning’ degli orange, che segnano 4 volte. Riportata ad una lunghezza dal fuoricampo del capitano Alessandro Vaglio, l’Italia, tutt’altro che solida in difesa e priva della necessaria continuità in attacco, subisce all’ottavo altri 4 punti che mettono gli avversari fuori portata.

Con Poma, primo uomo del lineup, alla sinistra e Reginato alla destra di Andreoli in campo esterno, Epifano in terza e Mineo a ricevere, l’Italia affronta la gara senza Drew Maggi, seriamente ferito e squalificato per i fatti dell’incontro con la Spagna e con l’arduo compito di vincere con uno scarto di almeno 3 punti per conquistare il secondo posto nel Torneo di Qualificazione Olimpica Europa/Africa, valido per accedere al Last Qualifier di Taiwan, a meno d’improbabili scivoloni di Israele con il Sud Africa.

Lo fa con la bandiera Alessandro Maestri sul monte, che esordisce, dopo il primo lancio affidato alle mani ‘olimpiche’ di Alberto Tomba, liberandosi con pochi lanci dei primi 3 battitori orange. Il primo attacco azzurro, invece, vede Colabello toccare bene un singolo in campo sinistro e arrivare poi in seconda per lancio pazzo di Orlando Yntema su Mazzanti, il quale è poi eliminato da Polonius.

Con Rifaela out su assistenza di Cecchini, Sams ‘cammina’ con 4 ball, e, dopo la volata di Loopstok raccolta in corsa da Poma, è fulminato da Mineo nel tentativo di rubare la seconda.

Nella parte bassa del secondo, Mineo conquista un’oculata base per ball da leadoff del secondo inning, ma è seguito da Vaglio, che, come conferma la prova televisiva, batte in doppio gioco sul compagno in casacca Fortitudo Polonius; Andreoli alza quindi un pop sulla prima base.

Ancora 3 su-3 giù per Maestri nel terzo, mentre è Reginato, con un singolo, a conquistare la prima base da primo uomo del turno per l’Italia. Epifano smorza verso Kemp e porta in seconda il compagno, che avanza ancora con la battuta di Poma verso DeCaster; Cecchini batte su Kemp, che perde la palla e consente all’Italia di andare per prima sul tabellone, evenienza che non si ripete dalla gara contro Israele. Ma non dura molto.

Mineo perde il terzo strike su Kemp, che è salvo in prima, quindi Bernadina picchia la prima valida olandese centrando un doppio verso il palo di destra e Clementina, con la base per ball, riempie i sacchetti, senza out. Cook visita Maestri e si riprende con l’infield-fly di Rifaela. Sams batte su Cecchini, che riesce in due tempi ad assistere a Vaglio per eliminare Clementina in seconda, ma poi il doppio gioco non si chiude e Kemp sigla il pareggio. Il colpito di Loopstok riempie le basi e il singolo di DeCaster, che Maestri sfiora e Cecchini perde dal guanto, fa entrare il vantaggio olandese. Non è finita, perché Schoop batte a destra un singolo da 2 punti, per l’1-4 che porta al cambio di Maestri con Angelo Palumbo, il quale ottiene la volata di Polonius, preda di Poma, a chiusura dell’inning.

Mazzanti apre il quarto attacco con un doppio fra gli esterni, ma né Mineo, fly al centro, né Vaglio, strikeout, né Andreoli, al volo in foul da Schoop, riescono a sfruttare l’occasione.

Palumbo rimane sul monte nel quinto inning il tempo di fare battere Kemp su Epifano, quindi lascia il posto a Yomel Rivera, il quale elimina in copertura della prima base Bernadina, seguito da Clementina e Rifaela con un singolo ciascuno. Dentro Pat Venditte, che incassa da Sams la terza valida in fila, a riempire le basi, e fa poi battere su Epifano Loopstok, terzo out.

Un brutto errore di Sams, che perde la palla dal guanto, consente a Reginato l’arrivo in prima nel quinto attacco, ma l’esterno destro oranje si riscatta con una bella corsa per l’eliminazione in foul di Epifano, Poma batte in campo opposto su Rifaela e anche Cecchini non va oltre una ‘soffice’ volata a destra.

Nel sesto, con 2 out, Venditte incassa il singolo di Polonius, poi è bravo Mazzanti a raccogliere l’alta rimbalzante di Kemp e a girarla allo stesso rilievo ambidestro in copertura, per una impegnativa terza eliminazione.

Colabello colleziona poi il secondo singolo della gara, cui fanno seguito lo strikeout di Mazzanti, il fly-out di Mineo a destra e il fuoricampo a sinistra di Alessandro Vaglio, che porta l’Italia a una lunghezza e fa optare ‘T Hoen per il cambio di Yntema con Tom Stuifbergen.

Venditte affronta nel settimo da mancino il cuore mancino del lineup arancione, ottenendone 3 out in fila, ma gli Azzurri non riescono a spingere oltre la terza Reginato, in base con un singolo da primo battitore del lineup.

Nick Pugliese s’incarica di lanciare l’ottavo inning per l’Italia, e sono 3 rapidi out, il secondo dei quali arriva sul salto perfettamente calibrato di Vaglio, che intercetta a mezz’aria la secca linea di Loopstok. Nuovo lanciatore anche per l’Olanda, nella ripresa, Kevin Kelly, che entra il tempo per 2 nobili K di Colabello e Mazzanti, per lasciare poi il posto a Diegomar Markwell e sfruttare il mismatch mancino-mancino contro Mineo, al quale però concede la base per ball, prima dell’ulteriore cambio con JC Sulbaran, già closer della finale all’Europeo; Vaglio picchia lungo, ma questa volta esattamente nel guanto di Bernadina.

Del nono s’incarica Alex Bassani, che subisce il singolo al centro di Schoop, spinto in seconda dal bunt di Polonius e in terza sull’eliminazione di Kemp a opera di Cecchini. La base intenzionale a Bernadina mette corridori agli angoli, ma un pick off completamente fuori misura del lanciatore azzurro vanifica la tattica, facendo entrare invece il punto olandese numero 5 mentre lo stesso Bernadina arriva in terza. Arrivano anche la base ball a Clementina e l’ingresso sul monte azzurro di Michael Johnson, che subisce però il doppio di Rifaela e il singolo di Sams che fanno volare il Regno dei Paesi Bassi sul 3-8.

Andreoli inaugura il nono attacco con un doppio a sinistra che è l’ultima valida nella manifestazione dell’Italia del baseball, che saluta così il sogno olimpico.

Israele, vincente 11-1 in 8 riprese a Parma sul Sud Africa, è la prima squadra ad affiancarsi al Giappone nel torneo olimpico di Tokyo 2020, in rappresentanza dei continenti Europa e Africa, mentre il Regno dei Paesi Bassi, conquistata la seconda piazza battendo gli Azzurri, si assicura un posto nel Qualifier di marzo.

TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Bologna, Marco Landi

Data articolo: Sun, 22 Sep 2019 11:55:54 +0000
Nazionali Baseball
Italia sconfitta dalla Spagna, ma ancora in corsa per Tokyo 2020

L’Italia cede 4-3 alla Spagna al termine di un’ennesima partita giocata concedendo in avvio punti agli avversari. È ancora una volta Chris Colabello a innescare il tentativo di recupero, che si ferma a una lunghezza, nonostante diverse siano le occasioni maturate nel corso della gara, che registra 9 corridori lasciati in base. L’ultima partita del Torneo di Qualificazione Olimpica, anticipata alle 12 di domenica, mette di fronte agli Azzurri gli eterni rivali del Regno dei Paesi Bassi e potrebbe ancora significare, per entrambe, l’accesso al Last Qualifier di marzo a Taiwan.

Gerali cambia parecchio nella formazione che mette in campo contro la Spagna, schierando in campo esterno, da sinistra destra, Drew Maggi, Andreoli e Reginato, con Epifano in terza, Mazzanti in prima e Chris Colabello che, maschera protettiva in kevlar realizzata a tempo di record da Enrico Campari indossata a protezione del naso rotto nel colpito di ieri sera, vince la sua ‘battaglia’ personale con lo staff per essere in campo e occupa il suo terzo spot del lineup come battitore designato. Beau Maggi è incaricato di ricevere i lanci di Murilo Gouvea.

Squadra ‘visitor’, l’Italia affronta Antonio Noguera , in un duello tutto ‘bolognese’ sul monte, con le veloci eliminazioni di Drew Maggi e Vaglio, seguite da un contatto altissimo di Colabello che l’interbase Rodriguez perde; lo slugger azzurro, però, va in corsa un passo oltre la seconda base e, dopo la verifica televisiva chiesta dagli Iberici, è chiamato terzo out.

La Spagna va sul tabellone al primo attacco: dopo l’out di Beltre, Valerio riceve 4 ball e Angulo batte un singolo, Ustariz alza un pop siderale su Vaglio, poi Galvan, dopo 10 lanci, vince il duello con Gouvea e batte a casa l’1-0 segnato da Valerio, che sarebbe eliminato sul tempo dall’assistenza di Drew Maggi, non trattenuta però nel guanto dal fratello, prima della palla in diamante di Martinez, ben difesa dal partente azzurro.

Mazzanti batte un doppio lungo il foul di sinistra in apertura della seconda ripresa, ma lì resta a causa dei pop praticamente gemelli alzati sul prima base da Reginato e Andreoli, mentre sulla volata di Cecchini verso l’angolo sinistro è bravo Galvan a raccogliere in corsa.

Monzon è il primo corridore in base del secondo attacco spagnolo, per ball, ruba al primo lancio su Ochoa, che poi è strikeout, arriva in terza su lancio pazzo, e segna il 2-0 sul batti e corri di Rodriguez che buca la difesa avanzata di Mazzanti. L’aggressività spagnola sulle basi paga ancora: Rodriguez ruba mentre Beltre è nel box e arriva in terza per l’errore di tiro di Beau Maggi, pronto a siglare il 3-0 con la volata di sacrificio del compagno. Epifano gestisce poi bene la legnata Valerio, terzo out.

A inizio terzo, dopo il K di Beau e la lunga volata preda di Monzon di Reginato, Drew Maggi infila un doppio lungo la linea di sinistra, ma Noguera ha la meglio sul suo capitano in maglia UnipolSai Bologna e Vaglio è il terzo out, anche lui al volo da Monzon.

Nella parte bassa dell’inning, la Spagna raccoglie un innocuo singolo di Ustariz, mentre nel quarto attacco Chris Colabello mette l’Italia sul tabellone con un lunghissimo fuoricampo che si perde fra gli alberi parecchio oltre la recinzione di sinistra, ma i compagni che lo seguono nel box producono 3 volate praticamente gemelle per altrettante agevoli eliminazioni.

Dopo il quarto attacco da 3 su-3 giù della Spagna, Cecchini batte valido a destra e arriva in terza sulla difficile presa a terra di Angulo che elimina Beau Maggi. Epifano picchia abbastanza lungo a destra perché le gambe dell’interbase azzurro garantiscano il secondo punto all’Italia. Drew Maggi ‘cammina’ e convince Sojo a cambiare Noguera con Daniel Alvarez, il quale ottiene dalla mazza di Vaglio l’ennesimo pop.

Gouvea otterrebbe 3 out di fila anche nel quinto, ma al guanto di Drew Maggi sfugge la volata di Angulo, accreditato di un doppio, e per il partente è tempo del cambio con 5 valide e 3 punti a carico, 2 basi e 3 K in 4.2, sostituito da Matteo Bocchi, il quale è accolto da Ustariz con un doppio che sfiora la terza base a vale alla Spagna il 4-2, prima della debole battuta in diamante di Galvan. Colabello e Andreoli sono le illustri vittime al piatto di Alvarez del sesto turno, seguiti da 3 out in fila da parte della difesa azzurra.

Cecchini difende bene il turno e con 2 strike tocca il secondo singolo della sua serata in campo destro; turno molto accorto anche per Beau Maggi, che ‘lima’ la base sul conto pieno; il bunt di Epifano resta troppo vicino al piatto e Cecchini è fulminato in terza da Ochoa; Drew Maggi batte valido a sinistra e manda il fratello a segnare il 4-3, ma Vaglio, strikeout, e Colabello, palla su Rodriguez, non riescono a dare seguito all’attacco azzurro.

Nel settimo, con 2 fuori, Valerio è colpito e Angulo batte un singolo sulla seconda base; Gerali va prendersi Bocchi e inserisce Alex Bassani per affrontare Ustariz; il rilievo vince il duello sul ‘nettunese’ facendogli battere alto sulla testa di Andreoli.

Dopo la base per ball, Mazzanti è sostituito a correre da Poma, Reginato esegue il bunt, ancora molto vicino al piatto, ma questa volta l’assistenza di Ochoa in seconda è fuori bersaglio ed entrambi i corridori sono salvi, ma Alvarez mette in fila 3 out con Andreoli e Cecchini che restano al piatto e Mineo, entrato per Beau Maggi, che alza una volata al centro.

Con Drew Maggi in prima, Poma a sinistra e Mineo dietro il piatto, la difesa azzurra ottiene 3 rapidi out e affronta il nono con Epifano, prima vittima al piatto di Fernando Baez, compagno di squadra con la casacca del San Marino. Drew Maggi ‘cammina’ con 4 ball, quindi Vaglio è il secondo out, al volo dal nuovo esterno destro Franco; tutte le speranze sono ancora una volta nella mazza di Colabello, al quale, stavolta non riesce il miracolo e tocca su Rodriguez, che assiste in prima per suggellare il terzo out e la seconda sconfitta consecutiva dell’Italia.

Entrambe le squadre inscenano poi un teatrino di frustrazione, svuotando i dugout e incontrandosi sulla terra rossa per una rissa che potevano risparmiare a loro stesse e al pubblico.

La minaccia costituita dalle previsioni meteo ha portato la WBSC ad anticipare tutte le partite di domani: alle 12 per l’Italia lo scontro, ancora una volta cruciale, vista anche la notizia proveniente da Bologna della sorprendente sconfitta di Israele ad opera della Repubblica Ceca, con il Regno dei Paesi Bassi, inizialmente previsto al ‘Gianni Falchi’ per le 20. Stessa ora anche per Israele-Sud Africa, seguita da Spagna-Repubblica Ceca. Alle 16. A Parma.

TABELLINO

PHOTOGALLERY

L'INTERVISTA AL PRESIDENTE FEDERALE ANDREA MARCON

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Parma, Marco Landi

Data articolo: Sat, 21 Sep 2019 19:24:12 +0000
Campionati softball
Bussolengo vince il settimo Scudetto della sua storia

Basta un solo match point. Con il 7-3 finale in gara 3 lo Specchiasol Bussolengo completa lo sweep contro l'MKF Bollate e conquista l'Italian Softball Series 2019, che vale per il settimo Scudetto della storia delle venete, il quarto negli ultimi cinque anni. MVP della serie è stata nominata Nerissa Myers, decisiva nel box di battuta con due fuoricampo e sei RBI.

La sfida tutta azzurra tra Greta Cecchetti e Veronica Comar comincia, sulla carta, ancora in favore di Bollate, ma con vivido nella mente ancora il complete game shutout con cui solamente sette giorni fa Comar pietrificava il campo lombardo. Per la seconda volta in questo settembre si è confermata vincente la lanciatrice di Bussolengo, mentre Cecchetti ha mostrato - seppur confermando la maggior potenza (8-0 il confronto tra gli strikeout) - difficoltà nel trovare le giuste contromisure al lineup scaligero.Nerissa Myers, MVP dell'ISS 2019 (MG-Oldmanagency)

Nella prima ripresa Bollate comincia subito forte con il doppio da leadoff di A.J. Andrews, ma l'esterno statunitense prodotto di Lousiana State University finisce poi out a casa (sorte toccata nelle prime due partite a Fama e Lara Cecchetti) vanificando l'ottimo avvio offensivo. Più freddezza lo mostra invece l'attacco di Bussolengo, che apre riempiendo le basi senza alcun out e consegnando a Marta Gasparotto - 0/6 nella serie sino a quel momento - la possibilità di essere decisiva: l'interbase neroverde batte un singolo al centro e porta a casa i primi due punti della partita, che aumenteranno poco dopo.

È infatti la seconda ripresa quella che cambia definitivamente la sfida: Bollate lascia ancora un corridore in posizione punto dopo il doppio per regola di Perricelli, con la palla persa nella siepe all'esterno, mentre Bussolengo comincia nel medesimo modo della prima frazione, riempiendo le basi senza out (due basi su ball ed un singolo) e concedendo a Nerissa Myers la possibilità di ipotecare il premio di MVP. Il seconda base nazionale britannica trova un singolo a destra per spingere a casa altri due punti, mentre dopo di lei battono valido anche Gasparotto (un RBI) e Evans (2 RBI); una vera e propria doccia fredda per Bollate sotto 7-0 dopo solo due inning.

Veronica Comar Bussolengo lanciatore vincente delle ISS (MG-Oldmanagency)Da quel momento le lombarde tentano di cambiare marcia, con Cecchetti che in pedana di lancio prende maggiormente le misure e non consentirà altri punti all'attacco veneto, ma soffrendo nel costruire punti contro Comar e la difesa avversaria. Il primo punto arriva nel quarto inning, con l'RBI di Lara Cecchetti a concludere un filotto di tre valide consecutive, ma non riuscendo a produrre ulteriori punti per via del doppio gioco confezionato interamente da Vonk.
Nella quinta frazione Bollate segna invece altri due punti, colpendo tre valide e portando a casa i corridori con il singolo di Fama e la volata di sacrificio di Parisi, portando Montvidas a togliere la propria lanciatrice per inserire Beatrice Zappa (che conquisterà la salvezza) - avversaria che lascia troppo poco tempo alle rossoblu di studiare i suoi lanci, chiudendo 2.2 inning senza subire punti.

La rimbalzante di Parisi verso Myers è l'ultima azione del campionato 2019, che incorona ancora una volta Bussolengo e rimanda nuovamente la corsa allo Scudetto numero tredici per Bollate, che non riesce invece nella doppietta Premiere Cup-Scudetto. 

Data articolo: Sat, 21 Sep 2019 17:59:31 +0000
Federazione
Il Consiglio Federale candida l’Italia all’organizzazione dell’Europeo Softball 2020

Il Presidente Andrea Marcon ha iniziato la seduta del Consiglio Federale FIBS con le congratulazioni ufficiali alla Nazionale di Softball, qualificatasi in luglio a Utrecht per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Le comunicazioni del Presidente sono proseguite con l’Europeo di baseball, appena conclusosi, che ha portato l’argento ed è stata una competizione positiva, dedicata anche a preparare il Torneo di Qualificazione Olimpica in corso in questi giorni.

Il Presidente Marcon ha confermato la scelta, concordata con il CONI, della Città di Sendai quale sede ufficiale del raduno ufficiale pre-olimpico di preparazione della delegazione FIBS.

Presentati i dati d’ascolto delle produzioni audiovisive diffuse ad oggi, sia quelle di TV lineare, con la Qualificazione Olimpica di Softball su Sky e le Italian Baseball Series su Rai Sport, sia quelle riservate al canale YouTube FIBSChannel. Le trasmissioni televisive sono completate dal Torneo di Qualificazione Olimpica di Baseball di Parma e Bologna, ancora su Rai Sport, fra lineare e web. Il Presidente ha illustrato come gli accordi con le due primarie emittenti televisive siano stati raggiunti grazie all’iniziativa e all’impegno della FIBS e alla concessione dei diritti alla medesima da parte della WBSC, per garantire a tutti gli appassionati di potere seguire le discipline con commento in italiano e al tempo stesso utilizzare l’occasione degli eventi ‘premium’ per conquistarne di nuovi, come i primi dati d’ascolto lasciano intendere, avendo gli eventi di baseball e softball superato in entrambi i casi le medie precedenti, con un ascolto di 21.000 per Italia-Gran Bretagna di softball del 27 luglio su Sky Sport Arena e 52.000 su Rai Sport HD per UnipolSai Bologna-Parma Clima del 16 agosto, con 713.700 contatti.

Confermata l’intenzione di strutturare l’attività Baseball5, assecondando il progetto che la WBSC sta lanciando a livello internazionale.

Alla seduta era presente Alberto Mazzanti, Presidente della AIBxC, l’Associazione Baseball Giocato da Ciechi, che ha illustrato l’edizione 2019 della Mole’s Cup, in programma il 5 e 6 ottobre sul campo dell’Acquacetosa di Roma, che, grazie al supporto concreto della FIBS e del CIP, vedrà all’opera, oltre a Italia, Germania e Francia, anche le rappresentative di Cuba, New York e una formazione di Pakistani residenti a Manchester.

La seduta si è interrotta con un applauso del CF alla notizia che Chris Colabello ha espresso il desiderio di scendere in campo contro la Spagna in serata, dopo essere stato colpito al volto da un lancio nella gara contro Israele.

Nell’ambito dell’Attività Federale, ratificati le ultime affiliazioni e gli aggiornamenti delle prime procedure annuali in vista della stagione 2020, è stato deciso di proporre la candidatura di Giulia Villirillo per la Commissione Tecnica ESF.

Il CF ha votato il mandato al Presidente di inviare la candidatura dell’Italia per l’organizzazione del Campionato Europeo di Softball 2020.

Deliberato un contributo di 2.000 euro per le Società che sostengono trasferte da e per le isole maggiori per le fasi finali giovanili e per il viaggio particolarmente impegnativo, dalla Sardegna alla Sicilia in 2 tappe, dello Yellow Team Sassari.

La prossima riunione del Consiglio FIBS è fissata per il 24 ottobre, alle 17, in videoconferenza.

da Parma, Marco Landi

Data articolo: Sat, 21 Sep 2019 09:09:31 +0000
Campionati softball
A2 softball: la Sestese gioca il match point

Si chiude tra sabato 21 e domenica 22 la serie per la promozione in A1 tra Sestese e Monzesi New Bollate, la squadra toscana è avanti 2-0 e può giocarsi in casa tutti i match point a disposizione.

Il calendario prevede gara 3 alle 12.00 ed a seguire (se necessario) gara 4 45 minuti dopo la fine, l'eventuale gara 5 è in programma domenica alle ore 11.00.

Sarà possibile seguire le partite tramite play by play predisposto come sempre dal CNC.

 

 

 

Data articolo: Sat, 21 Sep 2019 06:21:31 +0000
Nazionali Baseball
L’Italia spreca troppo e il finale è tutto di Israele

L’Italia s’inchina dopo sette riprese equilibrate a Israele, che resta così l’unica squadra a punteggio pieno del Torneo di Qualificazione Olimpica Europa/Africa. Incassato il fuoricampo da 2 punti di Rickels al quarto, gli Azzurri pareggiano nell’inning successivo con il doppio di Colabello, ma l’uscita del partente Luis Lugo, all’ottavo, apre le porte alla fuga della formazione israeliana, che produce un big inning da 6 punti e blinda definitivamente il risultato sul 2-8.

La formazione che affronta Israele, rispetto a quella di 24 ore prima, vede Poma in campo al posto di Reginato, nono nel lineup, e Luis Lugo sul monte di lancio.

Il giovane mancino azzurro si libera velocemente dei primi 3 battitori che affronta nella parte alta del primo inning, mentre le mazze dell’Italia iniziano la gara cantando sui lanci veloci di Gabe Cramer (tutt’altro che dominante contro la Germania all’Europeo): prima quella di Maggi, che incoccia una lunga volata al centro che Gailen, profondissimo, raccoglie al volo, poi Vaglio, che ottiene un singolo rompendo il bastone, quindi Colabello, che picchia un doppio ‘in piedi’ nell’angolo sinistro del campo, ma né Mazzanti, pop in diamante, né Mineo, con una rotolante verso la prima base, trovano il colpo per sbloccare il punteggio.

Rickels inaugura la seconda ripresa con la base per ball, ma è poi eliminato in seconda da Vaglio che raccoglie spalle al piatto la battuta di Paller e serve a Cecchini la prima eliminazione; Lugo si occupa poi di lasciare la piatto Kelly e Wanger.

Andreoli interrompe il digiuno con un picchione contro le reti e una corsa fulminea che gli vale un triplo, ma ancora una volta gli Azzurri restano a bocca asciutta, con gli strikeout di Cecchini e Poma, inframezzati dal pop sul prima base Wanger di Celli.

Primo uomo in base anche nel terzo per Israele, Rosenbaum con un singolo lungo la linea di foul di destra, vanificato dal K incassato da Penprase e dal doppio gioco che Vaglio e Cecchini estraggono dalla battuta di Glasser. Nulla di fatto nella ripresa nemmeno per l’Italia, che mette a referto solo la base per ball di Vaglio.

Nel quarto, con Gailen strikeout, Valencia, curato con particolare attenzione, va in base per ball, ma è poi Nicholas Rickels che sblocca la partita con un fuoricampo a sinistra, seguito dalla volata su Celli di Paller e dallo strikeout di Kelly.

Provano a reagire subito gli Azzurri con Mineo in base per ball, ma Andreoli alza in diamante il primo lancio e Cecchini che, dopo avere battuto il terzo fuoricampo in foul di un soffio in 2 partite, finisce al volo dall’esterno sinistro Paller dopo un duello di 10 lanci. Per affrontare Celli, Israele manda sul monte Zach Weiss, che raggiunge il suo scopo lasciando al piatto l’esterno centro azzurro.

Lugo mette in carniere altri 3 veloci out e 2 K nel quinto inning, la cui fase offensiva è inaugurata da Poma e Maggi con 2 basi per ball consecutive; Vaglio tenta 2 volte il bunt, senza successo, finendo poi vittima dello slider di Weiss; Chris Colabello, che prima gira violentemente dietro la tribuna 2 foul, mette la sua firma sulla partita allungando le braccia sul terzo lancio e ricavandone il doppio che rimette le squadre in parità. Mazzanti e Mineo sono i successi personali numero 3 e 4 del rilievo israeliano.

Il sesto s’inaugura col K di Glasser, Gailen è quindi graziato su un pop in foul che Maggi sfiora col guanto, per poi battere in bocca Vaglio, seguito Valencia che tocca una debole rotolante su Colabello.

Andreoli apre il turno azzurro camminando, quindi Cecchini è al volo da Kelly e Poma conquista a sua volta la base con un turno caparbio, sul quale Andreoli aveva rubato la seconda; dopo una veloce visita, Weiss è confermato per affrontare Maggi, il quale, dopo una linea oltre la linea di destra che aveva regalato dolci illusioni al bel pubblico di Parma, finisce preda del guanto di Gailen.

Lugo prosegue nel settimo il suo ottimo lavoro, liberandosi dei 3 battitori in sequenza e ‘compiendo’ il centesimo lancio della serata. Israele presenta invece il suo terzo lanciatore della serata, Jonathan De Marte, che incassa un singolo da Vaglio, poi colpisce Colabello con un lancio che gli rimbalza sulla spalla sinistra e toglie letteralmente di testa allo slugger azzurro il caschetto, finendogli sul naso e costringendolo a lasciare il terreno di gioco, sostituito a correre da Beau Maggi. Mazzanti, chiamato al bunt, lo esegue lungo la linea di sinistra e ottiene alla perfezione lo scopo di fare avanzare i corridori in terza e seconda, ma ancora una volta l’Italia resta a bocca asciutta con Mineo e Andreoli che rimangono entrambi al piatto e raggiunge la doppia cifra di corridori lasciati in base.

Con Mazzanti a difesa del cuscino di prima base, il primo battitore dell’ottavo inning, Wanger, è colpito da Lugo, che scende qui, con 2 valide, 2 punti, 2 basi ball e 9 K a ruolino in 7.0, sostituito da Pat Venditte, il rilievo ambidestro fresco reduce dalla vittoria del Triplo A con i suoi Sacramento River Cats. Rosenbaum esegue il bunt di sacrificio e sposta avanti il compagno, che un lancio pazzo fa arrivare fino in terza. Anche Glasser mette palla a terra, mentre Wanger scatta verso casa; la palla, colpita duro, è raccolta da Mazzanti in corsa, ci sarebbe il tempo per l’out a casa, ma l’azzurro la perde nell’impugnarla e tutti i corridori sono salvi, mentre entra il terzo punto. Dopo il secondo out, Gailen al volo, Israele dilaga: Valencia batte sul piede di Venditte, la palla devia ed è impossibile da giocare per Cecchini. Rickels ottiene in campo destro la terza valida della sua squadra nella partita e spinge a casa il 2-5. Paller, colpito, riempie di nuovo le basi e porta alla nuova sostituzione sul monte dell’Italia, con l’ingresso di Michael Johnson, accolto dai singoli di Kelly e Wanger che portano il definitivo 2-8.

A Bologna, intanto, il Regno dei Paesi Bassi supera 6-2 la Spagna, avversaria di domani dell’Italia, alle 20:00, sempre a Parma, mentre Israele è atteso a Bologna dalla Repubblica Ceca lungo la sua, a questo punto apparentemente in discesa, Road to Tokyo

TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Parma, Marco Landi

Data articolo: Fri, 20 Sep 2019 19:14:54 +0000
Nazionali Baseball
Il ‘secondo tempo’ di Sud Africa-Italia sorride agli Azzurri

L’Italia vince largo l’incontro che sembrava non voler finire mai con il Sud Africa, primo impegno di calendario del Torneo di Qualificazione Olimpica 2019. Dopo i 5 inning di mercoledì e la sospensione sul 4-4, la ripresa di venerdì costringe le squadre all’extra-inning ed è proprio al tie break che, con la mazza di Chris Colabello a suonare la carica e il fuoricampo di Federico Celli, gli Azzurri volano di potenza fino al 4-10 finale.

Con lo strikeout di Mineo ‘ereditato’ dalla prima parte della gara disputata mercoledì e interrotta per pioggia, il Sud Africa propone sul monte, per la matinée fuori programma il sempiterno Darryn Smith, classe 1975, opposto ad Andrea Pizziconi, schierato da Gilberto Gerali per il completamento dell’impegno. Vaglio e Cecchini sono velocemente eliminati, mentre Robb dà la sveglia alla mattinata con il primo singolo, che non ha però conseguenze.

Celli è il primo out del settimo, con un pop preso in corsa dall’esterno sinistro, seguono la base di Andreoli e il singolo in terra di nessuno, sempre a sinistra, di Poma. La volata di Maggi al centro consente il pesta-e-corri di Andreoli, che arriva in terza. Botha perde dietro il piatto un lancio a terra di Smith e Poma si porta in seconda, mentre non c’è modo per Andreoli di tentare la corsa a casa. L’azione suggerisce la base intenzionale a Colabello e i sacchetti si riempiono, ma a Mazzanti, dopo 2 foul e un ball, è chiamato il K su un lancio che il DH azzurro lascia passare, giudicandolo esterno.

Pizziconi colpisce al caschetto Botha, primo battitore del settimo turno sudafricano, che non subisce conseguenze e si porta in prima, avanzando poi sul bunt di sacrificio di Jonathan Phillips. Esce a questo punto Pizziconi, sostituito da Yomel Rivera; Ebersohn tocca duro in diamante, ma Vaglio blocca bene in back end e assiste a Colabello per la seconda eliminazione, quindi Willemburg è la prima vittima personale del mancino azzurro.

L’ottavo è improduttivo per entrambi gli attacchi, con da registrare il singolo del primo battitore sudafricano, Bouillon, al quale fanno seguito 2 strikeout di Rivera e una facile rimbalzante su Vaglio di Benjamin Smith.

Il nono inizia con il colpito di Celli, che Andreoli porta in seconda con un bunt di sacrificio perfettamente toccato verso la prima base; dalla mazza di Poma escono prima una secca linea che taglia la prima base, foul di una spanna, quindi una corta rimbalzante verso la terza che costa il secondo out, ma fa avanzare Celli; arriva a questo punto il cambio di Darryn Smith con Robert Lewis-Walker, chiamato ad affrontare il solo Drew Maggi, che finisce il suo turno alzando un pop per il guanto di Ebersohn.

L’Italia va per la nona difesa con Matteo Bocchi in pedana, il quale esordisce intercettando la linea di Anthony Phillips e assistendo a Colabello per il primo out; arrivano poi lo strikeout di Botha e la battuta di Jonathan Phillips in bocca a Maggi che aprono le porte al tie-break.

Il decimo inizia con un nuovo pitcher per il Sud Africa, Bradley Erasmus, Poma in seconda, Maggi in prima e Chris Colabello nel box, il quale indirizza sul sacchetto di seconda un singolo che buca la difesa avanzata degli interni sudafricani e muore lentamente nell’erba dell’esterno centro, consentendo a Poma di segnare il vantaggio azzurro e a Maggi di arrivare in terza, pronto per correre a pestare il piatto per il 4-6 con la volata di sacrificio a sinistra di Mazzanti. Mineo batte sulla prima base ed è il secondo fuori mentre Colabello avanza in seconda. Vaglio batte un singolo verso Anthony Phillips e manda in crisi la difesa sudafricana: l’interbase tira male in prima e il prima base assiste altrettanto male a casa per tentare di eliminare Colabello, che segna in scivolata. Il singolo di Cecchini prepara il terreno per la lunghissima legnata di Federico Celli, che scavalca la rete di centrocampo e fa volare l’Italia sul 4-10, mettendo un’ipoteca enorme sulla partita.

Come ieri sera contro la Repubblica Ceca, il monte dell’ultima difesa è affidato a Filippo Crepaldi, che se la cava in 4 lanci. Il closer affronta Ebersohn con Jonathan Phillips in seconda e Botha in prima; sul conto di 1 ball e 2 strike, Ebersohn spizza la palla che si ferma appena dentro il campo, in territorio buono; il tempo sembra fermarsi per un attimo con la palla in mano a Mineo, il quale, in assenza di chiamate da parte degli arbitri, assiste a Maggi, che assiste a Vaglio, che assiste a Colabello per un triplo gioco difensivo chiamato dal signor Makouchetchev, che, dopo l’ulteriore momento di pathos garantito dal ‘challenge’ della prova televisiva richiesta dal Sud Africa (per altro non applicabile per la giocata in questione) suggella la partita e la seconda vittoria azzurra del Qualifier.

Italia-Sud Africa sospesa dalla pioggia sul 4-4 al quinto inning

TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Parma, Marco Landi

 

Data articolo: Fri, 20 Sep 2019 09:22:52 +0000
Campionati softball
Italian Softball Series, a Bussolengo si decreterà la vincitrice

Tre match point davanti al proprio pubblico. Sembra tutto in discesa per lo Specchiasol Bussolengo, avanti 2-0 contro l'MKF Bollate nell'Italian Softball Series dopo le due vittorie di sabato ottenute in territorio lombardo, ma quell'importante tassello la compagine scagliera dovrà guadagnarselo sul campo, contro Bollate attesa da tre sfide win-or-die consecutive.

Il giudizio del diamante nelle prime due gare è stato secco, forse anche a sorpresa: dopo i risultati della Premiere Cup ed il diverso svolgimento delle due semifinali scudetto sembrava Bollate la squadra che si presentava meglio all'ultima serie di playoff, invece Bussolengo è stata in grado di gestire meglio la guerra di nervi con l'avversario, capitalizzando spesso con l'elemento più caldo del proprio lineup – Nerissa Myers, autrice di due fuoricampo. D'altro canto alla squadra del manager Soldi è mancata proprio la freddezza nei momenti più importanti: 14 sono stati i corridori lasciati in base da Bollate, a fronte di un solo punto segnato durante l'unico blackout della difesa neroverde.

Montvidas, che potrebbe diventare il primo manager a vincere due ISS consecutive dai tempi del dominio casertano di Enrico Obletter, ha invece ritrovato di colpo la sua miglior squadra nel momento decisivo: Veronica Comar è stata strepitosa nel tener testa, e sconfiggere, Greta Cecchetti nonostante la netta differenza di strikeout lanciati (1 contro 11), mentre in gara 2 la coppia Aucoin-Dreswick ha confermato il vantaggio che le venete hanno nel poter disporre di due lanciatrici straniere contro la sola Show in casa bollatese. Se a questo si aggiunge che il lineup di Bussolengo per almeno sei unità è composto da giocatrici capaci di poter trovare la big hit in ogni momento sembra davvero difficile ipotizzare uno scenario in cui le neroverdi, con un record di 20-3 tra campionato e playoff tra le mura amiche, possano perdere tre partite consecutivamente.

Se Bollate ha motivo di sperare è però dovuto al fatto che nelle prime due parite le lombarde non sono state surclassate su ogni piano, ma anzi, hanno spesso avuto occasioni per segnare (comprese due eliminazioni a casa base) e hanno generato diverso gioco, andando solo ad alcuni dettagli dal portare la serie a Bussolengo con tutt'altro punteggio. Il ritorno di Amanda Fama all'interno dell'infield è stata sicuramente una nota lieta per Soldi, uno dei pochi manager quest'anno a vincere una partita sul campo della provincia veneta e l'unico ad aver sconfitto le neroverdi ben quattro volte (due in regular season e due in Premiere Cup).

C'è anche un precedente che può dare relativa speranza a Bollate: solo una volta da quando esiste il sistema di playoff una formazione ha ribaltato uno 0-2 nell'Italian Softball Series. Correva l'anno 2002 e Forlì riuscì nell'impresa, proprio contro Bussolengo – anche se in quel caso le romagnole sbaragliarono davanti al proprio pubblico.

Per sapere se Bussolengo riuscirà a conquistare il proprio settimo scudetto, il quarto negli ultimi cinque anni, o se Bollate compirà l'impresa più grande della storia del campionato italiano l'appuntamento è per sabato 21 alle ore 17, con l'eventuale gara 4 a seguire e gara 5 domenica 22. Tutte le partite saranno trasmette in diretta sul canale YouTube FIBS Channel con la telecronaca di Nicolò Gatti ed il commento tecnico a fine gara di Daniela Castellani.

Data articolo: Fri, 20 Sep 2019 07:38:35 +0000
Nazionali Baseball
L’Italia mette in carniere la prima vittoria delle Qualificazioni Olimpiche contro la Repubblica Ceca

L’Italia di Gerali regola la pratica Repubblica Ceca per 5-1 sul diamante di Bologna, recuperando dopo l’immediato svantaggio del primo inning, in una partita giocata in modo spettacolare da entrambe le difese e decisa dal fuoricampo da 3 punti di Chris Colabello al terzo inning, difeso in modo perfetto dal monte italiano che, con il partente Palumbo e i rilievi di Pugliese e Crepaldi, non ha concesso altre segnature, pur subendo una valida in più.

Dopo il cerimoniale del primo lancio eseguito da Nicoletta Mantovani, giocatrice di softball a Bologna negli anni 80, circondata da alcune delle compagne di squadra dell’epoca, l’Italia, che ha ormai abituato il suo pubblico a partenze problematiche, in questo cruciale mese di settembre, anche contro la Ceca prosegue la serie, quando il primo battitore del primo inning, Martin Schneider, picchia il terzo lancio di Angelo Palumbo verso il palo di foul di sinistra, centrando un doppio che si trasforma anche nel primo punto della gara, con l’avanzamento in terza sulla volata di Hejma e la battuta di Cervenka su Cecchini, che lo elimina, ma non può impedire la corsa a casa; il singolo di Cech rimane poi infruttuoso con la terza eliminazione di Malik.

La reazione, questa volta, è immediata, con Drew Maggi che inaugura l’attacco con un singolo, Vaglio colpito e, dopo la doppia rubata, la volata di sacrificio di Colabello che rimette le squadre in parità.

Ancora primo uomo in base per i Cechi, Muzik, poi 3 out in fila per Palumbo.

Il secondo inning offensivo degli Azzurri parte a sua volta con una valida, anche se il pop in diamante di Andreoli doveva essere destinato a una facile eliminazione che terza base e catcher avversari, nell’indecisione su chi dovrebbe incaricarsene, lasciano cadere a terra; i millimetri del campo restituiscono con gli interessi il favore, quando la lunga legnata di Cecchini finisce in foul di pochissimo, sottraendogli di un soffio il fuoricampo, dopo di che, anche per l’Italia, arrivano 3 out in sequenza.

Nella parte alta del terzo, la Repubblica Ceca raccoglie la base di Hejma, sulla cui rubata arriva poi anche il terzo out per l’interferenza di Cech sull’assistenza di Mineo.

Ci sono 2 Azzurri in base, Maggi per ball e Vaglio per colpito, fra l’altro da una palla che schizza poi molto vicina al caschetto, quando Chris Colabello inaugura la casella personale dei fuoricampo nella competizione, sparando il secondo lancio di Chroust oltre la recinzione di sinistra e mandando a referto altri 3 RBI; anche Mazzanti batte valido, ma Mineo tocca nel guanto di Cervinka, nuovo terza base ceco, e Andreoli serve all’interbase Schneider la palla del doppio gioco che chiude l’inning.

Dopo un quarto inning in cui il solo Cecchini raggiunge il sacchetto di prima con 4 ball, nel quinto è ancora un doppio gioco, Cecchini-Vaglio-Colabello che chiude l’attacco ceco, quindi quello azzurro si avvia coi singoli di Maggi e di Vaglio e, dopo il cambio sul monte ceco, con l’ingresso di Petr Minarik, prosegue con l’ennesima doppia eliminazione della partita sulla battuta di Colabello, mentre Maggi arriva in terza e, subito dopo, a casa base per il 5-1 con il singolo al centro di un puntuale Peppe Mazzanti.

La ‘guerra’ dei doppi giochi prosegue nel sesto inning, quando, con 1 fuori, Cervenka batte un doppio nell’angolo sinistro del campo, Cech tocca un singolo al centro che manda il compagno in terza e la difesa azzurra risolve i problemi con la ‘doble matanza’ innescata da Maggi, che raccoglie la battuta di Malik e la serve a Vaglio che fa perno sulla seconda.

Italia a secco nella parte bassa del sesto, mentre il singolo di Muzik, primo uomo del settimo, porta la sostituzione di Palumbo (7 valide, 1 punto, 1 base, 2 K in 6.0) con Nick Pugliese, subito toccato in valido da Cervinka che spinge Muzik in terza. Dubovyresta al piatto, mentre Cervinka ruba; il rilievo di Bologna mette 2 strikeout in fila, quindi dopo la ‘camminata’ di Schneider che riempie le basi, 3 ball consecutivi e 1 strike, fa alzare a Hejma una comoda volata sulla testa di Reginato

La Ceca presenta nell’ottavo inning il suo secondo rilievo, Jan Tomek, che elimina Colabello, quindi subisce la terza valida (su 4) della serata di Mazzanti, poi sostituito a correre da Epifano, il quale arriva in seconda con il singolo di Mineo; le basi si riempiono con i 4 ball di Andreoli, ma l’ingresso di Poma non porta punti per gli Azzurri.

Gerali affida il nono inning difensivo a un altro campiona d’Italia con Bologna, Filippo Crepaldi, il quale, con 3 strikeout e il singolo concesso a Vavrusa, mette il sigillo alla prima vittoria azzurra

Domani la Nazionale è attesa da un importantissimo doppio impegno a Parma, prima il completamento della partita contro il Sud Africa (alle 11, con diretta su Rai Sport Web), quindi, alle 20, la sfida all’imbattuto Israele, che con il sonoro 8-1 di stasera al Regno dei Paesi Bassi, si candida fra le favorite nella corsa verso Tokyo.

TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Bologna, Marco Landi

Data articolo: Thu, 19 Sep 2019 18:53:45 +0000
Nazionali Baseball
L’Olanda supera la Repubblica Ceca mentre Israele sgambetta la Spagna

Prima della sospensione per pioggia di Sud Africa-Italia, le altre squadre in lizza al Torneo di Qualificazione Olimpica avevano già incrociato le mazze e concluso i loro impegni della prima giornata, mandando in archivio anche quella che si può definire la prima sorpresa.

Il Regno dei Paesi Bassi la spunta contro una coriacea Repubblica Ceca, affidandosi ai lanci di Yntema, che concede solo il punto del temporaneo pareggio al quarto, dopo la segnatura dei suoi nella prima ripresa, e alle battute risolutive dei soliti Bernadina e Rifaela per il 4-1 finale.

Dal ‘Gianni Falchi’ di Bologna, invece, arriva notizia dell’impresa di Joseph Wagman, autore di una partita completa, shut out da 3 valide e vero eroe d’Israele contro la Spagna, sconfitta 3-0 con 2 punti immediati al primo attacco grazie al fuoricampo di Danny Valencia e a 3 singoli consecutivi al quinto, che valgono la terza segnatura e l’inizio della serie di cambi sul monte degli iberici che schierano anche Alvarez, Noguera e Sacar dopo il partente Sierra.

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

Data articolo: Thu, 19 Sep 2019 07:25:49 +0000
Nazionali Baseball
Italia-Sud Africa sospesa dalla pioggia sul 4-4 al quinto inning

L’Italia inizia il suo Torneo di Qualificazione Olimpica a Parma contro il Sud Africa, ma la gara, appena superato il completamento del quinto inning, che la rende omologabile, viene sospesa dal nubifragio che si abbatte sul ‘Nino Cavalli’ quando il punteggio è sul 4-4, rendendo necessario riprenderla da questo momento esatto; il completamento è programmato per le ore 11 di venerdì 20, sempre al 'Cavalli' prima di Repubblica Ceca-Sud Africa e Italia-Israele.

Con un quarto d’ora di ritardo causato dal nubifragio abbattutosi su Parma nel pomeriggio, Sud Africa – Italia non ha l’avvio che ci si poteva aspettare, con i gialloverdi, squadra di casa, che, in men che non si dica, si liberano del primo attacco azzurro con 8 lanci del partente Unsworth, una carriera nelle minor americane, iniziata nel 2010 e l’ultima stagione disputata nella lega venezuelana, con le volate di Andreoli e Poma e il K di Maggi.

Ben più lungo è il turno offensivo contro Alessandro Maestri della rappresentante africana, che riempie le basi con 3 singoli consecutivi, quindi dopo 2 strikeout, segna una prima volta col colpito di Bouillon, quindi si allontana fino al 3-0 con il singolo di Robb.

L’Italia reagisce prontamente, dopo la palla in diamante di Colabello, con valide e un po’ di fortuna: i singoli a seguire di Mazzanti, Mineo e Vaglio, gli ultimi 2 con atterraggio in ‘terra di nessuno’, apparecchiano tutte le basi per il primo turno in azzurro di quest’anno di Gavin Cecchini. L’interbase dei Mets non tradisce le aspettative del pubblico e batte una lunga volata in campo sinistro, un altro singolo che fa entrare i primi 2 corridori, mentre Vaglio si ferma in prima. Celli si accredita  il quinto singolo consecutivo dell’Italia e i sacchetti sono di nuovo pieni quando si ripresenta nel box Andreoli, che tocca sul terza base Jonathan Phillips, il quale elimina Cecchini mentre Vaglio va a casa base per il pareggio; dopo la visita al pitcher sudafricano, lo strikeout di Poma mette fine all’attacco azzurro.

Un singolo di Jonathan Phillips innesca una gran corsa di Smith, passato in base da Maestri e arrivato in seconda sull’out di Anthony Phillips, e manda di nuovo in vantaggio i suoi nella parte bassa del secondo.

Il terzo attacco dell’Italia è di nuovo velocissimo, con il secondo K incassato da Maggi, la battuta sulla terza di Colabello e lo strikeout di Mazzanti, ma questa volta lo è altrettanto quello degli africani.

Il 4-4 è un monumentale fuoricampo di Alberto Mineo, che scaraventa la palla verso il novo tabellone del ‘Cavalli’; dalla mazza di Vaglio esce una ‘texas leaguer’ che gli vale il 2 su 2, ma è poi eliminato in seconda sulla battuta da doppio gioco all’interbase di Cecchini, salvo in prima per errore. Dopo la rubata, Cecchini arriva in terza mentre Celli è eliminato da Anthony Phillips, ma Andreoli è la quinta vittima personale di Unsworth.

Scende Maestri, dopo 5 valide, 4 punti, 2 basi e 5 K in 3.0, ed entra Michael Johnson, che ottiene i suoi primi 3 out con 1 K e 2 facili volate agli esterni.

Mentre la pioggia preannunciata dai lampi comincia a cadere fastidiosa, anche il quinto attacco dell’Italia scivola via senza nulla da registrare se non il singolo di Colabello, impossibile da gestire per Anthony Phillips. Il fratello Jonathan infila un doppio fra il sacchetto di prima e il guanto di Colabello ed è spinto subito in terza dal sacrificio Ebersohn in apertura di quinto attacco, ma lì rimane con lo strikeout di Willemburg e la difficile volata di Bouillon raccolta da Celli.

Inizia appena il sesto attacco italiano, con lo strikeout di Mineo, e l’arbitro capo sospende la partita in modo temporaneo per mezz’ora, che diventa poi definitivo quando è evidente che le condizioni meteo non sono destinate a migliorare, sul 4-4 dopo 5.1.

Venerdì alle 11 si riprenderà da qui.

IL TABELLINO PARZIALE

PHOTOGALLERY

TUTTO SUL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

da Parma, Marco Landi

 

Data articolo: Wed, 18 Sep 2019 19:07:42 +0000
Baseball Giocato da Ciechi
Partita di esibizione Bxc a Parma

In occasione dell’evento della qualificazione olimpica che si terrà a Parma Sabato 21 settembre 2019 e prima della gara Italia – Spagna, il responsabile del Comitato Organizzatore di Quella Città Massimo Fochi unitamente a Vittorio AlbertiBarbara Menoni e Sarwar Ghulam durante un'azione difensivani presidente dei Lions Club Langhirano - TreValli hanno proposto di fare una partita dimostrativa di BXC allo stadio di baseball Cavalli con inizio alle ore 18,00. La LIBCI ringraziandoli per l’opportunità, sarà presente con la squadra Thunder’s 5 Milano (campione d’Italia 2019) che incontrerà una selezione delle squadre dei Lampi Milano, Leonessa BXC e Bologna White Sox. Durante la gara uno speaker illustrerà agli spettatori come si svolge il gioco e coloro che lo vorranno potranno avvalersi anche di volantini distribuiti all’ingresso del campo con la nostra storia e la spiegazione delle regole del BXC (baseball per ciechi).

Data articolo: Wed, 18 Sep 2019 07:57:16 +0000
Nazionali Baseball
Torneo di qualificazione olimpica al via: le novità sul roster e le informazioni su Italia-Sudafrica

Con la sfida fra Regno dei Paesi Bassi e Repubblica Ceca (play ball alle ore 13:30), prende il via il torneo di qualificazione olimpica della zona Europa-Africa, che assegnerà un posto ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. 

Italia Baseball debutterà alle ore 20 contro il Sudafrica  al "Nino Cavalli" di Parma, mentre si giocherà Israele-Spagna a Bologna.

CALENDARIO COMPLETO

La Nazionale azzurra si presenta ai nastri di partenza con due novità rispetto all'Europeo di Bonn conclusosi domenica. Nella rosa azzurra, al posto di Aldo Koutsoyanopulos e Mattia Aldegheri, entrano Gavin Cecchini, interno dell'organizzazione dei New York Mets (.245 media battuta, 3 HR e 21 RBI in 43 partite in triplo A nel 2019), e Pat Venditte, lanciatore ambidestro della franchigia dei San Francisco Giants che ha appena terminato la sua stagione in triplo A (2.85 media PGL in 47.1 inning), vincendo la Pacific Coast League con i Sacramento River Cats, e approderà in Italia giovedì mattina.

I ROSTER DELLE SEI SQUADRE

Per quanto riguarda la sfida al Sudafrica, campioni d'Africa e in cerca del loro secondo pass olimpico della storia (il primo lo hanno ottenuto nel 2000), il partente di Italia Baseball sarà Alessandro Maestri, mentre i sudafricani schierano Dylan Unsworth, lanciatore con un passato in doppio A e triplo A nelle franchigie dei Seattle Mariners e dei Los Angeles Angels.

Come vedere Italia-Sudafrica

Italia-Sudafrica sarà trasmessa in diretta streaming su Rai Sport Web e in differita sul canale Rai Sport+ HD (canale 57) e su Rai Play.

Le altre sfide saranno visibili sulla piattaforma streaming gametime.sport e sul canale YouTube della WBSC.

 

Data articolo: Wed, 18 Sep 2019 07:00:07 +0000
Campionati softball
A2 softball: la Sestese va sul 2-0 nella finale promozione

La prima parte della finale per la promozione nella serie A1 2020 di softball si è conclusa con due vittorie esterne per la Sestese, la squadra di Simona Nava ha espugnato per due volte il campo di Bollate ed ora può giocarsi la promozione in casa il 21 e (se necessario) il 22 settembre.

Nella prima partita la Sestese rompe subito gli indugi e va a segno nelle prime due riprese (2-0) per poi raddoppiare al quarto inning (4-0) sul triplo di Versluis, il New Bollate recupera parzialmente nella quinta frazione (2-4) ma la Sestese chiude i conti al sesto con un big inning da 4 punti, propiziato da 3 valide ed un lancio pazzo.
La squadra di casa prova a recuperare nell'ultima ripresa ma riesce a segnare solo un punto, la gara si chiude 8-3 per le ospiti, Papucci è la lanciatrice vincente e Versluis è la regina del box, 3 su 3 con 3 RBI.

Gara 2 vede opposte in pedana De Weert per le ospiti e Riboldi per il Monzesi, anche stavolta la Sestese parte forte e segna 3 punti in apertura grazie a due singoli (Versluis e Salvatici), un errore ed un walk a basi piene.
Bollate si trova subito ad inseguire, la lanciatrice olandese della Sestese però concede solo una valida nel primo inning, poi domina fino alla settima ripresa quando le padrone di casa sfruttano un errore per segnare l'1-3, ma due strike out  chiudono la contesa.

 

RISULTATI E TABELLINI

 

 

 

 

Data articolo: Tue, 17 Sep 2019 15:03:02 +0000
Nazionali Baseball
Il torneo di Qualificazione Olimpica in diretta su Rai Sport e Rai Play

Concluso il campionato europeo, l'attenzione si sposta sui palcoscenici di Bologna e Parma, dove si terranno le qualificazioni olimpiche della zona Europa/Africa da mercoledì 18 a domenica 22 settembre. La manifestazione, che vedrà la partecipazione di Italia, Regno dei Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Israele, Spagna e Sudafrica, assegna un posto al torneo olimpico di Tokyo 2020 al vincitore, mentre la seconda classificata si qualificherà al Final Qualifier che si terrà il prossimo marzo 2020.

Il percorso di avvicinamento al torneo di qualificazione Europa/Africa è iniziato dalla Sala Farnese di Palazzo D'Accursio, sede municipale della città di Bologna, con una conferenza stampa. Hanno partecipato l'Assessore allo sport del Comune di Bologna Matteo Lepore e Giammaria Manghi (Sottosegretario alla Presidenza giunta regionale Emilia-Romagna), che hanno sostenuto l'allestimento dell'evento e le esigenze del comitato organizzatore con investimenti importanti, Riccardo Fraccari (Presidente World Baseball Softball Confederation), che ha presentato il torneo con le sue novità, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e i responsabili del Comitato Organizzatore Locale di Parma e Bologna Massimo Fochi e Pierluigi Bissa, che hanno illustrato il programma delle attività collaterali e degli ospiti durante il torneo. 

Massimo Fochi, Gilberto Gerali, Pierluigi Bissa, Alessandro Vaglio, Riccardo Fraccari alla fine della conferenza stampa

"Vogliamo che sia una festa a 360 gradi per il nostro movimento" ha dichiarato Fochi, che ha presentato l'iniziativa 'Enjoy Baseball Park', che avrà luogo sui campi del Centro Sportivo "Aldo Notari" di Parma e in cui ci sarà spazio per street food, musica live e tanto intrattenimento. A Bologna si attendono ospiti illustri come Nicoletta Mantovani, vedova del maestro Luciano Pavarotti e ideatrice della 'Fondazione Luciano Pavarotti, icone del baseball bolognese italiano come Alberto Rinaldi e Ricky Matteucci, un campione olimpico di grande prestigio come Alberto Tomba e le selezioni regionali Emilia Romagna della Little League, Junior League e Senior League che hanno partecipato alle rispettive World Series quest'anno. 

Al termine della conferenza stampa sono intervenuti anche il manager dell'Italia Gilberto Gerali Alessandro Vaglio. "C'è ancora rammarico per la partita di ieri, ma siamo pronti per questo torneo. Sarà un livello molto alto e il campo darà il suo verdetto, ma noi faremo del nostro meglio per raggiungere il nostro obiettivo" ha dichiarato il capitano della Nazionale azzurra.

La spedizione azzurra Ã¨ ora diretta verso Parma, dove saranno ospiti della Cooperativa Sociale 'Il Giardino' di Noceto stasera e dove alle 20 Mario Mascitelli andrà in scena con una repolica della sua Piéce tetrale 'L'Ultime Partita' sulla vita di Lou Gehrig, dedicata alla giornata nazionale contro la sla, caduta sabato 14.

Domani, martedì 17, si terrà una seconda conferenza stampa a Parma, mentre alle ore 20, nella sede della Latteria Sociale Moderna di Bibbiano (Reggio Emilia), avverrà la consegna delle divise ufficiali di ciascun giocatore, in diretta su FIBSChannel

Il calendario

Il via alle ostilità è previsto per mercoledì. Italia Baseball, che giocherà tutte le sue partite alle ore 20, inizierà il suo torneo di qualificazione olimpica contro il Sudafrica a Parma. Nel giorno successivo gli azzurri affronteranno la Repubblica Ceca a Bologna, poi venerdì e sabato se la vedranno rispettivamente con Israele e Spagna a Parma. Il gran finale è a Bologna con la sfida infinita contro il Regno dei Paesi Bassi domenica 22 settembre. 

IL CALENDARIO COMPLETO

Orologi e instant replay

Nell'ottica di monitorare la durata delle partite, la WBSC ha deciso di utilizzare degli orologi digitali, visibili dal campo e dal dugout, per alcune fasi della partita.

I roster ufficiali 

Le rose delle squadre saranno ufficializzate domani prima della riunione tecnica pre-torneo.

La copertura televisiva

Le partite degli Azzurri del Torneo di Qualificazione Olimpica, i cui diritti televisivi e la produzione internazionale sono stati messi a disposizione dalla WBSC, saranno trasmesse in Italia dal canale TV Rai Sport (canale 57 del digitale terrestre) e dalla piattaforma streaming Rai Play grazie all'accordo fra l'Ente Telelvisivo di Stato e la FIBS. La piattaforma streaming garantirà la diretta di tutte e 5 le partite dell'Italia, mentre in televisione il programma prevede Italia-Repubblica Ceca e Italia-Olanda in diretta e le altre sfide in differita dalle ore 24. Il programma sul canale TV Rai Sport è soggetto a cambiamento e terremo tempestivamente informati gli appassionati delle eventuali novità. Come per le Italian Baseball Series, il commento sarà condotto da Vezio Orazi, con il supporto di Matteo Gandini e l'autorevole opinione tecnica di Paolo 'Ciga' Ceccaroli, manager della Nazionale Baseball Probabili Olimpici, all'esordio dietro i microfoni della Rai.

Le altre partite del torneo saranno visibili in streaming su gametime.sport oppure sul canale YouTube WBSC.

LA PIATTAFORMA RAI PLAY

IL SITO UFFICIALE DEL TORNEO

da Bologna, Kevin Senatore

Data articolo: Mon, 16 Sep 2019 06:09:17 +0000
Nazionali Softball
Italia sempre prima nel ranking europeo del softball

La ESF (European Softball Federation) ha reso noto il ranking delle squadre nazionali al termine della stagione 2019, sulla base dei risultati ottenuti in tutte le competizioni. La classifica si basa sulle classifiche finale dei campionati europei, comprese le categorie giovanili delle ultime due edizioni di ogni competizione. Pertanto, il ranking riflette le prestazioni delle migliori squadre in ciascun Paese e anche il grado di sviluppo del softball giovanile.

Al top della graduatoria c’è ovviamente, e si conferma rispetto alla passata stagione, l’Italia. Non è cambiata peraltro tutta la Top 5. L'Italia mantiene la sua prima posizione grazie alla vittoria del Campionato Europeo di Ostrava, alla partecipazione con secondo posto al Campionato Europeo U16 e in continuità con la straordinaria loro stagione 2018. Israele ha registrato il più grande miglioramento, dalla 20a alla 15a posizione. L'Irlanda è passata dalla 12 alla 9. La Lituania è passata dal 24° al 21°. D'altra parte, l'Austria è scesa dal 10° al 14° e la Slovacchia dal 16° al 19°. Il numero totale di Paesi con una posizione in classifica rimane lo stesso:  25.

Ranking Softball Europe 2019_Sept

Contestualmente sono stati pubblicati anche i ranking dello Slowpitch e del Fastpitch uomini, classifiche nelle quali l’Italia è, rispettivamente, settima e ottava.

Come funziona il sistema di classificazione ESF:
Esistono tre classifiche: fastpitch femminile, fastpitch maschile e slowpitch.
Le classifiche si basano sui punti (moltiplicati per 100) assegnati in base alla classifica finale dei campionati europei in tutte le categorie, con la seguente assegnazione:
· Campionato europeo senior - 100%
· Campionato europeo junior - 50%
· Tutti gli altri (U22 e U16) - 25%
Il sistema di classificazione tiene conto solo dei due campionati più recenti in ciascuna categoria, con la seguente assegnazione:
· ECh più recente - 100%
· ECh precedente - 50%
Un totale di tutti i punti assegnati determina il posizionamento di ciascun paese in ciascuna classifica.

Sul sito della ESF le classifiche complete

Data articolo: Tue, 17 Sep 2019 06:56:00 +0000
Baseball Giocato da Ciechi
Definita la Final Four della Coppa Italia 2019

Thunder’s 5 Milano, Lampi Milano, Leonessa Brescia e Tigers Cagliari si sono qualificate per la Final Four della Coppa Italia 2019, ognuna vincendo uno dei quattro gironi di qualificazione, che si sono disputati rispettivamente nei campi di Milano, Sasso Marconi, Staranzano e Sassari.Ghulam ( autore di ben sette fuoricampo nelle partite di girone) alla battuta

Sono mancate le sorprese (vedi Roma AllBlinds) come successo in alcune occasioni negli anni passati e le quattro squadre destinate a disputarsi le semifinali rispettano i valori di questa annata agonistica. Sono, infatti, le stesse quattro formazioni che hanno disputato le semifinali del campionato.

Di seguito il link dell’articolo completo

https://www.aibxc.it/news/dettaglio.php?id_news=557 

Data articolo: Mon, 16 Sep 2019 09:13:54 +0000
Campionati baseball
Serie A2, Hotsand Macerata e Collecchio: a voi

Saranno Collecchio e Hotsand Macerata a giocarsi il diritto di partecipare al prossimo campionato di serie A1. Eliminate in semfinale New Black Panthers e Nettuno2.

Sfrutta subito il primo match point l’Hotsand Macerata. Dopo aver vinto le prime due gare della serie a Nettuno chiude il discorso subito in gara3 di semifinale. I marchigiani partono subito forte mettendo due punti sul tabellone al primo attacco sul partente nettunese Pecci con il singolo a basi cariche di Serrani. Il Nettuno2, però, è vivo e ribalta il risultato al secondo inning. Dopo l’out di Mercuri arrivano in sequenza le valide di Cianfriglia e Marchese che poi avanzano su una palla mancata. Le basi si caricano con i quattro ball concessi a D’Alessio da Fracchiola, mentre sblocca i suoi Bulfone con un singolo al centro. Altre due basi ball consentono ai nettunesi di passare in vantaggio. Segue una fase di equilibrio che viene rotta al sesto dal doppio da due punti di Bess che porta avanti Macerata. Un punto al settimo e uno all’ottavo fissano il punteggio sul 6-3.

Arriva a gara4, invece, la seconda semifinale che ha visto trionfare il Collecchio. Le due formazioni sono giunte a Ronchi dei Legionari sulla situazione di 1-1 nella serie. In gara3 arriva lo shutout del Collecchio (0-5) in una gara equilibrate, come tutte in questa semifinale, dove gli emiliani hanno preso il largo solo all’ultimo attacco. Vittoria di misura in gara4 con lanciatori protagonisti. 11 K a testa per i partenti  Floranus e Rodriguez che lasciano poco spazio agli attacchi. Il Collecchio sfrutta l’inizio gara per mettere a tabellone due punti che risulteranno decisivi tra il secondo e il terzo inning. Al settimo dimezza lo svantaggio con il doppio di Fagnoni che spinge a casa Pizzolini. Troppo poco e troppo tardi con il Collecchio che stacca il pass per la finale. 

La finale tra Collecchio e Hotsand Macerata inizierà sabato in terra emiliana dove si disputeranno gara1 e gara2.  Le sfide decisive per il campionato di A2 si giocheranno poi il weekend successivo a Macerata.

COLLECCHIO – NEW BLACK PANTHERS

NETTUNO2 – HOTSAND MACERATA

Data articolo: Mon, 16 Sep 2019 09:11:15 +0000
Nazionali Baseball
Il Regno dei Paesi Bassi resta sul trono d’Europa

Non riesce all’Italia, nella finale che vale l’oro, un ennesimo recupero con il Regno dei Paesi Bassi, che concentra tutti i punti della gara nella quarta ripresa, con il grande slam di Sims e il solo homer di Polonius. Sono questi i 5 punti che bastano ai campioni in carica per insediarsi, per la ventitreesima volta, sul gradino più alto del baseball continentale. Il punto azzurro esce dalla mazza di Alberto Mineo, autore di un fuoricampo per la terza sera consecutiva.

La formazione azzurra per la finale vede Epifano a difesa della terza, con Mazzanti nel ruolo di battitore designato e Luis Lugo sul monte, opposto al giovanissimo Donny Breek, 2 anni di Rookie League nell’organizzazione dei Minnesota Twins alle spalle da partente, senza avere concesso un solo fuoricampo..

L’inizio di Lugo non è dei migliori, con le basi per ball consecutive a Daal e Bernadina, tanto che Dennis Cook va subito a parlarci sopra, col risultato che Smith rimane al piatto e Schoop tocca su Epifano il quale s’incarica del doppio gioco pestando il sacchetto di competenza e assistendo a Colabello.

Nel primo e secondo attacco azzurro, sono solo 6 i battitori che Breek deve affrontare, mentre gli arancioni arrivano in prima una volta nel secondo, con Rifaela, su errore di tiro di Vaglio.

Il terzo attacco olandese tocca 3 palle di routine a terra, facilmente gestite, nell’ordine, da Epifano, Vaglio e Colabello, mentre gli Azzurri conquistano il sacchetto di prima per la prima volta nel terzo, con Epifano, su lancio pazzo nello strikeout, senza seguito.

È ancora un errore, di Epifano, che consente di andare in base a Smith, il quale avanza poi su lancio pazzo nel turno di Schoop, che finisce strikeout. Con la prima libera, Rifaela ottiene 4 ball e ‘cammina’ poi anche Loopstock, riempiendo le basi per il turno di Kalian Sams il quale, sul 2-2, scaraventa il lancio di Lugo oltre la recinzione dell’esterno centro, e manda la squadra in nero e arancio avanti 0-4. Kemp rimane al piatto, quindi Polonius, batte a sua volta il solo homer del quinto punto al primo lancio, prima del K guardato di Daal, che mette fine al terrificante big inning oranje.

Poma riceve 4 ball consecutivi, seguiti da 3 volate al centro consecutive di Andreoli, molto corta, Colabello, altissima, ma non sufficientemente lunga da concretizzare l’impressione di fuoricampo con cui era uscita dalla mazza dello slugger azzurro, e Mazzanti.

Per il quinto, c’è Matteo Bocchi sul monte al posto di Lugo (2 valide, 3 PGL, 4 basi e 6 K in 4.0). Bernadina incassa 4 palle fuori zona, ma è il primo out, colto rubando da una fucilata di Mineo perfettamente gestita da Vaglio. Il secondo fuori è Smith, la cui volata è raccolta da Maggi con una spettacolare corsa spalle al piatto.

Schoop è la prima vittima personale di Bocchi.

Alberto Mineo conferma la sua impressionante vena con il solo homer che manda l’Italia sul tabellone nella parte bassa del quinto, per altro dopo un’altrettanto lunga legnata in foul; è la prima e unica valida concessa da Breek. Dopo il pop di Vaglio e lo strikeout di Celli, infatti, Epifano riceve la base che porta al cambio sul monte anche per il Regno d’Olanda, con l’ingresso del lunghissimo Tom Stuifbergen, accolto dal doppio di Drew Maggi che manda Epifano in terza, ma arriva il K di Poma a frustrare le speranze azzurre della ripresa.

Rifaela apre il sesto toccando verso Bocchi, che serve a Colabello il primo out, seguito dai singoli di Loopstok e Sams in mezzo al prato. La linea di Kemp finisce nel guanto di Poma, quindi Bocchi sfiora la battuta di Polonius che Maggi raccoglie e assiste a Vaglio per l’eliminazione di Sams.

Dopo il K di Andreoli, Colabello batte un singolo a sinistra, ma è poi il secondo fuori sulla scelta difesa di Schoop, che raccoglie la battuta di Mazzanti e l’inning termina con lo strikeout di Mineo.

Quando inizia il settimo, c’è sul monte Yomel Rivera, che concede un singolo a Daal, per poi sorprenderlo con un pickoff, lascia al piatto Brenadina e fa battere Smith su Poma.

Stuifbergern lascia il posto a Mike Bolsenbroek, che, dopo l’out di Vaglio, viene colpito con 2 singoli consecutivi da Celli ed Epifano. Maggi incontra bene la palla, ma è altrettanto bene appostato Smith, che la intercetta ad altezza testa. Poma incassa 4 ball consecutivi e le basi sono piene; Jan ‘T Hoen spezza il ritmo e corre ai ripari con un nuovo cambio sul monte, inserendo l’ex-riminese Kevin Kelly, che ottiene dalla mazza di Andreoli una corta volata, preda di Polonius.

Nuovo cambio anche per il monte azzurro, sul quale sale Nick Pugliese, che alterna al singolo di Rifaela e alla base di Sams, i 3 K che gli occorrono per chiudere indenne la ripresa, così come fa Kelly, che si libera in un attimo del turno offensivo azzurro.

Non c’è da registrare altro che il singolo di Epifano (2 su 3) nel nono inning, che si chiude con l’eliminazione dell’interno del San Marino in seconda, sull’assistenza del terza base Schoop.

Mentre si svolge la cerimonia di premiazione, con Sebastiano Poma che mette in valigia il premio come miglior battitore dell’Europeo, l’attenzione di tutti gli atleti in campo, e del pubblico, anche di parte olandese, non particolarmente festante, è ora rivolta ai diamanti di Bologna e Parma, teatro del torneo più importante della stagione che vale il biglietto per Tokyo.

IL TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SULL’EUROPEO

da Bonn (Germania), Marco Landi

 

 

Data articolo: Sun, 15 Sep 2019 18:29:40 +0000
Nazionali Baseball
L’Italia per cuori forti supera anche Israele e vola a contendere l’oro europeo all’Olanda

La semifinale dell’Europeo si rivela la seconda partita consecutiva dal finale drammatico per un’Italia che si conferma impressionante per carattere e resilienza, capace, contro Israele, di andare subito in vantaggio con un margine di 4 punti segnati al terzo inning e di rimanere lucida quando gli avversari, nella parte centrale della partita, centrano un big inning da 5 punti e avanzano fino al 6-4 a fine sesto. Il monte di lancio azzurro ha diversi protagonisti, su tutti Alex Bassani che s’incarica di proteggere il nuovo vantaggio, conquistato con un ottavo attacco che è quasi una replica di quanto successo ventiquattro ore prima: con Colabello che dà il la con un fuoricampo, Mazzanti che ottiene la base e Alberto Mineo che, a sua volta, manda la palla nella notte a siglare il definitivo 6-7.

Contro una squadra nata e cresciuta nelle ambizioni con la vittoria del Classic Qualifier 2016 e il passaggio del turno nel tabellone principale l’anno successivo, composta nella quasi totalità da atleti con esperienze, attuali o passate, nei college o nelle leghe pro degli Stati Uniti, Celli all’esterno centro e Andreoli a destra sono le sole variazioni dello schieramento azzurro per la semifinale dell’Italia, che il sorteggio destina ad essere squadra fuori casa, con responsabilità del monte affidata a Murilo Gouvea, seguendo la rotazione prevista da Gerali fin dall’inizio dell’Europeo.

Il lunghissimo destro Shlomo Lipetz è il partente di Israele, che, con un lancio lento rilasciato di tre quarti, si libera in fretta dei primi 3 battitori affrontati.

Parecchi lanci in più, invece, impiega Gouvea ad uscire, comunque indenne, dalla parte bassa della prima ripresa, con il leadoff Kelly e Gaillen che lo impegnano in una serie interminabile di lanci.

Colabello batte lungo la prima palla del secondo attacco, ma è preda dell’esterno centro Wolf, quindi Mazzanti tocca in diamante e Mineo rimane al piatto, così che la prima valida della gara, con 1 fuori, spetta a Robb Paller, imitato con un singolo a sinistra sul conto pieno da Rosenbaum, che spinge in seconda il compagno dopo il K di Penprase. Strikeout è anche il destino di Wolf, a chiusura della seconda ripresa.

Vaglio tocca un lungo linea sul foul di destra che Lipetz raccoglie per poi sbagliare l’assistenza, quindi Beau Maggi infila la difesa con un singolo a sinistra e manda il capitano in terza. Celli segue con un singolo al centro ed entra a punto Vaglio. Drew Maggi batte lungo sulla linea di foul di destra, gli azzurri corrono aggressivi e la difesa israeliana va decisamente in confusione, con il prima base Rosenbaum addebitato poi dell’errore che consente anche a Beau Maggi di segnare.

Poma batte in diamante e manda a casa base Celli, mentre Drew Maggi avanza in terza e va a segnare il quarto punto immediatamente dopo, con la volata di Andreoli. Colabello prolunga l’attacco con un singolo, ma la volata di Mazzanti atterra nel guanto di Wolf.

Dopo il K di Rosenberg, Kelly trova un singolo a sinistra, ma la battuta di Gaillen dà modo a Drew Maggi di innescare il doppio gioco che chiude il terzo inning.20190914 EBC MAGGI Drew ITA corsa (EzR-NADOC)

Per affrontare il quarto turno azzurro, va sul monte il mancino Jeremy Bleich, all’esordio nel torneo, con una presenza in Major League a Oakland nel 2018 e già in nazionale al World Baseball Classic 2017, il quale si presenta lasciando al piatto in fila Mineo, Vaglio e Beau Maggi.

Danny Valencia, nove anni in MLB fra il 2010 e il 2018, inaugura il quarto attacco con un fuoricampo a sinistra, seguito dal singolo di Rickles e dalla base a Paller, che porta Cook a visitare il suo lanciatore, ma il lungo turno di Penpase termina nella ulteriore base ball che riempie i sacchetti per il lunghissimo grande slam di Simon Rosenbaum, che manda Israele avanti di 1 punto, quando ancora non ci sono out sul tabellone. Scende a questo punto Gouvea (6 valide, 5 punti, 2 base e 3 K) sostituito da Yomel Rivera, che fa battere Wolf su Vaglio e lascia al piatto Rosenberg e Kelly.

Celli, al piatto, è il primo fuori del quinto attacco, Drew Maggi ottiene 4 ball dal compagno di squadra a Rochester, quindi Poma tocca in foul una palla che Penprase raccoglie al volo, mentre Maggi rientra in tuffo sulla prima. L’interbase azzurro ruba poi in sequenza seconda e terza nel turno di Andreoli, che è però il quinto strikeout di Bleich in 2 inning.

Gaillen è eliminato al volo da una gran corsa di Celli, quindi sul monte azzurro sale Filippo Crepaldi al posto di Rivera (2 K in 1.1) e il rilievo della Fortitudo mette a referto i K di Valencia e Rickles.

Con Colabello eliminato da Kelly, Mazzanti ‘cammina’ in prima, Mineo rimane al piatto e Vaglio batte valido al centro. Dopo la visita, Bleich rimane sul monte e chiude la sesta fase offensiva dell’Italia con la battuta di Beau Maggi sul prima base Rosenbaum.

Il primo battitore della parte bassa dell’inning è Paller, che manda il terzo lancio oltre la recinzione di destra, per il 6-4. Penprase è eliminato dall’assistenza di Drew Maggi, poi Rosenbaum ottiene la base per ball e Wolf alza una volata su Celli; Rosenberg tocca a terra una palla che Mazzanti raccoglie a mano nuda, ma non riesce poi ad assistere in tempo a Colabello. Poma intercetta al volo la battuta di Kelly, correndo verso la recinzione e ottiene un importantissimo terzo out.

Nuovo lanciatore per Israele è Benjamin Wanger, sul quale Celli incoccia un singolo in apertura di settimo; Drew Maggi batte una volata verso l’esterno sinistro Paller, che ‘fucila’ anche Celli sulla seconda base, per un doppio gioco che è seguito dal K di Poma.

Cambio sul monte anche per l’Italia, che presenta Andrea Pizziconi nell’inusuale ruolo di rilievo e raccoglie 3 velocissimi out.

Il cuore del lineup azzurro inizia con l’eliminazione di Andreoli, quindi Chris Colabello batte un altissimo fuoricampo (quinto del suo Europeo) a sinistra che porta l’Italia sotto di 1. Mazzanti ottiene 4 ball, sostituito a correre da Koutsoyanopulos, ed è di nuovo Alberto Mineo a incaricarsi del vantaggio azzurro, con un homer al centro che vale il 6-7. La base di Beau Maggi non ha conseguenze, con lo strikeout di Celli.

È Alex Bassani a occuparsi del monte nell’ottava ripresa, con Epifano a difesa del cuscino di terza. Paller è il primo out, al piatto, come lo sarebbe anche Penprase, se il terzo strike, rimbalzato a terra, non sfuggisse al controllo di Mineo, ma anche Rosenbaum incassa il K e Wolf picchia una linea nel guanto di Drew Maggi.

Dean Pelman, lanciatore israeliano per il nono, ottiene un ottimo primo out dal suo esterno sinistro Rosenberg, che raccoglie la linea sparata da Drew Maggi verso la recinzione; Poma prende 4 ball, così come Andreoli; Colabello batte molto lungo, ma troppo alto ed è eliminato da Wolf, così come Epifano che lo segue nel box.

Il nono turno di Israele inizia con il pinch hitter Glasser, strike out in 3 lanci, quindi Kelly appoggia un singolo a destra e Gaillen batte su Celli. Con Valencia nel box, che Bassani gioca a debita distanza, arriva un lancio pazzo che manda Kelly in seconda e porta all’intenzionale per lo slugger di Miami, sostituito in base da Lowengart. Rickles batte il primo lancio su Epifano, che opta per la corsa verso il sacchetto, dove giunge un secondo prima di Kelly e sigilla il ritorno dell’Italia alla finale del Campionato Europeo dopo 5 anni d’assenza.

L’appuntamento, fissato alle 19:00, è quello che tutti aspettano, con il Regno dei Paesi Bassi, vittorioso in un’altrettanto drammatica semifinale, nel pomeriggio, finita 1-0, contro la Spagna, che contenderà il bronzo a Israele nella gara pomeridiana.

IL TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SULL’EUROPEO

da Bonn (Germania), Marco Landi

 

Data articolo: Sat, 14 Sep 2019 19:08:29 +0000
Campionati softball
Bussolengo suona due volte la campanella

Per la prima volta in stagione lo Specchiasol Bussolengo ottiene una doppietta contro l’MKF Bollate e si porta nettamente in vantaggio nella serie per lo scudetto. Le Italian Softball Series si aprono a Bollate con le prime due partite che decretano una doppia affermazione delle campionesse d’Italia uscenti, trascinate da una strepitosa Nerissa Myers. La britannica chiude con 3 valide su 6 turni alla battuta, 4 rbi e 2 fuoricampo e quando per Bussolengo arriva un fuoricampo dal dug-out esce una campanella che risuona per festeggiare. Due squilli che indirizzano la serie e che danno alla squadra veneta due match point da gestire nel prossimo week-end quando la sfida si sposterà a Bussolengo.

Inutile in gara 1 la prestazione da 11 strike-out di Greta Cecchetti, colpita subito duramente dal solo-homer di Myers che, con due out, ha colpito lunghissimo al Nerissa Myers, fuoricampo in gara 1 (MG-Oldmanagency)centro. Nella sfida dei lanciatori AFI contro Veronica Comar, il pitcher della nazionale ha avuto un solo altro passaggio a vuoto, al terzo inning, che guarda caso è costato altri due punti: un doppio di Laura Vigna, con una spettacolare e particolarmente aggressiva corsa di Britt Vonk, ha costruito il momentaneo 2-0 e poi un altro doppio, sempre di Myers, ha consentito di fissare il risultato finale sul 3-0. Di contro Comar ha concesso solamente 4 valide e non ha mai rischiato di andare sotto, lasciando all’attacco del Bollate solo le briciole.

Nella seconda partita, che per Bollate ha significato mandare in pedana Samantha Show, mentre per Bussolengo la scelta del partente è caduta su Gretchen Aucoin, non è stato il solito dominio dei pitcher stranieri ma si sono viste parecchie valide (17 totali, 8 Bussolengo e 9 Bollate), numerosi errori (5) e tanti episodi controversi. L’MKF parte forte con Andrews e Show capaci di battere subito valido, ma con una brutta corsa sulle basi non riesce a concretizzare. lo Specchiasol  risponde lasciando un corridore in seconda. Bollate passa in vantaggio al terzo con una serie tremenda di errori della difesa: prima sull’arrivo in base di Andrews, poi sulla rubata della stessa Andrews e infine su una volata di Show che consente all’esterno lombardo di correre a casa. Bussolengo non si perde d’animo e al cambio campo pareggia immediatamente con Myers che approfitta di un singolo di Lauren Evans per correre a casa dopo che in terza era arrivata grazie a una regola di campo su una splendida giocata di Amanda Fama che, dopo aver eliminato al volo Gasparotto, aveva cercato di completare un doppio gioco sul rientro di Myers in prima.  Sull’1-1 Bollate torna a battere e grazie a un singolo di Lara Cecchetti, trasformato in un triplo da un errore difensivo, ma la sua corsa esagerata verso il piatto di casa base non sortisce l’effetto desiderato e regala un out al Bussolengo; il quarto attacco bollatese si chiude con un gran presa al volo di Gasparotto su Zambelan e un doppio gioco difensivo. Al quinto un singolo di Vigna e il secondo campanello di giornata di Nerissa Myers fissano il 3-1 finale e poco dopo, quando i singoli di Elisa e Lara Cecchetti sembrano mettere in crisi l’autonomia di Aucoin, Bussolengo mette in campo il rilievo Jessica Dreswick e chiude la partita.
Ora si va a Bussolengo per gara 3 e non è detto che la 4 e la 5 possano servire, perché il vantaggio dello Specchiasol è netto e inequivocabile.

Data articolo: Sat, 14 Sep 2019 20:35:42 +0000
Campionati softball
Saronno e Forlì conquistano la Final Four di Coppa Italia

Due doppiette per Inox Team Saronno (contro Metalco Thunders Castellana) e Poderi Dal Nespoli Forlì (contro Tecnolaser Europa Pianoro) e la Final Four di Coppa Italia di Serie A1 è designata.

Saronno ha dominato in tutti sensi contro Castelfranco, prima con una prestazione pressoché perfetta della sua lanciatrice straniera, Aimee Creger (no-hitter con  20 strike out su 21 battitori) per una vittoria 1-0 maturata nell’ultima ripresa con un doppio di Sara Brugnoli e un singolo di Fabrizia Marrone; poi con un netto 13-0 in 6 riprese firmato da Chiara Rusconi in pedana e un attacco da 12 valide, delle quali due doppi e un fuoricampo (da 3 punti di Alyxis Bloom).

Nell’altro confronto Il Poderi Dal Nespoli ha eliminato Pianoro vincendo la prima 7-0 in 6 riprese con Sarah Pauly a dominare in pedana (contro Alice Rochetti e Ambra Collina utilizzata come rilievo) e i fuoricampo di Beatrice Ricchi e Erika Piancastelli (walk-off da 2 punti per chiudere al sesto) e 6-1 nella seconda ancora con la ritrovata (persa nelle semifinali playoff) potenza in attacco e i fuoricampo di Piancastelli (solo al terzo) e Courtney Gano (da 2 al quinto) preceduti da 3 punti al secondo i doppi di Ricchi e Cerioni e triplo di Veronica Onofri.

Data articolo: Sun, 15 Sep 2019 07:59:33 +0000


Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato



Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL Video di Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it News Atletica leggera gazzetta.it

Video IAAF Diamond League

Sport delle due ruote: ciclimo e motociclismo

Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo

Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo News Motociclismo gazzetta.it News Motociclismo da moto.it

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News da Federnuoto

Tutti i record di nuoto da Federnuoto News Nuoto gazzetta.it

news basket

News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com

Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it

Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it News Volley gazzetta.it Recensioni action figures

news automobilismo, motori

News Automobilismo gazzetta.it News Passione Motori gazzetta.it News Auto e Motori repubblica.it

news tennis

News Tennis gazzetta.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM Recensioni action figures

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma

news altri sport

Per gli amanti delle action figures News Sport invernali gazzetta.it News Rugby gazzetta.it Recensioni action figures