NEWS - Calcio - NEWS - Calcio

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News dalla F.I.G.C.

#FIGC #News #federazione

News n. 1
Ricorso della Roma per Fonseca: squalifica ridotta a 1 giornata, ribadito l’automatismo della squalifica sancito dalla CFA

La Corte Sportiva di Appello nella riunione odierna ha parzialmente accolto il ricorso promosso dalla A.S. Roma, riducendo da due ad una giornata la squalifica per il tecnico Fonseca e confermando l‘ammenda di € 20.000,00. La Corte Sportiva ha dunque applicato il principio dell’automatismo della squalifica per l‘allenatore espulso durante la gara, come era stato sancito martedì scorso dalla sentenza della Corte Federale di Appello.
Respinto invece il ricorso dell’Udinese avente ad oggetto la squalifica del tecnico Tudor.

Per consultare il documento clicca qui

Data articolo: Thu, 17 Oct 2019 15:57:49 +0200
News n. 2
Calcio e disabilità, presentato il protocollo d’intesa tra la FIGC e il Comitato Italiano Paralimpico

Il calcio come strumento di inclusione, la FIGC in prima linea per promuovere e incentivare la diffusione della pratica calcistica per persone con disabilità. È stato presentato questa mattina nella Sala del Consiglio di via Allegri il protocollo d’intesa che la Federcalcio ha siglato con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), un accordo volto a massimizzare le potenzialità di sviluppo del gioco del calcio da parte della popolazione con disabilità. Alla conferenza stampa hanno preso parte il presidente della FIGC Gabriele Gravina, il presidente del CIP Luca Pancalli, il segretario generale della FIGC Marco Brunelli e il presidente della Fispes Sandrino Porru.

Il documento ha di fatto attivato l’iter per l’istituzione di un tavolo di lavoro con le Federazioni paralimpiche (Fispes, Fispic e Fisdir) per individuare le discipline da trasferire in seno alla Federcalcio, i piani di sviluppo e le relative tempistiche, nonché le necessarie certificazioni mediche, le classificazioni degli atleti e la formazione dei tecnici.


La FIGC, che ha creato una Divisione ad hoc, potrà essere autorizzata ad organizzare attività calcistiche sperimentali in aggiunta a quelle regolamentate dagli organismi internazionali che sovrintendono le attività calcistiche praticate da persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.
“Siamo la prima federazione a livello mondiale che avrà una Divisione di questo tipo – ha sottolineato Gravina – il presidente Pancalli mi ha fatto un bellissimo regalo. Si tratta di una delle più belle dimensioni a livello sportivo, che mette in luce l’elogio dei sentimenti, la voglia di competere degli atleti e l’esaltazione dei grandi sacrifici delle famiglie di questi atleti. Il mondo del calcio ha il dovere di valorizzare tutto questo”.

Dopo aver precisato che la Divisione avrà una sua autonomia e una struttura operativa, il presidente federale ha ricordato quanto fatto per il movimento paralimpico italiano da quello che di fatto è stato il suo fondatore, Franco Carraro, auspicando per l’ex presidente di CONI e FIGC un coinvolgimento nel progetto e un ruolo nella nascente Divisione: “È un processo che parte da lontano – ha aggiunto Gravina – dalla sensibilità che si è via via sviluppata in seno alla Federcalcio, dall’attività svolta con le Leghe negli ultimi anni e dalla disponibilità mostrata dal presidente Pancalli. Grazie alla convenzione firmata nel 2017 con il CSI è stato avviato il torneo ‘Quarta Categoria’ per gli atleti con disabilità cognitivo-relazionali, e l’esperienza positiva che ne è maturata ci ha convinti di questo passaggio ulteriore, definendo con il CIP un quadro di collaborazione diretto e ancora più ampio. Il calcio è uno e il mondo della disabilità ne deve far parte con la stessa dignità: il nostro è un messaggio chiaro che da oggi trova un riscontro anche in termini ufficiali”.

Attraverso la Divisione si punta a far crescere ‘Quarta Categoria’, il torneo sperimentale di calcio a 7 per calciatori e calciatrici con disabilità intellettivo-relazionali varato nel 2017 dalla FIGC in convenzione con il CSI. ‘Quarta Categoria’ conta su 116 società, 3000 tesserati e oltre 80 club professionistici o di Serie D ‘adottanti’ in 11 regioni.

Il presidente del CIP nonché ex commissario straordinario della FIGC Luca Pancalli ha evidenziato come quella odierna sia una giornata storica per la federazione: “La casa del calcio italiano si apre alle attività calcistiche praticate da persone disabili. Da oggi parte un nuovo percorso, stiamo scendendo tutti in campo con la stessa maglia e sono convinto che i risultati arriveranno. L’obiettivo di questo Protocollo è quello di riunire la grande famiglia del calcio italiano che, grazie al lavoro svolto sino ad ora dalle Federazioni Paralimpiche e dagli Enti di Promozione, può vantare numerose realtà in tutto il territorio nazionale e migliaia di atleti con disabilità. Il calcio resta una delle grandi passioni popolari del nostro Paese. La bellezza di questo sport è anche nel saper arrivare con facilità al cuore delle persone, come le storie dei nostri campioni. Oggi stiamo compiendo il primo passo di una piccola rivoluzione che ci auguriamo possa far crescere ulteriormente il movimento paralimpico e tutto lo sport italiano”.

 

Data articolo: Thu, 17 Oct 2019 13:19:43 +0200
News n. 3
Inammissibile il ricorso su Mazzarri, ma per il futuro gli allenatori espulsi saranno squalificati

La Corte Federale d’Appello ha accolto il ricorso del Torino e annullato la squalifica all’allenatore Mazzarri.

La Corte Federale di Appello ha condiviso la tesi della Federazione secondo la quale il Codice Disciplinare della Fifa, adottato il 15 Luglio 2019, nella parte in cui prevede che l’allenatore espulso dal campo debba essere squalificato per la gara successiva trova immediata applicazione.

Secondo la Corte non c’è dunque nessuna necessità di modifica del Codice di Giustizia Sportiva, peraltro precedente al Codice FIFA, e tanto anche perché “l’adeguamento delle norme tecniche e disciplinari della Federazione Nazionale alle determinazioni che in materia sono promanate dalla FIFA è assicurata sia dalla disposizione dell’art. 3 comma 4 del Codice di Giustizia Sportiva, a mente del quale “in assenza di specifiche disposizioni del Codice e di Norme federali gli organi di giustizia sportiva adottano le proprie decisioni in conformità ai principi generali di diritto applicabili nell’ordinamento sportivo nazionale ed internazionale”, sia dall’art. 1 comma 5 dello Statuto della FIGC il quale impone agli organi di giustizia sportiva di rispettare in ogni momento gli statuti i regolamenti e le decisioni della FIFA e della UEFA.

Secondo la Corte la norma del Codice Disciplinare FIFA che impone la automaticità della sospensione dalla gara successiva per l’allenatore o per ogni tesserato espulso è, tra l’altro, direttamente applicabile in quanto la sua osservanza è “mandatory in domestic competition”.

Dunque secondo la Corte Federale, la Corte Sportiva di Appello nell’accogliere il ricorso del Torino e nell’annullare la sanzione della squalifica all’allenatore Mazzarri non ha correttamente interpretato le norme e ha dunque commesso un errore di diritto.

Proprio per tale ragione, sul presupposto che il ricorso per evocazione può esser accolto solo in presenza di un errore di fatto, la Corte Federale di Appello, pur ritenendo corretta la tesi della Federazione ed errato il ragionamento della CSA ha dovuto tecnicamente dichiarare il ricorso inammissibile.

La conseguenza della decisione è che Mazzarri non sconterà la squalifica per la prossima gara ma che da oggi il Giudice Sportivo e per essa anche la Corte Sportiva di Appello dovrà squalificare automaticamente per la gara successiva tutti gli allenatori e, comunque, tutti i tesserati espulsi nel corso della gara.

Per visualizzare il comunicato fai click qui

Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 20:35:25 +0200
News n. 4
Protocollo d’intesa FIGC-CIP: giovedì alle ore 12 la conferenza stampa di presentazione
“Calcio e disabilità” è il tema della conferenza stampa che si svolgerà giovedì 17 ottobre alle ore 12 presso la sede della Federcalcio a Roma (via Gregorio Allegri 14).

In questa occasione sarà presentato il contenuto del protocollo d’intesa firmato tra il Comitato Italiano Paralimpico e la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che prevede il trasferimento di alcune attività paralimpiche alla FIGC NONCHE' LE AUTORIZZAZIONI AD ORGANIZZARE attività calcistiche sperimentali per persone con disabilità.  

Interverranno il presidente della FIGC Gabriele Gravina e il presidente del CIP Luca Pancalli.
Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 14:00:02 +0200
News n. 5
La mascotte ‘Skillzy’ nei luoghi simbolo di Roma: una giornata tra palleggi, ‘trick’ e tanti applausi

Selfie a ripetizione. Palleggi, ‘trick’ e applausi scroscianti. Perfino un piatto di spaghetti fumanti sullo sfondo di Piazza del Popolo. Quello vissuto a Roma da ‘Skillzy’, la mascotte ufficiale di UEFA EURO 2020 ispirata al freestyle e allo street football, è stato un autentico bagno di folla.

Nei luoghi simbolo della Città Eterna, dal Colosseo ai Fori Imperiali, dal Campidoglio a Fontana di Trevi, dalla Bocca della Verità alla Terrazza del Pincio - uno degli emblemi del prossimo Europeo itinerante, in programma in dodici città europee dal 12 giugno al 12 luglio, ha riscosso unanimi consensi.

Skillzy ha 'approfittato' della concomitanza con Italia-Grecia, in programma questa sera allo Stadio Olimpico e che potrebbe regalare agli Azzurri, con tre partite d’anticipo, la qualificazione all’Europeo - per farsi conoscere da romani e turisti, da tifosi e curiosi, da appassionati e semplici passanti.

La mascotte è arrivata poi allo stadio per farsi conoscere da grandi e piccoli, che questa sera terranno a battesimo la nuova maglia verde 'Rinascimento' della Nazionale. L’Olimpico, dove sono in corso lavori di adeguamento per presentare nella miglior veste possibile l’impianto per l’Europeo, ospiterà quattro partite di UEFA EURO 2020, compresa quella inaugurale del 12 giugno: tre della fase a gironi e una dei quarti di finale.

Data articolo: Sat, 12 Oct 2019 19:35:15 +0200
News n. 6
Roma si prepara per il Campionato Europeo: quante iniziative per Italia-Grecia!

E’ la capitale del mondo - Caput Mundi - la culla della civiltà moderna. E all’appuntamento con la storia vuole farsi trovare pronta. UEFA EURO 2020 incombe - mancano otto mesi esatti all’inizio del primo Campionato Europeo di calcio itinerante di sempre - e Roma, che ospiterà quattro gare del torneo tra cui quella inaugurale del 12 giugno, si prepara a offrire un primo assaggio di quello che potrà regalare la prossima estate a tifosi e appassionati di calcio. In concomitanza di Italia-Grecia, la sfida che può assicurare alla nazionale guidata da Roberto Mancini la qualificazione alla fase finale.

 

E a proposito di Azzurri, giovedì, appena arrivata a Roma, la delegazione della nazionale - guidata dal presidente federale Gabriele Gravina, dal Ct Mancini e da Gianluca Vialli nella sua veste di 'ambasciatore' dei volontari dell'Europeo - ha raggiunto l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sul Gianicolo. Tutti i giocatori, con in testa il capitano Leonardo Bonucci, non si sono risparmiati per autografi e foto ricordo con i giovani pazienti e le loro famiglie.

 

Sabato, giorno della partita, la Mascotte ufficiale di UEFA EURO 2020 sarà in giro per i luoghi simbolo di Roma. “Skillzy”, ispirata al freestyle e allo street football, si presenterà a romani e turisti, appassionati di calcio e semplici curiosi: dal Colosseo ai Fori Imperiali, dal Campidoglio a Fontana di Trevi, dalla Bocca della Verità alla Terrazza del Pincio, saranno tantissime le opportunità per essere immortalati in una foto ricordo con uno degli emblemi di UEFA EURO 2020.

 

Tante, inoltre, le iniziative che la FIGC ha voluto organizzare all'Olimpico, dove procedono spediti i lavori di adeguamento per presentare nella miglior veste possibile lo stadio per l’Europeo. Tra le più attese c’è la sfilata delle scuole calcio del territorio laziale, che offrirà ai giovani atleti di oltre settanta società la possibilità di vivere un’esperienza unica. Ci saranno ovviamente le squadre di Roma, in rappresentanza di tutti i Municipi della capitale: da Ostia a Primavalle, da Trastevere a Torbellamonaca, da Monte Mario alla Garbatella, la Città Eterna nel suo complesso “indosserà l’abito europeo”.

 

Ma saranno presenti anche club di Viterbo, Frosinone e Latina che permetteranno di coprire un'area di oltre 15000 km quadrati. Tutte le scuole calcio esporranno, per circa un anno, la bandiera di UEFA EURO 2020, per cominciare a entrare nel clima della competizione.

 

All’Olimpico ci saranno anche una delegazione della AFFA (Federazione calcistica dell’Azerbaigian) e del LOS (Struttura organizzativa locale) di Baku: Roma è abbinata alla capitale azera come sede del Gruppo A nella fase finale di UEFA EURO 2020.

 

Allo Stadio sono già operativi i Volontari Team Leader, coinvolti in diverse aree: Servizi media, Protocollo, Organizzazione gara, Biglietteria, Cerimoniale e Accrediti. La FIGC selezionerà e formerà circa 1000 volontari, che affiancheranno i professionisti del settore sportivo nelle attività all’interno degli stadi e presso gli altri siti ufficiali previsti dalla UEFA: al momento le iscrizioni - che resteranno aperte fino a novembre 2019 - hanno superato quota 2.500. Dei volontari (per tutte le info collegarsi al sito www.volontariroma2020.it) si parlerà anche nel programma sportivo Dribbling, in onda lunedì sera su RaiSport +HD, sul canale 57 del digitale terrestre, alle 18.50.

 

Per essere sempre aggiornati, basta consultare i profili social della Nazionale e di Roma UEFA EURO 2020, che raccontano quotidianamente la preparazione all’Europeo e dove si possono trovare tutte le info aggiornate sulla manifestazione. All’Olimpico, sabato, sarà una serata indimenticabile, nelle speranze di tutti una notte magica. A tinte “azzurre”, o verdi, per celebrare la nuova maglia “Rinascimento” della nazionale. E per cominciare a respirare aria d’Europeo.

Data articolo: Fri, 11 Oct 2019 19:08:14 +0200
News n. 7
Zingaretti, Gravina e Mancini premiano i vincitori del contest “La vittoria fra le righe”

Nella suggestiva cornice dello Stadio Olimpico di Roma, sono stati proclamati questo pomeriggio - alla presenza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, del presidente della FIGC Gabriele Gravina e del Ct della Nazionale Roberto Mancini  - i vincitori di ‘La vittoria fra le righe’, il contest creato dalla Regione Lazio e rivolto a tutti i possessori della ‘Lazio Youth Card’, con l’obiettivo di stimolare la creatività e una riflessione sul calcio come sport di partecipazione e inclusione. Lotta contro ogni forma di razzismo e discriminazione e per un calcio che unisce, fair play e rispetto reciproco nel campo e negli stadi e passione dei tifosi nell’accompagnare la Nazionale di Calcio agli Europei 2020: sono stati questi i temi che hanno ispirato la competizione lanciata qualche mese fa dalla giunta regionale del Lazio.

Il concorso ha ottenuto grande successo, al contest hanno preso parte oltre 800 giovani che hanno presentato, sulla piattaforma dedicata alla ‘Youth Card’, una proposta di striscione ispirata ai tre temi individuati. A posizionarsi sul podio dei vincitori sono stati gli striscioni ritenuti più significativi. Il primo posto è andato allo striscione “Il calcio è uno sport. Ed in quanto tale deve unire e non dividere. Fair play prima di tutto”, il secondo a “In ricordo di Berlino continuiamo questo cammino!” e il terzo a “L’unico colore che ci rende diversi è quello della maglia”.

I primi 3 classificati di ‘La vittoria fra le righe’ sono stati premiati nel corso dell’evento dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal presidente della FIGC Gabriele Gravina, insieme al Ct Roberto Mancini. Ai primi cinque classificati sono stati regalati i biglietti di Tribuna Monte Mario per la partita di qualificazione a Euro 2020 Italia-Grecia, in programma domani sera allo stadio Olimpico, mentre ai giovani che si sono posizionati tra il 6° e il 12° sono stati regalati i biglietti di Distinti. Tutti gli striscioni saranno esposti nel corso della partita Italia-Grecia e successivamente in modo permanente in tre strutture sportive calcistiche già individuate della Regione Lazio. 

“Oggi vincono i giovani che amano il calcio - ha dichiarato Zingaretti nel corso dell’iniziativa - e quelli che credono nei veri valori dello sport che è divertimento, aggregazione, unisce le persone nella condivisione di una passione comune. La grande partecipazione al contest ‘La vittoria fra le righe’, che abbiamo voluto promuovere attraverso la piattaforma regionale ‘Lazio Youth Card’, ne è la dimostrazione. Gli striscioni vincitori sono bellissimi e rappresentano in pieno il messaggio che vogliamo trasmettere come Istituzione. Come padre e come tifoso, dico che gli stadi devono essere palestre di vita in cui le differenze non esistono. Le sfide sono importanti, ma ancora più importanti sono correttezza e rispetto delle regole e delle persone. I miei più sentiti complimenti – ha concluso Zingaretti - vanno ai vincitori e a tutti i partecipanti: meritano che i loro lavori vengano ammirati e per questo abbiamo deciso di esporre tutti gli striscioni”.

“La FIGC ha aderito con entusiasmo all’iniziativa della Regione Lazio - ha commentato il presidente Gabriele Gravina - perché esalta la dimensione più significativa del calcio: la partecipazione dei giovani ai valori fondanti dello sport. Il fatto che questi messaggi siano vissuti e trasmessi dai ragazzi per i loro stessi coetanei e, perché no, anche per gli adulti, assume un significato etico davvero rilevante. Solo attraverso la formazione ed iniziative di questo tipo riusciremo a promuovere il calcio che amiamo. Rispetto e fair play sono alla base del processo educativo della Federcalcio con i giovani”.

La Lazio Youth Card è la app gratuita che ha già garantito a decine di migliaia di ragazzi e ragazze del Lazio, con un’età compresa tra i 14 e i 30 anni, l’accesso gratuito o agevolato alla cultura, ai viaggi, allo sport e allo spettacolo. La Card prevede oltre 1300 convenzioni con teatri, cinema, musei, esercizi commerciali, palestre e consente l’accesso a eventi che si svolgono su tutto il territorio laziale. Inoltre, la Lazio Youth Card Convenzioni esce dai confini con agevolazioni e sconti anche in 38 paesi europei, soprattutto per viaggi e tempo libero.

 

 

Data articolo: Fri, 11 Oct 2019 18:59:15 +0200
News n. 8
FIGC e Commissariato Italia per Expo 2020 firmano protocollo di intesa per l’Esposizione Universale di Dubai

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina e il commissario per Expo 2020 Paolo Glisenti hanno firmato questa mattina, presso la sede della Federazione a Roma, un protocollo d’intesa che individua nel calcio un fattore rilevante nella promozione dell’Italia all’estero con ricadute positive sui settori commerciale, culturale e turistico.

“La Federcalcio sarà a Expo 2020 con la forza della sua multidimensionalità – ha dichiarato Gravina - il nostro mondo ha forti peculiarità che spaziano dalla propensione ad aggregare, alla dimensione valoriale ed economica. Porteremo i nostri progetti educational con le scuole, i percorsi di formazione, proposte per l’impiantistica, il calcio femminile e le iniziative di valorizzazione dei settori giovanili, ma soprattutto la nostra visione del futuro”.

“A Dubai ci rivolgeremo a un pubblico di giovani – le parole di Glisenti - che vengono dai mondi nuovi come l’Africa settentrionale e il Sud-Est asiatico, giovani affamati di prospettive di formazione multidisciplinare. Il calcio italiano è un modello non solo apprezzato a livello agonistico, ma anche capace di integrare numerose competenze, da quella sanitaria a quella atletica, dei materiali utilizzati e così via”.

In coerenza con le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il protocollo richiama la necessità di una strategia globale su dieta e attività fisica che coinvolga le istituzioni pubbliche e private e sia in grado di promuove stile di vita salutari.

Il protocollo prevede la progettazione di attività, eventi ed iniziative in preparazione e in occasione dell’Esposizione Universale dove il Padiglione Italia mira a diventare un hub della conoscenza condivisa dove i visitatori potranno accrescere le proprie competenze.




Data articolo: Fri, 11 Oct 2019 16:21:35 +0200
News n. 9
Il Ministro Spadafora incontra gli Azzurri: “Questa Nazionale fa ben sperare per il calcio italiano”

“Ho voluto salutare i nostri campioni della Nazionale di calcio in vista dell’importante gara di domani e sarò felice di seguire la partita dagli spalti dello stadio Olimpico”: queste le parole del Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili Vincenzo Spadafora, che oggi ha raggiunto gli Azzurri in ritiro a Roma per portare il sostegno del Governo alla vigilia dell’incontro di qualificazione ad Euro 2020 contro la Grecia.

“Intendo ringraziare il presidente Gravina, il CT Mancini, lo staff e tutta la squadra per la straordinaria accoglienza – ha proseguito - tra l’altro, come Ministro dello Sport ma anche delle Politiche Giovanili, fa particolarmente piacere trovare una delle rose della Nazionale più giovani di sempre, un segnale che fa ben sperare per il nostro calcio e per le decine di migliaia di giovani impegnati nei vivai che inseguono il sogno, un domani, di indossare la casacca dell’Italia. Conserverò la maglia che mi hanno consegnato nel mio ufficio, anche per il profondo significato che sta alla base della sua ideazione, i giovani, il loro futuro e il rinascimento del calcio italiano”.

Ad accogliere il Ministro presso l’Hotel romano che ospita gli Azzurri è stato il presidente della FIGC Gabriele Gravina, insieme al segretario generale Marco Brunelli, a Roberto Mancini, Gianluca Vialli e Gabriele Oriali. “Siamo noi che ringraziamo il Ministro – ha dichiarato Gravina – la sua disponibilità e il suo sostegno sono fondamentali per la Nazionale, così come per tutto il calcio italiano. Domani a Roma speriamo sia una grande festa, vogliamo la qualificazione ad Euro 2020 prepararci al meglio e tornare a Roma (sede di 4 gare del prossimo Europeo ndr) da protagonisti”.

 

Data articolo: Fri, 11 Oct 2019 15:59:01 +0200
News n. 10
Proseguono i programmi di formazione della FIGC sul tema del match fixing

Proseguono i programmi di formazione della FIGC sul tema del match fixing. Le 100 ragazze che partecipano alla UEFA Women’s Under 19 Qualifying Round, che si sta svolgendo in questi giorni in Italia, hanno preso parte alla sessione educativa sulla materia.

Sono stati toccati i principali punti del programma UEFA, che prevede tolleranza zero contro la corruzione e i tentativi di manipolazione delle partite, con particolare attenzione alla conoscenza dei rischi connessi per i giovani calciatori e calciatrici.

Italia, Estonia, Russia e Slovenia sono le nazionali che hanno seguito l’incontro, tenuto dall’Integrity Officer della FIGC, Giovanni Spitaleri.

L’attenzione principale è stata data alla conoscenza delle modalità di approccio da parte dei criminali che intendono alterare le gare; tre le linee guida che indirizzano la politica della UEFA: 1) riconoscere il fenomeno, 2) rifiutare ogni tipo di approccio, 3) riportare e denunciare ogni tentativo di manipolazione.

Le finalità dell’incontro si inseriscono nella strategia che la Federazione ha da tempo adottato, sostenendo la priorità di educare alla integrità ed alla legalità i soggetti che partecipano all’attività nazionale e internazionale.

Data articolo: Mon, 07 Oct 2019 09:55:09 +0200
News n. 11
Italia-Grecia a Roma: con gli Azzurri scendono in campo anche i Volontari Team Leader

È la partita che può assicurare alla Nazionale guidata da Roberto Mancini la qualificazione a UEFA EURO 2020. Ma Italia-Grecia, in programma sabato 12 ottobre (calcio d’inizio alle 20.45) a Roma, sarà anche l’occasione per un primo test per i Volontari, che tra otto mesi saranno impegnati nella ‘Città Eterna’ per le quattro gare della manifestazione più attesa del calcio europeo che si giocheranno allo Stadio Olimpico.

Il gruppo dei Volontari Team Leader sarà coinvolto in diverse aree operative per questo importantissimo appuntamento: Media services, Protocol, Match organisation, Ticketing, Ceremonies e Accreditation (Servizi media, Protocollo, Organizzazione gatta, Biglietteria, Cerimoniale e Accreditamento). I volontari collaboreranno una settimana allo Stadio Olimpico o presso gli uffici della Federcalcio, facendo tesoro della possibilità di vivere a stretto contatto con gli addetti ai lavori. Un’occasione preziosa per adattarsi in anticipo all’atmosfera di UEFA EURO 2020, che si giocherà dal 12 giugno al 12 luglio e che vedrà Roma ospitare quattro gare - tre della fase a gironi e una dei Quarti di finale - tra cui quella inaugurale.

Un’attività che potrebbe tra l’altro rivelarsi utile per trasmettere ai team leader nuova esperienza e ‘know-how’ da sfruttare nei colloqui con gli altri aspiranti volontari, oltre che per mettere in pratica i suggerimenti ricevuti direttamente da Gianluca Vialli in occasione del Partners Workshop di UEFA EURO 2020. “Il vostro è un ruolo fondamentale per rendere EURO 2020 un’esperienza indimenticabile per tutti coloro che verranno a Roma o che lo guarderanno in tv”, le parole dell’ambasciatore del Programma Volontari di Roma, “Serve fare gioco di squadra. Nessuno si deve sentire troppo importante per fare le piccole cose che vanno fatte e sono ancor più importanti delle cose grandi e più visibili: bisogna creare questo tipo di mentalità. E poi occorre ricordare che, come dicevamo noi nello spogliatoio, il nome che c’è davanti sulla maglietta è più importante del nome che c’è dietro. Quindi EURO 2020 è quello che conta!”.

Attraverso il Programma Volontari, la FIGC selezionerà e formerà oltre 1000 volontari, che affiancheranno i professionisti del settore sportivo nelle attività all’interno degli stadi e presso gli altri siti ufficiali previsti dalla UEFA: al momento le iscrizioni - che resteranno aperte fino a novembre 2019 - hanno superato quota 2.500. I colloqui andranno invece avanti fino a dicembre. Nella fase di promozione saranno inoltre coinvolti i principali atenei sul territorio nazionale e i master in management dello sport.

Tutte le informazioni necessarie sono reperibili sul sito www.volontariroma2020.it, attraverso il quale è possibile anche inviare la propria candidatura.

Data articolo: Fri, 04 Oct 2019 10:40:28 +0200
News n. 12
Tribunale Federale Nazionale: prosciolta la Paganese

Il Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare presieduto da Cesare Mastrocola ha prosciolto la Paganese Calcio 1926 (Girone C di Serie C). La società era stata deferita per alcune irregolarità amministrative legate all’iscrizione al campionato in corso.

 

Data articolo: Thu, 03 Oct 2019 19:04:53 +0200
News n. 13
Lotta alla discriminazione: Gravina incontra la presidente della Comunità Ebraica di Roma Dureghello

Si è svolto oggi, presso la sede della Comunità Ebraica di Roma, l’incontro tra la presidente Ruth Dureghello e il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Gabriele Gravina. La visita, che è proseguita all’interno della Sinagoga e al Museo Ebraico, è stata l’occasione per ribadire la massima collaborazione tra la Comunità Ebraica romana e la FIGC nella lotta al razzismo e ad ogni forma di discriminazione. L’obiettivo comune è sviluppare progettualità tese ad esaltare valori fondamentali quali il rispetto e l’inclusione nel mondo del calcio. 

“Ringrazio la presidente Dureghello per l’invito e per la condivisione sulle iniziative che la FIGC ha recentemente messo in atto sulla lotta al razzismo – ha dichiarato Gravina al termine del colloquio –; estirpare dal calcio e dalla nostra società ogni forma di intolleranza è un obiettivo comune. Oggi più che mai, sentiamo la necessità di accendere i riflettori sull’etica, perché senza di essa non potrebbe esserci lo sport, inteso e vissuto nella sua accezione formativa e partecipativa”.

“La visita del presidente Gravina è un segnale importante di attenzione del mondo del calcio rispetto ai temi che ci stanno a cuore – ha dichiarato la presidente Dureghello - la Federazione sta portando avanti un percorso di crescita importante per lo sport italiano, che merita il supporto di tutti noi. L'auspicio è che gli stadi siano luoghi virtuosi d'incontro, dove a prevalere siano sempre i valori di rispetto e accoglienza che contraddistinguono il calcio e lo sport in generale”.

Data articolo: Thu, 03 Oct 2019 12:06:57 +0200
News n. 14
Scomparsa di Squinzi, 1’ di raccoglimento su tutti i campi. Gravina: “Perdiamo un dirigente serio e appassionato”

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha disposto un minuto di raccoglimento su tutti i campi nel corso della giornata di gare prevista nel week end, per ricordare Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo scomparso ieri.

“L’intero calcio italiano – commenta Gravina - si unisce al cordoglio della famiglia per la scomparsa di Giorgio Squinzi. I tanti messaggi sinceri ispirati alla sua memoria testimoniano come il patron del Sassuolo fosse apprezzato e rispettato per le sue qualità umane prima ancora che per la sua capacità professionali. Il Paese perde un industriale capace e illuminato, mentre il nostro mondo piange un grande appassionato, oltre che un serio e generoso dirigente. In questo momento di dolore, mi piace ricordarlo con le tante opere concrete realizzate in favore del calcio italiano, partendo dall’investimento sullo stadio di proprietà fino ad arrivare alla realizzazione del nuovo training center del Sassuolo, società modello nel nostro sistema sempre disponibile a collaborare con la FIGC per l’organizzazione di eventi internazionali, dove si condensano alla perfezione tre elementi riconoscibili in tutta l’attività di Squinzi: attenzione al gioco del calcio, efficienza e visione del futuro”.

 

Data articolo: Thu, 03 Oct 2019 10:21:54 +0200
News n. 15
Responsabilità dei club: ecco le linee guida sui modelli organizzativi e di gestione

Dando seguito alle determinazioni del nuovo Codice di Giustizia Sportiva, nel quadro complessivo dell’art. 7 dello Statuto, il Consiglio Federale ha approvato oggi le linee guida per l’adozione di modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire atti contrari ai principi di lealtà, correttezza e probità. Le linee guida consentiranno ai club, una volta rispettati gli standard richiesti, di poter avere il riconoscimento di esimenti e attenuanti della cosiddetta responsabilità oggettiva da parte della giustizia sportiva. Le società dovranno attenersi ai seguenti principi: valutazione dei rischi, leadership e impegno, codice etico e sistema procedurale, controlli interni e controlli sulle terze parti, organismo di garanzia, comunicazione e formazione, sistema interno di segnalazione, sistema disciplinare, verifiche, riesame e monitoraggio, miglioramento continui e gestione delle non conformità. Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato di una “svolta epocale”. “La responsabilità non è più oggettiva – ha spiegato il presidente federale in conferenza stampa – ma diventa personale. Non abbiamo intaccato il principio di base, ma se una società oggi adotta e applica in concreto il nostro modello virtuoso non ha più nulla da temere e non si parla più di responsabilità oggettiva. Se invece qualche club non ha voglia di dare un nome e un cognome alla responsabilità, allora questa ritorna oggettiva”.

Nella riunione odierna il Consiglio, a seguito della firma del protocollo d’intesa col CIP, ha deliberato di istituire la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale; è stata varata la Nazionale delle Leggende Azzurre che esordirà lunedì 7 ottobre a Furth, in Germania, ed è stato approvato il contributo di solidarietà del 3% sui trasferimenti dei calciatori.

Modifiche regolamentari

Il Consiglio Federale ha approvato all’unanimità la modifica dell’art. 102 commi 6 e 7 (contributo di solidarietà) delle Noif.

Una quota del 3% del corrispettivo pattuito per la cessione definitiva di contratto e una quota del 3% e dei premi e/o indennizzi inseriti nel relativo accordo di cessione sono dedotte dall’importo totale del corrispettivo, dei premi e/o degli indennizzi e sono distribuite, attraverso la Lega della società obbligata al pagamento, a titolo di contributo di solidarietà, alle società affiliate alla FIGC per le quali il calciatore, è stato tesserato a titolo definitivo o temporaneo nel periodo compreso tra l’inizio della stagione sportiva in cui ha compiuto 12 anni e la fine della stagione sportiva in cui ha compiuto 21 anni (“Società Formatrici”).

Per le stagioni sportive nelle quali il calciatore non risulta essere stato formato in Italia la corrispondente quota verrà devoluta a un fondo federale, che sarà destinato dal Consiglio Federale allo sviluppo dei vivai e dei settori giovanili.

 

Approvazione Linee Guida ex art. 7 dello Statuto Federale e art. 7 del Codice di Giustizia Sportiva

Dando seguito alle determinazioni del nuovo Codice di Giustizia Sportiva, nel quadro complessivo dell’art. 7 dello Statuto, il Consiglio ha approvato le Linee Guida per l’adozione di Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo idonei a prevenire atti contrari ai Principi di Lealtà, Correttezza e Probità.

I predetti modelli, tenuto conto della dimensione della società e del livello agonistico in cui essa si colloca, devono prevedere:

  1. a) misure idonee a garantire lo svolgimento dell’attività sportiva nel rispetto della legge e dell’ordinamento sportivo, nonché a rilevare tempestivamente situazioni di rischio;
  2. b) l’adozione di un codice etico, di specifiche procedure per le fasi decisionali sia di tipo amministrativo
    che di tipo tecnico‐sportivo, nonché di adeguati meccanismi di controllo;
  3. c) l’adozione di un incisivo sistema disciplinare interno idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello;
  4. d) la nomina di un organismo di garanzia, composto di persone di massima indipendenza e professionalità e dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo, incaricato di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli e di curare il loro aggiornamento.

I suddetti Modelli, la cui adozione ed applicazione è la condizione per il riconoscimento da parte degli Organi di Giustizia Sportiva per applicare esimenti o attenuanti della cosiddetta responsabilità oggettiva, dovranno attenersi ai principi di seguito esposti: Valutazione dei rischi; Leadership e impegno; Codice Etico e sistema procedurale; Controlli interni e controlli sulle terze parti; Organismo di garanzia; Comunicazione e formazione; Sistema interno di segnalazione; Sistema disciplinare; Verifiche, riesame e monitoraggio; Miglioramento continuo e gestione delle non conformità.

Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale: provvedimenti conseguenti

In data 18 settembre, la FIGC ha siglato un protocollo d’intesa con il Comitato Italiano Paralimpico con l’obiettivo di sviluppare un’azione coordinata al fine di massimizzare la pratica del gioco del calcio della popolazione con disabilità, mediante il trasferimento delle attività, o parte di esse, attualmente gestite dalle FSP riconosciute dal CIP (Fisdir, Fispic e Fispes); attivare un tavolo di lavoro per individuare le attività Paralimpiche da trasferire alla FIGC, i tempi del trasferimento, il budget per lo sviluppo. Contestualmente il protocollo autorizza la FIGC a organizzare attività calcistiche sperimentali per persone con disabilità.

In quest’ambito, la FIGC ha deliberato di istituire al proprio interno una Divisione per il calcio paralimpico e sperimentale, incaricata di gestire e organizzare le attività sportive delle società che disputano le competizioni di “Quarta Categoria” (torneo di calcio a 7 ideato nel 2016 che ad oggi conta 116 società, 3.000 tesserati e oltre 80 club professionistici o di Serie D “adottanti” in 11 regioni) e le altre che verranno trasferite alla FIGC in attuazione del protocollo d’intesa con il CIP.

 

In apertura dei lavori il presidente Gravina ha dato il benvenuto alla neo presidente della Divisione Calcio Femminile Ludovica Mantovani, augurandole buon lavoro e assicurandole la massima collaborazione da parte dell’intero Consiglio. Proprio per proseguire col programma di sviluppo della disciplina, il presidente federale ha proposto, e il Consiglio ha approvato all’unanimità, la gratuità del tesseramento e dell’assicurazione per tutte le nuove tesserate Under 17.

Inoltre, ha relazionato il Consiglio in merito al positivo incontro avuto con il Ministro allo Sport e alle Politiche Giovanili Vincenzo Spadafora, al quale ha partecipato anche il segretario generale Marco Brunelli.

Gravina ha concluso annunciando che, per la prima volta nella storia della Federazione, lunedì 7 ottobre la Nazionale delle Leggende Azzurre farà il suo debutto contro la Germania a Fürth, vicino Norimberga. Prende vita così il progetto inserito nella piattaforma programmatica, che rappresenta una parte fondamentale del nuovo Club Italia: pertanto la Azzurri Legends deve essere considerata alla stregua di tutte le altre 19 Nazionali. “La Nazionale delle Leggende Azzurre ha come finalità la promozione di attività agonistiche e di responsabilità sociale, oltre a percorsi educativi all’interno delle scuole, grazie al coinvolgimento di calciatori e calciatrici che hanno vestito almeno una volta la maglia della Nazionale: Azzurri per un giorno, Azzurri per sempre! Il nostro obiettivo è esaltare il patrimonio valoriale del nostro Calcio richiamando in servizio chi ha scritto negli anni la storia della Nazionale Italiana. La Rappresentativa è pertanto coordinata da un Campione del Mondo come Antonio Cabrini e auspico che la guida tecnica possa essere affidata a Marcello Lippi, ad oggi unico allenatore Campione del Mondo”, queste le parole del presidente della FIGC.

La lista degli atleti convocati è stata stilata tenendo conto del numero di presenze in Nazionale, del palmarès ottenuto con tutte le Rappresentative Nazionali e della capacità di rappresentare, in campo e fuori, i valori connessi alla maglia Azzurra.

Ad oggi i seguenti calciatori hanno dato la propria disponibilità per la partita di lunedì prossimo, una squadra di 24 calciatori, di cui ben 13 Campioni del Mondo: Portieri: Amelia, Peruzzi;  Difensori: Balzaretti, Cannavaro, Grosso, Panucci, Torricelli, Vierchowod, Zaccardo, Zambrotta; Centrocampisti: Ambrosini, Conti, Di Biagio, Di Livio, Fiore, Gattuso, Giannichedda, Perrotta, Pirlo, Tommasi; Attaccanti: Ravanelli, Schillaci, Totti, Toni.

Nomine di competenza

A seguito delle dimissioni del Dott. Raffaele Squitieri, nominato presidente della “Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport sulle controversie in tema di ammissione ed esclusione dalle competizioni professionistiche”, il Consiglio ha provveduto alla nomina del neo presidente dell’Organismo di Vigilanza della FIGC Prof. Avv. Mario Cicala.

Il Consiglio ha nominato anche la Commissione Federale di Garanzia della Giustizia Sportiva che sarà così composta: Pasquale De Lise (presidente), Alfonso Quaranta, Cesare Mirabelli, Fabrizio Criscuolo e  Massimo Luciani (componenti).

Nominata, inoltre, la Commissione Antidoping e Tutela della Salute, che è così composta: Giuseppe Capua (presidente); Diana Bianchedi (vice presidente); Walter Della Frera, Amato De Paulis, Veniero Gambaro, Franco Perona, Gualtiero Ricciardi (componenti). Infine, Paolo Zeppilli è stato nominato Medico Federale, con il compito, una volta varato il nuovo progetto complessivo di riordino del settore, di coordinare il lavoro della Commissione Antidoping e Tutela della Salute, della sezione medica del Settore Tecnico e dell’area medica del Club Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Data articolo: Tue, 01 Oct 2019 17:49:16 +0200
News n. 16
Il direttore marketing UEFA: “Questo Europeo sarà unico. E tutto inizierà da Roma…”

“Di solito si dice che ‘tutte le strade portano a Roma’, ora invece ‘tutto inizierà da Roma”. UEFA EURO 2020 - per cui l’Italia conta di staccare il pass già tra dieci giorni - si annuncia come una competizione “particolare”, visto che sarà itinerante e in dodici città europee, e “unica”. E la gara inaugurale - come ha ricordato il direttore marketing della UEFA Guy-Laurent Epstein in un’intervista esclusiva rilasciata a ‘Il Messaggero’ - si svolgerà proprio all’Olimpico, dove gli Azzurri proveranno a battere sabato 12 ottobre la Grecia.

“Sarà molto stimolante”, le sue parole al quotidiano di via del Tritone, “Ovviamente il fatto che Roma sia una delle città ospitanti significa che i tifosi potranno godersi la loro nazionale qui, a portata di mano. Questo torneo punta a essere più vicino ai tifosi e, considerando la situazione delle qualificazioni europee, è probabile che l’Italia giocherà tutte e tre le partite della fase a gironi allo Stadio Olimpico, per lo meno due ma ... forse tutte e tre”.

“EURO”, ha sottolineato Epstein, “è molto più che soltanto calcio, è una miscela di calcio, cultura, tradizioni, intrattenimento. Le persone verranno qui perché potranno seguire la propria nazionale. Ci saranno molte persone che viaggeranno al seguito delle loro squadre, a livello nazionale sia internazionale. In entrambi i casi, vorranno scoprire la città. Non si viene solo per il calcio, è molto più di questo: vogliono far festa, vogliono ammirare i luoghi della cultura e ovviamente Roma è il posto migliore dove ci si può divertire, come calcio e come festa. La Capitale porterà molto al torneo e per la gente di Roma che vede la sua nazionale partecipare alla migliore competizione di calcio in casa, credo sia un grande onore”.

La Città Eterna, come detto, darà l’ideale calcio d’inizio alla manifestazione più importante del calcio europeo. “Sappiamo tutti che Roma è una città storica e aprirà le sue porte ai tifosi”, ha ricordato il direttore marketing della UEFA, “specialmente con il Fan festival che terrà conto dello storico passato della città, ma con un tocco moderno! Questa è una grande opportunità per mostrare Roma intorno a un torneo di calcio. Anche se l’Italia ha già ospitato l’Europeo due volte in passato, l’ultima è stata nel 1980. Eventi come questo non si verificano così spesso e quando arrivano nella tua città, devi approfittarne. EURO è un evento imperdibile e vogliamo che tutti a Roma, e in Italia, lo sappiano”.

La UEFA è stata a Roma la scorsa settimana per tenere il suo secondo Partner Workshop di UEFA EURO 2020, che fornisce una piattaforma molto importante per la UEFA per scambiare informazioni con i partner e a questi ultimi di comprendere meglio come e quando possono esercitare i propri diritti. “Roma”, ha aggiunto, “è stata scelta per questo evento perché sarà il punto di partenza di questo EURO con la partita di apertura di venerdì 12 giugno 2020. Penso che sia stato bello iniziare la stagione di EURO organizzando questo evento”.

L’Olimpico, in fase di “maquillage” per essere pronto la prossima estate, quando ospiterà tre gare della fase a gironi e una dei quarti, saprà essere all’altezza. “L’Olimpico è mitico”, le parole (in italiano) di Epstein, “È un grande stadio, non necessariamente il più moderno che abbiamo in Europa perché con il tempo ci sono stati molti sviluppi su come costruire e organizzare gli stadi, ma ci sono una storia, uno spirito, una dinamica e un’emozione che si trovano all’interno dello stadio. Porterà molto a livello di ‘scenario’ all’evento. È l’Olimpico, dopo tutto. Sarà un palcoscenico magnifico per il lancio del torneo. Iniziare in uno stadio come questo sta già mettendo il torneo su un alto livello”.

Dal 12 giugno al 12 luglio andrà in scena un vero e proprio “festival del calcio”, Epstein ne è sicuro. “Ci saranno molti eventi organizzati dove la gente potrà andare. La fan zone nel cuore di Roma, che è assolutamente fantastica”, ha concluso Epstein nell’intervista al Messaggero, “Fondamentalmente offrirà a tutti, sia a quelli che non andranno allo stadio, sia ai tifosi che lo faranno, la possibilità di sentire e respirare la passione e l’emozione del torneo. Le persone potranno inoltre assistere alle partite in questi luoghi e vivere l’esperienza di EURO, anche se non sono allo stadio per le partite. Ci saranno molti eventi organizzati per le persone che celebrano il calcio durante il periodo del torneo e ci saranno feste ovunque. Con un “sapore” locale. Roma è il luogo centrale per ospitare il torneo, ma tutta l’Italia celebrerà la partecipazione della nazionale azzurra a EURO. Tuttavia, a Roma sarà un po’ diverso perché ospiterà l’Europa in città e sarà una grande fonte di orgoglio per tutto il popolo romano contribuire al successo di EURO e dare il benvenuto alle persone nella città. Questo è il più grande EURO di sempre!”.

Data articolo: Tue, 01 Oct 2019 11:56:35 +0200
News n. 17
Gravina all’incontro con società e arbitri di Lega Pro: “Una giornata ricca di opportunità”

A poco più di un mese dall’inizio del campionato, che ha preso il via lo scorso 24 agosto, si è svolto oggi a Firenze l’incontro tra il designatore della Can Pro Antonio Damato e i club di Serie C. Nell’augurare una stagione ricca di soddisfazioni alle società, ai calciatori, agli allenatori e agli arbitri della Lega Pro, il presidente della FIGC Gabriele Gravina è intervenuto sulle sfide che aspettano nell’immediato futuro il calcio italiano e in particolare il campionato di Serie C: “È una giornata speciale – ha dichiarato il presidente federale - ricca di opportunità, perché riunioni in cui si incentiva il confronto tra tutti i protagonisti del calcio sono utili, direi determinanti, per il suo sviluppo. La partecipazione e la collaborazione rappresentano la base per il salto di qualità che stiamo cercando di fare. La FIGC ha una progettualità ben delineata, vogliamo stabilizzare il sistema e molto lo abbiamo già fatto (non vorrei che passasse in secondo piano l’inizio del campionato di Serie C finalmente senza penalizzazioni!), ma serve il contributo di tutte le componenti”.

All’incontro hanno preso parte anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e i numeri uno di AIA e AIC, Marcello Nicchi e Damiano Tommasi. “Adesso – ha sottolineato Gravina - stiamo lavorando per dare una concreta sostenibilità al sistema, ci saranno nuove risorse da distribuire, ma saranno ancorate a progetti di crescita su giovani, infrastrutture e calcio femminile. La Lega Pro è la palestra della formazione per i calciatori, per gli allenatori, per i dirigenti e anche per gli arbitri e assolvendo a questa funzione sono convinto riuscirà a superare tutte le difficoltà che hanno contraddistinto la categoria per troppo tempo”.

 

Data articolo: Mon, 30 Sep 2019 14:29:11 +0200
News n. 18
Il saluto di Vialli ai Volontari: “Ricordatevi che sulla vostra maglietta c’è scritta la parola Italia”

Una giornata da ricordare. Per la grandezza del campione incontrato, ma soprattutto per la profondità del messaggio lanciato dall’uomo. A Roma per il Partners Workshop di UEFA EURO 2020, il primo Europeo itinerante della storia che vedrà lo Stadio Olimpico ospitare quattro partite tra cui quella inaugurale, Gianluca Vialli ha voluto rivolgere un saluto ad alcuni dei team leader del Programma Volontari, attraverso il quale la FIGC selezionerà e formerà oltre 1000 volontari, che affiancheranno i professionisti del settore sportivo nelle attività all’interno degli stadi e presso gli altri siti ufficiali previsti dalla UEFA. 

Ex gemello del gol dell’attuale Ct Roberto Mancini, un passato da fuoriclasse con le maglie - tra le altre - di Sampdoria, Juventus, Chelsea (che ha anche guidato da allenatore) e ovviamente nazionale azzurra, Vialli ha confermato una volta di più che non poteva esserci scelta migliore per il ruolo di ambasciatore del Programma Volontari di Roma per UEFA EURO 2020.

“Mi hanno insegnato a essere concreto e sono io che volevo fare a voi un paio di domande, volevo capire quale è il vostro obiettivo, perché siete voluti diventare volontari…Voi siete i formatori, quindi neanche vedrete le partite gratuitamente”, ha detto sorridente l’ex calciatore in apertura di intervento. Spiegando poi ai presenti, che in mattinata avevano incontrato anche il direttore generale della Federcalcio Marco Brunelli, i motivi che lo hanno indotto ad accettare la proposta ricevuta.

“Quando me l’hanno chiesto non potevo dire di no, ma riflettendoci devo dire che fare l’ambasciatore dei volontari è una cosa molto bella”, ha ammesso, “Arrivo a dire prestigiosa, nel senso che sono l’ambasciatore di persone alle quali faccio i complimenti e di fronte alle quali mi tolgo il cappello per la scelta che hanno fatto. Davanti a voi c’è una persona che ha fatto di una passione un lavoro e tra di voi ho avvertito molta passione”. Ma, ha aggiunto con una battuta, “io rispetto a voi mi sono sempre fatto pagare molto profumatamente…facevo quello che mi piaceva fare e mi pagavano tanto! E invece vi fa molto onore - e vi dico bravi - perché voi farete qualcosa di cui siete appassionati e lo farete gratuitamente. Questa credo che sia veramente una cosa della quale essere orgogliosi”.

Vialli ha poi spiegato ai Team Leader l’importanza dell’ospitalità e dell’accoglienza, oltre che del gioco di squadra. “Volevo anche dirvi, come ho fatto alle personalità della UEFA, che nella vita, lo avrete già sperimentato, ma lo capirete ancora di più con il passare del tempo, puoi dimenticarti una faccia, il nome di una persona, il suo luogo di provenienza. Ma una cosa che ti porti dentro è il modo in cui questa persona ti ha fatto sentire”, ha sottolineato, “Credo che voi siate molto importanti: quando vai in un albergo tutti quelli che ci lavorano sono veramente speciali, fanno di tutto per metterti a tuo agio e anche se il tuo letto magari è un po’ scomodo quando te ne vai te ne dimentichi…Come ti dimentichi che al ristorante la pasta è un po’ scotta se quelli che ci lavorano, dal manager ai camerieri, ti facevano sentire veramente speciale!”.

“Quindi credo che voi abbiate un ruolo fondamentale per rendere EURO 2020 un’esperienza indimenticabile per tutti coloro che verranno a Roma o che lo guarderanno in tv. O che non saranno lì e che non si renderanno conto del lavoro che voi dietro le quinte state facendo per rendere questa competizione veramente speciale”, ha aggiunto l’ambasciatore, “Oltre tutto sarete dei formatori e quindi avrete questa grande responsabilità di fare in modo che tutti i vostri team funzionino nel migliore dei modi. Se posso darvi un paio di consigli, credo sia importante far capire a tutti, visto che ho fatto l’allenatore e capisco che cosa vuole dire, fare gioco di squadra. Nessuno si deve sentire troppo importante per fare le piccole cose che vanno fatte e sono ancor più importanti delle cose grandi e più visibili: questa è la prima cosa, creare questo tipo di mentalità. E poi che tutti si ricordino che, come dicevamo noi nello spogliatoio, il nome che c’è davanti sulla maglietta è più importante del nome che c’è dietro. Quindi EURO 2020 è quello che conta…Italia, Roma! Vi rivolgo un grande in bocca al lupo e immagino che sia una sfida per tutti: credo che nella vita la cosa nobile non sia essere migliori degli altri, ma sia essere migliori di se stessi come eravamo ieri. Da questa esperienza diventerete sicuramente delle persone migliori”. 

 

Data articolo: Mon, 30 Sep 2019 12:06:59 +0200
News n. 19
Domani la riunione del Consiglio Federale: argomenti all’ordine del giorno

Si terrà domani, martedì 1° ottobre, la riunione del Consiglio Federale, con inizio dei lavori alle ore 13.00. Oltre all’approvazione del verbale della riunione del 30 luglio 2019, alle comunicazioni del presidente della FIGC Gabriele Gravina e alla informativa del segretario generale Marco Brunelli, gli argomenti all’ordine del giorno saranno i seguenti; nomine di competenza: presidente Organismo di Vigilanza, integrazione organico Tribunale Federale Nazionale, sostituti Giudici Sportivi Divisione e Dipartimento Calcio Femminile, Commissione Federale di Garanzia, Commissione Antidoping e tutela della salute, integrazione Organi Territoriali della Giustizia Sportiva; modifiche regolamentari; approvazione linee guida ex art. 7 Statuto Federale anche ai fini dell’art. 7 CGS; divisione Calcio Paralimpico e sperimentale: provvedimenti conseguenti; delibera in ordine all’estinzione delle ammonizioni dopo la fase eliminatoria della Coppa Italia Serie C 2019/2020; eventuali provvedimenti di cui all’art. 20, comma 6, dello Statuto Federale su proposta della L.N.D. (Delegati Assembleari); ratifica delibere di urgenza del Presidente Federale; varie ed eventuali.

 

Data articolo: Mon, 30 Sep 2019 11:05:39 +0200
News n. 20
Insulti razzisti a Juan Jesus. Gravina: “Mi congratulo per la forte presa di posizione della Roma”

“Mi congratulo con la Roma per la decisa azione di contrasto alla discriminazione messa in atto di concerto con le forze di Polizia. Attività di questo tipo ci dimostrano come il calcio sia in grado di dare risposte concrete e di grande eticità nell’affrontare problematiche che interessano l’intera società civile. Siamo sulla strada giusta per allontanare i razzisti e i violenti dal nostro mondo”: è questo il commento del presidente della FIGC Gabriele Gravina alla forte presa di posizione da parte della Roma in seguito agli insulti razzisti di cui è stato vittima il calciatore Juan Jesus.

In un momento in cui la lotta contro il razzismo è la prima voce di impegno da parte della FIGC e di tutti i club (come già successo, ad esempio, con la società Juventus), Gravina si è voluto complimentare con la Roma dopo che la società giallorossa ha deciso di allontanare dallo stadio Olimpico il tifoso che ha offeso a più riprese Juan Jesus sulla pagina social del calciatore.

Data articolo: Fri, 27 Sep 2019 18:08:45 +0200

Tutte le notizie di calcio

Vedi anche le notizie sulla Lega Pro, Serie D e calcio minore

Ultimi video Serie A TIM

Risultati e classifica Serie A Risultati e classifica Serie B Video Highlights partite nazionali FIGC Vivo azzurro UEFA Champions e Europa League GOL PARADE Sintesi partite Champions League Risultati Champions League Risultati Europa League News calcio da UEFA.com News calciomercato da gazzetta.it News calcio Serie A e B da tuttosport News calcio da ccorriere dello sport News Calcio estero Video da gazzetta.it News Champions league da uefa.com News FIGC federazione Tutte le news dal sito FIGC News sulle Nazionali da tuttonazionali.com

Sulle squadre della A

News Atalanta calcio da gazzetta.it News Bologna calcio da gazzetta.it News Brescia calcio tuttobrescia.it News Cagliari calcio News Fiorentina calcio da gazzetta.it News Genoa calcio da gazzetta.it News Inter calcio da gazzetta.it News Juventus calcio da gazzetta.it News Lazio calcio Lecce calcio news News Milan calcio da gazzetta.it News Napoli calcio da gazzetta.it News Napoli tuttonapoli.net News Parma calcio

News Roma calcio da gazzetta.it News Sampdoria calcio da gazzetta.it News Sassuolo calcio da gazzetta.it News per amanti action figures News Spal calcio da calciomercato.com News Torino calcio da gazzetta.itNews Udinese calcio da gazzetta.it News Hellas Verona

Sulle squadre della B

News Ascoli calcio da tuttoascolicalcio News Benevento da beneventocalcio.it

News Cosenza calcio da ilcosenza.it News Cremonese calcio da tuttocremonese News sport da crotonenews.com

News Empoli calcio News Entella calcio News Frosinone calcio da tuttofrosinone.com News Juve Stabia calcio News Livorno da amaranta.it

News Perugia calcio News Pescara calcio tuttopescaracalcio.com News calcio Pisa News Pordenone calcio News Salernitana calcio tuttosalernitana.com News Spezia calcio cittadellaspezia.com News Trapani calcio

News Serie B da tuttoB.com