NEWS - cultura - NEWS - spettacolo - NEWS comics

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

Guida Serie TV film da kataweb.it

#guidaTV #TVzap #serieTV #film

ascolti tv
Ascolti tv, dati Auditel mercoledì 16 ottobre: Amici Celebrities sfiora i 3 milioni e vince
Vittoria per Amici Celebrities che con la semifinale conquista il prime time del 16 ottobre totalizzando su Canale 5 2.978.000 telespettatori e il 18,47% di share. Ascolti tv prime time Rai2 con […]

Vittoria per Amici Celebrities che con la semifinale conquista il prime time del 16 ottobre totalizzando su Canale 5 2.978.000 telespettatori e il 18,47% di share.

Ascolti tv prime time

Rai2 con Rocco Schiavone 3 ha ottenuto 2.652.000 telespettatori e l’11,58%, mentre Rai3 ha conquistato il terzo gradino del podio grazie a ‘Chi l’ha visto?’ seguito da 2.047.000 telespettatori pari al 10,06%. Fuori dal podio Rai1 che con lo Speciale Tg1 ha totalizzato 1.571.000 telespettatori e uno share del 7,04%. A seguire, Italia 1 con il film ‘Safe House – Nessuno è al sicuro‘, visto da 1.308.000 telespettatori pari al 5,96%. Su Retequattro ‘Fuori dal coro’ ha ottenuto 1.140.000 telespettatori e il 6,08%, mentre La7 con ‘Atlantide – Paolo Borsellino, depistaggio di Stato’ ha interessato 588.000 telespettatori (3,06%). Tv8 con ‘2012’ ha ottenuto 471.000 telespettatori (2,5%) mentre il Nove chiude la classifica degli ascolti del prime time di ieri con il debutto de ‘L’Assedio’, il nuovo programma di Daria Bignardi, scelto da 281.000 telespettatori pari all’1,3% di share.

Ascolti tv access prime time

Nell’access prime time di Rai1, Soliti Ignoti – Il Ritorno ottiene 5.206.000 spettatori con il 20.6%. Su Canale 5 Striscia la Notizia registra una media di 4.651.000 spettatori con uno share del 18.3%. La7 Otto e Mezzo ha interessato 1.843.000 spettatori con il 7.4% di share.

Ascolti tv l’informazione

Per l’informazione, i Tg delle ore 20 hanno avuto i seguenti ascolti: per il Tg1, 5.048.000 spettatori con il 22.3% di share; per il Tg5, 4.465.000 spettatori 19.4% di share; per il TgLa7, 1.274.000 spettatori con il 5.6% di share. L’ufficio stampa Rai informa che il Tg2 delle 13.00 ha ottenuto 1.889.000 spettatori e il 14,7% di share; 1.740.000 telespettatori per il Tg3 delle 19.00 con il 10,5% di share, salito al 12,2 (2.436.000 telespettatori) nelle edizioni regionali curate dalla TGr.

Ascolti tv la giornata

Canale5 vince il prime time con 4.219.000 spettatori e il 17.04% di share. Per Rai1 3.638.000 spettatori e il 14.7% di share. Le reti Rai si aggiudicano la prima serata con 9.226.000 spettatori e il 37.27% di share (per Mediaset, 8.902.000 spettatori e il 35.96% di share); le 24 ore con 3.431.000 spettatori e il 35.62% di share (per Mediaset 3.378.000 spettatori e il 35.06% di share). Mediaset vince la seconda serata con 4.361.000 spettatori e il 39.75% di share (per la Rai, 3.392.000 spettatori e il 30.91% di share. Per La7 4.19% in prima serata e il 3.80% nelle 24 ore.


Data articolo: Thu, 17 Oct 2019 10:07:35 +0000
film
Safe House – Nessuno è al sicuro: trama, cast e curiosità del thriller con Denzel Washington
C’è anche il premio Oscar Denzel Washington nel cast del film d’azione Safe House – Nessuno è al sicuro. Per gli amanti della suspance e dei finali non banali l’appuntamento in tv […]

C’è anche il premio Oscar Denzel Washington nel cast del film d’azione Safe House – Nessuno è al sicuro. Per gli amanti della suspance e dei finali non banali l’appuntamento in tv è per mercoledì 16 ottobre alle 21.20 su Italia 1.

Safe House РNessuno ̬ al sicuro, trailer

Safe House РNessuno ̬ al sicuro, trama

Latitante da dieci anni, Tobin Frost, ex agente della CIA in possesso di un microchip con documenti compromettenti, viene catturato e portato nella Safe House gestita da Matt Weston, ufficiale leale all’organizzazione, deciso a migliorare la propria posizione lavorativa. Poco dopo l’inizio dell’interrogatorio, un gruppo di mercenari fa irruzione nella zona protetta cercando di uccidere la pericolosa spia, che riesce, però, a fuggire insieme al suo custode. Inizia così una sfida contro il tempo, una fuga in cui Matt avrà il compito di portare in salvo il detenuto e scoprire la verità, con il rischio di perdere fiducia in tutto quello in cui ha sempre creduto e per cui ha lottato una vita…

Safe House РNessuno ̬ al sicuro, cast

Denzel Washington (Malcolm X, Il rapporto Pelican, Out of Time, Il collezionista di ossa, The manchurian candidate) è il protagonista Tobin Frost e divide il proscenio ideale della pellicola con Ryan Reynolds (Lanterna Verde, Maial College, Blade: Trinity, Certamente, forse, Deadpool, Cambio vita, Criminal, Come ti ammazzo il bodyguard) veste i panni di Matt Weston. La caratterista Vera Farmiga (L’Evocazione – The Conjuring, Roar, Bates Motel, The Judge, Orphan, Il bambino con il pigiama a righe, Tra le nuvole, Autumn in New York) è Catherine Linklater mentre l’altrettanto esperto lupo di mare dei set Brendan Gleeson (Cuori ribelli, Mission: Impossible II, Il sarto di Panama, A.I. – Intelligenza artificiale, Gangs of New York, Ritorno a Cold Mountain, In Bruges – La coscienza dell’assassino, Assassin’s Creed, Harry Potter) interpreta David Barlow.

Nel cast è presente anche Robert Patrick (Terminator 2 – Il giorno del giudizio, Double Dragon, Striptease, Asylum, Spy Kids, Charlie’s Angels – Più che mai, Quando l’amore brucia l’anima – Walk the line, L’uomo che fissa le capre, Io sono tu, La regola del gioco) nel ruolo di Daniel Kiefer, Liam Cunningham (Outcasts, Il trono di spade, Scoontro tra Titani, Codice fantasma, Centurion, Il primo cavaliere, La guerra dei bottoni) in quello di Alec Wade e, infine, Joel Kinnaman (Millenium – Uomini che odiano le donne, RoboCop, Knight of Cups, The Killing, House of Cards – Gli intrighi del potere, Altered Carbon) nelle vesti di Keller.

Safe House – Nessuno è al sicuro, curiosità

Safe House è il film girato da un regista svedese che ha incassato più soldi nella storia del cinema.

La sceneggiatura di Safe House era insieme a diverse altre nella Blacklist del 2010, una lista di sceneggiature molto apprezzate ma per varie ragioni non ancora diventate film.

Il film avrebbe dovuto avere come sfondo le favela di Rio de Janeiro ma la produzione ha deciso di rivolgersi altrove a causa dei possibili problemi di sicurezza.

Per dare credibilità al suo soggetto, il regista Daniel Espinosa ha voluto un consulente sul set, l’ex agente della CIA Luis Falcon.

L’ambientazione è stata spostata dalla produzione a Cape Town, in Sudafrica.

Safe House РNessuno ̬ al sicuro, recensione

Per MyMovies la pellicola si merita tre stelle su cinque (per la fotografia, il finale western e Sam Shepard) mentre invece IMDb lo considera un film da 6,8 su 10. Noi di TvZap diamo un 8 pieno per la sola presenza di Denzel Washington.


Data articolo: Wed, 16 Oct 2019 15:15:48 +0000
Guida tv
Il Caso Vannini, cos’è successo la sera della morte del giovane Marco
È uno dei casi di cronaca che ha spaccato l’Italia, l’opinione pubblica e i media. Questa settimana Nove racconta accompagna lo spettatore dentro Il caso Vannini, in prima tv assoluta giovedì 17 […]

È uno dei casi di cronaca che ha spaccato l’Italia, l’opinione pubblica e i media. Questa settimana Nove racconta accompagna lo spettatore dentro Il caso Vannini, in prima tv assoluta giovedì 17 ottobre alle 21:25 sul Nove. La ricostruzione organica dei tragici fatti che nel 2015 a Ladispoli (Roma) hanno portato alla morte del giovane Marco Vannini per mano del padre della fidanzata, Antonio Ciontoli, attraverso le testimonianze dei diretti interessati, la famiglia di Marco su tutti, documenti, intercettazioni e audio inediti.

Marco Vannini, la sera della morte

Marco ha 20 anni. Bello, biondo. Un bravo ragazzo, il figlio che tutti vorrebbero avere, l’orgoglio di mamma Marina e papà Valerio. D’estate fa il bagnino, accudisce bambini e disabili, il suo sogno è entrare nelle Forze dell’ordine. Martina ha 19 anni, bionda e bella anche lei, nelle immagini è sempre sorridente. Piena di vita ma anche gelosa del suo fidanzato. Sono una coppia di giovani innamorati come tanti. Sullo sfondo la vita che scorre tranquilla in una provincia dove tutti si conoscono, tra Cerveteri e Ladispoli (Roma). Poi il 17 maggio del 2015 un colpo di arma da fuoco fredda Marco nella casa di Martina. Presenti in casa tutti i membri della famiglia della fidanzata: il padre Antonio Ciontoli, reo confesso, la madre Maria Pezzillo, il fratello Federico con la fidanzata Viola Giorgini. Solo loro sanno quello che è accaduto quella sera. Una caduta, poi una ferita con un pettine dicono, telefonate tardive al 118, la corsa in ospedale, la verità dello sparo e la tragica fine: la morte di Marco.

Caso Vannini, i punti oscuri

Un’inchiesta, affidata ai Carabinieri di Civitavecchia, che sembra sia partita fin da subito con troppi dubbi. I familiari e gli amici di Marco che ricordano discussioni negli ultimi tempi tra lui e la fidanzata contraria, secondo loro, al progetto del ragazzo di costruirsi un futuro nelle Forze dell’ordine, atteggiamento che potrebbe costituire un possibile movente. Gli avvocati delle due parti, Pietro Messina e Andrea Miroli per i Ciontoli, Celestino Gnazi per i Vannini, con il consulente di parte Luciano Garofano, che forniscono spiegazioni diametralmente opposte su ogni aspetto di questa vicenda, le analisi dei cronisti Stefano Pettinari ed Emanuele Rossi de Il Messaggero.

Caso Vannini, i processi

Insieme al processo penale che si è concluso in secondo grado con la condanna di tutta la famiglia Ciontoli, a vario titolo, per omicidio colposo, e che tra pochi mesi andrà a sentenza definitiva presso la Corte di Cassazione, un altro processo non ha lesinato colpi: è il processo mediatico che ha diviso l’opinione pubblica in colpevolisti e innocentisti, anche questo specchio dei tempi.

Chi era Marco Vannini? Un ragazzo come tanti? È davvero morto per un fatale incidente? Il caso Vannini proverà a dare delle risposte analizzando in maniera critica i vari aspetti di questa torbida vicenda, con le tante immagini di repertorio private di Marco e della sua famiglia, a ricordare che questa è soprattutto la storia di un giovane uomo strappato alla vita senza un perchè.

“Il caso Vannini” (1 episodio x 90’) è una produzione originale Stand By Me per Discovery Italia.


Data articolo: Wed, 16 Oct 2019 14:32:11 +0000
talk show
Live non è la d’Urso lascia la domenica e cambia giorno: la decisione di Mediaset
In origine era il mercoledì, poi la domenica, e ora Barbara d’Urso trasloca nuovamente nel palinsesto di Canale 5 con Live – non è la d’Urso. Il talk show serale di Carmelita, […]

In origine era il mercoledì, poi la domenica, e ora Barbara d’Urso trasloca nuovamente nel palinsesto di Canale 5 con Live – non è la d’Urso. Il talk show serale di Carmelita, attualmente in onda la domenica sera, si prepara a fare le valigie e dal 28 ottobre ad occupare la serata del lunedì, quella che fino a ora è stata riservata a Temptation Island Vip e che in attesa dell’arrivo del Grande Fratello Vip viene affidata proprio a Barbara, la quale al momento si trova a fronteggiare la concorrenza della sempre vincente Imma Tataranni su Rai 1, Che tempo che fa su Rai 2 e Non è l’Arena su La 7.

Le parole del direttore di Canale 5

In una nota stampa Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, spiega così il cambio di programma: ”Ancora una volta Barbara, con ‘Live non è la d’Urso’ ha dimostrato di essere una colonna portante del palinsesto di Canale 5. Per questo motivo, visto lo spostamento di ‘GF VIP’ a gennaio 2020, le abbiamo chiesto di affrontare una nuova sfida: portare il suo serale ‘Live – Non è la d’Urso’ nel lunedì della rete ammiraglia Mediaset. Una serata importante per noi, tradizionalmente dedicata ai grandi show. Come il suo. E Barbara, che non arretra mai davanti alle sfide, non si è sottratta: dopo l’ultima puntata alla domenica, il 20 ottobre, dal 28 debutta al lunedì, sempre su Canale 5, in diretta, in prima serata”.


Data articolo: Wed, 16 Oct 2019 11:17:35 +0000
ascolti tv
Ascolti tv, dati Auditel 15 ottobre: la Nazionale sfiora i 6 milioni, boom di Porta a Porta con Matteo Salvini e Matteo Renzi
L’incontro Liechtenstein-Italia, trasmesso da Rai 1, ha vinto la prima serata di martedì 15 ottobre con 5.969.000 telespettatori e il 23.4% di share, ma il vero record della serata è quello ottenuto […]

L’incontro Liechtenstein-Italia, trasmesso da Rai 1, ha vinto la prima serata di martedì 15 ottobre con 5.969.000 telespettatori e il 23.4% di share, ma il vero record della serata è quello ottenuto da Bruno Vespa con la puntata di ‘Porta a Porta‘ che ha ospitato il confronto tra Matteo Salvini e Matteo Renzi e che ha ottenuto 3.808.000 telespettatori con il 25.4% di share.

Ascolti tv prime time

Nel prime time, al secondo posto, ma a grande distanza dalla Nazionale, si è piazzato il film ‘Il Libro di Henry‘ su Canale 5, con 2.275.000 telespettatori e il 9.8% di share. Subito dietro, al terzo posto come ascolti ma con uno share più alto, ‘Le Iene show’ su Italia 1, con 2.170.000 spettatori e il 12.9%. A seguire, tra gli altri ascolti del prime time: ‘Shall We Dance?‘ su Rai2 (1.506.000 spettatori, share 6.3%), ‘diMartedì’ su La7 (1.225.000 spettatori, share 5.7%), ‘Una Vita’ su Rete4 (1.156.000 spettatori, share 5.1%), ‘#Cartabianca’ su Rai3 (1.021.000 spettatori, share 4.8%), ‘L’Amore oltre la Guerra’ su Tv8 (386.000 spettatori, share 1.7%), ‘Maldamore’ sul Nove (274.000 spettatori, share 1.2%).

Ascolti tv access prime time

Nell’access prime time ‘Striscia la notizia’ su Canale 5 ha ottenuto e 3.828.000 (share 14.6%) mentre non è andato in onda su Rai1 ‘I soliti ignoti’ per lasciare spazio alla partita di calcio. Su La7 ‘Otto e mezzo’ ha avuto 1.736.000 (share 6.7%). Su Retequattro ‘Stasera Italia’ ha ottenuto nella prima parte, 1.345.000 (share 5.3%) e, nella seconda, 1.494.000 (share 5.7%).

Ascolti tv l’informazione

Per l’edizione delle 20 dei telegiornali, il Tg1 ha avuto 5.372.000 (share 23.2%), il Tg5 è stato seguito da 4.477.000 (share 18.9%) e il ‘Tg La7’ è stata visto da 1.426.000 (share 6%). La Rai segnala lo speciale Tg3 sulla Siria, in onda dalle 15.20, seguito da 493.000 (share 4.3%).

Ascolti tv la giornata

Nel complesso le reti Rai hanno vinto la prima serata con 10.163.000 (share 39,7%) a fronte degli 8.458.000 (share 33%) di Mediaset, la seconda serata con 4.206.000 (share 36,6%) contro i dei 3.983.000 (share 34.7%) delle reti del biscione e l’intera giornata con 3.761.000 (share 37%) a fronte dei 3.426.000(share 33.7%) di Mediaset.


Data articolo: Wed, 16 Oct 2019 10:07:59 +0000
film
Il libro di Henry: trama cast e curiosità del film con Maddie Ziegler, la bambina prodigio dei video di Sia
C’è Colin Trevorrow, regista di Jurassic Park, dietro la macchina da presa del thriller Il libro di Henry, film del 2007 in onda martedì 15 ottobre in prima tv alle 21.20 su […]

C’è Colin Trevorrow, regista di Jurassic Park, dietro la macchina da presa del thriller Il libro di Henry, film del 2007 in onda martedì 15 ottobre in prima tv alle 21.20 su Canale 5. 21.20.

Il libro di Henry, trailer

Il libro di Henry, trama

Il film è incentrato su un bambino prodigio, Henry, che si prende cura della mamma single e del fratellino minore. Un giorno Henry scopre che una sua compagna di classe subisce abusi dal patrigno. Non creduto dalla preside, decide di aiutarla da solo.

Il libro di Henry, cast

Naomi Watts (Mulholland Drive, The Ring, 21 grammi, The Impossible) interpreta Susan Carpenter, Jacob Tremblay (Room, Wonder, I Puffi 2) è Peter Carpenter, mentre a vestire i panni del protagonista Henry Carpenter è Jaeden Lieberher (St. Vincent, Playing it Cool, It). Christina Sickleman è invece interpretata da Maddie Ziegler, l’attrice e ballerina che è diventata nota in tutto il mondo per aver preso parte a numerosi video della popstar australiana Sia. È lei infatti la bambina prodigio dei videoclip di Chandelier e Cheap Thrills, solo per citarne un paio.

Il libro di Henry, curiosità

Naomi Watts ha vinto il riconoscimento come Miglior attrice internazionale nel 2018 ai Golden Camera.

Il libro di Henry, recensione

Il film non è stato accolto molto positivamente dalla critica. Per MyMovies, che gli attribuisce un punteggio di 2.67/5, il copione non sta in piedi e pecca di approssimazione, “convinzione che basti scimmiottare il dramma e sporcarlo di zucchero a velo per intenerire il pubblico e portarlo dalla propria parte”. Per Imdb invece il voto è un 6.6/10.


Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 15:35:07 +0000
film
Shall We Dance? cast, trama e curiosità del film con Richard Gere e Jennifer Lopez
A volte la crisi dei cinquant’anni può essere una grande occasione di riscoprire ciò che amiamo e che ci tiene vivi: questa la lezione che apprende il fascinoso Richard Gere nel corso […]

A volte la crisi dei cinquant’anni può essere una grande occasione di riscoprire ciò che amiamo e che ci tiene vivi: questa la lezione che apprende il fascinoso Richard Gere nel corso di Shall we dance?, film risalente a ormai quindici anni fa in cui un uomo annoiato e senza stimoli riscopre la passione per la vita attraverso il ballo. Appuntamento in prima serata su Rai 2 dalle 21.20 martedì 15 ottobre.

Shall We Dance?, il trailer

Shall We Dance?, la trama

John Clark è un avvocato di successo di Chicago annoiato da un’esistenza che si ripete sempre uguale ed è alla ricerca di qualcosa che gli permetta di rompere la monotonia. L’occasione gli si presenta quando, una sera, scorge una bellissima ragazza che guarda fuori dalla finestra di una scuola di ballo con la stessa malinconia che prova lui; John, colpito, entra nella scuola si iscrive impulsivamente ad un corso di danza, nella speranza di incontrare la misteriosa ragazza.
John si pente immediatamente di quello che ha fatto: il corso a cui si è iscritto non è tenuto dalla bella e algida Paulina, bensì dall’anziana proprietaria della scuola, Miss Mitzi. Come se ciò non bastasse, il primo approccio di John con il ballo non è dei più felici ed egli si rivela del tutto negato, al pari dei suoi compagni di corso, il playboy Chic e il simpatico Vern. A peggiorare ulteriormente le cose, Paulina fa freddamente capire a John che la danza per lei è una cosa molto seria e gli consiglia di non continuare con le lezioni se la sua unica intenzione è abbordarla; John, svergognato e consapevole di aver dato una pessima impressione di sé, vorrebbe mollare tutto, ma si rende ben presto conto di essersi davvero appassionato al ballo e nelle settimane successive si impegna sempre di più e con sempre maggior entusiasmo, diventando sempre più bravo e sicuro di sé sulla pista. John, ad ogni modo, è ben deciso a tenere nascosta la sua nuova passione a famiglia e amici; un aiuto prezioso gli viene dato dall’amico e collega Link (Stanley Tucci), apparentemente grigio e insignificante, ma in realtà dotato di grande personalità e soprattutto di un insospettabile talento per le danze latino-americane.
Beverly, la moglie di John, inizia a notare il cambiamento di personalità del marito, improvvisamente più frizzante e contento di quanto non sia mai stato in vent’anni di matrimonio; fiutando una tresca, la donna assume un detective privato, l’improbabile e sciatto investigatore Devine. Beverly, così, viene a conoscenza della passione di John per il ballo e, pur perplessa e un po’ amareggiata al pensiero che John non le abbia detto nulla, decide di chiudere con le indagini e lasciare al marito i propri spazi.
John, Link, Chic e Vern, intanto, si preparano per una delle più importanti competizioni di ballo di Chicago. John gareggerà nei balli classici assieme all’estroversa e fin troppo schietta Bobbie, mentre Link lo sostituirà nelle danze latino-americane. Tutti si allenano duramente con l’aiuto di Miss Mitzi e Paulina; la sera prima della gara, Paulina, contagiata dall’entusiasmo mostrato da John durante gli allenamenti, perde finalmente tutta la propria freddezza e i due passano una bella serata parlando dei motivi che hanno spinto ognuno dei due ad avvicinarsi alla danza. Al termine della serata, Paulina, vedendo John molto nervoso al pensiero della gara, lo aiuta a sciogliersi ballando insieme a lui un bellissimo tango in cui emerge tutta la passione di John per la danza.
Il giorno della competizione, John dà il meglio di sé ballando uno splendido valzer con Bobbie; mentre si cimenta nel secondo ballo, il quickstep, però, John si accorge che in sala sono presenti anche Beverly e la figlia Jenna e, preso dal panico, strappa inavvertitamente il vestito di Bobbie, mandando a monte la gara. Più tardi, John confida a Beverly di non averle detto nulla perché si vergognava al pensiero che la sua famiglia, che dovrebbe essere la cosa più importante della sua vita, non fosse abbastanza per renderlo felice, e, affranto, decide di abbandonare per sempre la danza.
Qualche tempo dopo, John viene invitato dagli amici della scuola di danza alla festa d’addio organizzata per Paulina, che sta per partire per l’Inghilterra. Gli viene inoltre data una lettera da parte di Paulina, in cui l’amica gli confida di aver perso la passione per la danza per aver perduto un’importante competizione qualche anno prima a causa di un banale errore sulla pista, che le costò anche l’amore del fidanzato, all’epoca suo partner per la gara. Da allora, Paulina non balla più, limitandosi al solo insegnamento; ma John, con il proprio entusiasmo, è riuscito a farle ritrovare la passione di un tempo e Paulina lo ringrazia per questo, augurandosi di poter ballare un’ultima volta con lui prima di partire. John vorrebbe rifiutare comunque l’invito, ma Beverly lo spinge a riprendere a coltivare la sua passione e, per dimostrargli che comprende i suoi sentimenti, gli regala un paio di scarpe da ballo. John, così, realizza che, anche se la danza è ciò che gli ha permesso di sconfiggere la noia, è la sua famiglia ciò che lo rende davvero felice e non c’è quindi ragione per cui debba rinunciare a una delle due cose; così, quella sera, John va alla festa insieme a Beverly e balla un’ultima volta con Paulina.

shall we dance

Shall We Dance?, il cast

Se non bastasse il trio di star composto da Richard Gere (American Gigolò, Ufficiale e gentiluomo, Cotton Club, Pretty Woman, Il primo cavaliere, Se scappi ti sposo, Autumn in New York, Chicago, The Jackal, L’imbroglio – The Hoax, Ritorno al Marigold Hotel, The Dinner),  Jennifer Lopez (Out of sight, Parker, Prima o poi mi sposo, Quel mostro di suocera, Piacere, sono un po’ incinta) che, per inciso, ha cominciato la sua carriera proprio come ballerina, e Susan Sarandon (La mortadella, Prima pagina, The Rocky Horror Picture Show, La tempesta, Le streghe di Eastwick, Il cliente, L’olio di Lorenzo, Thelma & Louise, Nemiche amiche, Dead Man Walking – Condannato a morte, Elizabethtown, Alfie, Amabili resti, Cloud Atlas, Big Wedding), nel cast si nota anche Stanley Tucci (Beethoven, Il rapporto Pelican, Amabili resti, Era mio padre, Hunger Games, The Terminal, Slevin – Patto criminale, Il caso Spotlight).

Shall We Dance? curiosità

La storia di questo film, diretto nel 2004 da Peter Chelsom, sembra quello di una matrioska. La pellicola infatti è ispirata alla pellicola giapponese del 1996 Vuoi ballare? – Shall We Dance? di Masayuki Suo, il cui titolo fa a sua volta riferimento alla canzone Shall We Dance? dal musical The King and I. Quell’opera, firmata da Rodger e Hammerstein, ha a sua volta dato vita a una prima trasposizione cinematografica del 1956, diretta da Walter Lang con Yul Brinner e Deborah Kerr, vincitrice di cinque premi Oscar che, nel 1999, ha avuto un’altra versione remake, intitolata Anna and the King, con protagonisti Jodie Foster e Chow Yun-Fat.

I set del film sono stati spostati da Winnipeg a Toronto a causa della paura per la SARS scatenatasi nei primi mesi del 2003.

Inizialmente, la parte di Richard Gere avrebbe dovuto essere di Tom Hanks e sarebbe dovuto essere Jon Turteltaub il regista.

Shall We Dance? recensione

Il film, che fa riflettere con leggerezza sulla routine della vita quotidiana e sulla necessità di trovare degli spazi di sfogo che rendono migliori le persone, tende verso la fine ad assumere toni un po’ sdolcinati, ma nel complesso rimane una commedia piacevole, grazie anche ai suoi intepreti. Secondo MyMovies, Shall We Dance merita 2,5 stelle su 5, per IMDb è da 6,1 mentre TvZap, meno severo, gli dà 7.


Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 14:57:20 +0000
Guida tv
La strada di casa 2 non in onda, salta la quinta puntata del 15 ottobre
Stop forzato per La strada di casa 2, la fiction a metà strada tra il giallo e il dramma familiare a tinte storiche che vede come protagonista l’attore Alessio Boni. Dopo la […]

Stop forzato per La strada di casa 2, la fiction a metà strada tra il giallo e il dramma familiare a tinte storiche che vede come protagonista l’attore Alessio Boni. Dopo la messa in onda della quarta puntata lo scorso 8 ottobre sarebbe logico pensare che la quinta vada in onda martedì 15 ottobre in prima serata su Rai 1. E invece no. La fiction sta ferma un turno come a Monopoli e dà appuntamento ai telespettatori per il 22 ottobre. Il motivo? Le qualificazioni agli Europei del 2020.

Italia – Liechtenstein in vista degli Europei 2020

Archiviata (e festeggiata) la qualificazione da record, con sette vittorie e su sette e l’Europeo 2020 diventato realtà nella dolce serata dell’Olimpico, l’Italia è infatti attesa mercoledì 15 ottobre dall’ottavo impegno del girone, a Vaduz, contro il Liechtenstein. La tentazione del CT Mancini, anche per ringraziare il gruppo che ha conquistato la rassegna continentale con tanto anticipo, è di cambiare tutti i titolari, anche se, probabilmente, alla fine il turnover riguarderà sei-sette elementi.
Liechtenstein-Italia viene trasmessa in diretta, su Rai1, subito dopo il Tg1, a partire dalle 20.30: telecronaca di Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, interventi da bordocampo e interviste di Alessandro Antinelli e Aurelio Capaldi, in studio Marco Lollobrigida con Paolo Rossi.


Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 12:48:25 +0000
ascolti tv
Ascolti, Montalbano batte Temptation Island Vip, De Martino sul podio
Il Commissario Montalbano, anche se in replica, ha conquistato il prime time di ieri sera. La puntata ‘La danza del gabbiano’, infatti, è stata seguita da 5.330.000 telespettatori con uno share del […]

Il Commissario Montalbano, anche se in replica, ha conquistato il prime time di ieri sera. La puntata ‘La danza del gabbiano’, infatti, è stata seguita da 5.330.000 telespettatori con uno share del 24,08% collocandosi sul gradino più alto del podio. Secondo posto, a distanza, per Canale 5 con il programma ‘Temptation Island VIP’, visto da 3.363.000 telespettatori (share del 19,37%). Testa a testa per il terzo gradino del podio: su Italia1 il film ‘John Rambo’ è stato visto da 1.456.000 telespettatori registrando uno share del 5,99% mentre su Rai2 la quinta puntata dello show ‘Stasera tutto è possibile’ ha totalizzato 1.424.000 telespettatori e uno share del 6,98%.
Fuori dal podio su Rai3 ‘Indovina chi viene a cena’, che è stato seguito da 1.339.000 telespettatori con uno share del 5,09% mentre su Retequattro ‘Quarta Repubblica’ ha interessato 1.169.000 telespettatori pari a uno share del 6,35%. Su La7 la serie ‘Grey’s Anatomy’ ha ottenuto 577.000 telespettatori e uno share del 2,4%. Su Tv8, invece, il film ‘007 – Vendetta privata’ è stato visto da 300.000 telespettatori (share dell’1,4%) mentre il film ‘G.I. Joe – La vendetta’ ha ottenuto 292.000 telespettatori e uno share dell’1,3%.


Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 10:08:49 +0000
fumetti
Povero Pinocchio, torna la storia alternativa del celebre burattino
La fiaba di Pinocchio è di quelle che non si scordano mai, per il 20esimo anniversario la casa editrice Star Comics ha ridato alle stampe la graphic novel Povero Pinocchio – Storia […]

La fiaba di Pinocchio è di quelle che non si scordano mai, per il 20esimo anniversario la casa editrice Star Comics ha ridato alle stampe la graphic novel Povero Pinocchio – Storia di un bambino di legno. L’opera prima a fumetti di Alessandro Bilotta e Emiliano Mammucari che con questa storia esordivano insieme nel 1999. La nuova edizione, rimasterizzata e ricca di contenuti extra che ne raccontano la lavorazione consente ancora una volta di apprezza la poesia e la modernità di una storia senza tempo.

Da allora i due autori ne hanno fatta di strada (Bilotta è l’autore del pluripremiato Mercurio Loi, Mammucari il creatore della fortunata serie Orfani), ma “Povero Pinocchio” resta, per molti versi, il primo manifesto di una generazione che non ha voluto piegarsi a schemi e formule già pronte. Il nuovo volume sarà distribuito in due versioni – standard e deluxe, quest’ultima comprendente anche la sceneggiatura – con altrettante copertine inedite. Il lancio in anteprima è previsto in occasione della prossima edizione di Lucca Comics & Games, che si svolgerà dal 30 ottobre al 3 novembre. “Vent’anni fa Alessandro e io dedicammo la nostra prima storia a Pinocchio, il burattino che, per crescere, deve lottare contro un mondo che lo vuole educare. Poi è successo che… siamo diventati adulti, fortunatamente rimanendo impermeabili alle insidie del buon senso – ha sottolineato Mammucari – Povero Pinocchio è uno dei lavori che mi sta più a cuore: fa tenerezza, a volte. Si avverte l’urgenza di due ragazzi di raccontarsi, la paura di non avere una bussola, il bisogno di avere maestri e allo stesso tempo il desiderio di non trovarne mai. La nuova edizione non è una semplice ristampa, ma un libro completamente nuovo. Come a dire: se dev’essere un compleanno, facciamo che sia una grande festa”.

Povero Pinocchio – Storia di un bambino di legno

Un disegno dipinto ad acquerello, una storia sottile e romantica che porta il lettore tra i pensieri di Pinocchio, mettendo in scena un personaggio che fa quello che i bambini in carne e ossa possono solo immaginare. E allora largo alla fantasia. Povero Pinocchio – storia di un bambino di legno non è solo il fumetto di Pinocchio, è il racconto di un’alternativa che il burattino più famoso del mondo non aveva considerato. E se fosse meglio non diventare mai di carne e ossa? Insomma non crescere mai. Il personaggio creato dalla penna di Carlo Collodi prende coscienza di sé. Tra le righe della fiaba che tutti conosciamo, sfugge al Gatto e alla Volpe, sopravvive all’impiccagione alla Grande Quercia, ma soprattutto cerca di sottrarsi al pericolo più grande: diventare quello che gli altri vogliono di noi. “Ci sono alcuni fumetti che, anche se pubblicati, continuano a scavare dentro gli autori e in qualche modo chiedono una pubblicazione definitiva, per il bisogno di correggere alcune imperfezioni, per quello di poterli analizzare a mente fredda o semplicemente perché la tecnologia consente un’edizione migliore – ha dichiarato Bilotta – Questo libro della Star Comics è tutte queste cose. Insieme a Emiliano Mammucari abbiamo esordito giovani con una storia sul rifiuto di crescere. Star Comics la ristampa ora che sono passati vent’anni, come a dire che è più facile fare teoria che pratica”.

“Abbiamo accolto con piacere la proposta di Bilotta e Mammucari di omaggiare il successo di Povero Pinocchio a venti anni esatti dal suo debutto nelle fumetterie  – ha dichiarato Claudia Bovini, direttore editoriale di Star Comics – Stiamo lavorando ad una nuova edizione rimasterizzata che valorizzi ancor di più la bellezza di quest’opera, aggiungendo alcuni contenuti extra inediti sulla lavorazione del volume. Siamo certi che questa iniziativa sarà gradita a chi si appassionò nel lontano 1999 alle vicende di questo originalissimo Pinocchio e anche a coloro che lo potranno scoprire ed amare per la prima volta”.


Data articolo: Tue, 15 Oct 2019 07:28:07 +0000
film
John Rambo: trama, cast e curiosità del film con Sylvester Stallone
Lunedì 14 ottobre alle 21.20 su Italia Uno va in onda il quarto capitolo della saga di Rambo, l’iconico reduce del Vietnam interpretato da Sylvester Stallone che nei mesi scorsi era tornato ad […]

Lunedì 14 ottobre alle 21.20 su Italia Uno va in onda il quarto capitolo della saga di Rambo, l’iconico reduce del Vietnam interpretato da Sylvester Stallone che nei mesi scorsi era tornato ad allenarsi selvaggiamente in palestra per interpretare nuovamente uno dei suoi due personaggi più iconici (l’altro è chiaramente il pugile Rocky Balboa) nel quinto film uscito nelle sale italiane il 26 settembre 2019.

John Rambo: il trailer

LEGGI: I Mercenari 3: Stallone e Schwarzenegger contro Mel Gibson

John Rambo: la trama

Un gruppo di volontari cristiani in Thailandia assolda John Rambo perché li guidi nella risalita del fiume Salween. Lo scopo è quello di consegnare dei medicinali ad una tribù che vive nei pressi di Burma. Quando i missionari sembrano non tornare indietro dalla loro missione, Rambo mette insieme una squadra di mercenari per andare in loro soccorso: una missione che si trasformerà in un inferno.

John Rambo: il cast

Sylvester Stallone (Dredd – La legge sono io, Rocky, Fuga per la vittoria, Cannonball, Cliffhanger – L’ultima sfida, Demolition Man, Sorvegliato speciale, Driven, La vendetta di Carter, Guardiani della Galassia Vol. II) è ovviamente John Rambo, Julie Benz (Qualcosa è cambiato, Innocenza infranta) interpreta invece Sarah Miller, Paul Schulze (Panic room, Zodiac) è Michael Burnett, Matthew Marsden (Young Americans, Bounty Killer, Resident Evil: Extinction) è nei panni di Schoolboy mentre Graham McTavish (Ali, Colombiana, Plastic, Lo Hobbit, Creed – Nato per combattere) fa Lewis.

John Rambo: curiosità

Il titolo originale della pellicola è Rambo, nudo e crudo. I produttori americani del film, dopo aver vagliato diverse opzioni, hanno scelto questa formula ignorando che il fatto che sia il titolo del primo capitolo della saga in almeno nove paesi, Italia compresa (negli Stati Uniti il primo film con il personaggio di John Rambo si chiama First Blood). In queste nazioni la pellicola è uscita con il nome di battesimo del personaggio nel titolo per distinguerlo dai primi tre film.

Nel film sono presenti circa 2,59 uccisioni al minuto.

Julie Benz è stata scelta per interpretare Sarah perché Stallone, fan della serie Dexter in cui lei appariva, l’ha voluta fortemente.

LEGGI: Sylvester Stallone e Milo Ventimiglia sul set di This Is Us

Sylvester Stallone ha voluto a tutti i costi ambientare il film in Myanmar perché deciso a mettere in scena un paese costantemente in guerra ma ignorato dal resto del mondo. L’attore italo-americano voleva infatti sfruttare l’eco del suo nuovo film, ai tempi, per accendere i riflettori su un conflitto terrificante ma del tutto sconosciuto all’opinione pubblica quale il genocidio dell’etnia Karen da parte della giunta militare.

È il primo film in cui Rambo fa lavoro di squadra invece di andare in missione solitaria.

John Rambo: la recensione

Quando il film è stato girato, nel 2007, Stallone aveva già compiuto sessant’anni e far tornare in vita il personaggio con un interprete di quell’età sembrava onestamente un azzardo. In realtà, il Rambo anziano e visibilmente decaduto ha sorpassato a sinistra l’effetto patetico diventando a suo modo crepuscolare e malinconico, in una sua versione particolare e guerrigliera de Il viale del tramonto. La critica generalista ha comunque tendenzialmente demolito questo film che, invece, è stato discretamente apprezzato dal pubblico e dalla critica specializzata nel filone action: IMDb gli assegna un un 7 pieno su 10, così come anche MyMovies lo giudica con un buon 3,15 su 5. TvZap ha il cuore tenero e a Rambo vuole molto bene: 7,5 di stima per uno Stallone bolso e agée che comunque le suona a tutti.


Data articolo: Mon, 14 Oct 2019 15:17:12 +0000
ascolti tv
Ascolti tv, dati Auditel domenica 13 ottobre: Imma Tataranni vola a 4.8 milioni
Imma Tataranni conquista ancora la prima serata. L’episodio della nuova serie di Rai1 in onda domenica 13 ottobre ha toccato 4 milioni 881mila telespettatori e 22.93% di share. Ascolti tv prime time […]

Imma Tataranni conquista ancora la prima serata. L’episodio della nuova serie di Rai1 in onda domenica 13 ottobre ha toccato 4 milioni 881mila telespettatori e 22.93% di share.

Ascolti tv prime time

Su Canale5 Live – Non è la D’Urso ha ottenuto 2 milioni 205mila telespettatori (13.91% di share). Su Rai2 la nuova stagione di Che tempo che fa, l’appuntamento in prima serata del programma condotto da Fabio Fazio, è stato seguito da 1 milione 799mila telespettatori (7.6%): l’anteprima Che tempo che farà in onda prima del Tg2 delle 20.30, è stata vista da 905mila spettatori (4.4%), sia la seconda parte, Che tempo che fa – Il tavolo, che ha raccolto 1 milione 337mila spettatori (7.22%). Su Italia1 per Fast & Furious 8 1 milione 771mila spettatori e l’8.71% di share. Su Rai3 l’appuntamento con Il borgo dei borghi, il programma di Camila Raznovich dedicato alla competizione tra i più bei borghi d’Italia, ha ottenuto 1 milione 124mila spettatori (4.79%). Su La7 Non è L’Arena ha segnato 1 milione 91mila spettatori con il 5.9%. Su Rete4 USS Indianapolis ha interessato 819mila spettatori (3.91%).

Ascolti tv l’informazione

Per quanto riguarda l’informazione il Tg1 delle 20 ha raggiunto 4 milioni 812mila spettatori e il 22.13% di share. Il Tg5 della stessa ora ha raccolto 4 milioni 114mila (18.7%) mentre il TgLa7 ha segnato 887mila telespettatori (4.1%).

Ascolti tv la giornata

Vittoria delle reti Rai in prima serata con 9 milioni 600mila spettatori e uno share del 40.48% (per Mediaset 7 milioni 564mila e 31.9%) e nell’intera giornata con 3 milioni 917mila e il 36.81% (per Mediaset 3 milioni 240mila e 30.45%). Cologno Monzese si è imposta in seconda serata con 4 milioni 64mila (36.33%) contro i 3 milioni 653mila (32.65%) della Rai. Nel pomeriggio su Rai1 Domenica In ha ottenuto nella prima parte 2 milioni 750mila spettatori (18.78%), mentre nella seconda 2 milioni 252mila spettatori (17.50%). Su Canale5 Domenica Live è stata vista da 2 milioni 73mila spettatori (16.30%) e 1 milione 732mila (12.4%) nell’ultima parte.


Data articolo: Mon, 14 Oct 2019 11:22:39 +0000

Le notizie di cultura, arte, spettacoli, comics, cinema, moda, costume, libri, gossip

Video a tema culturale da youtube

Video Filosofo Umberto Galimberti Cultura da Treccani Channel Video storico Alessandro Barbero Centro culturale Milano Video Beni culturali da MIBAC Fondazione DIA' Cultura Maurizio Crozza Su Nove

Antropologia, etnologia Video da tutto il mondo da internazionale.it


Comics, anime, manga, nerd, videogame, action figure, fumetti, fantascienza

Videogame ultime uscite Videogame recensioni News comics game da gattaiola.it News fantasy da nerdexperience.it

News da fumetti-anime-and-gadget.com News da mondojapan.net Video recensioni actions figures News videogame da gameinformer youtube News per gli amanti delle action figures

Cultura, libri, musica, arte, altre culture

News da XL.repubblica.it News Vaticano da vatican.va

news cultura Ansa Antropologia lescienze.it Archeologia lescienze.it Musei Italia per regione comune Musei Italia per categoria Musei Italia per tipologie News teatro e musica lirica Reportage da internazionale.it News bestseller libri News Street Art News cultura da midi-miti-mici.it Podcast arte finestrasullarte.info News musica da liberoquotidiano.it Recensioni libri da kataweb.it

Cinema, film, movie, documentari, serie TV

News cinema da bestmovie.it News cinema da everyeye.it

Guida TV, film da kataweb.it Film cinema da sentieriselvaggi.it Telefilm e Serie Tv da everyeye.it News per gli amanti delle action figures News documentari

Moda, fashion, tendenze, costume, gossip

News Vanity Fair News secondo dagospia.com News sfilate di moda News da fashion east diary News LGBT da letteradonna.it News moda fashion da palermofashionblog.com

A tavola, ricette, in cucina

Ricette cucina da 4yougratis.it Ricette facili e veloci da ricettedalmondo.it

Ricerca ricette di cucina

Notizie molto utili: previsioni del tempo, scioperi ecc.

Previsioni del tempo Guida giornaliera programmi TV News scioperi annunciati

Scioperi trasporto pubblico Recensioni action figures RAI SPORT in diretta