NEWS - scuola istruzione scienze ambiente tecnologia

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

#ambiente #ISPRA #verde

News n. 1
EMAS ed Ecolabel UE al forum Compraverde buygreen

Le certificazioni ambientali sono tra gli strumenti che favoriscono la diffusione di nuove abitudini produttive e di consumo in grado di orientare il mercato verso scelte più ecosostenibili, attuando molti dei principi dell’economia circolare. I prodotti/servizi Ecolabel UE si contraddistinguono perché, pur garantendo elevati standard prestazionali, sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita e favoriscono la consapevolezza e la responsabilità condivisa del produttore. Le organizzazioni Registrate EMAS sono consapevoli dei propri impatti ambientali e agiscono nell’ottica del miglioramento continuo delle prestazioni ambientali al fine di aumentare l’efficienza del sistema produttivo attuando da sempre alcuni tra i più importanti principi dell’economia circolare. Per l’edizione 2019 del Forum Compravende Buygreen, il Servizio per le  Certificazioni Ambientali di ISPRA sarà presente all’evento con uno spazio espositivo e con vari  contributi nei workshop previsti dal programma.

La giornata del 17 ottobre coincide con il World Ecolabel Day istituito dalla Commissione Europea come giornata ufficiale di celebrazione del marchio e sarà quindi un’occasione in più per parlarne insieme.

Programma

Per ulteriori informazioni:

emas@isprambiente.it

ecolabel@isprambiente.it


Data articolo:
News n. 2
I Monti Simbruini: un osservatorio geologico-ambientale previlegiato nel territorio del Lazio

Anche quest’anno, come già nelle precedenti edizioni, il Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia, in collaborazione con il Dipartimento Monitoraggio e tutela ambiente e conservazione biodiversità, organizza un evento per la Settimana del Pianeta Terra.  L’evento, che si svolgerà nei giorni 18-19 ottobre 2019, consiste in un “Seminario di presentazione della Carta geologica del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini” e in una “Escursione geologico-ambientale nell'area di Filettino (RM)”, entrambi realizzati nell'ambito del rapporto di collaborazione ISPRA-PNRMS. Il tema di questa 7a edizione della Settimana del Pianeta Terra è il Turismo lento e le attività proposte ben si collocano in questo argomento perché viene offerta una diversa modalità di fruizione del territorio, permettendo l’osservazione dei caratteri geologici, geomorfologici, botanici e faunistici nel pieno rispetto dei luoghi percorsi. La Settimana del Pianeta Terra, del quale ISPRA è Ente patrocinante, ha la finalità di promuovere e diffondere la cultura scientifica. La manifestazione è nata con lo scopo principale di scoprire e valorizzare il nostro patrimonio geologico e naturale. La Settimana del Pianeta Terra vuol diffondere il rispetto per l'ambiente, la cura per il territorio così come la consapevolezza dei rischi cui siamo esposti. L’iniziativa promuove anche il turismo culturale su tutto il territorio italiano, sensibile ai valori ambientali, mettendo in risalto sia le risorse naturali più spettacolari, sia quelle meno conosciute, ma non meno affascinanti: quelle che abbiamo la fortuna, spesso senza saperlo, di avere proprio a due passi da casa.  La Settimana del Pianeta Terra vuole far appassionare i giovani alla scienza, in particolare alle Geoscienze, e trasmettere l'entusiasmo per la ricerca e la scoperta scientifica. Vuol far conoscere le possibilità che la scienza ci offre per migliorare qualità della vita e sicurezza, investendo su ambiente, energia, clima, alimentazione, salute, risorse e riduzione dei rischi naturali. Durante la Settimana del Pianeta Terra è l'Italia che apre le porte non solo al suo patrimonio geologico e naturale ma anche su quel territorio complesso dove i geologi lavorano ogni giorno.

Programma


Data articolo:
News n. 3
Cambiamento Climatico - Tutela e gestione delle risorse del Parco Nazionale della Sila

L’iniziativa nasce per mettere insieme i principali attori coinvolti nella tutela del Parco Nazionale della Sila e discutere su come gestire e preservare aree protette, biodiversità, forestazione e agricoltura dai cambiamenti climatici attraverso l’ottimizzazione di strumenti strategici.

Al convegno partecipa un esperto ISPRA.

Ulteriori informazioni


Data articolo:
News n. 4
ISPRA partecipa a Ecomondo 2019

ECOMONDO è la fiera leader della green e circular economy nell’area euro-mediterranea; un evento internazionale con un format innovativo che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare: dall’ecodesign ed efficienza al recupero e valorizzazione di materia prima ed energia, ai trasporti, alle bonifiche e riqualificazione di aree contaminate (anche marine) favorendo il networking internazionale e la crescita delle aziende sui mercati di tutto il mondo.

ECOMONDO è l’unica piattaforma in Europa ad offrire un ampio programma di conferenze, workshop e seminari volti a presentare evidenze e nuovi trend, nazionali ed internazionali, legati all’economia circolare nelle diverse filiere, dall’ edilizia al packaging, dall’elettronica all’automotive.

ISPRA partecipa all'organizzazione di numerosi seminari:

5 NOVEMBRE

6 NOVEMBRE
7 NOVEMBRE
8 NOVEMBRE

Data articolo:
News n. 5
Primo Circuito di Interconfronto Nazionale relativo all’identificazione e smistamento di specie macrozoobentoniche rinvenute nei sedimenti marini

Il primo Circuito di Interconfronto Nazionale relativo all’identificazione e smistamento di specie macrozoobentoniche rinvenute nei sedimenti marini, organizzato dal Centro Nazionale per la rete dei Laboratori dell’ISPRA (CN-LAB), dall’area di Biologia e dall’area Metrologia, è in corso (14-15 -16 Ottobre 2019) presso il Laboratorio di Ecologia del Benthos della sede di Castel Romano.

Attualmente, il circuito di interconfronto è rivolto ai laboratori delle ARPA/APPA indicati dalla Rete dei Referenti delle Agenzie Ambientali a supporto dell’organizzazione dei circuiti interlaboratorio (RR-TEM IV/01 – Programmazione Triennale SNPA 2019-2020).

Le prove previste riguardano lo smistamento di organismi macrozoobentonici in sedimenti marini e l’identificazione di specie appartenenti  ai taxa dei policheti, molluschi, crostacei ed echinodermi.

A questa prima edizione hanno aderito l’ARPA Puglia, ARPA Veneto, ARPA Friuli Venezia Giulia, ARPA Lazio, ARTA Abruzzo, Arpa Toscana.

Le prove, attraverso gli strumenti della valutazione oggettiva delle prestazioni degli operatori e il confronto tra modalità operative, sono indirizzate ad una più ampia attività di armonizzazione a livello di strutture tecniche SNPA, delle procedure di misura in campo biologico con specifico riferimento allo smistamento e all’identificazione del macrozoobenthos marino.

Il Confronto Interlaboratorio consente, inoltre, di acquisire informazioni circa i testi, le monografie e le chiavi dicotomiche regolarmente utilizzate dai diversi laboratori, impegnati in tali prove, per l’analisi delle comunità macrozoobentoniche di fondi molli marini.


Data articolo:
News n. 6
Il Direttore generale Ispra a Unomattina

Oggi il Direttore generale Alessandro Bratti è stato ospite negli studi di Unomattina per affrontare il tema dei siti inquinati da nord a sud Italia.

Rivedi la puntata (minuto 0.53.00)


Data articolo:
News n. 7
Una Boa GPS per identificare gli tsunami

Il 30 ottobre prossimo, alle ore 17.30, al Palazzo Ducale di Genova, verrà presentata, nel corso del Festival della Scienza, l’attività che il Centro di Ricerca Congiunto (JRC) della Commissione Europea svolge insieme con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) nella prevenzione dei maremoti.

In particolare verrà illustrato ai giovani interessati all’argomento la boa GPS-001 che è stata posizionata lo scorso luglio nel Mar Ligure, al largo dell’isola di Tino di fronte a La Spezia, per il monitoraggio del livello del mare e il rilevamento di possibili eventi di tsunami. Si tratta di un’attività di ricerca e innovazione, oggetto di una convenzione pluriennale tra ISPRA e JRC, che mira a testare per alcuni mesi questa boa, più avanzata dal punto di vista tecnologico, alfine di raccogliere dati utili sul suo funzionamento.

Successivamente, se i risultati saranno positivi, si pensa di spostare la boa nel Mar Ionio o nel Canale di Sicilia, dove è maggiore il rischio di tsunami indotti da terremoti. La boa è stata attrezzata dal JRC con strumentazione avanzata che consente la stima centimetrica del livello del mare, utilizzando la tecnica del GPS differenziale. Il metodo consiste nel misurare l’altezza relativa tra la boa e un punto fisso sulla costa con l’ausilio di antenne GPS tradizionali. Un software a bordo della boa permette anche di identificare segnali di onde anomale e di inviare un segnale di allerta. Nel nostro paese il monitoraggio dei maremoti è affidato al Sistema italiano Allarme Maremoti, istituito dalla direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017 e composto dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’INGV e dall’ISPRA.

Ulteriori informazioni


Data articolo:
News n. 8
Premio di laurea in Memoria di Nicoletta Gazzea Ricercatrice ISPRA

Nel ricordo della collega Nicoletta Gazzea, un’eccellenza della ricerca scientifica, vogliamo premiare chi intraprende oggi il suo stesso percorso di studi, con una laurea in Ingegneria ambientale e una tesi sugli argomenti a cui dedicava il suo lavoro.
A tutti noi che la conoscevamo bene, e a chi ha dato il sul patrocinio e il suo supporto, l’ISPRA e l’associazione Tilt!, sembra il modo migliore di omaggiarne la memoria.

Locandina

Bando e allegati


Data articolo:
News n. 9
ISPRA, Milano Bicocca e Corsica Sardinia Ferries: continua il viaggio insieme per la salvaguardia della biodiversità del Mar Mediterraneo

Dal “DNA del mare”, si otterranno nuove informazioni sulle specie che lo abitano.

Anche quest’anno l’Università di Milano Bicocca rinnova il suo impegno a fianco di ISPRA e Corsica Sardinia Ferries nel progetto di salvaguardia dei Cetacei nel Mar Mediterraneo.

“La collaborazione di Corsica Sardinia Ferries con ISPRA e la rete di monitoraggio di cetacei e tartarughe marine, attiva dal 2007, ha già prodotto molti importanti risultati utili alla conoscenza e alla conservazione di queste specie; l’integrazione dei monitoraggi visivi con le analisi del DNA ambientale realizzate dall’Università di Milano Bicocca fornisce un’opportunità di estremo interesse per aumentare le nostre conoscenze e la comprensione dell’ecosistema marino” commenta la ricercatrice ISPRA e Coordinatrice del Progetto FLT Mediterranean monitoring Network.

I ricercatori presenti sul Ponte di Comando sono in comunicazione con i colleghi impegnati nel prelievo dei campioni d’acqua, associando il monitoraggio visivo del mare, a quello del DNA. Il progetto, avviato lo scorso anno dalla Dr. Elena Valsecchi dell’Università di Milano Bicocca, mira allo studio innovativo della biodiversità del Mediterraneo, mediante l’analisi delle microtracce di DNA che ogni organismo vivente rilascia nell’ambiente in cui vive (eDNA).

Questa nuova tecnica, resa possibile dalla messa a punto di sofisticate tecnologie di analisi molecolare, consente di individuare la presenza e l’abbondanza di organismi marini che risultano, per la natura dell’habitat in cui vivono, poco accessibili e pertanto difficili da studiare. Particolare enfasi viene data allo studio dei grossi vertebrati marini (cetacei, grossi pesci e tartarughe marine) che, trovandosi all’apice della piramide trofica, rappresentano degli ottimi bioindicatori dello stato di salute del nostro mare.

Leggi la nota

Servizio del TG Leonardo (minuto 7.48)


Data articolo:
News n. 10
Inaugurazione mostra fotografica del National Geographic "Planet or Plastic?"

Domenica 13 ottobre, in occasione della manifestazione "Montecitorio a porte aperte", è stata inaugurata la mostra fotografica del National Geographic "Planet or Plastic?", con una selezione delle opere che costituiscono l'esposizione integrale, visitabile dal 18 ottobre al 14 novembre presso il complesso di Vicolo Valdina, in Piazza di Campo Marzio 42. Hanno partecipato all'inaugurazione la deputata Chiara Braga, il sottosegretario all'Ambiente, Roberto Morassut, il direttore generale dell'Ispra, Alessandro Bratti, il presidente e amministratore delegato Basf Italia, Andreas Riehemann, il direttore di NatGeo Italia, Marco Cattaneo.

Ulteriori informazioni


Data articolo:
News n. 11
La Città Sottosopra - Dall'Analisi alla Valorizzazione degli Ipogei

Nell’ambito delle attività previste dalla 7a edizione della Settimana della Terra, il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi della Campania L. Vanvitelli ha organizzato un workshop scientifico, con il patrocinio dell'Ispra, che fa seguito al convegno organizzato nel maggio 2018, intitolato “La Città Sottosopra: dall’analisi alla valorizzazione degli ipogei”, con la collaborazione dei Comuni di Aversa, Cesa e Sant’Arino.

Molti dei centri delle province di Napoli e Caserta sono caratterizzati dalla presenza di ipogei, alcuni dei quali completamente sconosciuti; per molti non si conosce la distribuzione rispetto allo sviluppo urbano né le condizioni strutturali di stabilità. La mancanza di conoscenza rappresenta un elemento di notevole rischio per la stabilità dei centri storici.

La valorizzazione ed il riuso consapevole e sostenibile degli ipogei può contribuire a migliorare la promozione culturale e turistica del territorio, oltre a essere spunto e fonte di conoscenza per studiosi e appassionati della materia.

Il workshop si terrà nella Sala del Consiglio del Dipartimento di Ingegneria dell’Università della Campania. Al termine, e nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 ottobre, sarà possibile visitare alcuni ipogei caratteristici nei centri storici dei comuni di Aversa, Cesa e Sant’Arpino, con degustazione di prodotti enogastronomici tipici e esibizioni musicali.

Programma


Data articolo:
News n. 12
Nella selva di Castelporziano: i video realizzati dall'ISPRA

La Tenuta di Castelporziano, scrigno di elevata naturalità che dalla periferia di Roma si spinge fino alla costa tirrenica, rappresenta un patrimonio ambientale unico in Italia e di grande valore a scala dell’intero bacino del Mediterraneo. Da oltre 30 anni ISPRA (inizialmente come Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, poi confluito nell’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale), collabora con la Presidenza della Repubblica per censire i popolamenti faunistici, seguirne le dinamiche demografiche, fornendo indicazioni per la conservazione e la gestione delle popolazioni di Ungulati.

Nel corso dei decenni di studio Castelporziano ha rappresentato un laboratorio dove sono state sperimentate le più avanzate tecniche di studio delle specie animali, dall’inanellamento della fauna ornitica per comprenderne le dinamiche migratorie, alla radiotelemetria per tracciare gli spostamenti degli animali e registrarne il destino, dalle trappole fotografiche per rilevare la presenza delle diverse specie in remoto, all’utilizzo delle termocamere che rilevano la presenza dei grandi mammiferi in totale assenza di luce, o all’impiego dei droni per l’osservazione a distanza dei gruppi animali. Le serie storiche di dati raccolte in questi decenni hanno permesso di capire gli andamenti dei popolamenti, in un contesto di grande naturalità e dove dalla fine degli anni ‘70 è stata interrotta ogni attività venatoria, fornendo un contributo di conoscenza importantissimo per la comprensione delle complesse relazioni ecologiche che regolano le interazioni tra specie faunistiche e floristiche negli ambienti naturali.

Nei video realizzati dai tecnici di ISPRA si vedono le tecniche di ricerca utilizzate per lo studio della fauna della tenuta, dal radiotracking, ai censimenti notturni, all’utilizzo delle camere termiche. In un altro video immagini di alcune delle specie più affascinanti che popolano Castelporziano: cinghiali, caprioli, daini, cervi, istrici, lepri italiche, volpi, faine oltre agli uccelli catturati nella stazione di inanellamento della tenuta per studiarne le migrazioni.

Nella Selva di Castelporziano - preview

Spot Nella selva di Castelporziano


Data articolo:
News n. 13
10 Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

Anche quest’anno ISPRA propone agli studenti dell’ultimo triennio degli istituti secondari di secondo grado dieci nuove iniziative formative su tematiche ambientali da erogare come “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” (già percorsi di Alternanza scuola-lavoro).

Ulteriori informazioni


Data articolo:
News n. 14
Convegno: "Dalle onde radio di Marconi al 5G e al Fixed Wireless Access"

Il prossimo 15 ottobre, alla Sala del Campidoglio del Comune di Roma, si terrà il convegno:"Dalle onde radio di Marconi al 5G e al Fixed Wireless Access", organizzato da CReSM, AICT, Science Park Marconi del Comune di Santa Marinella. Un esperto Ispra parteciperà all'evento.

Programma


Data articolo:
News n. 15
Salute e contaminazione ambientale da farmaci

Si tiene il 17 ottobre presso il Centro congressi "La Fortezza" di Sansepolcro il convegno "Salute e contaminazione ambientale da farmaci". L'iniziativa è rivolta a medici, farmacisti, associazioni di categoria, associazioni di volontariato, service clubs, Cittadinanza Attiva e istituzioni al fine di sensibilizzare sul problema della presenza dei farmaci nell’ambiente.

Partecipa esperto ISPRA.

Ulteriori informazioni


Data articolo:

Le notizie su scuola, scienze, tecnologia, ambiente

Scuola, istruzione, Ministero istruzione, ricerca

Video Superquark RAI News educazione e scuola da edscuola.eu News da MIUR MIUR Comunicati MIUR Atti di notifica News da orizzontescuola.it News da FLC CGIL News da USR per la Lombardia News da USR per la Sicilia News da CNR

News Universita' News istruzione Lombardia Recensioni figures e action figures

Hi-tech, tecnologia,

News Vita digitale Ultimi video da Coisa de Nerd (portoghese) News Tecnologia da ANSA

News Auto e Motori News sul software da software.it

News Musicainformatica.it News hardware punto-informatico.it News download punto-informatico.it News download hwupgrade.it

Ambiente, agricoltura, scienze

Provvedimenti Ministero Ambiente

News da lescienze.it News ricerche da lescienze.it News agricoltura da lescienze.it News alimentazione da lescienze.it

News animali da lescienze.it News clima da lescienze.it News Agricoltura topic.it News cambiamento il cambiamento.it News Scienze da repubblica.it News da ambientebio.it Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale News Ambiente da lifegate News per gli amanti delle actions figures