NEWS - Tutti gli sport(no calcio) - NEWS - Tutti gli sport(no calcio)

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News da assovela.it

#vela #assovela

News da assovela.it
TRIPLETTA DI KOOKABURRA III ALLA BARCOLANA CLASSIC

Kookaburra III, il 12 metri Stazza Internazionale in acqua con XL EXTRALIGHT, si è aggiudicato per il terzo anno consecutivo la Barcolana Classic nella categoria Spirit of Tradition. Una regata disputata nella mattinata di sabato, preceduta dalla sfilata delle imbarcazioni davanti al bacino San Giusto, difronte piazza dell'Unità. Uno spettacolo unico per i tanti appassionati che dalle banchine hanno potuto ammirare gli yacht classici in navigazione. La regata delle barche classiche è stata caratterizzata da un vento leggerissimo che l'equipaggio del Kookaburra - in pozzetto lo skipper Andrea Merani, affiancato dall'armatore/timoniere Maurizio Vecchiola e da un equipaggio con a bordo velisti professionisti con un trascorso in Coppa America alle spalle - ha saputo fiutare meglio riuscendo così a sfruttare la poca aria presente nel golfo di Trieste per risultare il più veloce della categoria, davanti al 5.5 Stazza internazionale Kukuburu e ad Aria, l'8 Metri Stazza Internazionale di Serena Galvani; una classifica libera da compensi e da rating che ha permesso di mettere in evidenza la reali possibilità di ciascuna imbarcazione. Ha fatto sicuramente la differenza l'equipaggio a bordo di Kookaburra III, la storica imbarcazione che nel 1987 ha partecipato alla finale di Coppa America contro Stars and Stripes, che vedeva fra gli altri Mauro Piani, campione mondiale nella classe 12 Metri Stazza Internazionale sull'imbarcazione Nyala di Patrizio Bertelli, Enrico Isenburg, reduce dalla vittoria alla Copa del Rey sul 75 piedi Cannonball, ed il navigatore Andrea De Marinis che nella classe velica di Kookaburra si è aggiudicato ben tre titoli iridati.
La partecipazione dell'imbarcazione marchigiana alla Barcolana 51 ha rappresentato una "prova generale" della più avvincente sfida che si svolgerà in occasione dell'edizione 2020 della Barcolana, quando il Kookaburra III farà respirare nuovamente aria di Coppa America e farà battere i cuori dei velisti italiani per un singolare match race che la vedrà protagonista contro Italia II.

"È stata una grande soddisfazione vederla tagliare il traguardo per il terzo anno consecutivo - ha commentato Sara Vecchiola, Head of Brand Marketing & Communication di Finproject SpA -. La vela rappresenta un grande sport ma anche una grande metafora del mondo del lavoro migliore: rispetto delle regole, dei valori, impegno, sacrificio e sana competizione. Tutti questi valori sono pilastri sui quali costruire una squadra vincente, sia nello sport che nel lavoro, proprio come quella che ha portato Kookaburra III alla vittoria".

SCHEDA TECNICA DI KOOKABURRA III (KA-15)
Progettisti: Iain Murray & John Swarbrick - Cantiere: Parry Boats Builder, Australia - Anno di costruzione: 1986 - Lunghezza: 20,20 m - Larghezza: 3,81 m - Pescaggio: 2,80 m - Armamento: Sloop - Materiale: Alluminio

CREW LIST
Gianmaria Capecci (Chicco), Prodiere
Federico Piani, Albero
Giacomo Santinelli (Ciccio), Grinder
Claudio Vallesi, Grinder
Mauro Piani, Drizzista
Enrico Isenburg (Chicco), Regolatore Fiocco
Paolo Rossi, Regolatore Fiocco
Alberto Gallina, Grinder randa
Cristiana Monina, Randista
Andrea De Marinis, Navigatore
Andrea Merani, Skipper
Maurizio Vecchiola, Armatore/timoniere


Data articolo:
News da assovela.it
NAPOLI: PRESENTAZIONE DEI CORSI VELA LASER 2019

Mercoledì 23 ottobre p.v. alle ore 19.30 saranno presentati i corsi Scuola Vela Laser 2019/2020, presso la nostra sede sociale.
Avremo il piacere di accogliere, in terrazza, tutte le persone interessate e di presentare il nuovo Istruttore FIV Laser Simone Stolfo.

Apertura iscrizioni: sabato 12 ottobre p.v.
I corsi partiranno: sabato 26 ottobre p.v.

Le uscite pratiche si terranno il mercoledì dalle ore 14.00 ed il sabato dalle ore 12.00.

Il piano costi sarà da approfondire con la segreteria in riferimento al numero di uscite settimanali scelte.

Sono previsti, oltre ai corsi mensili, pacchetti Una Tantum, Trimestrali ed Annuali.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare La segreteria Organizzativa dal Lun. al Sab. dalle 10:00 alle 15:00 ed il Merc. dalle 18:00 alle 23:00.
(Tel: 081764 2474; cell: 393 91 60 069; email: info@clubnauticodellavela.it)


Data articolo:
News da assovela.it
LE PREMIAZIONI UVAI

12 ottobre 2019 - Ieri sera nella storica sede di Ripetta del RCCTR si sono svolte le premiazioni del Trofeo Sergio Masserotti - Armatore dell'Anno Uvai e della Coppa Italia - Trofeo Enway.
Un momento importante per la vela d'altura Italiana perché è proprio grazie a tutti i singoli armatori dell'Uvai (circa 2.000), che con passione ed impegno sostengono un movimento che conta oltre 30.000 velisti, che questo tipo di attività può essere svolta. Sono loro i protagonisti e proprio a loro è dedicato il Trofeo Sergio Masserotti - Armatore dell'Anno Uvai.
Quest'anno ad aggiudicarselo è stato Antonino Pollicino con il suo M37 Seekeles, dopo 14 importanti manifestazioni Nazionali ed Internazionali da cui sono stati presi i sei migliori risultati di tappa... è lui l'Armatore dell'anno 2019.
Gli altri vincitori di classe sono:
Classe 3, punti 133,57, ancora Antonino Pollicino
Classe 2, punti 117,70, Nicola De Gemmis con il Grand Soleil 39 Morgan IV
Classe 4, punti 116,43, Alessandro Burzi con l'Este 31 Globulo Rosso
Classe A, punti 104,70, Andrea Pietrolucci con il Mylius 14E55 Milù III
Classe 1, punti 104,59, Claudio Terrieri con il Grand Soleil 43 Blu Sky
Minialtura, punti 36,00, Sergio Caramel con il Melges 24 Arkanoè by Montura.
Ma l'importante serata non si è conclusa dopo le premiazioni dell'Armatore. A seguire sono stati infatti assegnati i Trofei Coppa Italia e Coppa Italia - Trofeo Enway a squadre 2019.
La 35ma Coppa Italia 2019 è stata vinta da Scugnizza IY 11.98 di Enzo de Blasio che l'ha legittimata aggiudicandosi la vetta delle due classifiche ORC ed IRC cha danno luogo alla combinata.
Non a caso ci siamo trovati nella prestigiosa sede del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, perché è proprio lo squadrone del prestigioso circolo romano che per la seconda volta consecutiva si è aggiudicato la Coppa Italia - Trofeo Enway a squadre 2019, grazie ai migliori risultati di Ulika Swan 45 di Stefano Masi (gruppo A) e di Vulcano 2 First 34.7 di Giuseppe Morani (gruppo B). Il club che si aggiudica questo prestigioso trofeo ha il diritto di scegliere la location in cui svolgere l'edizione successiva, sono loro quindi i padroni di casa che con grande cortesia ci hanno nuovamente ospitati.
Quella che si è chiusa lo scorso fine settimana a Porto Ercole è stata un'edizione della Coppa Italia veramente emozionante. La manifestazione organizzata dall'Unione Vela d'Altura Italiana, dal Circolo Nautico e della Vela Argentario (circolo ospitante), dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo (detentore del Titolo a squadre), in collaborazione con Vele al Vento Asd e con il patrocinio del Comune di Monte Argentario, ha coinvolto in acqua 36 imbarcazioni di altissimo livello equamente divise tra gruppo A e gruppo B in rappresentanza di 8 squadre: Centro Velico Siciliano, Circolo Canottieri Aniene, Circolo Nautico Caposele, Circolo Nautico Riva Traiano, Circolo Velico Fiumicino, Circolo Nautico e della Vela Argentario, Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, Yacht Club Punta Ala.
Tante le autorità e gli armatori presenti. Tra tutti, sul "palco", il Presidente dell'Unione Vela d'Altura Italiana Fabrizio Gagliardi, il Presidente del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo Giuseppe Toscano, il Presidente del Circolo Nautico e della Vela Argentario Claudio Boccia, ed il Direttore commerciale di Enway Alessandro Runci main sponsor della Coppa Italia, azienda da tempo impegnata nel mondo della vela, che tra gli applausi dei presenti ha confermato il supporto all'altura anche per il prossimo anno.

www.uvai.it


Data articolo:
News da assovela.it
OPTIMIST: TROFEO TORBOLI ALLA FV RIVA - FINAL DAY

Riva del Garda (TN) - Giornata conclusiva a Riva del Garda per il secondo Meeting d'Autunno Trofeo Ezio Torboli classe Optimist, organizzato dalla Fraglia Vela Riva su delega della Federazione Italiana Vela. Per il terzo giorno bel sole e vento da sud medio-forte, perfetto per i giovani timonieri provenienti da ben 25 nazioni. Nelle ultime regate di domenica la flotta della categoria juniores (11-15 anni) è stata divisa in gold, silver e bronze fleet, con i migliori 65 regatare insieme in gold per altre tre regate, dopo le cinque di qualifica, disputate venerdì e sabato. Alla vigilia delle finali classifica molto corta sia nella categoria juniores, che cadetti: 12 punti nei primi 10 juniores, 4 nei primi 5 cadetti. Rispetto a venerdì, primo giorno di regate, sabato la giornata è stata più generosa in termini di vento con punte anche sui 12-14 nodi; tre le prove concluse e classifiche uscite tardi a causa di molte proteste e successive squalifiche per aver tagliato in modo errato la linea di arrivo. Domenica, giornata conclusiva, il vento è stato anche più forte arrivando fino a 16 nodi. La classifica juniores però non ha avuto alcuna variazione nelle posizioni da podio ed il tedesco Carl Krause ha mantenuto la testa della classifica, allungando in termini di distacco di punti dagli inseguitori, che ben in tre hanno chiuso con lo stesso punteggio. Grazie ad un primo in più, rispetto al portacolori della Fraglia Vela Riva Alex Demurtas, l'austriaco Toni Messeritsch ha conquistato il secondo posto e Demurtas, con un miglior piazzamento finale rispetto all'avversario (un terzo nell'ottava ed ultima regata), ma con una sola vittoria, ha così chiuso terzo. Quarto, sempre a 25 punti, il danese Heegaard. Per la Fraglia Vela Riva importante quinto posto di Mosè Bellomi (primo in regata 7), che ha contribuito con i compagni di squadra cadetti e Demurtas alla conquista del Trofeo assegnato alla società con i migliori due juniores e cadetti. Sette le nazioni nei primi dieci juniores con la sola Italia ad avere tre atleti, con al decimo posto Zeno Marchesini (FV Malcesine), penalizzato da una squalifica in partenza. Prima femmina la polacca Ewa Lewandowska, ventesima.

Cambio di posizioni invece per il podio finale della categoria cadetti con Erik Scheidt (CV Torbole), che dal terzo posto del primo giorno è passato poi secondo, fino a vincere con le ultime tre regate con vento più forte in cui ha realizzato un ottavo e due primi. Secondo per soli due punti il perenne avversario di Scheidt Tomaso Picotti (FV Peschiera) e terza assoluta, nonché prima femmina Sofia Bommartini (Fraglia Vela Malcesine) ad un solo punto di distacco. Per la Fraglia Vela Riva hanno contribuito alla vittoria del Trofeo per club Christian Scudelari, quarto, e Giovanni Bedoni, sesto.

Lorenzo Ghirotti (Fraglia Vela Malcesine) si è aggiudicato come miglior under 12 il Trofeo "Al Porto".

In conclusione questa edizione del Trofeo Torboli è stata molto intensa da più punti di vista: la partecipazione è stata oltre che numerosa, soprattutto internazionale con 25 Paesi; le tre giornate hanno sempre avuto sul Garda Trentino condizioni meteo perfette con sole ancora piuttosto caldo e vento che via via è aumentato dal primo all'ultimo giorno; non sono mancate proteste in giuria, che hanno allungato un po' i tempi e che per alcuni sono costate squalifiche pagate poi in termini di classifica finale; per molti è stata un'ulteriore possibilità di regatare nel campo che sarà teatro dei mondiali Optimist 2020 con l'Italia, che si presenta non solo come organizzatrice dell'evento con la Fraglia Vela Riva, ma come squadra, che nel 2019 ha vinto praticamente tutto nei massimi campionati, sia individuali, che a squadre.

photo gallery
Classifiche Juniores
Classifiche Cadetti


Data articolo:
News da assovela.it
CAGLIARI: CAMPIONATO ITALIANO WINDFOIL - FINAL DAY

È Bruno Martini il primo Campione Italiano Windfoil, la nuova categoria di tavola a vela che vola sull'acqua grazie all'ausilio di foil. Bruno ha avuto la meglio su Andrea Ferin autore di un Campionato in crescendo, che lo ha portato a raggiungere, punti alla mano, il vincitore in classifica; sono state le cinque vittorie parziali (contro le quattro di Ferin) che hanno risolto la questione pari merito a favore di Martini. Molto bene anche l'atleta locale Michele Cittadini che, in più occasioni, si è inserito nella lotta per la vittoria finale, soprattutto quando le condizioni meteo si sono fatte più impegnative.

Bruno Martini: "È stata una lunga gara con dodici prove disputate in cui abbiamo trovato tutte le condizioni, dal vento leggero di Venerdì, al vento fresco di oggi accompagnato da una buona onda."

Andrea Ferin: "Sono partito un po' indietro rispetto a Bruno che aveva un buon passo il primo giorno e poi, giorno dopo giorno, ho ingranato. Diciamo che mi trovo meglio in condizioni più tecniche, con le onde, con più manovre e quindi ho recuperato parecchio. Oggi un incidente con l'attrezzatura mi ha impedito di avere quel punticino in meno che...

Michele Cittadini: "È stata una bella esperienza. Era due anni che non facevo regate ed ora si ricomincia... Se il Windfoil diventa olimpico io ci sono, devo solo organizzarmi con l'Università che mi ha tenuto fuori un po' di tempo."

Nel Campionato, perfettamente organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, si sono portate a termine tutte le dodici prove in programma, grazie anche alle rinomate condizioni meteo con cui il Golfo di Cagliari generalmente accoglie gli eventi velici: nei tre giorni di regata il vento ha sempre soffiato dai quadranti meridionali ma ha avuto intensità diverse, dalla leggera brezza del primo giorno al robusto Scirocco di oggi, giornata in cui si sono portate a termine quattro prove.

Questo Campionato, il primo disputato in Italia, è stato anche un valido test per capire se la classe Windfoil può essere una valida sostituta dell'attuale classe RSX per le Olimpiadi di Parigi 2024.

CLASSIFICA


Data articolo:
News da assovela.it
NIENTE POKER PER FAST AND FURIO IN BARCOLANA

Trieste, 13 ottobre 2019 - Non riesce al Fast and Furio Sailing Team il poker nell'edizione 2019 della Barcolana. La striscia vincente dell'equipaggio di Furio Benussi si ferma dopo tre successi consecutivi in una regata che ha confermato le previsioni della vigilia le quali avevano dichiarato la pressoché totale assenza di vento. Il che ha stravolto una classifica che ha visto veri e propri outsider inserirsi nelle posizioni di vertice di una classifica generale con il successo dello sloveno Way of Life (ex Maxi Jena) e con Arca SGR che chiude al sesto posto, primo nella propria categoria.

Furio Benussi - "Eravamo qui per difendere il titolo, ci abbiamo provato dando tutto ciò che era nelle nostre possibilità in condizioni molto complicate per il nostro 100 piedi. Abbiamo ottenuto di fatto il minimo sindacale con il primo posto in categoria, in una regata in cui non potevamo chiedere di più a questa barca, su un percorso ridotto a due soli lati, giustamente, per permettere al maggioro numero di barche di tagliare il traguardo. In tale situazione c'era ben poco da inventare tatticamente per noi. Finisce un triennio meraviglioso sul campo di regata della Barcolana, non facile a terra, ma sono molto sereno sapendo quale sarà il nostro futuro con Arca SGR che ha un grande potenziale che si deve costruire con molte ore di navigazione, allenamento e regate tra cui ci sarà nuovamente la sfida alla Barcolana il prossimo anno. Sono orgoglioso di questo team che voglio ancora una volta ringraziare per l'enorme lavoro fatto negli ultimi tre mesi quelli in cui abbiamo ricostruito e rimesso in acqua uno scafo che era completamente abbandonato e che rappresenta il futuro immediato per il nostro equipaggio. Il ringraziamento mio personale ed a nome del Team va anche a tutti i nostri partner che ci affiancano e ad One Ocean Foundation che siamo orgogliosi di poter rappresentare".

Arca SGR regata con: Slam, Pacorini, Bepi Tosolini, Ca'Sagredo Hotel, Dobner, Foss Marai, F.lli Franchini, Civi Bank, Bevande Futuriste, B.F Signoretti, Red Bull, Isokinetic, Trieste Trasporti, Rouant, In solita.
Il Fast and Furio Sailing Team sostiene fortemente la missione di One Ocean Foundation.


Data articolo:
News da assovela.it
PORTOPICCOLO - TEMPUS FUGIT 9° ALLA BARCOLANA

TRIESTE, 13 ottobre 2019 - Si chiude al nono posto in classifica generale ed al terzo nella classe "Mega Yacht" la 51ª Barcolana di Portopiccolo tempus Fugit.

Il cento piedi degli skipper Enrico Zennaro e Ludde Ingvall ha risentito delle condizioni di aria leggera che hanno caratterizzato la giornata odierna sul golfo di Trieste, penalizzandolo a causa della sua imponente stazza pari a 24500 chili pensata per le lunghe navigazioni oceaniche.

"Questa è la Barcolana" commenta appena tagliato il traguardo il presidente di Portopiccolo Tempus Fugit Antonio Masoli, "purtroppo con il poco vento c'è sempre un grande fattore di imprevedibilità, noi avevamo fatto le nostre scelte, che si stavano anche rivelando corrette ma questo è il bello di questa manifestazione"

"Eravamo riusciti a partire dalla parte giusta e per un'ora abbondante di gara abbiamo navigato nella parte corretta del campo di regata. Purtroppo poi il salto di vento ci ha penalizzato avvantaggiando le imbarcazioni più leggere che erano partire verso Grignano" è stato il commento dello skipper Enrico Zennaro, che proprio ieri nelle acque di Palma di Maiorca si è aggiudicato il suo settimo titolo europeo.

"Abbiamo poco da rimproverarci - commenta il timoniere sloveno Mitja Kosmina - sapevamo che con condizioni di vento così leggero avremmo sofferto. Purtroppo non appena l'aria aumentava la barca partiva e allora sarebbe potuta essere tutta un'altra storia".

Conclusa la Barcolana 51 Portopiccolo Tempus Fugit si trasferirà nei prossimi giorni da Trieste a Venezia, dove parteciperà alla Venice Hospitality Challenge ed alla Veleziana, in programma nel prossimo weekend.


Data articolo:
News da assovela.it
ARIA 3ª ALLA BARCOLANA CLASSIC

Trieste - ARIA, l'8 metri Stazza Internazionale di Serena Galvani, varata nel 1935 e restaurata secondo un attento percorso storico-filologico nel 1998, dopo aver dovuto rinunciare, domenica scorsa, alla partecipazione al 22° Raduno Città di Trieste per le forti raffiche di bora che avrebbero potuto compromettere la sua raffinata ed originale struttura, sabato 11 ottobre ha voluto essere in mare per onorare e vivere la grande festa del mare e della Vela di Trieste, presentandosi sulla linea di partenza di Barcolana Classic Trofeo SIAD, manifestazione organizzata oltre che dalla SV Barcola Grignano, anche dallo storico Yacht Club dove ARIA ha trovato casa ed è ormeggiata, l'Adriaco.

Senza timore nei confronti di imbarcazioni ben più moderne e performanti, come il 12 m SI di Coppa America Kookaburra (1987) o il 5.5 SI Kukururu (1952), in regata con attrezzature in carbonio, ARIA ha regatato in tempo reale, così come prevedeva la categoria Spirit of Barcolana, scegliendo questa volta una navigazione libera da rating e compensi AIVE (Associazione Italiana Vele d'Epoca).

Ormai vicina ai suoi 85 anni, ARIA si è presentata sulla linea di partenza con un equipaggio di amici, tra cui alcuni membri della Tavola di Trieste dei "Fratelli della Costa Italia" cui lei stessa appartiene. Oltre infatti ai già presenti Marko Pischiutta (comandante di ARIA), Fabio Pischiutta e Mauro Padoan, l'armatrice bolognese (affiliata alla Tavola di Trieste dei Fratelli) ha voluto avere a bordo come ospite d'onore Pietro Vecchi, della Tavola di Fratellanza di Bologna. L'equipaggio è stato completato da Lorenzo Pujatti, Andrea Zoccarato, Marco Zuzzi e Paolo Segalla.

ARIA, con le sue eleganti quanto gentili linee d'acqua, ma con uno spirito sicuramente agonistico e combattivo, nonostante l'età, tra le poche barche d'epoca della classe 8 metri S.I. ben conservate in Italia, ha svolto il suo percorso di regata come una regina del mare che, insieme alle altre barche partecipanti, si è divertita a veleggiare in una Trieste già pronta ad accogliere la 51ª Barcolana, con i sui eventi collaterali ed i tanti incontri tra grandi, lontani e vecchi amici di navigazioni.

In una regata con quasi assenza di vento, ARIA, impiegando poco più di un'ora a concludere il percorso, che ha visto partenza ed arrivo in prossimità del porticciolo di Barcola Grignano, ha dolcemente tagliato il traguardo in terza posizione in tempo reale, salutando col cuore quella Kookaburra, che nel 1987 fece piangere gli australiani che persero la Coppa America faticosamente conquistata quattro anni prima.

Ormai alla soglia dei suoi 85 anni, l'8m SI di Serena Galvani ha già iniziato la programmazione a 360° della sua vita futura, con obiettivi che andranno anche oltre la Vela, come già annunciato e dimostrato lo scorso mese di settembre con il bellissimo evento "ROCK IN ARIA", dove l'ex chitarrista di Vasco Rossi, Maurizio Solieri si è detto emozionato per aver timonato ARIA prima di esibirsi nella piazzetta di Porto Piccolo in un intenso e bellissimo concerto live con la Band "Klara and the Black Cars".

Non ci resta che attendere le nuove "sorprese" di ARIA, barca d'epoca ma con spirito sempre molto rock!

--------------------------------
NOTE:
Pagina facebook ARIA: www.facebook.com/ARIA-106940654030640/
Palrmarès ARIA: https://arie-italia.it/aria/palmares.html
ARIE: https://arie-italia.it


Data articolo:
News da assovela.it
MONDIALE MELGES 24: BRONZO PER BOMBARDA

Villasimius, 12 ottobre 2019 - Si ripete la storia della Classe Melges 24 che, a distanza di due anni dal Campionato del Mondo di Helsinki, ritrova in Maidollis ed in Taki 4 i Campioni iridati della flotta, rispettivamente nella classifica generale e nella divisione Corinthian.

La battaglia per il podio è stata aperta fino all'ultimo bordo delle 11 regate completate a Villasimius, teatro di questo Mondiale che nel corso della settimana ha messo alla prova i velisti con condizioni sempre diverse, che hanno variato dalla brezza leggera al vento teso oltre i 20 nodi.

Quello tra Bombarda, Maidollis e Monsoon è stato un confronto senza esclusione di colpi, risoltosi solo quando, nelle ultime due regate della serie, Maidollis ha centrato un primo ed un secondo posto, staccando sul podio Monsoon e Bombarda di 4 e 12 punti rispettivamente.

Andrea Pozzi ed il suo equipaggio sono stati protagonisti di una serie di regate estremamente consistenti, che gli ha permesso di chiudere la manifestazione al terzo posto della classifica generale, in uno dei Campionati del Mondo più affollati e competitivi di sempre.

"Siamo certamente contenti del risultato ottenuto in questo Campionato del Mondo, anche se rimane un po' di amarezza per la decisione della Giuria di escludere la terza prova dai risultati della serie: sono infatti convinto che alcuni equilibri all'interno della classifica sarebbero stati diversi, considerando la prova in quesitone. Onore ai vincitori, che sono stati protagonisti di una serie eccezionale e, senza mollare fino all'ultimo, hanno portato a casa un altro grande risultato" il commento di Andrea Pozzi.

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L'attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Entry list e classifiche a questo link


Data articolo:
News da assovela.it
CAGLIARI: CAMPIONATO ITALIANO WINDFOIL - DAY 2

La seconda giornata del Campionato Italiano Windfoil, organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, è stata caratterizzata da una bella brezza di mare che ha permesso lo svolgimento di ben cinque prove: tre nella mattinata e due, dopo una sosta di qualche ora, nel primo pomeriggio.

Continua a guidare la classifica il windsurfista trentino Bruno Martini, che con le cinque vittorie parziali in tutto il Campionato, mantiene a tre punti il suo distacco sulla seconda posizione, occupata dal friulano Andrea Ferin.

Si fa notare l'atleta del Windsurfing Club Cagliari Michele Cittadini che è sembrato più a suo agio con il vento fresco: "Sono molto contento delle mie prestazioni perché non ho l'attrezzatura specifica per il Windfoil. Non vedo l'ora di regatare domani perché sono previsti circa venti nodi di vento. Spero proprio che la prossima tavola Olimpica sia il foil, perché penso che il futuro sia questo."

Fuori classifica troviamo Antonio Cozzolino, atleta dal doppio passaporto (Italiano/Neozelandese), in gara con l'attrezzatura raccomandata per le Olimpiadi di Parigi 2024 che purtroppo non rientra nel regolamento applicato in questo Campionato. In mare però ha mostrato tutte le sue potenzialità vincendo (ma fuori classifica) diverse prove. "Sto regatando con il materiale olimpico, quello che è stato raccomandato dal working party di World Sailing (la federazione vela internazionale) e che andrà al Consiglio Generale di World Sailing a Novembre a Bermuda, dove speriamo votino appunto per il Foil. Stamattina ho fatto tre primi poi un secondo ed un terzo nel pomeriggio. In teoria dovrei essere in testa, ma qui si regata con le regole IFCA, nelle quali non rientra la mia tavola, quindi mi sono dovuto ritirare in tutte le prove. Peccato! Abbiamo avuto delle belle condizioni e speriamo che si replichi anche domani. È tutto molto piacevole"

Domani ultima giornata che assegnerà il primo titolo italiano di questa nuova disciplina


CLASSIFICA


Data articolo:
News da assovela.it
FAST AND FURIO ALLA DIFESA DEL TITOLO IN BARCOLANA

Trieste, 12 ottobre 2019 - Ormai la lunga attesa si è esaurita, la pressione sale e domani alle ore 10.30 sulla linea di partenza della Barcolana 51 il Fast and Furio Saling Team, con il 100 piedi Arca SGR, sarà chiamato a giocare tutte le proprie carte per difendere, per il terzo anno consecutivo, il Trofeo detenuto ininterrottamente dall'edizione 2016.

Per l'afterguard in particolare, composto dagli stessi uomini che hanno contribuito ai successi del team (Lorenzo Bressani, Gabriele Benussi, Alberto Bolzan, Stefano Spangaro tutti al fianco del timoniere Furio Benussi), si prevede un grande lavoro poiché il vento leggerissimo o quasi assente come anticipano le previsioni meteo complicheranno non poco la lettura tattica del campo di regata che presenterà più di una trappola. A dare un ulteriore aiuto nelle scelte dell'afterguard anche Marco Gradoni, il tre volte campione del mondo (in carica) Optimist.

La mattinata di vigilia, come tradizione per il team, ha visto 40 giovanissimi velisti e fan di Arca SGR salire a bordo e navigare al fianco dell'equipaggio insieme ad un ospite speciale: l'esploratore Alex Bellini che ha voluto lasciare in eredità ai piccoli velisti il messaggio di One Ocean Foundation, raccontando come nel corso delle proprie imprese si sia imbattuto e potuto toccare con mano il grave stato di salute del mare, chiedendo per questo motivo l'immediata collaborazione dei più giovani quali nuovi "ocean defenders".

Nel pomeriggio Arca SGR ha completato l'ultimo allenamento di rifinitura provando in particolare gli angoli e le migliori vele di prua che saranno determinanti per quella che si preannuncia come una sfida stellare a caccia del Trofeo della Barcolana.

Arca SGR regata con: Slam, Pacorini, Bepi Tosolini, Ca'Sagredo Hotel, Dobner, Foss Marai, F.lli Franchini, Civi Bank, Bevande Futuriste, B.F Signoretti, Red Bull, Isokinetic, Trieste Trasporti, Rouant, In solita.
Il Fast and Furio Sailing Team sostiene fortemente la missione di One Ocean Foundation.


Data articolo:
News da assovela.it
PORTOPICCOLO - TEMPUS: VIGILIA DI BARCOLANA

TRIESTE, 12 ottobre 2019 - Ultimo allenamento oggi per il team di Portopiccolo Tempus Fugit in vista della regata di domani, quando alle 10:30 il cento piedi si presenterà sulla linea di partenza della 51ª Barcolana sotto il guidone dello Yacht Club Portopiccolo.

A far visita in banchina all'equipaggio prima di mollare gli ormeggi per l'ultima sessione di test, è stato in mattinata il Presidente delle Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, che nel fare il suo personale in bocca al lupo ha anche ricordato i suoi trascorsi giovanili a bordo dell'Optimist prima e del laser poi.

"Oggi abbiamo fatto l'allenamento di rifinitura in vista della regata di domani, abbiamo provato un paio di soluzioni e regolazioni. Le condizioni che abbiamo trovato, secondo le nostre previsioni, dovrebbero essere molto simili a quelle di domani. Siamo rimasti davvero soddisfatti e speriamo di vivere una sfida dinamica contro i nostri rivali" ha commentato il presidente di Tempu Fugit A.S.D. Antonio Masoli

Co-skipper di Portopiccolo Tempus Fugit insieme a Ludde Ingavll, dopo l'esperienza maturata lo scorso anno è Enrico Zennaro, arrivato a Trieste per la Barcolana 51 fresco della conquista di un nuovo titolo Europeo - il suo settimo personale - questa volta a bordo dello Swan 42 Mela di Andrea Rossi: "Sono molto contento di essere stato chiamato nuovamente su una barca altamente tecnologica e performante come Portopiccolo Tempus Fugit, perché sono convinto che le possibilità di vittoria siano reali nonostante la nostra barca sia più adatta alle regate offshore e l'equipaggio del defender sia un livello altissimo. Io provengo da Chioggia ed essere considerato uno dei migliori velisti anche a Trieste per me è motivo di orgoglio: Per questo ringrazio il mio circolo lo YCPP ed il management di Tempus Fugit per la fiducia che mi hanno concesso. Il legame sportivo e di amicizia con Mitja Kosmina è iniziato nel 2003 quando ero prima l'addetto alle volanti, poi il randista, lo stratega, il tattico ed infine ora sono anche il co-skipper. Le condizioni di poco vento sono le più difficili dal punto di vista tattico ma sono anche quelle dove abbiamo le vele più performanti quindi speriamo che il poco vento previsto sia confermato!"

Il timone di Portopiccolo Tempus Fugit sarà affidato a Mitja Kosmina: "Siamo alla viglia di questo grande evento, l'allenamento di oggi per noi è stato molto importante in quanto le condizioni di vento leggere saranno le stesse che troveremo domani. Siamo pertanto riusciti a testare ancora una volta le nostre vele ed a toglierci ogni dubbio su quelle da utilizzare domani. Viviamo questa vigilia molto serenamente e consci del nostro potenziale" ha concluso lo skipper sloveno, alla ricerca del suo quarto sigillo in Barcolana.


Data articolo:
News da assovela.it
GENOVA: AL VIA IL CAMPIONATO MONDIALE 2.4MR

A partire da lunedì 14 ottobre, le acque di Genova ospiteranno il 30° Campionato Mondiale della Classe 2.4 mR: una settimana di grande vela con 91 atleti provenienti da 15 nazioni diverse.

Il weekend del 12 e 13 ottobre sarà dedicato all'arrivo delle barche ed all'accoglienza dei velisti. Lunedì 14, la prima regata di allenamento prevista per le 14.00. Da martedì 15 a venerdì 18, fino ad un massimo di 3 regate giornaliere per il raggiungimento del numero utile per assegnare il titolo iridato.

A terra gli atleti, i coach e gli accompagnatori godranno dell'oramai rodato RACE Village: le infrastrutture del quartiere fieristico, già provate con successo in occasione delle World Cup Series, saranno infatti il cuore delle attività. Le aree della Fiera di Genova, gestite da Porto Antico e messe a disposizione dal Comune, con il grande padiglione di Jean Nouvel che, forte dei suoi 15.000 metri quadrati coperti, sarà un'enorme 'base velica' unica nel suo genere. Qui vi saranno le aree ristoro, gli spogliatoi per gli atleti, le aree meeting, le stazze e gli uffici di segreteria e degli ufficiali di gara. Il padiglione ha l'accesso diretto sulla darsena dove sono stati posizionati dei pontili galleggianti e le gru di alaggio ove le barche riposeranno durante la settimana di regate. Grande attenzione è stata posta per rendere completamente accessibile tutta l'area fieristica e per ottimizzare le modalità di imbarco e sbarco degli atleti disabili e non.

Oltre alla sinergia e all'impegno degli organizzatori: Yacht Club Italiano, la International 2.4 mR Association e la Federazione Italiana Vela, un fondamentale contributo è stato fornito dalle principali Istituzioni, Regione Liguria e Comune di Genova.

Title Sponsor di questa edizione del Campionato Mondiale: Guldmann, società danese attiva nella produzione e sviluppo di tecnologie applicate al benessere delle persone - e degli atleti - con capacità motorie ridotte.

Sito Ufficiale: www.yachtclubitaliano.it/en/news-162/24-world-championships.html

ITALIANI IN GARA

Andrea Arasio (CN Andora ASD)
Domenico Ciavatta (LNI Mandello)
Diego Compagni (LNI Mandello)
Gianlorenzo Copertari (ASD Liberi nel Vento)
Giorgio Curzi (LNI Porto San Giorgio)
Davide Di Maria (Canottieri Garda Salò)
Mario Gambarini (LNI Mandello)
Pasquale Lapera (Club Nautico La Maddalena)
Vittorio Macciocco (LNI La Maddalena)
Giancarlo Mariani (Liberi nel Vento)
Stefano Maurizio (Compagnia della Vela Venezia)
Elena Polo D'Ambrosio (LNI Milano)
Nicola Redavid (LNI Milano)
Antonio Squizzato (Canottieri Garda Salò)
Cristian Tarasco (Circolo Nautico Andora)
Carlo Vianello (Circolo della Vela Mestre)
Fabio Vignudini (YCM Cattolica)

www.federvela.it


Data articolo:
News da assovela.it
SANREMO: I DRAGONI IN REGATA PER I 90 ANNI - FINAL DAY

Al termine di una combattuta giornata finale i danesi Jens Christensen, Anders Bagger e Thomas Schmidt a bordo di DEN 410 Out of Bounce si sono aggiudicati la Dragon 90th Anniversary Regatta powered by Paul&Shark, organizzato dallo Yacht Club Sanremo.

Si è dovuto attendere fino all'ultima prova, e diversi capovolgimenti di fronte, per definire il vincitore ed i restanti posti sul podio dell'evento che festeggiava i novant'anni del Dragone.

Solo dopo due regate molto combattute sul campo della flotta Gold, con un bel vento di levante di intensità intorno ai 10/12 nodi calato poi intorno ai 7/8, infatti si è potuta stilare la classifica finale, con i primi tre divisi da una manciata di punti.

Il team vincitore è dunque DEN 410 Out of Bounce dello skipper danese Jens Christensen con 36 punti, seguito dagli olandesi di NED 412 Troika di Peter Heerema a 43 e dai tedeschi di GER 69 Dirndlwind guidati da Christof Wieland.

"È una bella classe, con velisti davvero bravi, magari invecchiando non si allenano più così tanto, ma navigano bene. È proprio divertente!." Ha detto lo skipper danese non appena arrivato in banchina. "Lo Yacht Club Sanremo, tutti, il comitato di regata, i volontari, tutto ha funzionato benissimo. Mi è piaciuta molto l'atmosfera di festa, ovvio ci piace vincere, ma siamo stati bene. Ci piace proprio regatare sul Dragone." Ha concluso il danese.

Primo degli italiani si è piazzato ITA 86 Saturn di Piero Saccomani in 23ma posizione, preceduto di una sola piazza dalla prima skipper donna, l'olandese Charlotte Ten Wolde su NED435 Olinghi.

Beppe Zaoli, presidente dello Yacht Club Sanremo ha dichiarato: "Oggi con due prove abbiamo chiuso in bellezza con un levante che passava dai 12 agli 8 nodi, con regate molto tecniche e difficili. Ma alla fine i campioni sono usciti ed è stato bellissimo vederli regatare. Ho avuto tanti commenti positivi da tanti equipaggi e credo siano rimasti soddisfatti. Noi come Yacht Club abbiamo messo veramente tanto impegno per dimostrare che anche in Italia la vela può dare grandi soddisfazioni."

Nel tardo pomeriggio nel race village antistante la sede dello Yacht Club Sanremo, si è svolta cerimonia di premiazione della Dragon 90th Anniversary Regatta powered by Paul&Shark, durante la quale oltre ai vincitori assoluti sono stati consegnati anche diversi premi speciali, come quello alle migliori barche classiche. Grande entusiasmo da parte di tutti, con un lunghissimo applauso, per il "veterano" della classe, l'irlandese Don Street che con i suoi 89 anni era il velista più anziano presente a Sanremo e che ha promesso: "Tornerò per la festa dei 100 anni!"

L'asso australiano Peter Gilmour, protagonista di diverse edizioni della Coppa America e pluri campione del mondo di match racing si è anche detto entusiasta dell'evento di Sanremo. "È stata una regata straordinaria, vedere così tanti Dragoni tutti insieme, soprattutto nella prova di flotta, con 150 barche sulla linea di partenza... Non mi scorderò mai del 2001 quando fu organizzato l'America's Cup Jubilee a Cowes, e questo evento è stato altrettanto riuscito. Una bella riunione e penso che fra dieci anni la festa del centenario del Dragone sarà straordinaria."

Per le classifiche complete, le foto e i video si può visitare il sito internet dedicato.

La manifestazione è stata realizzata grazie al supporto, oltre che degli enti e partner istituzionali dello Yacht Club Sanremo, anche dello sponsor principale Paul&Shark e di Brugge Zot, Glenfiddich, Yanmar, OneSquare, Amer Yachts.

Intervista al presidente dello Yacht Club Sanremo Beppe Zaoli VIDEO


Data articolo:
News da assovela.it
CAGLIARI: CAMPIONATO ITALIANO WINDFOIL - DAY 1

La nuova disciplina, che ha recentemente ricevuto il benestare dai tests internazionali appena conclusi al Lago di Garda, sembra catturare sempre più l'attenzione di tutti i windsurfisti nazionali ed internazionali.

In condizioni al limite minimo (vento di poco superiore ai 5/6 nodi) i 20 iscritti al Campionato sono comunque riusciti a portare a termine tre prove che hanno evidenziato l'ottimo stato di forma del gardesano Bruno Martini, autore di tre vittorie. "È stata una giornata dura per tutti, perché avevamo un vento molto leggero tra i cinque e gli otto nodi. Nelle prove disputate sono stato in vantaggio da subito. Solo nell'ultima sono stato, ad un giro di boa, dietro Antonio Cozzolino. È stata sicuramente molto dura per gli altri atleti che usavano vele più piccole della mia. Io avevo una 10 (mq) Challenger che è la vela più grande che ho ed una tavola Novenove"

Molto buone le prestazioni di Andrea Ferin che centra tre secondi posti. Sia Martini che Ferin sono due surfisti professionisti che partecipano costantemente alla Coppa del Mondo.

Ottimo il local Michele Cittadini che occupa attualmente la terza posizione. "La regata è stata proprio faticosa e con la vela che avevo io (più piccola di quelle dei primi due) dovevo pompare tanto per stare sul foil"

Da segnalare l'ottima prestazione di Nicolò Spanu giovanissimo windsurfista già con un ricco curriculum in altre specialità windsurfistiche

Domani la classifica potrebbe avere qualche novità, grazie all'arrivo di venti meridionali un po' più consistenti rispetto a quelli odierni

Classifica


Data articolo:

Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri A.Camilleri 2 Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri


Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL Video di Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it

News Atletica leggera gazzetta.it

Video IAAF Diamond League

Sport delle due ruote: ciclismo e motociclismo

Ciclismo da gazzetta.it Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo

Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo

News Motociclismo gazzetta.it News Motociclismo da moto.it

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News da Federnuoto

Tutti i record di nuoto da Federnuoto News Nuoto gazzetta.it

news basket

News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com

Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it

Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it News Volley gazzetta.it Recensioni action figures

news automobilismo, motori

News Automobilismo gazzetta.it News Passione Motori gazzetta.it News Auto e Motori repubblica.it

news tennis

News Tennis gazzetta.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM Recensioni action figures

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma

news altri sport

Per gli amanti delle action figures News Sport invernali gazzetta.it News Rugby gazzetta.it Recensioni action figures