NEWS - Tutti gli sport(no calcio) - NEWS - Tutti gli sport(no calcio)

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News tuffi da federnuoto

#tuffi #federnuoto

Tuffi
Youth Olympic. Pellacani 6^ nel team event

Data articolo:Thu, 18 Oct 2018 15:50:16 +0200

I Giochi giovanili di Buenos Aires si sono conclusi col sesto posto di Chiara Pellacani. La  campionessa europea dai 3 metri sincro insieme con la Bertocchi, che nel team event era in gara con l’ucraino Oleh Serbin, ha totalizzato 333.40 punti. Decimo con 309.00 il cosentino Antonio Volpe, in gara con la messicana Garcia Agundes. Oro colombiano-cinese con Lin Shan-Restrepo in 391.35 sul tadem tedesco-cinese Wassen-Lian Junjie (30.10) e bronzo per la copia ucraino-russa Lyskun-Ternovi 371. 15. Sono convocati dal tecnico federale Domenico Rinaldi gli atleti Chiara Pellacani (Fratelli Marconi) e Antonio Volpe (Cosenza Nuoto).

Vai al sito ufficiale
Tuffi
Youth Olympic. Pellacani 7^ dai tre metri

Data articolo:Tue, 16 Oct 2018 09:52:28 +0200

Chiara Pellacani chiude settima dai tre metri alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires. Dopo la qualifica col terzo punteggio di 421.00 punti, l'azzurra campionessa europea dai tre metri sincro a Glasgow insieme alla Bertocchi, si migliora nel punteggio (425.90) ma scala posizioni nella gara vinta dalla imprendibile cinese Lin Shan con 505.50 punti, davanti alla russa Uliana Kliueva medaglia d’argento con 445.05 punti e proprio dall’outsider americana Bridget O’Neil terza con 439.60 punti; per la Pellacani il rammarico di quel doppio e mezzo indietro abbondante che le è costato il podio. Sono convocati dal tecnico federale Domenico Rinaldi gli atleti Chiara Pellacani (Fratelli Marconi) e Antonio Volpe (Cosenza Nuoto).
 
Vai al sito ufficiale
Tuffi
Olympic youth. Pellacani in finale nei 3m

Data articolo:Mon, 15 Oct 2018 16:07:45 +0200

L'azzurra Chiara Pellacani, campionessa europea dai tre metri sincro con Elena Bertocchi a Glasgow, è entrata in finale dai tre metri in terza posizione con 421 punti ai Giochi Olimpici giovanili in corso a Buenos Aires. Miglior tuffo l'ultimo della serie, il doppio e mezzo indietro, che ha pagato 63.00 punti. Primo posto per la cinese Lin Shan 506.80 punti davanti la russa Uliana Kliueva con 442.05. La finale, che vedrà l'esecuzione di 5 tuffi, sarà in programma alle 17.00 locali (+5 ore in Italia). Sono convocati dal tecnico federale Domenico Rinaldi gli atleti Chiara Pellacani (Fratelli Marconi) e Antonio Volpe (Cosenza Nuoto) che ieri si è piazzato settimo nei 3 metri col punteggio di 515.15. 

Vai al sito ufficiali

Tuffi
Giochi Città del Messico. 50 anni con Dibiasi

Data articolo:Thu, 11 Oct 2018 20:24:54 +0200

L'Angelo biondo torna dove la leggenda ebbe inizio: a Città del Messico. Klaus Dibiasi sarà tra gli ospiti d'onore del cinquantenario dell'Olimpiade (in programma questo fine settimana), che si disputò dal 12 al 27 ottobre 1968, durante cui conquistò l'oro dalla piattaforma e l'argento dal trampolino all'Alberca Olímpica Francisco Márquez. Dibiasi, che il 6 ottobre scorso ha compiuto 71 anni, ha conquistato 3 ori e 2 argenti olimpici, nonché 2 ori e 2 argenti mondiali e 3 ori e 2 argenti europei. 

leggi la leggenda dell'Angelo biondo

Tuffi
Sport Stories. Pellacani su Rai Gulp

Data articolo:Sun, 26 Aug 2018 09:30:41 +0200

E' salita sul podio più alto degli europei di Glasgow, a soli 15 anni e 11 mesi. Chiara Pellacani, la più giovane azzurra medaglia d'oro nei tuffi, è la protagonista della puntata di “Sport Stories”, la trasmissione di Rai Gulp, realizzata con il patrocinio del Coni e la collaborazione della Federazione Italiana Nuoto, che racconta storie di giovani atleti e in onda domenica 26 agosto, alle ore 14.20 (e in replica sempre la domenica alle ore 18.10 e il venerdì alle ore 16), sul canale 42 del digitale terrestre.

Chiara Pellacani, di Roma, è già una grande campionessa di tuffi. A soli 15 anni ha partecipato ai Mondiali di Budapest 2017 facendosi notare per le sue qualità. Agli europei di nuoto di Glasgow 2018, ha vinto la medaglia d'oro nella gara dal trampolino 3 metri sincro, in coppia con Elena Bertocchi facendo esplodere definitivamente le sue qualità. Nella stessa edizione si è classificata al 4° posto nella  piattaforma sincro, in coppia con Noemi Batki, e al 7° posto nella finale individuale dal trampolino 3 metri. A “Sport Stories” racconta la sua passione per i tuffi e il suo impegno a migliorare sempre se stessa.
 
Ogni puntata di “Sport Stories” si compone di cinque momenti, cinque “Stories”, che affrontano le diverse facce dello sport: il talento, la sfida, la passione, il gesto e il sacrificio. A questi si aggiunge una sesta “parola”, diversa per ciascun protagonista e che diventerà un valore extra che sarà rilanciato sul sito web e sui social network di Rai Gulp.
 
I telespettatori possono interagire con il programma via Twitter @RaiGulp , Facebook https://www.facebook.com/RaiGulp/ e Instagram @rai_gulp Tutte le puntate possono essere riviste sul sito www.raigulp.rai.it e su www.raiplay.it
Tuffi
Europei. Barbu in finale dalla piattaforma

Data articolo:Sun, 12 Aug 2018 10:28:52 +0200

Europei. Barbu in finale dalla piattaforma

Sarà Vladimir Barbu a chiudere la rassegna continentale per i colori azzurri. Con 377.80 punti è decimo e si qualifica alla finale della piattaforma, ultima gara del dive program di Edimburgo 2018 con inzio alle 13.40 locali (le 14.40 italiane). Il miglior punteggio lo segna il russo Aleksandr Bondar - quarto a Budapest 2017 dietro a Thomas Daley e ai cinesi, che dai dieci sincro ha già vinto la medaglia d'oro in coppia con Viktor Minibaev - con 459.60 e il secondo è del britannico Mattew Lee - quinto nell'individuale e secondo nella mixed in coppia Georgia Ward a Londra 2016 e oro nella mixed insieme a Lois Toulson e bronzo nell'invididuale a Kiev 2017 - che totalizza 458.55. Felice e in finale anche l'armeno Lev Sargsyan (già bronzo dai dieci sincro in coppia con Vladimir Harutyunyan) che ottiene la media dell'otto nei due salti conclusivi e guadagna il sesto posto provvisorio con 429.90.
L'europeo di Barbu è stato il più lungo. Ha atteso la gara tutta la settimana, allenandosi e contando i giorni, le ore e i minuti che lo separavano dallo start. Nel frattempo ha tifato i compagni, coccolato la fidanzata Chiara Pellacani, festeggiato il 20esimo compleanno martedì 7 agosto con tutto lo staff, rinuciato alla finale diretta della piattaforna sincro dopo il ritiro forzato di Mattia Placidi (costretto a rinunciare in seguito allo stiramento all'alluce del piede sinistro). Finalmente la domenica è arrivata. "Buono per un preliminare - commenta il drettore tecnico Oscar Bertone - Bene tre tuffi su sei ma adesso bisogna cambare marcia. Stare fermo senza gareggiare per sette giorni di certo non lo ha aiuto ma il programma è questo".
Si parte in sedici con sei tuffi ciascuno. La concorrenza è tanta. Dopo i primi due Barbu è tredicesimo con 119.30 - nonostante i suoi salti d'ingresso siano buoni - a mezzo punto dallo svedese Vinko Paradzik. Ma Vladimir "il paradiso" lo vuole conquistare lui. A metà gara è decimo con 190.25 e una super verticale con triplo salto mortale indietro raggruppato che frutta 70.95 punti. Davanti a tutti c'è Aleksandr Bondar con 235.95. I raggruppati di Barbu sono belli a vedere, pubblico e giudici li apprezzano: nel triplo salto mortale e mezzo ritornato segna altri 70.40 punti ed è nono (260.65). Intanto al comando passa Mattew Lee con 308.40 e Bondar scende al terzo posto. Il quinto sato dell'inglese, quadruolo e mezzo avanti raggruppato (coefficente 3.7) vale il biglietto del preliminare e giustamente merita tutti i 94.35 punti ottenuti. In giuria dal quarto al sesto tuffo c'è anche l'italiano Marco Zampieri, tra i più equi, che non si lascia condizionare dal curriculum dell'atleta. Il quinto salto di Barbu non è perfetto: il triplo salto mortale e mezzo indietro raggruppato è sporcato in entrata ma il coefficente di 3.3 lo aiuta a restare decimo (59.40). Intanto Bondar è secondo alle spalle di Lee (li separano 24 punti). Si decide all'ultimo round: Vladimir è penultimo in ordine di salto e può guardarseli tutti prima. Chiude con l'uno e mezzo indietro con tre avvitamenti e mezzo e si garantisce la finale con altri 57.75 punti.
Vladimir Barbu, 20 anni appena compiuti, è nato a Cles, il capoluogo della Val Di Non, in Trentino Alto Adige. E' tesserato con Carabinieri e Bolzano Nuoto ed allenato a Roma dal direttore tecnico della Nazionale Oscar Bertone, dopo aver riveuto la prima formazione dall'ex cittì azzurro Giorgio Cagnotto, argento dal trampolino e bronzo dalla piattaforma ai Giochi Olimpici di Monaco 1972, argento e bronzo dal trampolino rispettivamente alle Olimpiadi di Montreal 1976 e Mosca 1980, plurimedagliato mondiale ed europeo, campione d'Europa dal trampolino a Barcellona 1970. Vladimir dalla piattaforma si è classificato ottavo agli Europei di Londra, quinto in Coppa Europa a Kiev e quindicesimo ai mondiali a Budapest. E' fidanzato con la giovane promessa del trampolino azzurro Chiara Pellacani, ieri settima all'esordio nella finale da tre. 

I tuffi di Vladimir Barbu 377.80
 
305C doppio e mezzo rovesciato raggruppato 51.80
107B triplo e mezzo avanti carpiato 67.50
626C verticale con triplo salto mortale indietro raggruppato 70.95
407C triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato 70.40
207C triplo salto mortale e mezzo indietro raggruppato 59.40
5237D uno e mezzo indietro con tre avvitamenti e mezzo libero 57.75
 
Risultati completi
 
Foto di Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu   
Tuffi
Europei. Pellacani e Bertocchi in finale 3m

Data articolo:Sat, 11 Aug 2018 10:38:28 +0200

Europei. Pellacani e Bertocchi in finale 3m

Doppietta azzura anche dai tre metri femminili. Chiara Pellacani ed Elena Bertocchi si qualificano per la finale di oggi alle 17 locali (le 18 in Italia). Dopo che Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia avevano disputato martedì la finale da uno. Chiara è settima con 278.50 ed Elena undicesima con 253.90. Il miglior punteggio è della russa, neo campionessa d'Europa dal metro, Mariia Poliakova con 318.65.
Elena stringe i denti e gareggia con l'infiammazione al quadricipide della gamba sinistra che già nel metro di ieri le causava difficoltà nel presalto, "perchè non riuscivo a dare il massimo della spinta"; Chiara guarda il suo allenatore Domenico Rinaldi e salta con la leggerezza dei suoi 16 anni. A metà gara Pellacani è quinta con 169.95 e Bertocchi tredicesima con 156.10. Nel quarto salto, l'unico che si distingue nel programma di entrambe, si notano maggiormente le difficoltà di Elena, condizionata dall'infortunio di giovedi in allenamento. Lei porta il doppio e mezzo rivesciato carpiato con un coefficente 3.0, mentre Chiara sempre il doppio e mezzo rivesciato ma raggruppato e con difficoltà inferiore (2.8). Quest'ultima riceve 53.20, Elena - oro dai tre sincro mixed a Kiev in coppia con Maicol Verzotto - non va oltre 33 punti. Ad un tuffo dalla conclusione del preliminare è ancora tutto in gioco: Pellacani ottava (223.15) e Bertocchi tredicesima (189.10). Con l'ultimo saltano in finale: doppio e mezzo ritornato raggruppato che vale 55.35 per l'esordiente e 64.80 per la campionessa "ferita". La tedesca Lena Hentschel sbaglia l'ultimo tuffo e si autoesclude dalla finale, ma Elena ci sarebbe stata comunque come dodicesima.
Elena Bertocchi, 24 anni il prossimo 19 settembre, milanese, è tesserata con Esercito e Canottieri Milano ed è allenata da sempre da Dario Scola. Venerdì ha conquistato la medaglia di bronzo dal metro (271.25) che si aggiunge al successo in Coppa Europa a Kiev (282.80) e il bronzo al mondiale di Budapest (296.40) nel 2017 che per lei è stato l'anno della definitiva affermazione internazionale.
Chiara Pellacani, che compirà 16 anni il 12 settembre, è la più giovane della squadra azzurra di tuffi. Campionessa europea ragazze dai tre metri agli Eurojunior di Bergen 2017, dove ha conquistato anche il bronzo nel team event mixed, è al debutto europeo con la Nazionale maggiore dopo l'esordio mondiale l'anno scorso a Budapest. Tesserata MR Sport F.lli Marconi, è seguita da Domenico Rinaldi.  

I tuffi di Chiara Pellacani 278.50
 
205B doppio e mezzo indietro carpiato 51.00
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 58.50
107B triplo e mezzo avanti carpiato 60.45 
305C doppio e mezzo rivesciato raggruppato 53.20
405C doppio e mezzo ritornato raggruppato 55.35
 
I tuffi di Elena Bertocchi 253.90
 
205B doppio e mezzo indietro carpiato 49.50
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento carpiato 57.00 
107B triplo e mezzo avanti carpiato 49.60
305B doppio e mezzo rivesciato carpiato 33.00
405C doppio e mezzo ritornato raggruppato 64.80

FINALI. Cambiano gli orari delle finali, il cui inizio slitta di qualche ora rispetto ai giorni precedenti. La finale diretta della piattaforma sincro mixed con Noemi Batki e Maicol Verzotto è in progamma alle 15.30 e la finale del trampolino da tre metri femminile con Chiara Pellacani e Elena Bertocchi alle 17 (quando in Italia sono le 16.30 e le 18).

Risultati completi

Foto di Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu

Tuffi
Europei. Bertocchi in finale 1m. Bilotta out

Data articolo:Fri, 10 Aug 2018 11:47:31 +0200

Europei. Bertocchi in finale 1m. Bilotta out
Elena Bertocchi in finale, Laura Bilotta è sedicesima. I preliminari del trampolino da un metro sono dolci e amari per i colori azzurri. La campionessa di Coppa Europa Elena Bertocchi, bronzo a Budapest 2017 e argento a Londra 2016 alle spalle della super campionessa Tania Cagnotto (oggi commentatrice Rai al fianco del giornalista Stefano Bizzotto) è terza con 258.20 e attende la finale delle 13.30; l'esordiente Laura Bilotta, bronzo alle Universiadi di Taipei dai tre metri sincro ed oro e bronzo agli Eurojuinior di Bergamo 2014 rispettivamente da uno e tre metri, chiude al sedicesimo posto con 209.40. Il secondo e quinto salto la tradiscono. Ma soprattutto quello iniziale, il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti. Lo fanno in poche qui a Edimburgo: lei e l'ucraina Anna Pysmenska, la russa Mariia Poliakova e la svizzera Jessica Favre e lo mettono più avanti. Presa dall'emozione sbaglia il presalto e prova a correggersi nell'evoluzione ma ne esce fuori un tuffo quasi nullo (22.10).
Il miglior punteggio è quello della tedesca Tina Punzel - sesta a Budapest e quinta a Kiev nel 2017 - che totalizza 273.70, seguita dalla star russa Nadezhda Bazhina - vicecampionessa del mondo a Budapest e d'Europa a Kiev, bronzo agli Europei di Londra 2016 - che segna 263.80 punti.  
Aprono quasi tutte con lo stesso tuffo, l'uno e mezzo ritornato carpiato, coefficente 2.4: Laura riceve 50.40, Elena 55.20 e meglio di tutte lo esegue Tina Punzel che balza subito avanti con 57.60. Dopo il secondo salto Elena passa al comando della classifica con 113.70, un punto e mezzo più della Punzel. Laura precipita in fondo, complice "l'infortunio" nell'uno e mezzo avanti con due avvitamenti. Al terzo round Elena è di ghiaccio, la bionda platino Nadezhda Bazhina (col 303B da 57.60) supera l'azzurra di 20 centesimi e Laura si riprende di carattere (adesso è tredicesima). Dopo la quarta serie di tuffi sono entrambe in zona finale: Bertocchi terza con 208.80 e Bilotta dodicesima con 173.40 a due punti e mezzo sulla tredicesima, la finlandese Kanerva. Nel finale Bertocchi mette l'uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo carpiato e con 49.40 si garantisce le prime posizioni nella classifica provvisoria. Bilotta, invece, nel 303B (uno e mezzo rovesciato carpiato) allarga leggermente le gambe prima dell'ingresso in acqua e sporca il tuffo decisivo.
Elena Bertocchi, 24 anni il prossimo 19 settembre, milanese, è tesserata con Esercito e Canottieri Milano ed è allenata da sempre da Dario Scola. Laura Bilotta, 22 anni, cosentina di Fiamme Oro Roma e Cosenza Nuoto, è seguita dal connubio tecnico Fabrizio De Angelis e Francesco Dell'Uomo, dopo aver iniziato con Lyuba Barsukova.    
 
I tuffi di Elena Bertocchi 258.20
 
403B uno e mezzo ritornato carpiato 55.20
105B doppio e mezzo avanti carpiato 58.20
203B uno e mezzo indietro carpiato 48.30
303B uno e mezzo rovesciato carpiato 46.80
5333D uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo carpiato 49.40
 
I tuffi di Laura Bilotta 209.40
 
403B uno e mezzo ritornato carpiato 50.40
5134D uno e mezzo avanti con due avvitamenti libero 22.40
105B doppio e mezzo avanti carpiato 57.20
203B uno e mezzo indietro carpiato 43.70
303B uno e mezzo rovesciato carpiato 36.00

Risultati completi
 
Foto di Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu
Tuffi
Europei. Alla Russia la piattaforma sincro m

Data articolo:Thu, 09 Aug 2018 14:55:30 +0200

Cinque coppie in finale, una in meno rispetto alla Coppa Europa di Kiev 2017 (gli europei di specialità), dove manca l'Ucraina che l'anno scorso aveva vinto con Dolgov-Gorshkovozov (431.28) e mancano gli azzurri che sono stati costretti a rinunciare. A Londra le coppie erano otto ed a Budapest tredici e dodici in finale. Vince la coppia russa, vicecampione del mondo a Budapest 2017, Aleksandar Bondar e Vadim Minibaev con 423.12 punti. Secondi gli inglesi Mattew Dixon e Noah Williams, bronzo a Kiev, con 399.90 e terzi a sorpresa gli armeni Vladimir Harutyunian (che a Kiev era stato sesto ed ulitmo insieme al fratello Azat) e Lev Sargsyan con 396.84.  
 
Questa mattina è stata cancella la coppia Vladimir Barbu e Mattia Pacidi a seguito dell'indisponibilà di Mattia Placidi, infortunatosi all'alluce del piede sinistro. Lo staff azzurro spera di recuperarlo in vista della piattaforma individuale, in programma domenica. Barbu e Placidi sono stati ottavi a Londra 2016 con 326.73 punti. Quest'anno agli assoluti di aprile a Torino hanno raggiunto 388.20 punti, a luglio hanno vinto gli estivi con 336.84 e si sono classificati terzi al Gran Prix con 356.88 dietro ai cinesi Tai Xiaohu e Huang Bowen e agli inglesi James Healty e Lucas Thomson.

Tuffi
Europei. Marsaglia in finale da 3m. Tocci out

Data articolo:Thu, 09 Aug 2018 13:14:13 +0200

Europei. Marsaglia in finale da 3m. Tocci out

Vittime illustri nel preliminare dei tre metri a Edimburgo. Giovanni Tocci - neo vicecampione d'Europa da un metro - approccia male il penultimo salto, rischia di colpire il trampolino e chiude al ventesimo posto con 303.90. L'ucraino Oleg Kolody - bronzo a Kiev 2017- è tredicesimo e primo degli esclusi dalla finale, a meno di 4 punti dal polacco Andrzej Rzeszutek che lo precede con 329.33. Raggiunge la finale, invece, il debuttante Lorenzo Marsaglia (due su due dopo quella da un metro) che perde un po' all'ultimo round di tuffi al quale si presenta con un coraggioso quadrulo e mezzo avanti raggruppato (43.70), scendendo dal settimo al decimo posto. Per il 21enne romano di Marina Militare e Aniene, allenato da Benedetta Molaioli, 350.60 punti che sono più che sufficienti per continuare il magic moment. Davanti a tutti Ilia Zakharov - oro in Coppa Europa a Kiev e bronzo ai mondiali di Budapest nel 2017, quarto agli Europei di Londra 2016 - con 508.10 punti e dietro di lui il vicecampione olimpico ed europeo Jack Laugher con 467.55 e l'altro britannico Daniel Goodfellow con 415.70. In finale, tra gli altri, ci va anche Patrick Housding - bronzo a Rio 2016 e argento a Budapest 2017 - che ha una gran voglia di riscatto dopo l'esclusione dalla finale del metro.
Con 174 tuffi è la gara più lunga dell'Europeo al Royal Commonwealth Pool. Ci son 29 atleti nei preliminari del trampolino da tre metri. Per gli azzurri Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia che hanno guadagnato la qualificazione nelle tre prove di selezione: primaverili a Torino, Grand Prix e assoluti estivi e Bolzano (Giovanni è campione italiano e Lorenzo ha la seconda migliore somma punti). Hanno programmi molto simili: 5 tuffi su 6 sono gli stessi, l'unica differena è che Giovanni porta all'inizio il 405B - doppio e mezzo ritornato carpiato - e Lorenzo inserisce il 109C - quadrulo e mezzo avanti raggruppato - con il quale chiude la gara.
Dopo i pirmi due salti Marsaglia è ottavo con 125.85 e Tocci tredicesimo con 118.50. Al terzo Lorenzo scivola dodicesimo e Giovanni quindicesimo; cambiano i giudici e si riparte con la seconda metà di gara. Al quarto round risalgono e per la prima volta sono entrambi tra i primi dodici (sesto il debuttante con 249.10 e dodicesimo il campione con 234.20). Al penultimo step Lorenzo Marsaglia mantiene la posizione: è settimo con il triplo e mezzo ritornato che gli fa guadagnare altri 57.80 punti; Giovanni Tocci, invece, rischia di farsi male: tira troppo le spalle, perde le gambe che gli scivolano avanti e nanche abbozza il triplo e mezzo rovesciato (tuffo nullo).  La finale con Lorenzo Marsaglia è in programma alle 15.00 locali, le 16 italiane.  

I tuffi di Lorenzo Marsaglia 350.60
 
107B triplo e mezzo avanti carpiato 69.75
5154B doppio e mezzo avanti con due avvitamenti carpiato 56.10
205B doppio e mezzo indietro carpiato 48.00
307C triplo e mezzo rovesciato raggruppato 75.25
407C triplo e mezzo ritornato raggruppato 57.80
109C quadrulo e mezzo avanti raggruppato 43.70
 
I tuffi di Giovanni Tocci 303.90
 
405B doppio e mezzo ritornato carpiato 72.00
107B triplo e mezzo avanti carpiato 46.50
5154B doppio e mezzo avanti con due avvitamenti carpiato 52.70
205B doppio e mezzo indietro carpiato 63.00
307C triplo e mezzo rovesciato raggruppato (nullo)
407C triplo e mezzo ritornato raggruppato 69.70
 
Foto di Giorgio Perottino/Deepbluemedia.eu


Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato



Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News sport da gazzetta.it News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it News Atletica da tuttopordenone.com News Atletica leggera gazzetta.it

Sport delle due ruote: ciclimo e motociclismo

News Ciclismo repubblica.it Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo News Moto GP repubblica.it News Motociclismo gazzetta.it News Motociclismo da moto.it

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News risultati da Federnuoto News da Federnuoto Nuoto sincronizzato da Federnuoto Tuffi da Federnuoto pallanuoto da Federnuoto News fondo da Federnuoto Tutti i record di nuoto da Federnuoto News Nuoto gazzetta.it

news basket

News Basket repubblica.it News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it News Volley gazzetta.it Recensioni action figures

news automobilismo, motori

News Formula Uno gazzetta.it News Automobilismo gazzetta.it News Passione Motori gazzetta.it News Auto e Motori repubblica.it

news tennis

News Tennis repubblica.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM Recensioni action figures

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma

news altri sport

Per gli amanti delle action figures News Sport invernali gazzetta.it News Rugby gazzetta.it News Golf gazzetta.it Recensioni action figures