Coronavirus, la mappa del contagio nel mondo

NEWS - Tutti gli sport(no calcio) - NEWS - Tutti gli sport(no calcio)

figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna in pre-order
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

News da Federazione Baseball Softball

#baseball #softball #news-FIBS

Federazione
Proposte di formazione gratuita on-line per lo sport

Mentre il Comitato Nazionale Tecnici mette a disposizione del movimento competenze tecniche a domicilio attraverso la piattaforma e-learning FIBS realizzata con Calzetti & Mariucci Editori, ma anche il proprio profilo Facebook in attesa di ulteriori iniziative che saranno presentate a breve, sono diverse le opportunità di formazione a distanza interessanti, non solo per coach e atleti.

Ne segnaliamo qui un paio.

La prima è la videogallery Sport a Casa della Scuola dello Sport del CONI, pubblicata sulla home istituzionale del settore formativo del Comitato Olimpico. Si tratta di una collezione di interventi, in genere di breve durata, da parte di esperti su tematiche che vanno dalla psicologia all’alimentazione, dal team building al pensiero strategico. Il CT della Nazionale maschile di pallavolo Gianlorenzo Blengini, il suo predecessore Mauro Berruto, quello della Nazionale maschile di pallanuoto Sandro Campagna, per citarne alcuni, sono fra coloro che hanno concesso pillole della loro esperienza attraverso queste clip on-demand.

È invece tutta ‘in diretta’ la proposta che l’agenzia specializzata Sporthink fa alla FIBS e ai suoi tesserati con il webinar gratuito Il Meglio è Domani, un incontro di formazione professionale sulle tematiche dello Sport Marketing e dedicato a dirigenti e atleti.
Un’occasione formativa che approfondirà anche i temi dell’immagine e comunicazione sportiva tenuto da Andrea Annunziata, che in Sporthink si occupa in particolare di marketing per le Federazioni e le Società, Flavia Chiarelli, marketing atleti e aziende, e Mirko Sotgiu, visual communication.
Il webinar gratuito sarà accessibile online dalle ore 18:00 il 16 aprile 2020, tramite piattaforma Zoom.us per un massimo di 90 partecipanti, che dovranno preventivamente richiedere l’iscrizione, entro il 15 aprile, a: info@sporthink.it.

Marco Landi

 

 

Data articolo: Tue, 07 Apr 2020 12:49:17 +0000
Campionati baseball
Progettata la stagione 2020 della serie B Baseball

Anche la serie B baseball ha la sua struttura per la nuova stagione che, come per tutti gli altri campionati, prenderà il via nel weekend del 13-14 giugno. A progettare il tutto sono state le società in collaborazione con la Federazione durante la videoconferenza che le ha viste protagoniste questa mattina insieme al presidente federale Andrea Marcon, al segretario generale Giampiero Curti, alcuni consiglieri federali e la Commissione Organizzazione Gare.

Il massimo dirigente federale ha aperto la riunione spiegando la situazione e le motivazioni che hanno portato a proporre la partenza per la metà di giugno, illustrando poi la nuova struttura ipotizzata per la serie B baseball. Le 30 squadre iscritte saranno infatti divise in 5 gironi da 6 squadre (non più in 4 raggruppamenti) e le prime classificate al termine della regular season, fatta di andata e ritorno, guadagneranno l'accesso diretto alla serie A2 2021 senza la disputa dei playoff. Una struttura che porterà il campionato a terminare nel terzo weekend di settembre prevedendo però una sosta nelle settimane centrali di agosto. Guardando con occhio prudente all'evolversi della situazione, con un aggiornamento sullo stato delle cose fissato tra circa un mese, su proposta delle società è stata lasciata aperta la porta anche ad un eventuale inizio differito della stagione per i vari gironi non essendoci il vincolo di terminare tutti insieme per poi disputare i playoff, questo solo se l'emergenza dovesse portare a situazioni differenti di aperture nelle varie zone dell'Italia. Le società potranno anche accordarsi per giocare nel mese di agosto durante le settimane ad oggi previste per la sosta e è stata messa sul tavolo delle proposte anche la possibilità di organizzare una Coppa Italia al termine del campionato, cercando di sfruttare anche la parte finale di settembre ed il mese di ottobre. Al termine dell'ampio confronto e dopo l'approvazione unanime di tutte le società presenti alla nuova struttura, è stata comunicata la composizione dei gironi. Nel gruppo A ci saranno Reggio Emilia, Codogno, Milano 1946, Piacenza, Fossano, Ares Milano, del gruppo B faranno parte Poviglio, Yankees, Padule, Pianoro, Ravenna, San Lazzaro, Il C sarà composto da Pastrengo, Rovigo, Dynos Verona, Junior Parma, Crocetta, Buttrio, nel D saranno inserite Potenza Picena, Fano, Junior Rimini, Cupramontana, Foggia, Torre Pedrera e il girone E avrà nelle sua fila Roma Brewers, Bsc Grosseto, Catalana, Livorno, Lupi Roma, Academy of Nettuno. Ribadito che nel 2020 non saranno versate le tasse gara, il presidente federale ha comunicato che è al vaglio del Consiglio Federale la possibilità di dare un contributo, negli anni passati dato dalle società degli altri gironi con un aumento delle tasse gara, alle squadre che affronteranno la trasferta in Sardegna e alla formazione sarda che dovrà recarsi in continente per disputare il campionato.

di Fabio Ferrini

Riuniti in videconferenza i Comitati Regionali

Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

Dalla riunione delle società nasce l'ipotesi della A1 Softball 2020

La serie A2 Baseball ha programmato il ritorno sui diamanti

Sarà una serie A2 Softball 2020 a 14 squadre

Data articolo: Tue, 07 Apr 2020 08:39:24 +0000
Federazione
Il decreto attuativo per l'indennità ai collaboratori sportivi

Il Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, ha emanato il decreto con cui sono state individuate le modalità di presentazione delle domande per l'indennità ai collaboratori sportivi prevista dal Decreto Legge “Cura Italia” per il mese di marzo 2020 (art. 96, decreto-legge 17 marzo 2020, n.18).

{phocadownload view=file|id=4542|target=s}

L’indennità potrà essere richiesta dai titolari di rapporti di collaborazione, già in essere alla data del 23 febbraio 2020 e ancora pendenti al 17 marzo 2020, con priorità per coloro che nel 2019 non abbiano percepito compensi superiori a 10.000 euro complessivi. Per accedere alla domanda i collaboratori sportivi devono avere i seguenti requisiti:

1. non devono rientrare nell’ambito di applicazione dell’art. 27 del Decreto Legge “Cura Italia”;  
2. non devono aver percepito altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020;  
3. non devono aver percepito, nel mese di marzo 2020, il Reddito di Cittadinanza;
4. non possono cumulare l’indennità con le altre prestazioni e indennità di cui agli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del Decreto Legge “Cura Italia”.

Il rapporto di collaborazione, perché possa essere presentata loa domanda, dovrà:

1. essere con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate nonché con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche; si sottolinea che le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche devono essere iscritte, alla data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”, nel Registro delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche tenuto dal CONI e che gli Organismi Sportivi devono essere riconosciuti, ai fini sportivi, dal CONI;
2. esistere già alla data del 23 febbraio 2020 ed essere in corso alla data del 17 marzo 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”);
3. non rientrare nell’ambito di applicazione dell’art. 27 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (liberi professionisti titolari di Partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione Separata INPS di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335).

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che sarà attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile sul sito istituzionale di Sport e Salute, che consentirà agli utenti di procedere, previo accreditamento, alla presentazione formale della domanda e dei documenti richiesti dal decreto ministeriale.

La procedura prevede le seguenti fasi:

1. Prenotazione: per prenotarsi è necessario inviare un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero 339.9940875. Dopo aver inviato l’SMS, si riceverà un codice di prenotazione e l’indicazione del giorno e della fascia oraria in cui sarà possibile compilare la domanda sulla piattaforma.
2. Accreditamento: per accreditarsi è necessario disporre di un proprio indirizzo mail, del proprio Codice Fiscale e del codice di prenotazione ricevuto a seguito dell’invio dell’SMS.
3. Compilazione e invio della domanda: subito dopo l’accreditamento, sarà possibile accedere alla piattaforma, compilare la domanda, allegare i documenti e procedere con l’invio.

L’indennità sarà erogata direttamente da Sport e Salute sul conto corrente indicato dal richiedente in fase di presentazione della domanda. Le indennità saranno erogate sino a concorrenza del fondo di 50 milioni di euro riconosciuti alla Società per l’erogazione delle indennità.

Alcuni consigli su come prepararsi alla presentazione della domanda:
- caricare sul proprio computer, tablet o telefono il pdf dei documenti che andranno allegati (documento identità, contratto di collaborazione o lettera di incarico o prova dell’avvenuto pagamento della mensilità febbraio 2020);
- avere a disposizione i propri dati essenziali, tra cui: Codice Fiscale, recapiti di posta elettronica e telefonici, residenza e IBAN per l’accredito della somma;
- disporre dei dati relativi alla propria collaborazione sportiva, tra cui: nominativo delle parti contraenti, decorrenza, durata, compenso e tipologia della prestazione;
- conoscere l’ammontare complessivo dei compensi sportivi ricevuti nel periodo d’imposta 2019;
- accertarsi che il rapporto di collaborazione per cui siintende presentare la domanda di indennità rientri, ai sensi dell’art. 2 del Decreto Ministeriale, nell’ambito di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e che sia presso Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate, oppure presso Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche;
- verificare che sussistano tutti gli altri requisiti di legge richiesti (esempio: non avere diritto a percepire altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020, non essere pensionato, non essere co.co.co iscritto alla gestione separata INPS, non essere percettore del Reddito di Cittadinanza, etc.);
- disporre del codice fiscale o della Partita Iva della Associazione/Società/Organismo Sportivo per cui si presta la collaborazione;
- verificare, in caso di collaborazione con un’Associazione o una Società Sportiva Dilettantistica, che sia iscritta al Registro del CONI;
- verificare, in caso di collaborazione con una Federazione Sportiva Nazionale, una Disciplina Sportiva Associata o un Ente di Promozione Sportiva, che sia riconosciuto dal CONI.

Per ricevere informazioni ulteriori, in attesa che la piattaforma sia online, si può scrivere all’indirizzo mail curaitalia@sportesalute.eu e seguire il canale Telegram della società: https://t.me/SporteSalute.

Consulta le FAQ

Scarica le FAQ

Come fotografare/scansionare un documento



Data articolo: Mon, 06 Apr 2020 15:17:14 +0000
Nazionali Baseball
Una maratona di partite dell'Italia su baseballsoftball.tv

In questi giorni in cui baseball e softball sono fermi, la piattaforma baseballsoftball.tv sta ritrasmettendo alcune partite del recente passato delle diverse nazioni. Martedì 7 aprile è il turno delle Nazionali italiane di baseball e di softball. 

Si tratta di una vera e propria maratona azzurra con sei partite in programma sulla piattaforma. Alle 7:05 si inizia con la sfida fra Italia Baseball e la Spagna all'Europeo dello scorso anno, poi seguiranno Italia Softball-Repubblica Ceca del Super 6 2018 (alle ore 10:45), Italia Baseball - Israele (semifinale Europeo 2019, alle ore 12:50), la finale dell'Europeo U19 Softball 2018 tra Italia e Irlanda (alle ore 16:30), Italia Baseball - Paesi Bassi del Super 6 2018 (alle ore 19:05) e infine, alle ore 22:25 gara 2 della serie fra Italia Softball e le USSSA Pride nel 2018.

LA PIATTAFORMA BASEBALLSOFTBALL.TV

Data articolo: Mon, 06 Apr 2020 14:53:45 +0000
Nazionali Softball
Il video di Italia e Spagna: le Nazionali di Softball unite contro il virus

Sarebbero dovute scendere in campo il 28 febbraio a Barcellona, primo appuntamento internazionale in Europa per entrambe le squadre nella nuova stagione, quella delle mille emozioni, dell’Europeo in Friuli Venezia Giulia, delle Olimpiadi.

Oggi, 6 aprile, nella Giornata che le Nazioni Unite dedicano all’importanza dello Sport per lo Sviluppo e la Pace e ventiquattro ore prima della Giornata Mondiale della Salute, che la World Health Organization dedica agli Infermieri e alle Ostetriche di ogni sesso e religione, entrambe colme di significato quest’anno più che mai, le ragazze delle Squadre Nazionali di Softball di Italia e Spagna lanciano, con un video ‘mixato’ sui profili social ufficiali, il loro messaggio di unione nella lotta contro il virus che sta così pesantemente incidendo, per molti in modo tragico, sulla vita degli abitanti del nostro pianeta.

#YoMeQuedoEnCasa dicono Esti, Ane, Meritxell, Rebeka, Raquel, Maria, Roser, Carla, Anna e Beatriz dalle loro abitazioni in Spagna.

#IoRestoACasa rispondono Lara, Fabrizia, Priscilla, Greta, Laura, Marta, Beatrice, Ilaria, Elisa ed Erika.

Intanto, Nacho chiama il ‘Safe!’ a casa e Gianluca chiude con la chiamata di ‘Strikeout!’ al virus.

La clip, nata dalle atlete, celebra anche una rivalità e una collaborazione che per la Federazione Italiana Baseball Softball e la Real Federación Española de Béisbol y Sófbol affondano le radici nella storia: fu proprio una partita fra le rispettive selezioni di baseball, giocata Roma nel 1952 davanti a 12.000 spettatori, a sancire l’esordio assoluto a livello internazionale per entrambe.

Ecco i link al video: Instagram   Facebook

#SafeAtHome #StrikeOutTheVirus

#SafeAtHome #StrikeOutTheVirus

Marco Landi

Data articolo: Mon, 06 Apr 2020 12:48:47 +0000
Dalle regioni
Riuniti in videconferenza i Comitati Regionali

Nel giro di incontri in videoconferenza in cui la Federazione è impegnata negli ultimi giorni, si è tenuta questo pomeriggio una riunione di tutti i Comitati e Delegati Regionali FIBS con il presidente Andrea Marcon, i consiglieri federali e il segretario generale Giampiero Curti. Incontro a cui hanno partecipato anche la Commissione Organizzazione Gare, perché tra gli argomenti affrontati si è discusso anche dei campionati giovanili, il Comitato Nazionale Arbitri, col presidente Pierfranco Leone, e il Comitato Nazionale Tecnici, rappresentato dal presidente Fabio Borselli.

In accordo con i vertici federali, Comitati e Delegati Regionali hanno deciso di mantenere la disputa delle Finali Giovanili Nazionali per l'assegnazione dei titoli tricolori, nell'ottica di portare una ventata di entusiasmo in questo momento difficile e dare lo stimolo a fare attività a tutte le società e i ragazzi. Da definire in un secondo momento sia la data, che non sarà prima della metà di ottobre, che la formula delle Finali Giovanili e conseguentemente le modalità di accesso, non essendo più possibile seguire quanto tracciata ad inizio 2020.

Partendo da questa nuova indicazione sulla fascia temporale, è stata data facoltà alle singole regioni di svolgere la loro attività regionale fino alle fine di settembre, lasciando completa libertà nella strutturazione e nella formulazione della stessa, ma con il preciso obiettivo di far tornare in campo, non appena possibile, tutto il movimento.

di Fabio Ferrini

Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

Dalla riunione delle società nasce l'ipotesi della A1 Softball 2020

La serie A2 Baseball ha programmato il ritorno sui diamanti

Sarà una serie A2 Softball 2020 a 14 squadre

 

Data articolo: Mon, 06 Apr 2020 13:03:31 +0000
Campionati softball
Sarà una serie A2 Softball 2020 a 14 squadre

Continua la riprogrammazione dei campionati del batti e corri italiano e questa mattina è stato il turno per le società della serie A2 Softball di riunirsi in videoconferenza con il presidente federale Andrea Marcon, alcuni consiglieri federali e la Commissione Organizzazione Gare. L'incontro è iniziato con la comunicazione del ritiro dal campionato 2020 dell'Unione Fermana che porta quindi a 14 il numero delle squadre partecipanti. Un forfait che però non cambia la composizione dei 2 gironi: nel gruppo A ci saranno New Bollate, Legnano, Crocetta, Avigliana, Nuoro, Supramonte, La Loggia e nel raggruppamento B Old Parma, Massa, Macerata, White Tigres Massa, Castionese, Rovigo, Stars Ronchi.

Dopo un'attenta discussione sulla base della proposta inviata nei giorni scorsi dalla COG e in attesa di capire eventuali sviluppi futuri sulla situazione di emergenza sanitaria, la regular season della serie A2 Softball sarà giocata su un solo girone di andata che partirà, così come gli altri campionati, nel weekend del 13-14 giugno per chiudersi alla fine di luglio. Ad agosto poi si svolgeranno i playoff. Anche in questo caso la formula scelta consentirà di iniziare entro la seconda settimana di luglio qualora si prolungassero le restrizioni legate al contagio del Covid-19.

di Fabio Ferrini

Dalla riunione delle società nasce l'ipotesi della A1 Softball 2020

Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

La serie A2 Baseball ha programmato il ritorno sui diamanti

Data articolo: Mon, 06 Apr 2020 08:51:11 +0000
Federazione
Il baseball nella letteratura

Dopo il gradito suggerimento in merito a 10 film sul baseball tutti da vedere, Michele Dodde ha risposto alla nostra richiesta di consigliarci in merito a letture a tema batti-e-corri, particolarmente utili in questi giorni da trascorrere fra le pareti domestiche.

Michele, come spiega in questo articolo che condividiamo con BaseballOnTheRoad, ha preferito occuparsi di opere meno note ai più, fornendo inviti alla scoperta di autori e personaggi nuovi. Molte delle opere citate sono reperibili in italiano e tutte, comunque, di facile reperibilità in rete.

Buona lettura!

 

Nel 1973 nel licenziare alle stampe il suo geniale capolavoro ‘The Great American Novel, Philip Roth ebbe a scrivere un saggio dal titolo ‘My Baseball Years’ in cui precisava come fosse stato importante per lui, come lettura della sua fanciullezza, aver potuto leggere libri sulla tradizione, le leggende e le diverse personalità del mondo del baseball. Essi avevano soddisfatto del tutto il suo appetito letterario sino ai diciotto anni quando poi fu interessato dal romanzo ‘Lord Jim’ di Joseph Conrad che lo condusse ad ulteriori considerazioni della vita. Coinvolto così tra due mondi, il gioco e la realtà della vita, Philip ha avuto un’arguta vitalità nello scrivere il suo romanzo capolavoro come ricreazione satirica dell’ontologica tradizione del baseball, consapevole che la continua evoluzione della mitologia del gioco antico appaga il gusto ricercato della mente sull’angoscia triste delle introverse caratterizzazioni dell’anima.

Facile allora porsi la domanda se è stata la letteratura ad investire il baseball o se è stato il baseball ad appropriarsi della letteratura per essere sempre vivo e ricercato. Di certo sono molteplici i libri che hanno coinvolto trame di vita e storie di questo poliedrico mondo del baseball che è risultato soprattutto soggetto, poi comprimario, ma di certo soprattutto un felice compagno di viaggio per ognuno di noi, nella piena consapevolezza o meno. Non ci sono qui pretese da saccente critico letterario, dunque, ma solo un ricercato spolvero di saggi che personalmente vengono valutati come una confacente via guidata dal piacere dei contenuti e dei risultati raggiunti.

Il primo libro da sfogliare con religiosità e che poi risulterebbe quello più affascinante perché investe l’abbattimento delle barriere sociali attraverso lo sport, è ‘Our Baseball Club: and How it Won the Championship’ scritto da Noah Brooks ed apparso nel 1884 a cura delle edizioni Dutton and Co. di New York. Questo libro detiene il primato di essere stato il primo romanzo interamente dedicato al baseball ed alle vicissitudini delle partite. Si sviluppa con emotività sul coinvolgimento della municipalità della città di Catalpa nel convincere i membri delle due squadre cittadine, l’una composta prevalentemente da operai, l’altra dagli aristocratici e ricchi rampolli, a formare un unico roster per vincere agonisticamente il campionato dell’Illinois State. E gli eventi della finale contro la squadra rivale di Jonesville diedero poi il destro a Brooks per evidenziare come la vittoria fosse stata molto più importante della distinzione di classe e come sarebbe stato facile abbattere le anacronistiche barriere mentali che sconvolgevano e sconvolgono tutt’ora la società. La prefazione al testo fu scritta da Albert Goodwill Spalding. Ex lanciatore in Major League dal 1871 al 1878 e divenuto poi comproprietario all’epoca dei Chicago White Sox e industriale di articoli sportivi, nel testo Spalding mise bene in evidenza come la vicenda narrata non solo illustrava in modo esaustivo il ‘Gioco Nazionale’ ma che gli eventi stigmatizzati da Brooks erano certamente basati su fatti realmente accaduti ed infine, con rara maestria, riuscì ad aggiungere anche due pagine di attrezzature per il baseball da lui prodotte. In sintesi, due messaggi sublimi tendenti uno a migliorare le tensioni sociali, l’altro ad indicare l’importanza di caldeggiare un distinguo sentimento nazionale univoco.

Con il crescente gradimento del pubblico che incominciava a far lievitare la presenza dei tifosi sulle tribune dei vari diamanti e a far sviluppare gli utili del nascente business, la casa editrice Maynard and Co. di Boston nel 1911 pubblicò l’idea vincente del giornalista Charles Emmet Van Loan nel confezionare ‘The Big League’, un volume contenente nove storie inerenti gare e aneddoti dei giocatori più acclamati in quel periodo. Fu un successo editoriale e qui anche la semantica dei numeri, che coinvolge il diamante, incominciò a fare breccia nella curiosità speculativa. Lo stesso Van Loan, questa volta con i caratteri dell’editore George H. Doran Co., licenziò successivamente, nel 1919, con ‘Score By Innings’ una ulteriore raccolta di 10 storie tutte incentrate sullo svolgimento di alcune particolari gare.

Da allora gli scaffali delle biblioteche hanno incominciato ad ospitare studi, circostanze, elaborati di tecnica, romanzi e molte biografie, alcune autorizzate, altre postume, di quei tanti giocatori che per il loro talento, il loro carattere e le loro vicissitudini della vita personale avevano inciso più di qualche linea nella infinita storia del gioco antico. Altri invece con il loro contenuto hanno minuziosamente spulciato le sorti dei vari club ed in particolare quello degli Yankees divenuti quasi un sillogismo del baseball americano. Interessante allora la selezione, apparsa nel 2001 per conto della Triumph Books, ‘Few and Chosen’ stilata da Whitey Ford, giocatore della franchigia newyorkese per 16 stagioni e soprannominato ‘The Chairman of the Board’ grazie alla sua saggezza, e da Phil Pepe che è stato l’unico giornalista accreditato dal New York Daily News presso gli Yankees dal 1968 al 1981. Ancora il volume ‘Story of the Yankees’ attraverso articoli apparsi sul The New York Times e raccolti da Dave Anderson per conto della casa editrice Black Dog e Leventhal nel 2012. Nello stesso anno per conto della Bloomsbury si cimenterà da par suo lo scrittore Marty Appel che con ‘Pinstripe Empire’ dichiarerà di aver scritto la definitiva storia della più grande squadra di baseball del mondo e forse è vero, visto che la prefazione è firmata dal grande Yogi Berra. Marty Appel poi è l’autore di oltre 20 libri sul baseball tra cui le biografie di Thrman Munson, Joe Di Maggio e lo stesso Yogi Berra.

Tra le biografie più incisive e capillari cito quella redatta nel 2007 dalla scrittrice Judith Testa sul lanciatore Sal Maglie, il ‘Baseball’s Demon Barber’, per conto della Northern Illinois University Press. Figlio di una coppia di emigranti della provincia di Taranto, Sal nacque negli Stati Uniti e anziché imitare i propri compagni di gioco ad emularsi nel gioco del calcio studiò e si integrò nel mondo del baseball con autorevolezza e capacità, divenendo in seguito l’idolo della cittadina di Niagara Falls, dove risiedeva la famiglia, che gli intitolerà lo stadio di baseball cittadino. Judith Testa è partita da lontano nel completare questa biografia di Sal andando a verificare di persona i luoghi e le vicissitudini che indussero il padre Giuseppe e la mamma Maria Immacolata a lasciare San Giorgio Jonico nel 1910 per la nuova frontiera della sua vita: ‘La Merica’, com’erano convinti si chiamasse. Un libro intenso, preciso nei particolari, commovente.

Molto seguiti e letti sono stati poi i testi ispirati dalla coraggiosa vicenda che interessò Jackie Robinson e la problematica razziale. E diversi film sono stati prodotti, tra cui l’eccellente ultimo ‘42’ diretto da Brian Helgeland con interpreti Harrison Ford e Chadwich Boseman sullo schermo nel 2013, a dimostrare come solo attraverso il baseball fosse possibile abbattere il muro razziale in una disciplina sportiva che prima del 1947 viaggiava su binari paralleli: la Major League e la Nero League. Tra i tanti che hanno delineato a più riprese la vicenda, è preciso e scorrevole il testo scritto dal giornalista Scott Simon nel 2002 ‘Jackie Robinson and the Integration of Baseball’ molto ben tradotto in italiano da Marco Bertoli ‘Il mio nome è Jackie Robinson’ ed edito in Italia nel 2011 grazie all’iniziativa della benemerita casa editrice 66th and 2nd che ha scelto anche libri sul baseball come argomento da divulgare. E infatti della stessa casa editrice si va a leggere ‘For Love of The Game’ scritto dal giornalista Michael Shaara e licenziato alla stampa dal figlio Jeff nel 1997 quale sublime messaggio d’amore del genitore verso il baseball. Tradotto con viva partecipazione da Marco Rossari la vicenda in effetti è quella adattata sul grande schermo nel 1999 da Sam Raimi con interprete un Sidd Finch 66thand2ndeccezionale Kevin Costner ben calato nei panni di un lanciatore a fine carriera, teso a realizzare la sua partita perfetta. Un’altra perla che premia questa casa editrice romana è il rispolvero di un libro che ha visto i natali nel 1987: ‘The Curious Case of Sidd Finch’ di George Plimpton sui tipi della Macmillian Publishing Company. In Italia viene pubblicato nel 2012 con la traduzione di M. Martino. Il romanzo in verità fu scritto dall’autore dopo che un suo articolo apparso su Sports Illustrated il primo aprile del 1985 ebbe un incredibile riscontro. Il settimanale infatti lanciò l’articolo come nota in esclusiva inerente la presenza presso lo spring training dei New York Mets di un giovane monaco tibetano che stava lanciando con precisione assoluta una pallina all’inaudita ed inarrivabile velocità di 168 miglia orarie. La redazione fu inondata da lettere e palpitanti chiamate da parte di molti tifosi che volevano sapere di più sul caso e la settimana dopo la rivista, con sorniona scrittura, riportò alla dura realtà i lettori invitandoli a far dovuto riferimento alla data di pubblicazione, ovvero un simpatico pesce d’aprile. Su questo umoristico successo, due anni dopo, George Plimpton ampliò la sua nota redazionale con un racconto stravagante in apparenza, ma rivelatore di vita sia nel baseball sia in America. Il personaggio Finch Sidd, con due “d” in omaggio a Siddhartha, è un giovane inglese aspirante monaco buddista che, dopo aver passato alcuni anni sulle montagne dell’Himalaya, ha acquisito una veste mistica ed intellettuale così come sono i suoi lanci dettati dalla mente e dal cuore. Recita il testo “…con la prima pallina lanciata da Sidd non c’è stato tempo per alcuna reazione: abbiamo sentito solo il tonfo del cuoio che cacciava l’aria fuori dal guanto del ricevitore…” ed è la sintesi di quale minaccia avrebbero causato i suoi lanci (la curva era stata registrata sulle 120 miglia!) al delicato equilibrio della Major League ed al futuro stesso del gioco. Da aggiungere infine a questo panorama della citata casa editrice il libro maestro dello scrittore canadese William Patric Kinsella ‘Shoeless Joe’ scritto nel 1982 e pubblicato con la rinomata traduzione di Marco Rossari nel 2009. Da questo libro è stato sceneggiato l’immortale film ‘Field of Dreams’ ancora una volta interpretato da Kevin Costner e che per intensità visiva supera la qualità del libro stesso.

Ancora interessante per i diversi messaggi è la lettura di una particolare saga. Sono tre libri: ‘Ruth Marini: Dodger Ace’,’Ruth Marini of the Dodgers’ e ‘Ruth Marini: World Series Star’ tutti scritti da Mel Cebulash dal 1983 al 1985, inerenti la personalità  di  Ruth Marini, una incredibile giovane lanciatrice che riesce a diventare la prima donna ad avere la possibilità vincente di giocare in Major League sino a disputare le World Series sul monte di lancio dei Los Angeles Dodgers. È  indubbiamente una storia fine a se stessa, ma sottintende, specialmente se rivolta ai giovani, quanto il baseball possa concedere in opportunità e, di queste, anche una seconda volta.

Poi, nel 1981, è stato Martin Quigley a dare un momento di meditazione con il suo ‘The Original Colored House of David’ stampato da Houghton Mifflin Co. Il libro è uno specchio convesso alla storia di Jackie Robinson poiché l’autore si sofferma a delineare l’emotività di un giovane ragazzo bianco scelto per andare a giocare in una squadra di baseball composta da tutti giocatori di colore. Gli atteggiamenti, le abitudini, sempre esistenti in una nazione che andrebbe tutta psicanalizzata per le sue incongruenze, sono il contorno ad una aperta e meravigliosa storia di maturità da conseguire sempre nei rapporti umani.

Colpisce poi una tenebrosa ricerca di realtà accaduta ‘The Death Row All Stars: a Story of Baseball Corruption  and Murder’ scritta nel 2014 da Howard Kazanijan e Chris Enss per conto della Globe Pequot Press. Il saggio ripercorre la nascita di un carcere di massima sicurezza, costruito nella sperduta città di Rawlins nello Wyoming, dove il baseball nel tempo di un batter di ciglia fu visto come atto di rieducazione e redenzione. O, come meglio detto da Pietro Striano, “grandezza del baseball, sport unico, che per intima accettazione ben si rapporta alla crudeltà dell’uomo a volte accecato dal senso del potere e da quel freddo business sempre pronto a sfruttare gli ultimi” (tratto dal libro “Partita Doppia” ).

Allora, come non ricordare anche la struggente storia narrata da Mark Harris nel 1956 nel libro ‘Bang The Drum Slowly’ e portata poi sul grande schermo con l’omonimo titolo (Batte il tamburo lentamente) dal regista John Hancock nel 1973 con un giovanissimo Robert De Niro al limite della perfezione. Il lanciatore Henry Wiggen scopre che il suo amico Bruce Pearson, mediocre ricevitore, è affetto dall’incurabile linfoma di Hodgkin e, pur di permettergli di giocare, sua unica passione, comunica al proprio manager che seguiterà a lanciare solo e solamente se a ricevere sarà Bruce. Quando anche gli altri componenti della squadra scopriranno il perché di questa decisione, allora tutti si ritroveranno ad essere più uniti per stare più vicino al loro sfortunato compagno. Un messaggio di forte sentimento che, attraverso il baseball, fa meditare su come dirà Wiggen “Non so perché, ma non si può godere la vita quando la morte è lì dietro l’angolo.”

Una particolare postilla meritano due libri catalogati Science Fiction che involontariamente hanno anticipato i tempi odierni. Si tratta di ‘Stay Loose’ scritto nel 1959 da Bud Nye e dato alle stampe da Doubleday and Co. dove si focalizza l’attenzione sulla versatilità del computer che un giorno avrebbe potuto, come in effetti sta facendo, influenzare i risultati delle partite. Si avverte una scandalosa battaglia intellettuale Heart vs Univac che fa ridere e meditare rimandando ad altri tempi la diatriba su chi può vincere tra l’amore per il baseball, che si avverte con il cuore, e la nominalistica freddezza di un baseball che risulta gradito solo alla  tecnologia.  L’altro è ‘The Last Man is Out’ di Marvin Karlins scritto nel 1969 per conto della Prentice Hall, Inc. In realtà Marvin è stato un accademico e saggista ed ha profuso in questa sua testimonianza il suo vasto sapere scientifico immaginando come in un prossimo futuro, ipotizzato da lui nel 21° secolo, un annoiato scienziato, usando in modo appropriato il computer ed altri dispositivi scientifici, potesse ottimizzare in senso assoluto i risultati di una squadra. Nel 1980 lo stesso testo firmato con lo pseudonimo Robert Browne è stato riproposto dalla casa editrice Ballantine Books con il titolo ‘The New Atoms’ Bombshell’.

Ma il baseball è stato anche un delicato e simpatico argomento nelle spy story. Il primo, divertente quanto non mai, è stato ‘A Pennant for the Kremlin’ scritto da Paul Molloy nel 1964 ed edito da Doubleday and Co. L’autore, con effervescente ironia, polverizza i temi dell’allora cosiddetta guerra fredda supponendo che un magnate statunitense, attraverso una continua commedia degli equivoci ed errori, alla sua improvvisa dipartita lasciasse in eredità al governo sovietico la squadra di baseball di cui era proprietario: nientemeno che i Chicago White Sox. Sorge imperativo dunque per la Soviet Union vincere il campionato facendo poi descrivere la cronaca delle partite da un inviato della Pravda che, indottrinato, mischia le fasi della gara con accesa e spassosa propaganda. In parallelo con il film ‘Dottor Stranamore’, il romanzo si snocciola come una sceneggiatura hollywoodiana delineando però alla fine in modo serio la diversità della vita e delle ideologie. Il secondo invece investe la biografia vera del ricevitore Moe Berg, accasato con i White Sox, e la sua doppia vita di agente segreto. Poliglotta e dotato di una vasta cultura che lo farà passare alla storia come ‘The Brainiest Guy in Baseball’, Berg durante una tournee in Giappone con una squadra di baseball a fini promozionali, filmò di nascosto dal balcone dell’hotel dove soggiornava tutte le infrastrutture portuali della città di Tokio. Su questo filmato in seguito fu pianificato il raid di Doolittle del 18 aprile 1942. Scritta da Nicholas Dawidoff nel 2016, la biografia è stata sceneggiata per la realizzazione del film ‘La doppia vita di Moe Berg’ diretto da Ben Lewin e distribuito nelle sale statunitensi nel 2018.

Ma non poteva mancare il gioco del baseball nel settore della giallistica. Avvenne che, durante il periodo dal 1969 al 1987, questa sia entrata in punta di piedi nel mondo del baseball con oltre 15 libri redatti con autentica passione tra i componenti e vicende che hanno interessato squadre della Major League. Il primo del 1969 fu ‘Knave of Eagles’ di Robert Wade per la Random House, Inc. La storia larvatamente sottolinea la rigidità del governo cubano in specie quando fu catturato e detenuto un famoso giocatore di major league di origine cubana ritornato nell’isola clandestinamente per affetti familiari e come poi fu liberato grazie alla sagace opera di un detective privato. Tra questi tomi da me spolverati ve ne sono due che ebbero il beneplacito ad essere inseriti nella collana dei Gialli Mondadori. Con il 1467 della serie vi è ‘Mortal Stakes’ di Robert B. Parker scritto nel 1975 e tradotto in italiano da Gigi Coretti con il titolo ‘Le Regole del Gioco’ nel 1977. Con la copertina classica inventata da Carlo Jacono, le pagine completano la forte personalità del detective Spenser nel risolvere un intricato pasticcio in cui era venuto a trovarsi Marty Rabb, il lanciatore dei Boston Red Sox. L’altro porta il numero 2053 ed è l’opera prima scritta da Richard Dean Rosen con la quale vinse il premio Edgard Allan Poe nel 1984: ‘Strike Three You’re Dead’. Con la copertina di Manuel Prieto e la traduzione di Pietro Ferrari in ‘Che perda il migliore’, tra queste pagine invece è il veterano esterno centro dei Providence Jewels, tale Harvey Blissberg, a scoprire l’assassino di un suo compagno di squadra. A sua volta poi Blissberg diventerà un detective privato e lo si incontrerà in altri romanzi gialli.

A chiudere la parentesi dei libri polizieschi mi piace citare ancora ‘Dead in Center Field’ scritto nel 1983 da Paul Engleman per la Ballantine Books. Qui è l’investigatore privato Mark Renzler, già giocatore di baseball, che viene assunto per proteggere da ricatti una stella del diamante vicino a conquistare il record dei fuoricampo e ‘Five O’Clock Lightning’ redatto nel 1982 da William De Andrea per i tipi della St. Martin’s Press. Quest’ultimo sapientemente imperniato nell’atmosfera cupa delineata dagli insidiosi sospetti generati dall’epoca maccartiana e la vicenda scuote gli investigatori sulle tracce di paranoici estremisti che sembrano essere implicati nelle minacce alla vita di nientemeno che Mickey Mantle. Anche nei gialli italiani però è apparso il baseball grazie alla scelta, come contorno, da parte del bravo Loriano Macchiavelli, anima dell’investigatore Sarti Antonio, grande appassionato di baseball come l’autore stesso.

È evidente che in questa carrellata non ho citato i vari Don DeLillo (Underworld), Bernard Malamud (The Natural), Peter Abrahams (The Fan), John Grisham (Calico Joe), John Fante (1933 Was a Bad Year) poiché essi tutti fanno parte di una oggettiva cultura letteraria, così come volutamente ho tralasciato tutti i saggi editi dalla compagnia ‘Ascesa dei Vinti’ ed il volume ‘Il lanciatore scomparso’ scritto dal nostro pluriscudettato ed olimpionico Beppe Carelli, ritenendo giusto che siano gli appassionati ad andare e ricercarli per il loro piacere.

Se però si vuole seguire un filo di appartenenza, allora bisogna incominciare a leggere ‘Field of Dreams’ per essere coinvolti con giudizio nella favola mistica di un baseball portGRA Philip Rothatore di sogni. Poi andare a capire l’oggettiva importanza del baseball nei cambiamenti della cultura sociale riflettendo su ‘Il mio nome è Jackie Robinson’. Per non discostarsi quindi dalla realtà quotidiana si deve necessariamente assorbire l’emotività de ‘Le regole del Gioco’, poiché i moventi negativi della violenza sono sempre presenti ovunque. E su questa scia proseguire la lettura con ‘The Fan’ per comprendere come il pensiero incontrollato del tifoso possa portare ad estreme conseguenze. Ancora, ma per conoscere i tempi, le problematiche e le difficoltà affrontate dagli emigranti italiani alla ricerca di una fortuna nel promesso nuovo mondo, si deve andare a meditare sulle pagine di ‘1933 Was a Bad Year’. Successivamente ci emozionerà la favola della seconda opportunità che il baseball dona con ‘The Natural’, per comprendere però con la lettura di ‘Calico Joe’ come il gioco possa produrre anche irreversibili drammi umani. Da qui elevarsi alla filosofia del baseball che plasma gli adulti nella personale ricerca della perfezione con ‘For Love of The Game’ il cui titolo italiano ‘La partita perfetta’ non dona il reale sentimento d’amore per il gioco ed infine andare a conoscere il metro incostante della società statunitense con ‘Underworld’ partendo dallo storico fuoricampo di Bobby Thomson, realizzato il 3 ottobre 1951 al Polo Grounds di New York durante la gara tra i Giants ed i Brooklyn Dodgers. E sarà la mitica pallina da baseball che, raccolta da un ragazzo, passerà di mano in mano colorando un gigantesco affresco dell’America. Da ultimo, ma che potrebbe diventare per il lettore il primo di una ulteriore lunga serie, è doveroso immergersi nella continua poesia ironica di Philip Roth che attraverso il suo ‘The Great American Novel’ (‘Il Grande Romanzo Americano’) narra la storia americana con sarcastici aneddoti inerenti la squadra dei Mundys di Port Ruppert, inserita nella fantomatica Patriot League.

Ed è la dimostrazione che sempre e comunque il baseball, se pure dal campo di gioco diventa lettura, in definitiva resta continuamente un gioco.

Michele Dodde

Data articolo: Sun, 05 Apr 2020 14:18:02 +0000
Campionati baseball
La serie A2 Baseball ha programmato il ritorno sui diamanti

Con la voglia di chi non vuole piegarsi alle difficoltà ma guarda con una visione più ottimistica al prossimo futuro, anche le società di serie A2 Baseball si sono incontrate, sempre in videoconferenza, per parlare, progettare e pensare alla ripresa dell'attività non appena l'emergenza sanitaria lo permetterà. Tutte presenti le 21 squadre che, sulla base della documentazione precedentemente inviata dalla Commissione Organizzazione Gare, si sono interfacciate con il presidente federale Andrea Marcon, alcuni consiglieri federali e i rappresentanti della COG.

Anche la seconda serie di baseball si è posta il weekend del 13-14 giugno come data per tornare di nuovo a incrociare mazze e guantoni sui diamanti organizzando una regular season basata su 4 gironi con andata e ritorno ( le 2 settimane centrali di agosto saranno di sosta) al termine dei quali le squadre prime classificate si incroceranno in una serie al meglio delle 5 gare nelle 2 finali, decise per sorteggio, che daranno la promozione nella serie A1 2021, chiudendo così la stagione alla terza settimana di settembre. I gironi, tutti a 5 squadre ad eccezione del C che ne avrà 6, saranno così formati: Cagliari, Settimo, Senago, Bollate e Brescia nel gruppo A, Cervignano, Verona, New Black Panthers, Castelfranco, Bolzano nel B, Fiorentina, Sala Baganza, Longbridge, Athletics Bologna, Oltretorrente, Modena nel girone C, Nettuno 1945, Jolly Roger Grosseto, Red Sox Paternò, Lancers, Montefiascone nel D.

Nell'occasione è stato ribadito alle società che non sarà previsto il pagamento delle tasse gara, che i tesseramenti, trasferimenti e prestiti saranno aperti fino al 31 maggio (per poi lasciare spazio dall'1 al 30 giugno alla finestra di riapertura) e che la Federazione ha allo studio un contributo, la cui entità e forma verranno decise nelle prossime settimane dal Consiglio Federale, per quelle società che avranno una trasferta sulle isole e per le squadre di Sardegna e Sicilia.

di Fabio Ferrini

Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

Dalla riunione delle società nasce l'ipotesi della A1 Softball 2020

Data articolo: Fri, 03 Apr 2020 08:38:32 +0000
Campionati baseball
Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

Continuando sulla linea tracciata dal softball al mattino, nel pomeriggio si sono riunite in videoconferenza tutte le società della serie A1 baseball, per presenza o delega, per discutere della stagione 2020 e della situazione legata all'emergenza sanitaria, alla presenza dei vertici federali e dei rappresentanti della Commissione Organizzazione Gare.

L'incontro è stato aperto dal presidente federale Andrea Marcon che ha illustrato le ipotesi mandate alle società con la comunicazione della convocazione, partendo dall'ufficializzazione da parte della CEB della cancellazione di tutte le coppe europee per club per la stagione 2020. Anche in questo caso l'ipotesi portata avanti dalla Federazione, e poi avallata dalle società, prevede la partenza del campionato nel weekend del 13-14 giugno dividendo le 10 squadre in 2 gironi da 5: Grizzlies Torino, Collecchio, Fortitudo Bologna, Parma e Rangers Redipuglia nel primo raggruppamento, Nettuno City, Nettuno 2, San Marino, Macerata e Godo nel secondo gruppo. La regular season sarà strutturata su girone di andata e ritorno con semifinali incrociate al meglio delle 5 gare e poi finale per lo Scudetto, anche in questo caso in una serie al meglio delle 5 partite. Lasciata aperta la possibilità, sulla base anche delle condizioni economiche, la possibilità di prevedere la disputa della Coppa Italia per quelle squadre che rimanessero fuori dai playoff. La stagione vedrebbe comunque la sua conclusione al 12 settembre.

Una struttura questa che potrebbe comunque rimanere in piedi anche nel caso si prolungassero le tempistiche dell'emergenza sanitaria e si potesse tornare in campo non prima di luglio, che porterebbe a chiudere la stagione ad ottobre. Durante l'incontro tutte le società hanno mostrato grande spirito di collaborazione e flessibilità nelle scelte con l'obiettivo di far arrivare una ventata d'entusiasmo a tutto il movimento prevedendo il ritorno ai diamanti non appena possibile.

Prima di concludere la videoconferenza, le società, insieme alla Federazione, si sono date appuntamento per un nuovo incontro verso la fine del mese di aprile per fare nuovamente il punto della situazione, capire se la data del 13-14 giugno possa essere la vera luce a conclusione di questo periodo buio e, se necessario, discutere di altre novità che servano per la disputa del campionato.

di Fabio Ferrini

Voglia di ripartire anche per la serie A1 Baseball

 

Data articolo: Thu, 02 Apr 2020 14:34:18 +0000
Campionati softball
Dalla riunione delle società nasce l'ipotesi della A1 Softball 2020

Una luce in fondo al tunnel. Con questo spirito si sono riunite, rigorosamente in videoconferenza, tutte le società di serie A1 Softball con il presidente federale Andrea Marcon, il presidente della COG Andreino Parentini e alcuni consiglieri federali. All'ordine del giorno la programmazione della stagione 2020 nell'ottica dell'emergenza Covid-19 che attanaglia non solo l'Italia ma tutto il mondo.

Come già stabilito dall'ultimo Consiglio Federale, pandemia Coronavirus permettendo, la stagione di baseball e softball partirà nel weekend del 13-14 giugno, ma durante la riunione, qualora le indicazioni del Governo richiedessero tempi più lunghi per il contenimento del contagio, è stata prevista anche la possibilità di partire ancora più avanti, nella seconda settimana di luglio.

Dopo il preambolo del presidente federale con la proposta di un campionato a 2 gironi con andata e ritorno per poi passare ai playoff con semifinali e finali, è stata presentata la composizione dei gruppi sulla base del ranking 2019. Su proposta delle società è stato quindi deciso di andare su una composizione basata sulla vicinorietà con l'introduzione di un primo turno di playoff, al meglio delle 3 partite, tra le seconde e le terze dei rispettivi gruppi per avere accesso alle semifinali, al meglio delle 5 gare, dove ci sarebbero ad attenderle le vincenti dei 2 gironi. Poi la finale sempre in una serie al meglio delle 5 partite. I gironi saranno quindi così composti: da una parte Bollate, Bussolengo, Caronno, Castelfranco e Saronno, dall'altra Caserta, Collecchio, Forlì, Pianoro e Sestese. Su proposta della federazione e solo per la stagione 2020 viene data la deroga per giocare sui propri campi alle società che hanno un impianto privo di illuminazione. La stagione andrà quindi ad occupare tutta l'estate, sfruttando anche la cancellazione delle coppe europee da parte della ESF e lo spostamento dell'Europeo al 20-26 settembre

di Fabio Ferrini

Il Presidente Marcon illustra le delibere del Consiglio Federale del 25 marzo

Le altre decisioni del Consiglio Federale

Data articolo: Thu, 02 Apr 2020 08:32:16 +0000
Nazionali Softball
La ESF rinvia l'Europeo di softball: si terrà a fine settembre

La European Softball Federation (ESF) ha annunciato con un comunicato, a nome del presidente Gabriel Waage, il rinvio delle competizioni nazionali di softball a partire dal Campionato Europeo che si sarebbe dovuto tenere a inizio giugno in Friuli Venezia-Giulia.

Le nuove date per la massima competizione continentale per Nazionali, sempre in territorio italiano, sono dal 20 al 26 settembre, mentre è stato predisposto il rinvio anche del Campionato Europeo di softball maschile (28 settembre - 3 ottobre, Repubblica Ceca).

Sarà positicipato, ma si trova ancora senza data, anche la prima edizione dell'Europeo U15, erede della categoria U16, che si sarebbe dovuto tenere a Enschede, Paesi Bassi nel mese di luglio. Si tratta dell'unica competizione soggetta a rinvio che era inizialmente programmata dopo il 30 giugno.

Il 15 giugno sarà l'ultima data disponibile per confermare la disputa di queste competizioni, che qualificano per i rispettivi Campionati del Mondo del 2021.

Tutte le altre competizioni organizzate dalla ESF, ad eccezione della European Masters Cup di Saint Boi a fine ottobre, sono state cancellate. 

Sarà il Friuli Venezia Giulia ad ospitare l'Europeo Softball 2020

di Nicolò Gatti

Data articolo: Thu, 02 Apr 2020 07:29:06 +0000
Federazione
Il DPCM del 1 aprile 2020 prolunga al 13 aprile le restrizioni per il contenimento del coronavirus

Con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato nella serata di mercoledì 1 aprile, vengono prorogate fino al prossimo 13 aprile le misure di contenimento del contagio da Covid-19 su tutto il territorio nazionale.

Il DPCM al comma 2, oltre a ribadire che "sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati",  introduce, come già disposto autonomamente e precedentemnte dalla FIBS, che "sono sospese altresì le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti all’interno di impianti sportivi di ogni tipo" allargando così di fatto le restrizioni anche agli Atleti di Interesse Nazionale. Le nuove disposizini entreranno in vigore da sabato 4 aprile 2020.

DPCM 1 APRILE 2020

Data articolo: Thu, 02 Apr 2020 06:27:00 +0000
Campionati baseball
La CEB cancella tutte le coppe continentali per club per l'anno 2020

La Confederation of European Baseball (CEB) ha preso, in data 30 marzo, la decisione di annullare tutte le Coppe continentali per club per la stagione 2020 a causa dell'emergenza COVID-19.

Non si disputeranno dunque la Coppa Campioni, la CEB Cup e la Federations Cup (con relativa qualificazione) inizialmente previste nel mese di giugno.

"Dato che il coronavirus continua ad espandersi per tutta l'Europa ed il mondo intero - si legge nel comunicato della CEB - è difficile prevedere quando le attività torneranno alla normalità. Organizzare un qualsiasi evento per il mese di giugno sarebbe contro il nostro obbligo morale di prevenire la diffusione del virus"

di Nicolò Gatti

Data articolo: Wed, 01 Apr 2020 16:03:03 +0000
Nazionali Softball
Rinviate la U15 Baseball World Cup e la U18 Women's Softball World Cup

La World Baseball Softball Confederation (WBSC) ha comunicato il rinvio a data da destinarsi di tre competizioni in programma nel 2020: non si disputeranno nelle date programmate la U15 Baseball World Cup, che si sarebbe dovuta svolgere in Messico dal 14 al 23 agosto, la U18 Women's Softball Wordl Cup, alla prima edizione originariamente schedulata dal 23 al 30 agosto a Lima in Perù, e la WBSC Women’s Baseball World Cup che si sarebbe dovuta svolgere sempre in Messico dall'11 al 20 settembre.

Una decisione presa dalla confederazione internazionale in accordo con le Federazioni Continentali e i Comitati Organizzatori Locali al termine della riunione in videconferenza avuta nella giornata di martedì 31 marzo e volta a tutelare la salute delle squadre e degli spettatori. Al momento la WBSC non ha riprogrammato le competizioni rimandando eventuali ipotesi alle prossime settimane, in considerazione dello sviluppo dell'emergenza legata alla pandemia del Covid-19.

Restano invece al momento confermate la WBSC U-23 Baseball World Cup, programmata tra il 30 settembre e il 9 ottobre in Messico, e la Baseball5 World Cup che si volgerà a dicembre.

di Fabio Ferrini

Data articolo: Wed, 01 Apr 2020 11:16:42 +0000
Comitato Nazionale Tecnici
#Ioimparodacasa - ultimi giorni per il corso on-line 'la battuta', gratuito fino al 3 aprile

Il CNT ricorda che, nell'ambito dell'iniziativa #Ioimparodacasa è possibile seguire, liberamente e gratuitamente fino al 3 aprile 2020, il corso di formazione ‘la battuta’ presente sulla piattaforma E-LEARNING della FIBS.

Oltre questa data il corso non sarà più accessibile in forma gratuita, ma tornerà disponibile per l'acquisto sulla stessa piattaforma che rimane attiva, a disposizione di chi vorrà utilizzarla per aggiornarsi e imparare o semplicemente per rivedere, elaborare e rinforzare le proprie conoscenze.

Oltre a quello sulla battuta questi gli altri corsi on-line disponibili:

I corsi sono dedicati alla formazione continua dei tecnici ma, in particolare per quelli relativi ad anatomia, fisiologia, biomeccanica, alimentazione, forza e comunicazione, la loro fruizione può essere utile a tutti.

Il costo per l’acquisto di ogni singolo corso è fissato in euro 30.00.

Sulla piattaforma è inoltre disponibile il mini-corso ‘dalla Little League a l WBSC’ anche questo in forma gratuita.

Ogni corso acquistato resterà attivo e disponibile per la consultazione per un periodo di tempo illimitato.

 

banner piattaforma

 

Si riportano qui di seguito le indicazioni per accedere alla piattaforma E-LEARNING e acquistare i corsi FIBS-CNT:

Quello che sta succedendo è terribile, ma non lasciamo la nostra mente in ‘zona rossa’, restiamo in casa, studiamo, aggiorniamoci, seguiamo le indicazioni e sicuramente #andràtuttobene.

#ioimparodacasa

#neverstoplearning

 

AVVERTENZE:

Data articolo: Mon, 29 Apr 2019 12:02:33 +0000
Nazionali Softball
Decise le date per i Giochi Olimpici Tokyo 2020: dal 23 luglio all'8 agosto 2021

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha comunicato le nuove date per lo svolgimento dei Giochi Olimpici Tokyo 2020 rimandati al 2021 a causa della pandemia del Covid-19. Le XXXII Olimpiadi prenderanno il via il 23 luglio per concludersi l'8 agosto 2021 lasciando poi spazio alle Paralimpiadi programmate dal 24 agosto al 5 settembre.

La decisione è stata presa di comune accordo tra il CIO, il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, l'amministrazione della capitale nipponica ed il governo giapponese. Una scelta supportata anche dalle Federazioni Internazionali degli Sport Olimpici Estivi e da tutti i Comitato Olimpici, come sottolineato dal presidente del CIO Thomas Bach: "Voglio ringraziare le Federazioni Internazionali per il loro supporto unanime e le associazioni continentali dei Comitati Olimpici per la grande collaborazione nel processo di consultazione svolto in pochi giorni. Vorrei anche ringraziare la Commissione Atleti del CIO con la quale siamo stati in contatto costante. Con questo annuncio sono fiducioso che possiamo affrontare questa sfida senza precedenti. L'umanità adesso si trova in un tunnel buio. I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 possono essere la luce alla fine di questo tunnel".

di Fabio Ferrini

Il CIO ufficializza lo spostamento delle Olimpiadi al 2021

Data articolo: Mon, 30 Mar 2020 14:12:52 +0000
Comitato Nazionale Tecnici
Heads-Up Baseball 2.0 (in italiano) disponibile sul sito Sport4Fan

Dopo la presentazione e il successo registrato nella prevendita, avvenuta in occasione della CON6, è finalmente disponibile per l’acquisto il volume Heads-Up Baseball 2.0, di Ken Ravizza e Tom Hanson, edito da Calzetti & Mariucci in collaborazione con CNT e FIBS.

Sul rinnovato sito Sport4Fan,  store on-line che commercializza in esclusiva il merchandising ufficiale Italia Baseball e Italia Softball, è infatti possibile acquistare il libro al prezzo speciale di  21,90 euro, comprensivo delle spese di spedizione (anziché al prezzo di copertina di 26,00 euro).

Heads-Up Baseball è uscito nel lontano 1995 ed è immediatamente diventato un best seller planetario e la fama di Ken Ravizza, insieme a quella di Tom Hanson, amico e co-autore, è cresciuta insieme a questo successo.

Il libro e il metodo che vi è illustrato, per anni, hanno contribuito alle fortune di giocatori di primo piano nel baseball professionale.

Failure is a part of baseball and softball’, una delle tante frasi che il compianto Ravizza amava ripetere durante i suoi seminari. Chi ha avuto la gioia di conoscerlo sa che in ogni sua parola traspariva la sua fiducia assoluta che il ‘Mental Game’ potesse aiutare ogni atleta a raggiungere il suo massimo potenziale.

L'approccio di Ravizza, perfettametne sintetizzato nel libro, coniato sull'esperienza nel baseball, è in realtà perfettamente applicabile e una lettura fondamentale di approccio mentale per ogni disciplina sportiva: per oltre 30 anni, Ken Ravizza ha prestato la sua opera di psicologo alle squadre olimpiche di baseball, softball, hockey su prato, equitazione, pallanuoto maschile, pallavolo maschile e femminile e pattinaggio artistico degli Stati Uniti.

Ravizza ha anche collaborato con le federazioni di baseball e softball di Olanda, Italia, Repubblica Ceka, Spagna e Germania.

Tra le sue innumerevoli collaborazioni spiccano quelle con gli All Blacks Rugby in Nuova Zelanda e con il Barcellona Calcio in Spagna e non si contano quelle con i team di  Major League Baseball e con singoli giocatori

Nel 2016, due anni prima della sua morte, Ravizza ha messo mano ad una completa revisione del suo libro ed è nato Heads-Up Baseball 2.0.

Il CNT, da anni, inseguiva la possibilità di pubblicarne la traduzione in italiano. La collaborazione nata tra la FIBS e Calzetti & Mariucci, unita alla disponibilità di Tom Hanson, ha permesso, finalmente, di far diventare realtà quello che per molto tempo era rimasto solo un progetto nel cassetto. Heads-Up 2.0 è la seconda pubblicazione della casa editrice leader nell’editoria sportiva nell'ambito della Collana FIBS, dopo 'A scuola di Baseball/Softball', il manuale gli insegnanti ed educatori sportivi realizzato in collaborazione con la Scuola dello Sport CONI.

Con la puntuale traduzione di Liliana Rossetti, coadiuvata in fase di revisione da Giulio Montanini e con la supervisione di Roberto Calzetti e Fabio Borselli il libro è finalmente a disposizione di tutti gli atleti e appassionati.

Sarebbe un peccato perderselo.

#neverstoplearning #ioimparodacasa

ACQUISTA IL LIBRO

STORE FIBS

CON6: pubblicata la versione italiana di Heads-Up baseball 2.0 di Ken Ravizza e Tom Hanson

CON6: prima uscita per il nuovo manuale dedicato al baseball a scuola

 

Data articolo: Mon, 29 Apr 2019 12:02:33 +0000
Nazionali Baseball
Frank Menechino e Frank Catalanotto: 'reunion' per un giorno

Lo scorso 29 gennaio 2020 Frank Menechino, hitting coach dei Chicago White Sox, ha fatto visita a Frank Catalanotto, coach della Nazionale Italiana e dellaspring training 2011 Frank Catalanotto (news) squadra di baseball del New York Institute of Technology (NYIT) per istruire i giocatori sui fondamentali. I due ex MLB hanno giocato insieme nei Toronto Blue Jays nel 2004 e 2005 e nel 2006 hanno partecipato al World Baseball Classic con la nazionale azzurra.

Prima di intraprendere la carriera da tecnico, Frank Menechino ha vestito anche la divisa del Nettuno durante la stagione 2008 mentre Frank Catalanotto ha continuato a vestire l’azzurro anche nel WBC 2009 prima di entrare a far parte dello staff tecnico di Marco Mazzieri per le edizioni 2013 e 2017 dell’evento mondiale di baseball.

Catalanotto, omaggiato dalla IABF (Italian American Baseball Foundation) con l’“Achievement Award” durante il 4° Gala annuale tenutosi nella cornice del “Giando on the Water” di Brooklyn, New York, nella sua prima stagione come head coach della formazione della NYIT ha portato i Bears alle finali NCAA (appuntamento che mancava dal 1983) ed alla College World Series per la prima volta nella storia con 37 vittorie, un record per la New York Institute of Stanton e MenechinoTechnlogy. Grazie a questi risultati, Catalanotto si è aggiudicato anche il titolo di coach dell’anno per quanto riguarda la Eastern College Athletic Conference.

Frank Menechino ha cominciato la sua carriera da allenatore come hitting coach nella organizzazione dei New York Yankees, trascorrendo, dal 2009 al 2013, due stagioni in doppio A e tre stagioni in triplo A. Successivamente, dal 2014 al 2018, ha potuto lavorare in MLB con i Miami Marlins. Tra i giocatori allenati da Menechino figurano le star Dee Gordon, Marcell Ozuna, J. T. Realmuto, Christian Yelich e Giancarlo Stanton, che ha dato merito a Menechino dei risultati conseguiti nel 2017, quando lo slugger, oggi agli Yankees, ha guidato la MLB con 59 fuoricampo (record di franchigia per i Marlins), 132 RBI ed una media bombardieri di .631, numeri che poi gli hanno permesso di vincere il titolo di MVP per la National League.

Chiusa l’avventura con i Marlins, Menechino è tornato ai White Sox, i quali nel 1993 lo avevano lanciato nel professionismo selezionandolo al 45esimo giro del draft. Menechino ha avuto la possibilità di entrare a far parte dello staff dei Charlotte Knights, squadra di triplo A, con i quali ha lavorato nella scorsa stagione. La “cura” Menechino ha portato i Knights al primo posto della International League (uno dei due campionati di triplo A) per punti segnati, al secondo postoMenechino con i Toronto Blue Jays per media arrivi in base (OBP) e media bombardieri (SLG) e terzo posto per numero di fuoricampo, risultati che, a fine stagione, gli hanno consentito la promozione nella squadra di MLB. Così ha parlato di lui Rick Hahn, GM dei White Sox: “Menechino ha uno speciale punto di vista riguardo l’approccio in battuta e l’insegnamento. È un buon comunicatore e sa come prendere i giocatori, come istruire e far capire ai ragazzi ciò che vuole da loro”.

Frank Menechino ha giocato in MLB per sette stagioni, dal 1999 al 2005, con le divise di Oakland Athletics e Toronto Blue Jays. “Ho giocato per sette anni nelle leghe minori, prima di farcela. Sono stato promosso, poi sono tornato giù, quindi di nuovo su. Ho giocato nei playoff. Ho attraversato qualsiasi cosa e questo mi ha decisamente aiutato perché adesso posso capire le situazioni di quasi tutti i giocatori. Quando si tratta di relazionarsi con i giocatori e di avere a che fare con ciò con cui loro combattono giornalmente, tu devi sapere come comportarti e come aiutarli. La mia esperienza come giocatore professionista mi ha aiutato a diventare l’allenatore che sono oggi”.

Sia Frank Catalanotto che Frank Menechino hanno ricevuto riconoscimenti dalle proprie città. Nel 2011 Catalanotto è stato inserito nella Suffolk Sports Hall of Fame e nello stesso anno Menechino è entrato in quella di Staten Island.

 di Roberto Angotti

Data articolo: Sun, 29 Mar 2020 13:24:39 +0000
Nazionali Baseball
Pat Venditte nella Hall of Fame della Creighton University

Mercoledì 25 marzo Pat Venditte, lanciatore ambidestro della nazionale italiana, è stato eletto a far parte della Hall of Fame della Creighton University Athletics. Il 34enne nativo di Omaha (Nebraska), prima di iniziare la sua carriera da professionista, è stato protagonista di una soddisfacente carriera a livello collegiale, dal 2005 al 2008, con Creighton University, riuscendo a fissare record in singola stagione per quanto riguarda PGL (1.88) e numero di presenze sul monte di lancio (38). Nel 2007 è stato nominato come MVP della Missouri Valley Conference e grazie alle sue prestazioni in pedana ha giocato un ruolo importante nella conquista del primo titolo di Conference per gli Athletics. In quella stagione Venditte ha tirato 43.2 riprese consecutive senza concedere punti e guadagnato il titolo di giocatore della settimana da parte della rivista Collegiate Baseball.

Pat Venditte ha chiuso la sua esperienza al college con una media PGL di 2.86 in 248.1 riprese lanciate e con i suoi 255 strikeout si trova al sesto posto della classifica di tutti i tempi della Creigthon University. Le sue prestazioni hanno attirato le attenzioni degli New York Yankees. Venditte, infatti, è stato selezionato dalla squadra newyorchese in due occasioni: nel 2007 (al 45esimo giro) e nel 2008 (al 20esimo giro). Ha effettuato il suo debutto in MLB nel 2015 con gli Oakland Athletics, arrivando a disputare un totale di 58 partite vestendo le divise di Toronto Blue Jays, Seattle Mariners, Los Angeles Dodgers e San Francisco Giants.

Pat Sr e Pat Venditte JrDurante questo inverno Pat Venditte è stato protagonista di un interessamento da parte dei Miami Marlins i quali, tramite Mel Stottlemyre, pitching coach della squadra di Don Mattingly, si sono rivolti a Pat Venditte Sr. per constatare lo stato di forma del lanciatore. “Pat continua a lavorare su tutti gli aspetti del gioco”, ha raccontato Venditte Sr. “Lavora a Peoria, Illinois, nella struttura chiamata ‘The Yard’ a lui dedicata e che è uno dei migliori centri degli Stati Uniti d’America. I suoi allenamenti comprendono corsa, sollevamento pesi, battuta, long toss e bullpen con entrambe le braccia. Inoltre ha aggiunto un paio di nuovi lanci al suo repertorio”. I Miami Marlins lo hanno firmato con un contratto di minor league lo scorso 6 gennaio.

È una possibilità che, quando la stagione 2020 avrà finalmente inizio, nel primo mese di stagione i roster passeranno da 26 a 29 giocatori. Questo cambiamento aiuterà le squadre ad alleggerire il carico di lavoro dei lanciatori, vista la possibilità di frequenti doppi incontri giornalieri diventata ormai una costante durante i primi mesi di stagione. Anche se è stato reso noto che da quest’anno per le squadre il tetto massimo a roster sarà di 13 lanciatori, non è ancora del tutto certo in questo momento se la MLB aggiungerà misure più restringenti per quanto riguarda il numero di lanciatori. Se la MLB dovesse permettere alle squadre di aggiungere più posti per i lanciatori, l’ambidestro Pat Venditte potrebbe avere una possibilità in più di far parte della rosa dei Miami Marlins per l’Opening Day.

di Roberto Angotti

Data articolo: Sun, 29 Mar 2020 12:22:24 +0000
Campionati baseball
Ciao ‘Giaguaro’: la tua impronta rimane indelebile sul baseball italiano

Dopo pochi giorni dal suo ottantaseiesimo compleanno si è spento il Giaguaro del baseball.

Goriziano, Luciano Miani (ma ben pochi gli si rivolgevano col nome di battesimo nel mondo del batti e corri) era da tempo affetto dalla malattia che gli ha impedito, quest’anno per la prima volta, di non essere in prima fila alla Convention dei tecnici FIBS, di cui era considerato il decano, dopo essere stato senza ombra di dubbio un pioniere come giocatore, nella sua terra.

Proprio dal Presidente del CNT Fabio Borselli vogliamo iniziare per proporre un ricordo del Giaguaro: “Lo conoscevo poco, non certo così tanto da definirlo amico. Però, da sempre, da quando ho memoria, vederlo sedersi in prima fila alle innumerevoli coach convention cui ha partecipato era il segnale che sì, si poteva cominciare.”

Michele Dodde, Responsabile della Commissione Hall of Fame ed ex-arbitro, lo ha incontrato sui diamanti: “Miani lo ricordo incisivo allenatore a Ronchi dei Legionari. Scrupoloso, sanguigno, ma fortemente educato nel richiedere verbalmente la qualità dei giudizi espressi dagli umpire.
Giocatore e manager di grande spessore, giuliano a tutto tondo ed indiscutibilmente innamorato del baseball di cui è stato un autentico pioniere.”

Una ultima memoria l’abbiamo raccolta di chi Miani lo conosceva molto bene, il Vice-Presidente FIBS Fabrizio De Robbio: “L'appellativo ‘Giaguaro’ dipinge perfettamente il carattere determinato, grintoso, propositivo e vincente di un uomo che è riuscito, sia da atleta che come tecnico, a distinguersi, fondendo una straordinaria propensione alla vittoria e una grande professionalità con una vasta e sempre aggiornata conoscenza tecnica.

In tutte le piazze dove ha lavorato, ha lasciato una forte, indelebile e inconfondibile impronta: mentre i suoi giocatori rispondevano alle sue direttive dando sempre il massimo sul campo, Giaguaro coinvolgeva e spronava presidenti e dirigenti in quella eterna sfida che per le sue responsabilità dirette si sviluppava sul diamante, ma che per lui era lo sport in generale, a tutto tondo.

Caro Giaguaro, ci mancherai tanto, ci mancherai tanto sul campo e ci mancherà anche la speranza di vederti spuntare improvvisamente in qualche impianto ad osservare una partita giovanile, sorseggiando una Coca Cola e cercando di individuare qualche giovanissimo talento.

Dispiace, in questo surreale momento, non poterti dare l’ultimo saluto come vorremmo, ma sarai sempre con noi su tutti i campi di baseball.”

Il Presidente Andrea Marcon, a nome del Consiglio Federale, della struttura FIBS e di tutto il movimento, partecipa il dolore e la vicinanza alla famiglia e agli amici in questo tragico momento.

Marco Landi

Data articolo: Sun, 29 Mar 2020 10:43:33 +0000
News
#Distantimavicini, la campagna di raccolta fondi AISLA, UILDM e Famiglie SMA a sostegno dei Centri Clinici NeMo

L'emergenza Covid-19 non risparmia nessuno e la lotta contro il Coronavirus assorbe, ogni giorno, in particolare le attenzioni di tutto il mondo sanitario italiano e internazionale. Interessate alla battaglia sono anche le circa 40.000 persone in Italia affette da SLA, SMA e distrofie muscolari. Per questo motivo AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distofia Muscolare) e Famiglie SMA - Genitori per la Ricerca sull'Atrofia Muscolare Spinale, hanno deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi a sostegno dei Centri Clinici NeMo (centri multidisciplinari specializzati nell'assistenza a pazienti affetti da distrofie muscolari) di Milano, Roma, Arenzano e Messina che oggi più che mai si trovano costretti a sostenere uno sforzo straordinario per proteggere le persone affette da malattie neuromuscolari.

La campagna di raccolta fondi prende nome dall'hashtag #distantimavicini, ovvero uno degli slogan più utilizzati in queste settimane di emergenza. Tramite questa campagna, pazienti e associazioni vogliono sostenere i Centri per la messa in atto di tutti i sistemi di protezione individuale, la necessaria integrazione degli operatori che devono subentrare ai volontari e ai famigliari e il potenziamento dei servizi per la presa in carico a distanza, come quello di Nurse Coaching, che permetterebbe di monitorare lo stato di salute, supportare la gestione quotidiana dei bisogni e dare i consigli specifici.

Per maggiori informazioni circa le modalità di donazione e la destinazione delle risorse, è possibile visitare il portale web distantimavicini.aisla.it

Data articolo: Fri, 27 Mar 2020 16:55:49 +0000
Baseball Giocato da Ciechi
Buon Compleanno AIBXC

In questo momento così particolare e difficile per il mondo, vogliamo comunque ricordare una ricorrenza lieta, e cioè il compleanno della nostra AIBXC, che fu fondata il 26 marzo 1998 presso l’Hotel Corona d’Oro di Bologna dagli ideatori del gioco Alfredo Meli ed Umberto Calzolari, insieme ad Isabella Seragnoli, Giorgio Stupazzoni, Franca Vanna Bruzzi, Luigi Vannini, Strato Petrucci, Nicola Vincenti eFoto dei fondatori dell'AIBXC Giovanni Lo Monaco.  

Il seme gettato in quell’occasione ha poi dato vita, dopo anni di attività, ad un frutto importante quale la nascita della Lega Italiana Baseball Ciechi & Ipovedenti (LIBCI) nel 2018 e la conseguente disputa del primo Campionato LIBCI, sotto l’egida della FIBS, nel 2019. 

Vogliamo quindi rivolgere i migliori Auguri di Buon Compleanno alla nostra Associazione ed a tutto il nostro movimento, consci del fatto che in questo momento le cose da augurare sono soprattutto buona salute per tutti e che si possa al più presto riprendere a praticare il nostro meraviglioso sport.

Data articolo: Thu, 26 Mar 2020 14:22:36 +0000
Baseball Giocato da Ciechi
Un raggio di luce in questo momento così buio

In un momento così difficile come quello che stiamo affrontando ora a causa del COVID19, vogliamo condividere con tutti voi la bella notizia della Laurea del nostro atleta non vedente di Bxc Federico Bassani.

E' cieco dall'età di 5 anni e il 17 marzo si è laureato in Ingegneria Clinica, ma nel salotto di casa sua, con la commissione che lo ha proclamato dottore in videoconferenza, come sta avvenendo per tanti laureati in questi giorni di emergenza Coronavirus.Atleta di Bxc si laurea in videoconferenza
Federico Bassani, 24 anni appena compiuti, è diventato cieco da piccolo: ha avuto un tumore alla retina, il retinoblastoma bilaterale. Disabilità che però, non l'ha mai frenato: oltre a studiare ingegneria, collabora con il Sant'Alessio di Roma dove collabora per le attività formative per gli studenti delle scuole del Lazio, organizzate in un'aula completamente buia, la black box.
"Mi sono laureato non come l'avevo immaginato - racconta Federico - niente stretta di mano con la commissione, niente abbracci coi compagni di corso e niente festa con gli amici, ma è stato ugualmente entusiasmante sentire il proprio nome nel momento della proclamazione". 
Quel giorno spiega: "Mi sono alzato e ho indossato l'abito elegante, contenuto l'emozione della mia famiglia e poi, mi sono andato nello studio per collegarmi in videoconferenza; insieme a me, altri 23 laureandi . La mia famiglia, ben attenta a non farsi inquadrare dalla webcam, ha partecipato alla cerimonia che si è conclusa in breve tempo con la proclamazione. Poi, abbiamo scattato le foto di rito. Per immortalare il momento significativo e il passaggio storico ho indossato la corona d'alloro e una mascherina. Non ci siamo fatti mancare il brindisi e l'allegria".
Federico proseguirà gli studi per conseguire la specialistica e ha un sogno, partecipare alla ricerca per l'occhio bionico.
"Mi piacerebbe poter dare un contributo alla ricerca scientifica in questo campo. Con il giusto aiuto - prosegue Federico - tutti possiamo fare grandi cose. Non è semplice per un ragazzo disabile visivo studiare ingegneria, il tema dell'accessibilità dei libri di testo è molto sentito, ad esempio, anche per lo studio della matematica. È per questo che ringrazio il Sant'Alessio, centro leader per la riabilitazione e la formazione dei disabili visivi, che mi ha supportato anche in tutto il percorso di studi, con corsi di informatica e fornendomi i libri di testo accuratamente trascritti. Ringrazio anche il settore Relazioni con gli studenti disabili de La Sapienza - conclude Federico - per il prezioso supporto".

Data articolo: Thu, 26 Mar 2020 09:11:46 +0000
Federazione
Il Presidente Marcon illustra le delibere del Consiglio Federale del 25 marzo

 

 

È da qualche minuto terminato il Consiglio Federale e abbiamo incontrato il Presidente Andrea Marcon per sentire dalle sue parole le decisioni più importanti che sono state prese, ovviamente in videoconferenza.

Siamo tutti chiamati in questo periodo a dare il nostro contributo per risolvere al più presto questa emergenza. Il non poterci allenare e lo stare in casa sono sicuramente un sacrificio, ma è essenziale rispettare le norme alla lettera. Sono piuttosto convinto che quelle categorie di persone, a iniziare dal personale medico, che devono recarsi al lavoro in questi giorni sobbarcandosi turni di lavoro durissimi, sarebbero ben felici di potersi godere le mura di casa. Molti di loro, in questo periodo difficile, non possono nemmeno abbracciare i propri figli e credo che tutti noi dobbiamo rivolgere a loro il più caloroso ringraziamento per quello che hanno fatto, stanno facendo e faranno per l’intera comunità. E il modo migliore per ringraziarli credo sia proprio rispettare le norme alla lettera.

Anche il Comitato Olimpico Internazionale, su sollecitazione del Governo giapponese, ha fatto ieri il passo di rinviare di 12 mesi i Giochi Olimpici.

Vista la situazione, non credo si potesse fare altrimenti. È chiaro che si tratta di una macchina enorme, da riprogrammare senza fermarla completamente. Un impegno organizzativo veramente grande, che però credo il Giappone e, con lui, tutto il movimento olimpico, sia in grado di affrontare.
Il rispetto della salute prima di tutto, e, in seconda battuta, dei sacrifici degli atleti sono priorità imprescindibili: per tanti è l’appuntamento di una vita ed è giusto consentire loro di arrivarci al meglio delle condizioni possibili, coi tempi e la cura dei dettagli indispensabili.
Fra loro anche le nostre ragazze della Nazionale: penso sia meglio riprogrammare, tenere duro un altro anno, piuttosto che arrivare all’appuntamento non sentendosi al 100%.

Torniamo al Consiglio Federale: avete affrontato argomenti e scelte inediti e complessi.

È stata una seduta importante, con decisioni difficili da prendere, ma che crediamo contribuiranno, nel prossimo futuro, a rinormalizzare questa situazione. Sono consapevole che non tutti saranno d’accordo con quanto abbiamo stabilito, ma è nostra responsabilità agire nell'interesse di tutto il movimento.
Prima di tutto i campionati. Con la delibera urgente del 5 marzo avevo spostato l’inizio delle attività al weekend del 19 aprile. Credo che siate tutti d’accordo che questo termine vada ulteriormente spostato in avanti e, perciò, i nostri campionati, di ogni ordine e grado, inizieranno nel weekend del 14 giugno. Sentiremo prima di tutto le Società, quindi formule dei campionati saranno rivisti direttamente da me con le Commissioni Organizzazioni Gare.
Ringrazio il Consiglio Federale per avermi delegato a tale operazione, perché questa delega permette di snellire le procedure che dovranno necessariamente ‘vivere alla giornata’, visto che l’evoluzione dell’emergenza varia da momento a momento. Ovviamente, se la situazione non migliorerà sufficientemente, dovremmo tutti noi adattarci e tenerci pronti a partire ancora più avanti.
Voglio anche ricordare qui l’operazione Safe At Home che, insieme alle aziende assicuratrici con cui lavoriamo, abbiamo avviato qualche giorno fa, ovvero l’estensione della copertura per le attività sportive relative alla preparazione concordata con le Società e che vengono svolte fra le mura domestiche: la giudico un’ulteriore attenzione, importante in questo momento in cui tutti dobbiamo pensare anche al bene dell’altro; ci sono tutti i dettagli sul sito.
Voglio dire però una cosa: dobbiamo tutti assieme cercare, in ogni maniera, di disputare i Campionati. Ad ogni costo e con ogni formula possibile. Non possiamo permetterci di non giocare nel 2020, sarebbe una eventualità drammatica per tutti noi.

Qualche anticipazione strutturale?

Per favorire le Società nell’affrontare la situazione abbiamo preso tre decisioni fondamentali: la prima è che in nessun campionato ci sarà retrocessione (quindi neanche in A1 softball); così facendo ogni Club potrà organizzare la propria stagione senza patemi e permettendo così, magari, di risparmiare qualcosa nell’ingaggio dei giocatori stranieri.
La seconda decisione riguarda veramente tutti: dalle A1 alle giovanili di ogni grado. Nel 2020 non verranno applicate le tasse gara, non saranno richieste fidejussioni e provvederemo a restituire quelle già consegnate.
In terzo luogo, abbiamo sospeso tutte le obbligatorietà, individueremo invece soluzioni premianti per le Società che si distingueranno nell'attività giovanile.
Questo credo sia un aiuto tangibile a cui confidiamo di far seguire in futuro altri provvedimenti in favore delle Società, tenendo sempre in buon conto la situazione finanziaria della FIBS. Desidero rivolgermi direttamente alle Società: nel novembre 2016 siamo stati chiamati a riordinare l’aspetto finanziario e, insieme a tutte le componenti del movimento, abbiamo fatto un lavoro che non possiamo permetterci di buttare via adesso. Però la Federazione siete voi e quindi è per noi un obbligo morale assoluto fare quanto possibile per sostenervi in questo momento così difficile. Mi auguro che questo vi sollevi un po'.
Continueremo anche a restare in contatto stretto con il Governo e con il CONI per capire quali misure siano in preparazione per supportare l’attività delle associazioni e ve ne renderemo partecipi in tempo reale.

E per quanto riguarda le attività extra-campionati?

Un’altra decisione difficile che abbiamo dovuto prendere è stata quella di cancellare l’edizione 2020 del Torneo delle Regioni e, conseguentemente, la partecipazione delle nostre selezioni alle fasi europee e mondiali della Little League. Troppe sono le variabili negative che potevano caratterizzare questa competizione e crediamo che sia un gesto responsabile quello di rinviare l’edizione lombarda della manifestazione al 2021 con conseguente slittamento al 2022 dell’assegnazione alla Toscana. La stessa Little League International ha comprensibilmente sospeso ogni programmazione in attesa degli sviluppi della situazione sanitaria. Confidiamo di poter organizzare a settembre o a ottobre una grande manifestazione giovanile che ci permetta di festeggiare tutti assieme il ritorno alla normalità. So che molti in questo momento non saranno felici, ma non lo siamo neanche noi, credetemi.

A livello internazionale, cosa cambierà?

Al momento la WBSC ha confermato le competizioni mondiali, in particolare le Coppe del Mondo U15 Baseball e U18 Softball che ci riguardano direttamente, ma ovviamente si tiene sotto controllo l’andamento della pandemia.
Per quanto riguarda l’Europa, è in partenza una lettera per CEB ed ESF nella quale il Consiglio Federale FIBS propone di non disputare nessuna manifestazione nel 2020.

Ringrazio ancora tutti voi per quello che state facendo. Il nostro mondo sta continuamente mandando segnali belli e positivi attraverso i social e nel dimostrare attenzione al rispetto delle regole. Oggi, ancora più che mai, sono orgoglioso di rappresentarvi tutti quanti.Abbiate cura di voi stessi e di chi vi circonda. Andrà tutto bene.

Un abbraccio virtuale, ma caloroso più che mai, in particolare a coloro che, purtroppo, devono in questi giorni piangere la perdita di propri cari, con l’ulteriore dolore di non poterli salutare, in molti casi, come avrebbero desiderato.

Intervista raccolta da Marco Landi

Le altre decisioni del Consiglio Federale

#SafeAtHome per condividere la nostra passione e per sentirsi più sicuri in casa

Data articolo: Wed, 25 Mar 2020 12:45:25 +0000

Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri A.Camilleri 2 Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri


Tutte le notizie di tutti gli sport escluso il calcio

News generaliste che accomunano sport diversi

News C.O.N.I. News video da gazzetta.it RAI SPORT in diretta

Atletica leggera

News Atletica da FIDAL Video di Atletica da FIDAL News Atletica da atleticanotizie.myblog.it News Atletica leggera gazzetta.it Video IAAF Diamond League

Sport delle due ruote: ciclismo e motociclismo

Ciclismo da gazzetta.it Ciclismo da Federciclismo Ciclismo su strada da Federciclismo Mountainbike da Federciclismo Ciclismo su pista da Federciclismo News Motociclismo gazzetta.it News Motociclismo da moto.it

news nuoto, tuffi e pallanuoto

News da Federnuoto Tutti i record di nuoto da Federnuoto News Nuoto gazzetta.it

news basket

News basket da basketissimo.com Nazionale basket da basketissimo.com Le altre nazionali di basket da basketissimo.com Basket Champions FIBA da basketissimo.com News basket serie A da basketissimo.com News basket Serie A2 da besketissimo.com

news volley

News volley da volleyball.it Campionati volley da volleyball.it Coppe europee volley da volleyball.it Serie A donne volley da volleyball.it News Volley gazzetta.it Recensioni action figures

news automobilismo, motori

News Automobilismo gazzetta.it News Passione Motori gazzetta.it

news tennis

News Tennis gazzetta.it News Tennis supertennis.tv News da internazionibnlditalia.it

Lotta, judo, karate, arti marziali

News da FIJLKAM News judo da FIJLKAM News karate da FIJLKAM News lotta da FIJLKAM News arti marziali da FIJLKAM Recensioni action figures

news ginnatica e vela

News ginnasticaartistica
italiana.it
News Federginnastica News da Federvela News vela da assovela.it

news dalle federazioni

News da Federcanoa News da Federcanottaggio News Feder Triathlon News Federclimb News Federdanza News Federtennis da tavolo News da FIBS News Feder Badminton News Federpesistica News Taekwondo News equitazione da FISE News da FIDS Sicilia Pentathlon moderno da FIPM News Handball da FIGH News da Federscherma

news altri sport

Per gli amanti delle action figures News Sport invernali gazzetta.it News Rugby gazzetta.it Recensioni action figures